6. Vite in ostaggio

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 2012
Genere: thriller (colore)
Note: Sesto e ultimo film della serie tv "6 passi nel giallo" (o "Sei passi nel giallo").
Numero commenti presenti: 6
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dramma thriller d'ambientazione maltese che riprende i classici del sequestro domestico a cominciare dal seminale ORE DISPERATE. I fratelli Mathias (Cupo) e Gabriel (Miglio Risi), insieme al loro amico Kyle (Hülsen) indossano tre brutte maschere e assaltano nel pomeriggio un locale raggranellando 20.000 euro. Quel che è peggio Kyle, la testa matta del gruppo, spara contro l'uomo al bancone. Durante la fuga eludono i posti di blocco, ma hanno un incidente e si rifugiano in una splendida quanto isolata villa nei pressi. Mathias deve farsi curare la gamba e fortuna vuole che la signora (Alexander) che vi abita sia un medico, la quale gentilmente presta soccorso; poco dopo, però, Kyle estrae...Leggi tutto la pistola e fa capire che lei, sua figlia Alice (Marie) e il piccolo Thomas sarà bene che facciano quello che si ordinerà loro di fare. Dave (Sorbo), marito in seconde nozze e padre di Thomas, giungerà di lì a poco, ma non potrà che prendere atto della drammatica situazione. Fin qui tutto gira come prevedibile, con qualche inciampo nella recitazione dei tre ragazzi e un film che fatica a rendersi interessante. Sembra ci si prepari ai soliti scambi tesi tra sequestratori e ostaggi, ma il soggetto di Alberto Ostini e Stefano Piani ha invece in serbo più di una sorpresa, che un regista d'esperienza come Lamberto Bava sa come cogliere al volo. E così, esaurita la prima fase preparatoria si può finalmente constatare come la tensione cresca progressivamente, come il cast venga diretto con maggiore convinzione e come in definitiva l'alone televisivo che si stava facendo un po' opprimente venga spazzato via da un Lamberto Bava in forma, che sfrutta le armi a disposizione per tenere viva la tensione grazie all'aggiunta di almeno un personaggio a sorpresa e rapporti che aprono a soluzioni alternative. Certo, non ci vengono risparmiati qualche scena gratuita di umiliazione che pare più figlia del desiderio di emulare i modelli alti che non del credibile comportamento dei tre giovani criminali (Dave obbligato a mettersi a quattro zampe per imitare un cane) e qualche break sentimentale anch'esso fuori posto che nel finale fa scadere la resa complessiva creando imbarazzo, ma i colpi di scena sono interessanti, svariano con intelligenza svecchiando copioni stantii e il crescendo finale s'innesta bene donando una piacevole sensazione d'imprevedibilità. Bogart e l'isola che ospita le location vengono omaggiati con l'improbabile nome dato alla filiale bancaria dove papà Sorbo si reca per ordinare il denaro da consegnare ai tre criminali: Malta Falcon Bank (!)
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/03/12 DAL BENEMERITO HOMESICK POI DAVINOTTATO IL GIORNO 16/04/20
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 29/03/12 16:37 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La serie chiude alla grande con un remake di Wyler e Cimino, che lo script di Piani-Ostini dissemina di colpi di scena intrecciando i traumi familiari degli ostaggi con quelli dei loro rapitori. Bava aveva già diretto una vicenda non dissimile ne Il maestro del terrore, quindi conosce i modi più adatti per saturare di tensione claustrofobica e ferocia visiva gli angusti spazi della fiction. L’ex Hercules Sorbo è alquanto insipido, ma lo psicopatico Hülsen ha la faccia giusta per proporsi come un nuovo Werner Pochath. Mezzo pallino in meno per l’insulso flirt tra il bandito e la ragazzina.
MEMORABILE: Il passato di Sorbo; il mistero dell’identità dell’uomo catturato; il tentativo di stupro.

Tomastich 1/04/12 10:56 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Remake? Plagio? Un po' di tutto: si potrebbe stilare una lista lunga... Dal Maestro del terrore a La settima donna passando per Ore disperate e Liberi, armati e pericolosi. Bava davvero non sa più quali pesci prendere, anche se c'è da ammettere che la recitazione di questo ultimo episodio di 6 passi nel giallo è qualitativamente migliore rispetto a quanto visto in precedenza.

Undying 8/04/12 21:19 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Apprezzabile il tentativo di riportare il giallo in TV, soprattutto quando non manca lo stile cinematografico, qui rappresentato da un Bava in ottima forma. Purtroppo, in peggior stato appaiono essere gli sceneggiatori, stavolta alle prese con una storia che vorrebbe porsi sulla via intermedia tra Tarantino e Arancia Meccanica. Non credo sia eresia affermare che ricorda più Il porno shop della 7a strada ma -aihmé- qui mancano gli ingredienti (sex & violence) probabilmente a causa della destinazione televisiva prime time. Discreti gli attori, ma l'ultimo film del ciclo chiude male la serie.

Ira72 11/11/19 14:20 - 971 commenti

I gusti di Ira72

Famiglia presa in ostaggio da tre ladruncoli improvvisati dalle diverse personalità, in cui il più borderline di tutti compie disastri in preda ad alcol e a droghe. La sceneggiatura non spicca, è di stampo prevedibile e di fattura modesta. Gli attori non sono malaccio e fanno quello che possono per apportare qualche guizzo, ma nell'insieme questo prodotto tipicamente televisivo da prima serata non brilla e non acchiappa. Preferibile Bava in chiave thriller/horror che giallo/poliziesca.

Deepred89 6/05/20 16:40 - 3310 commenti

I gusti di Deepred89

Per l'ultimo passo nel giallo Bava abbandona il whodunit per riagganciarsi al filone di assedi domestici già trattato in Il maestro del terrore. Si cerca di ravvivare la sfruttatissima idea di base inscenando una sarabanda di alleanze, nuovi acquisti rispetto alla formazione di base, colpetti di scena e liaisons sentimentali, queste ultime particolarmente lesive ai fini della suspense. Qualche minuto per ingranare e poi il film, complice anche un protagonista carismatico, riesce a fornire un discreto intrattenimento, seppur non esaltante.

Ultimo 17/05/20 14:30 - 1384 commenti

I gusti di Ultimo

Tutto sommato un episodio niente male, che sfrutta un canovaccio non di certo originale ma che scorre senza intoppi sino alla fine. Il livello recitativo è piuttosto deludente (specie quello dei sequestratori...), ma la pellicola non annoia e questo basta per promuoverla. Meglio la seconda parte, condita da un paio di colpi di scena non così scontati. Nel cast anche Antonio Cupo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.