LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/04/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 9/04/07 17:26 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Raro spy con protagonista un'agente donna, scritto e diretto con solido mestiere da mastro Lenzi con una vena auto-parodistica via via sempre più accentuata, pur senza sbracare nella farsa, e che diventa esplicita nella parte finale in Svizzera (meglio però la prima ora al Cairo). Solita arma segreta (un congegno antiradar), solito pazzo, soliti agenti. Divertente, malgrado Alberto Lupo e dialoghi tipo "pensavo preferisse il cocktail Dinamite" - "come l'ha capito?" - "dal suo modo di cantare esplosivo".

124c 21/01/09 19:15 - 2803 commenti

I gusti di 124c

L'agente Mac Donald, detta 008, interpretata dalla bella bionda Ingrid Schoeller, anticipa di qualche anno, a detta di Umberto Lenzi il regista, l'arrivo al cinema di Modesty Blaise, perché il suo "A 008, operazione sterminio" è parzialmente ispirato ai fumetti e alle novelle dell'inglese Peter O'Donnell. La Schoeller è una delle tante fatalone dei film Anni Sessanta, ma la sua Derringer nascosta sulla coscia destra è notevole. Alberto Lupo è divertente, ma la Schoeller è una volpe e lo frega.
MEMORABILE: Sicuramente, all'inizio del film, quando Alberto Lupo, durante una visita al Cairo, scopre che Mac Donald/008 è una donna e non un uomo.

Daidae 28/04/09 15:31 - 2839 commenti

I gusti di Daidae

Bel film di spionaggio e azione, interpretato bene e che non scivola nella banalità, non annoia mai. Visti gli anni ('60) oltretutto non ci sono inutili scene di sesso ma solo un'elegante e bella agentessa in guêpière. Per il resto segue i classici canoni del genere: armi segrete, scienziati, guerra fredda...

Homesick 5/02/11 17:56 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

L'agente segreto è una bionda femmina, ma le coordinate restano quelle imitative dello spy italiano: arma sofisticata (antiradar) ambita dalle superpotenze avversarie USA e URSS che tesse una complicata rete di intrighi, inganni e doppi giochi. Senz'altro più a proprio agio come divo degli sceneggiati TV, Lupo non infonde molta credibilità al suo agente 006 e finisce con il gonfiare eccessivamente il lato parodistico dell'avventura. Solo per appassionati.

Maik271 14/12/14 16:34 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Un film al quale il bravo Lenzi dà il proprio tocco personale con sequenze di violenza e suspense. Soliti intrecci tra spie occidentali e sovietiche con colpo di scena finale. Il cast femminile supera per presenza il cast maschile, che vede però due caratteristi molto in parte come Staccioli e Borgese. Belle le ambientazioni egiziane e sufficienti le musiche.

Manfrin 25/03/15 14:06 - 335 commenti

I gusti di Manfrin

Con una sorta di ossimoro qui il Lupo ispira tenerezza nei panni di un agente segreto di serie B (B come Bond) affiancato dalla bellona di rito, agente pure lei. Tuttavia l'insieme dell'avventura spionistica non è disprezzabile, la coppia 006 e 008 (media 007) funziona e la mano di Lenzi contribuisce a confezionare un prodotto dignitoso.

Myvincent 23/01/16 08:53 - 2781 commenti

I gusti di Myvincent

Lenzi realizza una spy-story coi mezzi che ha e col suo innegabile talento, guardando all'estero sì ma sempre alla sua maniera. Ci sono dei piani "anti-radar" da acciuffare, mentre russi e americani si sferrano vicendevolmente colpi bassi, fino all'ultimo respiro. L'agente 008 se la cava piuttosto bene, mentre il suo compare è un Alberto Lupo più "sussurratore-piacione" che altro.
MEMORABILE: La pistola liquefatta nel forno a raggi gamma.

B. Legnani 3/01/17 17:22 - 4908 commenti

I gusti di B. Legnani

Spionistico di imitazione, il cui unico motivo di interesse sta nel fatto che l'eroe eponimo è un'eroina, la Schoeller, tedeschina caruccia, ma non bellissima (era anche cantante: vanta una presenza, nel 1965, al Festival di Pesaro). Alberto Lupo non funziona, come la trama che accumula ingenuità che vanno ben oltre quello che sarebbe stato lecito attendersi (incredibile l'ombra dell'armato che si staglia in bella vista sulla parete...). Lenzi gira benino, ma di fronte alle assurdità il talento non basta.

Reeves 10/12/20 17:27 - 506 commenti

I gusti di Reeves

Un bel film di spionaggio nel quale Lenzi riesce a controbilanciare la povertà di mezzi con tante idee e un discreto colpo di scena finale. Poco erotismo, molte botte, ambienti "internazionali" un po' al risparmio ma gadget fantascientifici con un loro perché. La bionda Schoeller se la cava, Lupo è credibile, tra i cattivi spicca come sempre Ivano Staccioli.
MEMORABILE: Il camion camera a gas

Umberto Lenzi HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione 124c • 21/01/09 19:22
    Risorse umane - 5164 interventi
    Come Modesty Blaise dei poveri 008/Mac Donald funziona, anche se Ingrid Shoeller non fa la super-spia (non si avvicina neanche alla Emma Peel di Diana Rigg, nè alla Pussy Galore di "Goldfinger" dell'ottima Honor Blackman), ma una semplice spia che si sa cavare dagli impacci più con l'astuzia che con la forza. Alberto Lupo riesce meglio nei ruoli da cattivo, come 007 di riserva alla Sean Connery è solo decorativo e basta. Il pubblico non capì, all'epoca, perché la protagonista dovesse essere una donna, visto che gli 007 nostrani erano sempre maschi e muscolosi, e il film floppò. Però, è divertente, ha delle trovate e delle battute simpatiche, almeno più di "Kriminal" dell'anno successivo.
  • Curiosità 124c • 21/01/09 19:27
    Risorse umane - 5164 interventi
    Sal Borgese ammazza, all'inizio del film, un cinese che la Shoeller circuisce per estorcergli informazioni. Quell'attore che lo interpreta (credo si chiami George Wang) partecuipò negli anni'70 a film come "Anche gli angeli mangiano fagioli", con Bud Spencer e Giuliano Gemma e ne "Il sergente Rompiglioni diventa caporale" con Franco Franchi.
  • Curiosità Il Gobbo • 25/06/09 23:19
    Contratto a progetto - 771 interventi
    124c ebbe a dire:
    (credo si chiami George Wang)

    Er Cinese de Cinecittà! George Wang è una figura mitica del nostro cinema-bis, caratterista super-utilizzato non solo negli spy - in cui stava come le mosche nel miele - ma anche nel western (due titoli su tutti: Per il gusto di uccidere e Buon funerale amigos...paga Sartana). C'è anche ne La decima vittima di Petri

    Eccolo nel Sartana

  • Discussione Zender • 25/06/09 23:50
    Consigliere - 44422 interventi
    124c o Daidae, mi servirebbe il vostro aiuto, se potete. In questo film si vede una scena al bowling. Ebbene, questo bowling dovrebbe essere lo stesso di Milano calibro 9 che oggi ha un sacco di piste e non 8 come nel film di Di Leo. Ci servirebbe capire se nel 1965 se ne vedono 8, di piste, come in Calibro 9. Avete il film sottomano per controllare il prima possibile? Grazie.
  • Discussione 124c • 26/06/09 14:45
    Risorse umane - 5164 interventi
    Zender ebbe a dire:
    124c o Daidae, mi servirebbe il vostro aiuto, se potete. In questo film si vede una scena al bowling. Ebbene, questo bowling dovrebbe essere lo stesso di Milano calibro 9 che oggi ha un sacco di piste e non 8 come nel film di Di Leo. Ci servirebbe capire se nel 1965 se ne vedono 8, di piste, come in Calibro 9. Avete il film sottomano per controllare il prima possibile? Grazie.

    Purtroppo no, Zender, e delle affinità di "A 008 operazione sterminio" col poliziottesco anni'70 che dici ne so solo adesso.
    Ultima modifica: 26/06/09 22:45 da 124c
  • Discussione Zender • 26/06/09 17:08
    Consigliere - 44422 interventi
    In realtà è solo un'affinità di location. Peccato, speriamo in Daidae, visto che ho sentito il Gobbo e dice che nemmeno lui ce l'ha ora. Grazie lo stesso.
  • Discussione Daidae • 26/06/09 19:15
    Compilatore d’emergenza - 913 interventi
    Io controllo ma prima mi devi
    dire perlomeno quando appare il bowling in questione..
    verso la fine?
  • Discussione Daidae • 26/06/09 19:22
    Compilatore d’emergenza - 913 interventi
    Ecco qua,mi paiono 8 e più
    piste.



    Ciao
    Ultima modifica: 27/06/09 04:23 da Zender
  • Discussione Zender • 26/06/09 20:31
    Consigliere - 44422 interventi
    Grazie infinite Daidae! Qui sono effettivamente almeno 9. Non avrei potuto risponderti comunque, non sapevo quanto si vedesse. Qui sotto vedi una foto di Milano Calibro 9. Saresti in grado di trovare un fotogramma nel tuo film che possa dimostrare (soffitto a parte) che siamo nello stesso posto?



    il fatto è che chi ci ha lavorato dice che è quello, e il soffitto che c'è ora (foto sotto) è più simile a calibro 9 che a operazione sterminio. Mi sa che non è quello...

    Ultima modifica: 27/06/09 04:35 da Zender
  • Discussione B. Legnani • 3/01/17 17:16
    Consigliere - 14195 interventi
    Zender ebbe a dire:
    124c o Daidae, mi servirebbe il vostro aiuto, se potete. In questo film si vede una scena al bowling. Ebbene, questo bowling dovrebbe essere lo stesso di Milano calibro 9 che oggi ha un sacco di piste e non 8 come nel film di Di Leo. Ci servirebbe capire se nel 1965 se ne vedono 8, di piste, come in Calibro 9. Avete il film sottomano per controllare il prima possibile? Grazie.

    Ritengo improbabile (ma non impossibile) che sia lo stesso. Nella scena, infatti, si vede Nando Angelini, in quota CSC. I CSC erano basati a Roma. Possibile che lo abbiano fatto andare a Milano?