2. La dolce casa degli orrori

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1989
Genere: horror (colore)
Note: Fa parte della serie di tv movie "Case maledette" per Reteitalia (il primo è "La casa nel tempo").
Numero commenti presenti: 17
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dei quattro film-tv girati per ReteItalia (due da Fulci e due da Lenzi) che compongono il ciclo delle “case maledette” (poi mai trasmesso dalle reti Fininvest a causa dell'eccessiva cruenza), LA DOLCE CASA DEGLI ORRORI è il peggiore. Lucio Fulci avrebbe voluto raccontare una favola vissuta attraverso gli occhi dei due bambini protagonisti, ma vuoi per la sceneggiatura (di Mannino e Battaglini), vuoi per la scadente recitazione dell’intero cast (si salva solo il noto caratterista Franco Diogene, che non si capisce cosa ci stia a fare lì) il film risulta davvero mal riuscito. Peccato, perché la prima scena, in cui i genitori dei due bambini vengono letteralmente massacrati da un ladro entrato nel loro...Leggi tutto appartamento, è da antologia dello splatter: la testa di lui viene sbattuta ripetutamente contro il muro fino allo spappolamento, quella di lei viene distrutta a colpi di pestacarne! Non si capisce come Fulci sperasse di far passare in TV una scena simile, oltretutto legata a una favola per bambini. Già, perché LA DOLCE CASA DEGLI ORRORI è un horror “per bambini”, con un paio di infelici incursioni in territorio comico (Diogene che precipita dalle scale, la ruspa che non riesce ad abbattere la casa maledetta e gira su se stessa sfiorando le teste dei presenti) e due bimbi antipatici quanto i loro genitori defunti. Dovrebbe essere una storia di spiriti (rappresentati dapprima da due fiammelle, poi dai due genitori “in carne ed ossa”), ma il soggetto è davvero povero e privo d'interesse. D'altronde si capisce quanto Fulci abbia curato il film quando vediamo l'auto con i due genitori uccisi gettata nel burrone: all’interno dell'abitacolo si nota chiaramente che non c'è nessuno! Una bella soggettiva al cimitero, poco altro.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 27/04/07 18:10 - 3833 commenti

I gusti di Undying

Che il titolo potesse preannunciare un horror non totale, era evidente: ma quando la "leggera" pellicola protende al finale, si resta perplessi per la banalità dell'intreccio e per la sua "deviazione" (meglio: diremmo che Fulci parte qua per la tangente) nel campo del delirante ed ironico (involontario) sviluppo. Non aggiunge nulla, nemmeno allo scadente sistema dei film tv (anche questo rimasto inedito) e si configura delle 4 pellicole sulle "Case Maledette" (altre due firmate da Lenzi) come il peggiore. Beffardo.

Homesick 23/06/07 17:51 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Uno dei peggiori Fulci in assoluto: non tanto per la trama – peraltro a tratti divertente e per certi aspetti anticipatrice di The Others – quanto per la terribile sciatteria di fondo e la miserrima recitazione degli attori, tra cui si riconosce un’insopportabile Ilary Blasi bambina; invece riesce bene il tenebroso Dobtcheff, un esorcista dal look satanico in linea con lo spirito della storia. La violenza gratuita e lo splatter raggiungono livelli talvolta insostenibili, come nell'orribile scena della rapina in villa, peraltro pure ripetuta: vergogna!

Deepred89 19/07/07 19:58 - 3378 commenti

I gusti di Deepred89

Brutto horror di Fulci. L'inizio era decisamente promettente, ma col passare dei minuti il film diventa eccessivamente noioso. La sceneggiatura è approssimativa e sconclusionata e gli attori (esclusa la brava Cinzia Monreale) sono decisamente scarsi. Le musiche di Vince Tempera alternano temi suggestivi ad altri veramente mediocri. Non è tutto da buttare ma da Fulci ci si aspetta di più.

Cotola 29/03/08 20:19 - 7833 commenti

I gusti di Cotola

Dopo un inizio promettente e ben più violento e sanguinoso della media (specie se si pensa che è un film per la tv) questa pellicola fulciana intraprende una strada di banalità sconcertante che la rende un’opera inguardabile ed insostenibile fino ad arrivare al ridicolo finale che rappresenta il colpi di grazia all’intero lavoro. C’è poco da dire. Non si salva niente e nessuno. O quasi.

Ghostship 3/05/08 13:25 - 394 commenti

I gusti di Ghostship

Inguardabile. Il film si mantiene tra il serio ed il faceto ma è probabilmente quello nel quale Fulci meno riesce a trarre da un budget superiore ad altri delle sue ultime produzioni, tentando una difficile quanto impossibile commistione tra generi. La mano del regista si riconosce nella cruenta scena d'apertura (che però, malgrado la crudezza, poteva essere girata meglio) e nella soggettiva dei bimbi nel cimitero. Da evitare.

Daidae 24/02/09 14:18 - 2839 commenti

I gusti di Daidae

Bruttino. Non è un film dell'orrore in quanto dopo appena due minuti di ridicolo splatter si tramuta in un comico fatto male. La Blasi e in particolare il piccolo attore che fa il fratellino sono insopportabili, ma li assolviamo per via della giovane età. Chi invece viene "condannato" è il resto degli attori (orribili in particolare i fantasmi), mentre Diogene e Dobtcheff strappano qualche risata. Da buttare via.
MEMORABILE: I due fratellini scambiano il prete per un arbitro: "Sta guardando l'orologio, tra un poco il funerale finirà".

Sabryna 10/04/09 17:13 - 225 commenti

I gusti di Sabryna

Pellicola commissionata a Fulci da ReteItalia e mai trasmessa (insieme alle altre tre della serie, di cui due di Umberto Lenzi) per l'eccessivo splatter. In realtà questo film non è solo splatter, è anche piuttosto trash. Fulci sembra senza idee, i bambini che ridono nel cimitero dopo che i loro genitori sono morti sono a dir poco paradossali. La storia non convince. Purtroppo siamo lontani dai titoli che hanno reso Fulci famoso in Italia e nel mondo. Ciliegina sulla torta: Ilary Blasi a solo 8 anni è una dei due pestiferi bambini del film.

Herrkinski 14/06/09 22:36 - 5683 commenti

I gusti di Herrkinski

Del ciclo sulle "case maledette" di Reteitalia, sicuramente il peggiore, nonchè uno dei peggiori Fulci. La mano del regista si vede giusto nel trucissimo incipit e in una manciata di buone inquadrature; per il resto, ci troviamo di fronte a un horror grottesco di ben poco interesse, con un cast di attori poco convinti (nonostante la presenza della Monreale, di Salemme e del caratterista Diogene) e una sceneggiatura mediocre. Serpeggia il trash in più punti e gli SPFX lasciano a desiderare. Insopportabili i due bambini (una è Ilary Blasi!).
MEMORABILE: L'omicidio in villa.

Aal 28/08/09 14:56 - 322 commenti

I gusti di Aal

In Toscana quando qualcosa è riuscita male, ma proprio male, si dice che è un "troiaio". Ecco, la definizione che più mi sembra calzante per questo film è proprio quella di "troiaio". Non c'è proprio niente da salvare qui. Lucio Fulci ha sempre avuto alti e bassi (a mio modesto parere più bassi) ma questa volta ha veramente toccato il fondo. E (ripeto: a mio modesto parere) produrre qualcosa di così inaccettabile dopo decenni di cinema alle spalle getta un'ombra non di non poco conto sulle reali qualità di questo regista.

Ciavazzaro 26/10/09 09:50 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non me ne voglia il buon Fulci, ma questo film è davvero terribile (e se lo dice un fan sfegatato come me..). L'inizio è molto interessante, sanguinoso, ma dalla scena del cimitero (davvero ai limiti della razionalità), il film alterna scene pessime ad alcune parzialmente riuscite. Orribili i due bambini (uno dei due è la Blasi!), il povero Diogene non ci fa una bella figura. Bocciato senza speranza.
MEMORABILE: Le due fiammelle: ma per favore!

Lucio Fulci HA DIRETTO ANCHE...

Pinhead80 14/12/10 12:16 - 4070 commenti

I gusti di Pinhead80

Purtroppo in questo film il grande maestro Lucio Fulci raggiunge il punto più basso della sua carriera. Definirlo orribile è puro eufemismo. Sceneggiatura ridicola, recitazione assolutamente vergognosa e irritante sono solo due degli innumerevoli elementi che segnano in maniera negativa l'intera pellicola. Da evitare come la peste.

Myvincent 13/11/12 21:41 - 2783 commenti

I gusti di Myvincent

Da ribattezzare "La dolce casa degli errori", è una delle produzioni più assurde e inguardabili di Fulci e del genere horror. Tutto è pessimo: la storia, la recitazione, gli effetti speciali, l'ambientazione, il finale. Da notare Ilary Blasy versione baby che assomiglia a Ilona Staller da piccola. Davvero impressionante... Inaccettabile vaccata!

Zano76 4/01/14 15:19 - 7 commenti

I gusti di Zano76

Trash di mastodontiche proporzioni. Mal diretto e interpretato, possiede comunque un fascino (dell'orrido) particolare. A mio parere la scena girata con la soggettiva degli orfanelli presso il cimitero è molto ben realizzata. Peccato che venga rovinata dalle risate/pianti dei bambini mentre vengono calate le bare dei genitori. Anche la rapina (con splatter annesso), la morte dell'assassino e l'esorcista sono piccoli tocchi di classe. Da Fulci ho visto di peggio (vedi Le porte del silenzio).

Rufus68 17/12/16 13:35 - 3343 commenti

I gusti di Rufus68

Fulci aveva (come tutti) una ghiotta alternativa alla realizzazione del film: non fare il film. E tuttavia non gli è parsa molto allettante; e allora eccolo qua. La vaghezza della trama, gli effetti speciali da poco, i dialoghi, l'antipatia dei mocciosi: tutto congiura a fare de La dolce casa il nadir artistico di Fulci. Una congiura che va a buon fine. Qualche schizzo ematico in più non muove la lancetta dal segnarlo come gravemente insufficiente.

Ryo 18/01/18 01:29 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Stento davvero a credere che questo film sia stato diretto proprio da Lucio Fulci. Il maestro, evidentemente arrivato a una fine carriera stanco, confeziona una storiella imbarazzante, con attori che talvolta sembran posizionati come fossero belle statuine. Le scene ridicole non si contano, i dialoghi sono forse la cosa più imbarazzante così come gli effetti speciali, se escludiamo giusto qualcosina (ma giusto per ostinarmi a salvare il salvabile). Da amante del regista, questo film trasmette una tristezza immane.

Il Dandi 3/01/19 01:28 - 1913 commenti

I gusti di Il Dandi

Il soggetto (due bambini legati a una casa infestata dai genitori morti) avrebbe meritato uno sviluppo migliore. Invece, nonostante l'inizio sanguinario e promettente con il duplice omicidio dei futuri fantasmi, da lì in poi il film inanella una trovata più balorda dell'altra, con "incidenti" degni della Casa stregata pozzettiana fino a un goffo esorcismo finale che rimanda alle "esorcicciate" di Ingrassia. La piccola Blasi non era ahimè una Nicoletta Elmi, mentre il suo fratellino è chiaramente ricalcato sul Cestié che fu. Strampalato.
MEMORABILE: La rapina iniziale che sfocia in duplice omicidio, in cui Fulci non rinuncia al suo marchio di fabbrica della mutilazione oculare.

Siska80 24/01/20 20:18 - 1200 commenti

I gusti di Siska80

L'idea di partenza non era male; tuttavia, il modo in cui essa viene sviluppata rasenta il ridicolo involontario e il cast non aiuta di certo. Unica cosa da salvare è l'indubbia atmosfera macabra, perché in questo film tutto è permeato di assurda e spesso gratuita malvagità: brutale è il duplice omicidio iniziale, cattivi sono i due fratelli, per non parlare dei sinistri genitori ectoplasmi. Irritante.
MEMORABILE: Il massacro all'interno della villa.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.