3. Gli incubi di Dario Argento (da "Giallo"): Il verme

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1987
Genere: corto/mediometraggio (colore)
Cast: (n.d.)
Note: Appartiene agli "Incubi di Dario Argento", corti di di 3 minuti contenuti all'interno della trasmissione tv con Enzo Tortora "Giallo". Il commento fuori campo è di Dario Argento.
Numero commenti presenti: 13
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Nell’ambito della trasmissione televisiva GIALLO, condotta per Raidue da Enzo Tortora, Dario Argento ricopriva un ruolo importante. Oltre a presentare i minitelefilm a quiz finale “Turno di notte”, diretti alternativamente da Lamberto Bava e Luigi Cozzi, era anche il narratore, nonché il regista, di questi “incubi”, miniclip di due o tre minuti che raccontavano sogni terrorizzanti. C’era una prima introduzione di Argento, che riassumeva a parole la situazione in cui si trovava il protagonista, poi cominciava il cortometraggio vero e proprio, saltuariamente interrotto dallo stesso Argento il cui viso compariva per narrare le scene di raccordo tra una situazione e l’altra. Girati con una certa cura, artisticamente notevoli a partire...Leggi tutto dalla fotografia, gli “incubi si avvalevano, come i telefilm di “Turno di notte”, di una colonna sonora strappata ai vari film argentiani (soprattutto PHENOMENA). A dominare su tutte l’inquietante “The maggots” di Simon Boswell (da PHENOMENA), presente in quasi tutti gli episodi, poi “Piume di cristallo” di Morricone (in “La strega”), “Opera” di Simonetti, “Jennifer (da PHENOMENA) dei Goblin ed altre canzoni pop legate al momento. 3. IL VERME Una bella sedicenne sente dal telegiornale di una tremenda malattia dei gatti che contagia l’uomo: pustole purulente che sprigionano vermi. Il suo gatto ne è affetto e lei si spoglia davanti allo specchio per controllare di non avere pustole. Quando sembra tranquilla ne scorge una nell’occhio: disastro! Il verme esplode e lei si caccia un coltello nell’occhio per ucciderlo. Episodio splatter sottolineato dal metal degli Accept “Fast As A Shark” e un finale bunueliano (eye-violence a la CHIEN ANDALOU) molto crudo. Per il resto una certa dose d’angoscia. Come si vede le storie sono minimali, ridotte all’osso (d’altronde in tre minuti non si possono dire molte cose). Però l’esperimento è riuscito e in alcuni episodi l’atmosfera da incubo è ben resa, grazie anche alla voce insinuante del narratore Argento. A prima vista sembrano stupidaggini e il finale troppo improvviso può apparire deludente, in realtà è un’operazione televisiva riuscita (baciata anche dal successo di pubblico), senz’altro pure coraggiosa nel mostrare in prima serata molto sangue. Tortora si ammalò...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Deepred89 18/04/07 14:03 - 3268 commenti

I gusti di Deepred89

Uno dei migliori ''Incubi di Dario Argento''. Teso e abbastanza disturbante (soprattutto se confrontato ai soliti prodotti che passano n tv). Buoni gli effetti speciali (abbastanza disgustosi) e le musiche, riciclate da Phenomena. Per essere un cortometraggio, davvero notevole.

Undying 18/05/07 21:59 - 3841 commenti

I gusti di Undying

L'incubo più completo, e più visivamente accattivante. Bettina è una graziosa adolescente, adora i gatti e ne possiede uno: peccato che l'animale abbia contratto una malattia infettiva, che si trasmette nel (bellissimo) fisico della fanciulla, trasfigurando il suo viso a causa di un verme, che fuoriesce dall'occhio... Il gap tra gli episodi precedenti e questo, sta tutto nell'erotismo (la ragazza in costume, davanti allo specchio) e nel violentissimo finale, che provocherà non poche proteste, indirizzate alla conduzione (Tortora).
MEMORABILE: Bettina decide di eliminare l'invasore (il verme) facendo ricorso ad un affilato coltello da cucina...

Caesars 29/05/09 08:57 - 2671 commenti

I gusti di Caesars

L'operazione "Gli incubi di Dario Argento" mi ha sempre lasciato perplesso. In 3 minuti si dovrebbe cercare di ricreare in qualche modo la "magia" dei suoi film; ovviamente la cosa è impossibile e quindi ci si trova di fronte a qualcosa di incompiuto: c'è la voce di Dario che riesce a creare "atmosfera", per il resto un'ideuzza piccola piccola che non può venir sviluppata. Questo episodio ha un finale splatter inusuale per la tv anni '80. Niente di che, vedibile per curiosità.

Homesick 30/05/09 09:04 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

In questo fulmineo cortometraggio Argento apre la valigia che il cinema di genere italiano anni Ottanta – qui nella sua versione televisiva – porta con sé dal decennio precedente: il culto della bellezza del nudo femminile immortalato con occhio voyeuristico (la fanciulla che si spoglia davanti allo specchio), la minaccia scaturita dal quotidiano (il gatto infetto) e nessuna remora nell’esibire violenza e sangue. Il disturbante impatto visivo è paragonabile a quello dei film di Cronenberg.

Lucius 1/04/10 20:58 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Pochissimo tempo per realizzare un prodotto che emana terrore, grazie anche all'uso dei trucchi, usati abbondantemente nei due film di Demoni e di cui qui abbiamo un assaggio (e anche per via del brano musicale che ci riporta ai film in questione). Argento dimostra al pubblico televisivo come, anche con poco tempo, sia in grado di innescare ansia e terrore puro.

Disorder 17/11/10 00:08 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Un vero incubo! In tre minuti scarsi il regista riesce ad evocare autentico ribrezzo e orrore nello spettatore: non è cosa da tutti! Certo qui Argento punta su carte sicure quali le larve di insetto, elemento "disturbante" di sicuro effetto. C'è poi una certa dose di splatter, più sottinteso che mostrato, gestito con maestria. Insomma, due onirici minuti di puro orrore. Un corto molto interessante.
MEMORABILE: La larva di mosca che sbuca dall'occhio della ragazza...

Cotola 23/08/11 22:32 - 7449 commenti

I gusti di Cotola

Epidemia a base di vermi da felini e con complicazioni molto affilate. Più argentiano rispetto agli episodi precedenti e con un maggiore tasso di violenza (tanto che ci furono polemiche e parziali cambi rotta nei corti successivi). Qui il limite dei tre minuti si sente di meno e un po’ riesce anche ad inquietare. Come sempre l’aspetto tecnico è molto curato, soprattutto se si pensa che è un prodotto per la tv.

Panza 6/06/12 18:11 - 1488 commenti

I gusti di Panza

Uno fra i migliori "Incubi" di Dario Argento. Gli effetti speciali sono molto curati e realistici. Lo splatter presente è fastidioso (sopratutto nella scena del coltello) e quando le larve escono dall'occhio della ragazza. Un prodotto di tipica fattura argentiana che suscita forti emozioni nello spettatore.

Herrkinski 8/07/14 04:14 - 5023 commenti

I gusti di Herrkinski

Episodio decisamente argentiano, dove finalmente Dario inserisce alcuni suoi topoi classici: sangue e violenza (d'effetto l'eye-violence della protagonista), vermi (citazione forse da Suspiria e soprattutto da Phenomena) e la colonna sonora heavy metal (costante sia di Phenomena che di Opera). In parte la giovane protagonista in lingerie e curiosa l'idea di partenza. Il corto può dirsi riuscito e gustoso per i fan del regista (oltre che coraggioso, vista la destinazione televisiva).

Ultimo 9/04/15 10:07 - 1346 commenti

I gusti di Ultimo

Cortometraggio di circa tre minuti, in cui Dario Argento racconta in primo piano e poi con voce fuori campo uno dei suoi incubi. Qui troviamo una ragazzina che si lascia impaurire da una notizia al telegiornale e inizia a essere ossessionata dall'idea di contagio dei vermi. Segue un minuto di horror allo stato puro, sorretto da un brano metal azzeccato. A suo modo è interessante, pur se il voto resta basso.

Pinhead80 8/08/15 11:56 - 3879 commenti

I gusti di Pinhead80

In questo racconto dell'orrore presentato dal solito Dario Argento si narra la storia di un'epidemia che parte dai gatti per trasferirsi all'uomo. Niente di entusiasmante da registrare anche qui, se non la parte finale che utilizza effetti speciali forti per la messa in scena televisiva. Troppo breve per essere un incubo che impressiona ma comunque meglio di altri della serie che hanno meno mordente di questo. Onnipresente la figura della Tassoni nelle vesti di accompagnatrice di Argento nella narrazione.

Rufus68 16/06/19 22:10 - 3049 commenti

I gusti di Rufus68

Finalmente un episodio grezzo e morboso. L'antica ailurofobia (poveri gatti!), heavy metal e uno spiccato sadismo si concentrano nei tre minuti: Argento infierisce contro la sua vittima-protagonista che, più recita male, più eccita lo spettatore. Un Argento minore e della seconda fase (prima del crollo) che fa piacere vedere nei panni del torturatore. Poca roba, comunque.

Jena 30/06/19 17:29 - 1168 commenti

I gusti di Jena

Ottimo cort(issim)ometraggio col quale un Dario Argento in formissima riesce in soli tre minuti a creare tensione e spargere terrore. Fulminea summa del suo cinema: i vermi (Suspiria e Phenomena, of course), le armi da taglio (tutto..), la colonna sonora metal (Opera e Phenomena). Il più violento e morboso della serie con il verme che fuoriesce dall'occhio e relativa pugnalata oculare di stampo fulciano (anche La strega non scherza però). Cinema Tv ottantiano che oggi sarebbe inimmaginabile. Da non perdere, per gli argentiani.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Lucius • 25/03/10 03:29
    Scrivano - 8345 interventi
    L'attrice di Il verme è la stessa che interpreta Nina l'unica ragazza tossica della banda in Demoni.