Amityville - Il ritorno

Media utenti
Titolo originale: The Amityville Curse
Anno: 1990
Genere: horror (colore)
Regia: Tom Berry
Note: Quinto capitolo della saga di "Amityville horror".
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/09/07 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 25/09/07 11:53 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Cinque amici acquistano a prezzo conveniente una vecchia dimora appartenuta, in passato, al parroco del paese, morto assassinato in circostanze inspiegabili. Durante la fase di ristrutturazione, nell'arco del week-end, inizia per loro un vero e proprio viaggio all'inferno: uno dopo l'altro muoiono di morte violenta; chi sopravvive rimane sconvolto quando apprende le motivazioni -e l'autore- dei delitti... Derivazione canadese, la quinta per l'esattezza, che segue la celebre saga ispirata al libro di Jay Anson. Caotica, ma di buona atmosfera...

Herrkinski 23/12/10 23:53 - 5125 commenti

I gusti di Herrkinski

Sicuramente tra i peggiori episodi di questa longeva serie. Come nel precedente, la casa non è più l'ormai classica villa dalle finestre a spicchio, sostituita da un'altra anonima dimora. A parte questo, la sceneggiatura è un pastrocchio confusissimo e il film finisce per annoiare irrimediabilmente. Scarso anche lo splatter e innocua l'atmosfera; salvabili solo gli ultimi dieci minuti, dove l'azione si fa un po' più concitata. Nel complesso comunque un film inutile, che difficilmente susciterà interesse anche nei fan della serie. Incolore.

Funesto 9/03/12 12:39 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Ennesimo "made in Amityville", fiacco quanto gli altri sequel della saga primo incluso. Ci sono tutti i difetti tipici della serie: personaggi tonti, clichè a tutto spiano e pretesa di far paura con stupidi incidenti domestici (gli attrezzi che impazziscono) creati dall'entità nella casa. Tuttavia questo è un giallo (si fa per dire, perché il killer è talmente scontato che non ci si vuol credere) e il paranormale è massimamente fuori luogo. Regia bolsa, c'è giusto un minimo d'atmosfera. Confezione misera. Si fa vedere, ma che mediocrità...
MEMORABILE: Il killer vien massacrato con impressionante gratuità, poveraccio, in pratica tutto il blood-level del film si concentra nella sua scena di morte...

Lorenz1990 7/12/14 16:13 - 15 commenti

I gusti di Lorenz1990

Spaventi (?) da discount in questo brutto film tv che pretestuosamente ricicla il nome Amityville pur essendo ambientato in una normalissima dimora. Musicato malissimo, con uno score da cartone animato, vede sulle scene interpreti brutti e malamente definiti e finisce con il trasmettere allo spettatore nient'altro che noia dall'inizio fino a 10 minuti dalla fine, quando finalmente succede qualcosa. Pessimo e anonimo.

Caveman 22/02/19 15:12 - 168 commenti

I gusti di Caveman

Una coppia acquista una casa e con tre amici decide di sistemarla. I ragazzi scopriranno che dodici anni prima in quella casa un prete venne ucciso in circostanze misteriose. Un giallo non molto ben costruito e casa con tanto di possessione. Il film preme sul pedale dello splatter solo nel finale, peccato che prima la costruzione della vicenda sia piuttosto povera. Simpaticissima la perpetua che farà capolino tra i ragazzi. Deboluccio, ma comunque non nocivo.

Claudius 23/03/19 11:16 - 408 commenti

I gusti di Claudius

Modesto sequel apocrifo della serie di Long Island che non brilla particolarmente (già dal quarto film la qualità era andata scemando). L'interpretazione di Coates e della medium sono più che sufficienti e un paio di scene verso la fine sono ben piazzate; ciò che danneggia il film è l'aria da tv movie e il richiamo pretestuoso alla celebre casa. Vedibile ma non più di tanto.
MEMORABILE: L'inizio (rivisto poi verso la fine, nel momento rivelatore).

Jena 1/03/20 14:55 - 1189 commenti

I gusti di Jena

Anche qui, come nel quarto capitolo, Amityville è più che altro un brand sotto cui far passare la solita storia di case possedute, peraltro incrociata con uno pseudothriller a sfondo religioso. Poveristico, senza praticamente effetti speciali, con pochissimo gore, attori sconosciuti e mediocri (si fa notare solo la sexy Cassandra Gava, nota per essere stata la strega che concupiva Conan il barbaro), tenta di spaventare addirittura ricorrendo ad animaletti (ragni, topi, cani...). Si salva solo per una certa atmosfera e una discreta "tensione".
MEMORABILE: L'omicidio del prete nel confessionale; Il tipo impiccato a un albero con sotto il cane.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.