LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/07/09 DAL BENEMERITO DISORDER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Disorder 15/07/09 13:24 - 1412 commenti

I gusti di Disorder

Lunghissima fiction in cui negli anni si sono alternati innumerevoli personaggi, quasi tutti non-attori, provenienti dai quattro angoli della tv. A tratti sembra quasi uno spin-off di Alex l'Ariete: interpreti di basso livello (ex-GF, ex-miss Italia, ex vallette...), storielle sempliciotte, musiche da televendita; il cast di contorno è costituito invece da professionisti o vecchie glorie, ma sono relegate ai margini con l'unica funzione di dare vita a qualche scenetta comica. Perdibilissima...

Cangaceiro 16/07/09 21:19 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

L'abisso della fiction nostrana. Siamo molto vicini alle avvilenti Soap tipo Centovetrine, con Città della Pieve che dovrebbe avere un tasso di criminalità simile a quello di Scampia o Bari vecchia vista la longevità della serie. Inutile ricercarvi alcunché, perché è palesemente un centro di collocamento per sfaccendati mestieranti che sfacciatamente si guardano bene dal recitare (Arcuri da piegarsi) o per nobili decaduti (come il bollito Roncato o, spiace dirlo, il caro Paolo Villaggio, probabilmente in difficoltà con la dichiarazione dei redditi).

Ciavazzaro 15/09/09 12:20 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Pattume. Nel cast salvo solo la povera Erica Blanc, perché per il resto la serie nel corso degli anni ha raccolto forse gli attori e attrici peggiori degli ultimi decenni, dalla Marcuzzi alla Arcuri, passando per Walter Nudo. Storie di una ingenuità sconcertante. Da evitare come la peste.

Galbo 16/09/09 19:18 - 11522 commenti

I gusti di Galbo

Parte cospicua dei volti "televisivi" italiani tra vecchie e nuove glorie è passata attraverso l'interpretazione di questa serie che non ha tuttavia mai saputo sollevarsi al di sopra di una totale mediocrità in tutte le sue componenti: storielle semplici semplici, realizzazione dilettantistica e prove del cast ai minimi sindacali. Resta il mistero del buon gradimento del pubblico.

Mco 20/10/09 00:22 - 2164 commenti

I gusti di Mco

Prodotto specchio di un'Italia che vive la nascita di nuovi attori non da cast e selezioni accurate bensì da Grandi Fratelli o soap opera di livello qualitativamente medio-basso. "Carabinieri" è una sorta di refugium peccatorum, laddove splendidi attori come Roncato, Guerrini o Villaggio si affacciano alla finestra della mediocrità, mediocrità esaltata da volti belli ma insipidi come quelli della Arcuri o della Marcuzzi. Che imbarazzo...

R.f.e. 22/10/09 13:29 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

La Arcuri è come Steven Seagal! Come dite? Nel senso che pratica anche lei l'Aikido...? No, nel senso che ha un'espressione sola, dicasi una, adatta ad ogni situazione! Una serie per dementi (sono anni che vado domandandomi "per quale target" siano pensati certi programmi: preferisco non rispondermi). Patetico Roncato (passati i tempi del "ci do, che ci do, che ci do!", vero Andrea?). Secondo me la serie non riesce nemmeno - tanto è insignificante - ad assolvere a una funzione, diciamo così, consolatorio-rasserenante per famiglie.

Ale nkf 14/04/10 15:45 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Buono il cast, ma non in buona forma. Si salvano solo Paolo Villaggio e Gemma (prima alle prese con le pulizie nella caserma e poi con un ristorante). Le storie non sono originali; solo la prima stagione era degna (e tre palle gli sarebbero spettate di diritto), ma dalla seconda è proprio un disastro e gli attori cambiano sempre senza che ci si possa affezionare.

Dengus 19/01/12 10:39 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Si parla di Carabinieri senza barzellettarli, ma ugualmente con troppa leggerezza; la caserma diventa quasi un escamotage per far nascere e morire storie d'amore o drammi personali; se le prime due serie avevano ancora un senso (grazie anche alla presenza di Caruso), dalla terza in poi, tra entrate ed uscite all'interno del cast, non si riesce più a seguire un filo logico. Ha almeno il merito, grazie alla parte dell'Arcuri, di anticipare il discorso donne nell'Arma (nel 2000 venne approvata le Legge sull'entrata delle donne nei corpi militari).

Markus 20/01/12 15:09 - 3366 commenti

I gusti di Markus

Spaventosa fiction che servì come “bidone” dove scaraventare attoruncoli e volti resi celebri dalla tv-trash in ruoli di primo piano, diluiti con veri e propri attori del “cinema buono”, mortificati, però in ruoli da antagonisti. Luogo delle riprese è Città della Pieve (la fiction Anni 2000 prevede una stereotipata quanto stucchevole solarità del centro Italia: un cielo perennemente azzurro, filari di cipressi e pini domestici, sorrisi e buonismo sfiancate). Ridateci i Montesano/Verdone de I due carabinieri!

Stuntman22 26/10/13 22:49 - 114 commenti

I gusti di Stuntman22

Se il carismatico Maresciallo Rocca aveva provocato un'impennata di domande di arruolamento nell'Arma, difficilmente può dirsi lo stesso degli stereotipati, caricaturali protagonisti di questa serie ingenuissima, con Carabinieri che fanno missioni in incognito in una minuscola cittadina dove li conoscono tutti e col malus di parentesi macchiettistiche insopportabili, come quella del povero Villaggio. Col tempo e le stagioni è finita per peggiorare sempre più, fino alla liberatoria chiusura.

Vari HA DIRETTO ANCHE...

Ultimo 16/09/14 18:46 - 1409 commenti

I gusti di Ultimo

Una serie televisiva molto modesta che, nonostante manchi di qualità recitativa, regge per due stagioni (ove meriterebbe oltre due pallini), ma perde notevolmente dalla terza stagione in poi. La formazione iniziale era discreta, successivamente diviene pessima e inaccettabile. Nel complesso, quindi, non oltre una palla e mezzo.

124c 20/07/16 18:31 - 2786 commenti

I gusti di 124c

Serie tv sui Carabinieri che, alle soglie del 2000, non sono più quelli delle barzellette o quelli che arrestano Pionocchio ma accettano nelle loro fila pure le donne. Essere, però, sballottati da Manuela Arcuri delle prime stagioni ad Alessia Marcuzzi, che addirittura è una "carabba" in carriera, è come passare dalla padella alla brace. L'idea di base è buona (le donne in divisa), ma è sviluppata male, come un brutto fumetto dove passa in rassegna ogni tipo di Carabiniere (dal ridicolo al fascinoso). Aridatece la Fenech poliziotta sexy!
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Gugly • 16/07/09 19:29
    Segretario - 4676 interventi
    tra gli intepreti veramente attori Erika Blanc, che ha confessato che con i proventi si ripaga la compagnia teatrale.