A cena con la signora omicidi

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Terror House
Anno: 1972
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Terror at Red Wolf Inn".
Numero commenti presenti: 6
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 6/10/08
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 25/12/08 11:25 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Abbastanza terribile. La storia dei due anziani signori e del loro nipote apparentemente normali che però praticano il cannibalismo, cucinando le giovani ragazze che attirano nella loro casa, ricorda un po' Peter Walker, ma senza lo stesso brio. Le scene sono quasi tutte off-screen e quel poco che si vede è verso la fine. Del cast si può salvare solo Mary Jackson, gli altri recitano proprio male. Poteva essere qualcosa di meglio. Guardabile, ma solo per fan.

Puppigallo 11/01/10 21:56 - 4497 commenti

I gusti di Puppigallo

Sembra più una parodia (zuppa di piede e ditostuzzichino), che un horror. Di tensione non c'è quasi traccia e tutto è troppo finto, compresi i due anziani e carnivori "buongustai". L'arrivo alla locanda faceva persino ben sperare, visto che la casa si prestava a un horror vecchio stampo. Ma il tutto è stato vanificato da una sceneggiatura troppo povera e ripetitiva, che oltretutto, fa già capire durante la prima, interminabile cena, dove si andrà a parare. Ritmo piuttosto blando e un finale ridicolo completano poi l'opera, consegnandoci un filmaccio velocemente dimenticabile.
MEMORABILE: Il ragazzo massacra di pugni un povero squaletto; La gerontopazza al gerontomaritomatto: "Il mondo non vede le cose come le vediamo noi, caro".

Fedeerra 24/08/17 01:07 - 404 commenti

I gusti di Fedeerra

Il film (com'è ben noto) anticipa alcuni temi portati poi al successo dal capolavoro hooperiano, pone il freno su una messinscena più "pulita", ma non dimentica di regalare allo spettatore una buona dose di orrore grottesco. Straordinaria la morbosa sequenza della prima cena, un mix allucinante tra gusto e disgusto. Un gioiellino macabro popolato da personaggi squilibrati che meriterebbe di essere (ri)visto e rivalutato.

Anthonyvm 4/10/19 15:17 - 1780 commenti

I gusti di Anthonyvm

Adorabile black comedy in pieno stile Seventies, con una strampalatissima famiglia di cannibali e le sue giovani vittime (ben due anni prima che i Sawyer di Hooper terrorizzassero il mondo intero). L'orrore (sempre giocato sul grottesco) si insinua lentamente man mano che il film procede, raggiungendo il culmine nella beffarda tranche finale, ironicamente da incubo (si vedano i tentativi di fuga falliti, vuoi per un poliziotto corrotto o per una richiesta di soccorso all'auto sbagliata). Campy, di grana grezza, ma divertente e con buone idee.
MEMORABILE: Il nipote pesca uno squaletto e lo massacra urlando: "Squalo! "; Il nonno commosso per un piatto a base di dita; L'assurdo finale e i titoli di coda.

Myvincent 27/10/19 08:35 - 2521 commenti

I gusti di Myvincent

Una specie di favola alla Hensel e Gretel, in cui giovani donne vengono messe all'ingrasso attirate da una finta vacanza per essere infine... servite a pranzo. Il clima grottesco vige primariamente e non aspettatevi scene gore, ma solo macabre situazioni, più immaginate che altro e non per questo meno incisive e disturbanti. Buono il cast, su cui primeggia la coppia di folli attempati coniugi dediti alla pratica del cannibalismo.

Rufus68 7/07/20 20:38 - 3049 commenti

I gusti di Rufus68

L'antropofagia come metafora di una nazione è, nel 1972, un dato politico e sociale quasi acquisito che avrà risposta nei grandi horror settantiani. In questo filmetto di taglio televisivo siamo ancora all'American gothic ovvero alla provincia come nido di incubi sotto le spoglie di un perbenismo di facciata. Ciò non toglie che a tratti la pellicola sia meritoriamente singolare e disturbante (soprattutto nel personaggio del ragazzo). Finalino da favola grottesca un po' forzato.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Zender • 6/10/08 09:17
    Consigliere - 43514 interventi
    Uscirà l'8 ottobre 2008 per la Millennium Storm questa rara horror-comedy splatter di Townsend.
    Audio: Ita.mono
    Video: 16:9/Ws
  • Curiosità Ciavazzaro • 25/11/09 15:58
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Scheda di doppiaggio:

    Gemma Griarotti:Mary Jackson
    Roberto Del Giudice:John Neilson

    Doppiaggio:S.A.S.
  • Discussione Buiomega71 • 15/10/13 17:32
    Pianificazione e progetti - 21752 interventi
    La farloccandina buiesca fatta in casa de A Cena Con La Signora Omicidi. Registrato da RaisatCinema (in originale con sub ita) nella primavera del 2002:

    Ultima modifica: 15/10/13 17:55 da Zender
  • Discussione Zender • 15/10/13 17:56
    Consigliere - 43514 interventi
    Ooooh, ecco la vera arte che mancava l'altra volta! Però dovresti scrivere un po' di backstage: da dove viene l'immagine? E' una cover alternativa del film o l'hai presa da altrove o è una tua creazione pura?
  • Discussione Buiomega71 • 15/10/13 18:01
    Pianificazione e progetti - 21752 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ooooh, ecco la vera arte che mancava l'altra volta! Però dovresti scrivere un po' di backstage: da dove viene l'immagine? E' una cover alternativa del film o l'hai presa da altrove o è una tua creazione pura?

    Ho solo preso l'idea della "tavolata" dalla cover della vhs de La Porta Della Paura, la figura in nero con mannaia (un pò fallica a dire il vero, ma non voluta) e la testa nel vassoio le ho buttate lì al momento (forse reminiscenze di vecchi manifesti orrorifici)
    Ultima modifica: 15/10/13 18:14 da Buiomega71