58 minuti per morire - Die harder

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Die hard 2 - Die harder
Anno: 1990
Genere: action (colore)
Note: sequel di "Trappola di cristallo", seguito da "Die hard - Duri amorire"
Numero commenti presenti: 29
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Fragoroso seguito di TRAPPOLA DI CRISTALLO, il film di Renny Harlin torna a occuparsi di John McClane, lo sbirro “con le palle”. E lo fa spostando l'azione nell'aeroporto di Washington, dove sta per atterrare un potentissimo boss della droga (impersonato nientemeno che dal nostro Franco Nero!). Il piano dei terroristi per liberarlo è stato preparato con mesi di anticipo e verrà messo in pratica proprio quando McClane è lì a ad attendere l'aereo di sua moglie (Bonnie Bedelia, come in TRAPPOLA DI CRISTALLO). DIE HARDER (bello il ritocco del titolo del primo capitolo, perso nella traduzione italiana) è ambientato...Leggi tutto interamente all'aeroporto, con brevi stacchi nelle cabine e all'interno degli aerei che sorvolano le piste in attesa dell'ok della torre di controllo. Ma è chiaro che il puntoforte (oltre naturalmente all'ironia sempre apprezzabile del bravo Bruce Willis) sono gli effetti speciali dell'Industrial Light & Magic e il montaggio serratissimo imposto da Harlin. La tensione è sempre alta, mantenuta dalle personalità vigorose dei personaggi secondari (ottimi Dennis Franz nel ruolo del capocontrollo dell'aeroporto) che gridano tutti ordini prendendo spesso di mira l'insubordinato McClane. Alcune fasi sono un po' confuse, specie quando si tratta di studiare le planimetrie dell'aeroporto e capire dove sia il nemico, ma Harlin tende ad appiattire il soggetto concentrandosi sull’azione, rendendo così la sceneggiatore fluida e incalzante, senza troppi fronzoli. Manca ovviamente la novità (si tratta in fondo di un TRAPPOLA DI CRISTALLO più elementarizzato), ma di nuovo uno scenario insolito permette di nascondere le tante banalità. Un sequel più che dignitoso, anche se non all'altezza dell'originale.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Red Dragon 8/11/07 00:50 - 125 commenti

I gusti di Red Dragon

Ritorna McClane, che naturalmente si trova nel posto sbagliato al momento sbagliato. Cambiano regia ed ambientazione. È meno claustrofobico, più articolato e quindi meno lineare del primo. Nello specifico non è un guadagno, ma sarebbe ingeneroso condannare il film come non all'altezza: Harlin dimostra di saper girare bene, gli effetti speciali, sia visivi che sonori, valorizzando lo spettacolo. E poi c'è Willis, che riprende alla grande il personaggio a cui deve la fama mondiale. Non coinvolge come il primo, ma rimane un bel film e un degno sequel.

Galbo 30/12/07 20:14 - 11446 commenti

I gusti di Galbo

Dopo l'ottimo esordio era quasi inevitabile che il personaggio di McClane si serializzasse. Ecco quindi puntuale questo secondo episodio che si sforza di mantenere gli stessi standard qualitativi del precedente riuscendoci solo in parte: si rivela azzeccata la scelta della location aeroportuale (abbastanza inedita per il cinema). Non paga però il cambio di regia (che è infatti uno dei punti deboli del film) e una sceneggiatura che preme un po' troppo il pedale del catastrofismo. Comunque un discreto prodotto.

Mfisk 17/02/08 14:28 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Nel secondo episodio certe pecche del primo si sciolgono: anzitutto la dicotomia tra McClane e il poliziotto scemo di turno (che qui è impersonato da un Dennis Franz veramente eccezionale) si relativizza e diventa fonte di gag; del pari anche la figura del "buono nelle istituzioni" (qui il controllore di volo nero) sfuma, così che divengono più credibili sia i personaggi che i rapporti tra costoro e il protagonista. Un film più maturo del precedente, quindi, con scene d'azione più spettacolose e un tono ancor più autoironico.

Lovejoy 16/02/08 00:41 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Inevitabile seguito del grande successo del 1988, con John McClane di nuovo alle prese con terroristi spietati questa volta in azione in un aereoporto. Cambio in cabina di regia: dall'esperto McTiernan all'abile Harlin, che comunque confeziona un buon prodotto di genere, con una parte finale emozionante come poche. Belle scene d'azione e buon cast. Willis in splendida forma, Atherton impeccabile, Franz irresistibile.

Ciavazzaro 13/07/08 12:47 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Secondo capitolo della saga di McLane, con moltissima azione e la presenza di Franco Nero (!) nel ruolo del cattivo di turno, che ama far precipitare aerei carichi di gente. L'azione è ben realizzata, ma rispetto al primo capitolo si perde qualcosa. Da vedere comunque.

Ale nkf 5/05/09 19:41 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Film molto bello e sicuramente avvincente. McClane riesce a vincere contro una banda di terroristi in aeroporto durante la feste di Natale che lo rendono più gremito del solito. Spettacolari alcune scene d'azione. La scena finale è davvero divertente e commovente (il protagonista riesce a riabracciare una persona per lui molto importante).
MEMORABILE: Quando la moglie elettrizza l' insopportabile compagno di volo.

Rambo90 6/10/10 20:04 - 6425 commenti

I gusti di Rambo90

Dignitosissimo sequel di un action di grande successo. Willis torna a intepretare McClane con grande bravura e molta ironia, mettendosi al centro di scene iper-spettacolari e divertentissime. Tornano anche la moglie Bedelia, l'amico Vel Johnson e l'antipatico giornalista Atherton, il ritmo è incalzante e non ci si annoia mai. L'unica pecca è la mancanza di un vero cattivo: c'è Franco Nero (molto bravo) a capo dei malvagi, ma si vede poco e resta solo una simpatica partecipazione.

Daniela 7/04/10 14:44 - 9625 commenti

I gusti di Daniela

Non folgorante come il primo (ormai McClane lo conosciamo) e non avvincente come il terzo, però discreto come action iperveloce e fracassone con altissimo numero di morti ammazzati. L'ambientazione aereoportuale, ipertecnologica, giustifica scene ad alto tasso di spettacolarità, anche se l'azione tende più a disperdersi. Accanto ai cattivi-cattivissimi (fra cui il nostro Nero!), ci sono i doppiogiochiosti e questo inietta un pò di sale nella trama, a parte l'ovvio epilogo, qui particolarmente fiammeggiante. Poco impegnativo, divertente.
MEMORABILE: McClane si accende una sigaretta...

Daidae 18/09/09 14:13 - 2761 commenti

I gusti di Daidae

Non mi è piaciuto troppo questo sequel di Die Hard. Sarà che mal digerisco i prodotti americani (anche se il primo Die Hard non era malaccio), sarà che Franco Nero non è proprio indicatissimo come antagonista di Willis. Film né carne né pesce.

Pau 9/04/10 01:19 - 125 commenti

I gusti di Pau

Nel genere action-fracassone che imperversava tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90, uno dei migliori. Dinamico, ipertrofico e dal gran ritmo, sebbene meno originale del primo e non "strutturato" come il terzo capitolo della serie. Willis (o meglio, lo sceneggiatore) eccede col battutismo smargiasso, ma rappresenta un pregevole mix di fisicità, humor e appeal. Alcune buone trovate dello script, ed almeno un paio di sequenze che entrano nella storia "minore" dei pop corn movies (chi ha parlato del seggiolino eiettabile?)
MEMORABILE: McClane ripreso dall'alto mentre si "spara" fuori dalla cabina di un aereo e ricade verso il suolo.

Cangaceiro 4/01/11 15:38 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Seconda (dis)avventura per il caro McClane in cui si nota fin da subito quello che non va: il pur volenteroso Harlin non riesce a rendere la regia grintosa e spettacolare come McTiernan. Anche la sceneggiatura perde un po' di freschezza rispetto a due anni prima mantenedosi però su buoni livelli (si pensi alla notevole e geniale soluzione conclusiva). Willis è sempre sul pezzo, anche se la voce di Rizzini non gli si addice troppo. Cast da urlo pieno di facce note tra cui uno spaesato Franco Nero. In definitiva è il film più debole della quadrilogia.

Mdmaster 16/01/11 22:43 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Piuttosto deludente seguito dello splendido predecessore: l'unica vera carta vincente che il film ha in mano è l'ironico e disperato poliziotto John McClane. Per il resto l'azione è eccessivamente catastrofica e roboante, i cattivi non sono particolarmente interessanti e la trama a tratti sconclusionata. Simpatici però gli scambi con i soliti poliziotti "fessi" di turno (un classico della saga), ottima la prova di Sadler e grandi effetti speciali. Tutto sommato, un solido film d'azione ma un debole seguito.

Cotola 14/05/11 20:58 - 7603 commenti

I gusti di Cotola

Non raggiunge i risultati del capostipite, ma si mantiene su buoni livelli. Dirige lo specialista Harlin che confeziona con grande professionalità, conferendo un discreto ritmo alle vicende narrate. Certo, non c'è nulla di particolarmente innovativo ma chi cerca un buon film di genere, si divertirà.

Tyus23 16/07/11 11:56 - 220 commenti

I gusti di Tyus23

Se il capostipite può considerarsi un gioiellino quasi privo di difetti lo stesso non si può dire di questo primo sequel che, pur restando certamente un action di livello, risulta un po' più confuso nello svolgimento e quindi meno convincente nel complesso. Il personaggio di McClane ad ogni modo, pur eccedendo in qualche battuta di spirito di troppo, si conferma una garanzia reggendo ancora una volta tutto il film sulle sue spalle. Più ironia, più spettacolo ma meno tensione; in ogni caso un buon film.

Tarabas 9/01/12 09:19 - 1717 commenti

I gusti di Tarabas

La regola non scritta dei sequel di un action movie riuscito è "dagli coi botti". Die harder non fa eccezione: prende il bel personaggio del primo film e lo mette in una situazione del tutto analoga, poi esaspera qualsiasi vicenda per colpire il pubblico. Se il primo film è un ottimo esempio di intrattenimento senza eccessi di inverosimiglianza, qui è tutto troppo finto e improbabile. Anche il cast di contorno è meno efficace. Resta un buon colpo di scena e la faccia di tolla di Willis, che a me è sempre simpatico. Lunaparkesco.

Mickes2 26/09/12 16:07 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

McLane in veste di (super)eroe nel secondo episodio di una fra le trilogie action più inossidabili e scoppiettanti. Rispetto al primo lavoro si perde in freschezza e carattere e la vicenda non è tra le più avvincenti; invece rispetto al terzo manca la verve ironica impagabile di Willis e Jackson. Tuttavia i 58 minuti per morire restano un bel meccanismo a orologeria supportati da un ottimo mestiere (McTiernan non si rimpiange moltissimo) e da colpi di scena più che godibili. Si sorvola sul finale iper-patriottico/cameratesco. (***)

Piero68 14/03/13 09:41 - 2780 commenti

I gusti di Piero68

Cambia lo scenario, da un grattacielo si passa ad un aeroporto, ma gli ingredienti restano gli stessi: cattivi terroristi e McLane, rigorosamente sbirro fuori servizio, solo contro tutti per cercare di salvare la moglie. Action e adrenalina si mischiano spesso con una certa dose di humor e alla fine il prodotto non dispiace. Certo, le ingenuità emergono spesso, più di quante non ce ne fossero nel primo capitolo, ma concludendo si può dire che "il fine giustifica i mezzi". Cast non proprio eccezionale ma comunque di mestiere. Nero pesce fuor d'acqua.
MEMORABILE: Toh! Tra le sparatorie si intravede un futuro Terminator (Patrick).

Rigoletto 12/07/14 21:32 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Bel sequel, che riesce a mantenersi su livelli più che dignotosi. Willis conferma tutto il suo agio nel ruolo del poliziotto "sclerato" a cui nessuno crede ma che a tutti fa comodo. In una situazione esplosiva e attorniato da bravi attori. Tutto sommato è un film che non annoia e che riuscirà a soddisfare la maggior parte delle persone. Promosso.
MEMORABILE: "Lei è la persona sbagliata, nel posto sbagliato, nel momento sbagliato!" - "La storia della mia vita!"

Ultimo 7/12/14 17:01 - 1383 commenti

I gusti di Ultimo

Sequel del quasi capolavoro Die hard, questo secondo capitolo vede McLaine alle prese con un gruppo di terroristi in un aeroporto (sempre nel periodo natalizio). L'azione c'è, Willis è impeccabile, la sceneggiatura è ottima e svela un colpo di scena quasi inaspettato nel finale. Notevoli gli scontri a fuoco (benché la Beretta di McLaine esploda in più scene oltre 20 colpi senza scaricarsi mai... fa parte del gioco). Nel complesso notevole.

Almicione 2/05/15 01:29 - 765 commenti

I gusti di Almicione

McClane, il Rambo delle metropoli, di nuovo – ma casualmente – all'opera. Siamo nell'aeroporto di Washington, dove questi aspetta la moglie su un aereo, quando degli attentatori prendono il comando delle comunicazioni della torre di controllo. Una trama poco sviluppata ci immerge subito nell'azione, ma il risultato non è dei migliori fra personaggi insipidi e stereotipati e situazioni già scritte, scontate quindi noiose. La regia imprecisa convalida questo mediocre film e lo spettatore potrebbe forse cedere a 58 minuti per dormire.

Vito 27/12/15 19:08 - 665 commenti

I gusti di Vito

Seguito di uno dei migliori film d'azione di tutti i tempi, questo secondo capitolo è più un thriller alla Tom Clancy con spruzzatine action. Comunque Harlin dirige con mano sicura, Willis è sempre perfetto e ottimi sono anche i supermilitari cattivoni Sadler e Amos. Molto bella inoltre l'atmosfera natalizia e innevata.

Pol 6/12/15 19:24 - 589 commenti

I gusti di Pol

Di fronte a un film d'azione così grosso e allo stesso tempo godibile dall'inizio alla fine non ho proprio voglia di mettermi a cercare eventuali difetti. C'è tutto quello che ha reso grande il prototipo ma in scala doppia: un set enorme, botti giganteschi, sparatorie a go-go, il tutto contrappuntato dalle one-liners di McLane. Per l'epoca il non plus ultra del genere, ma anche rivisto oggi non ha nulla da invidiare ai blockbuster moderni; semmai può insegnare loro come reggere due ore senza annoiare mai. Bomba.

Trivex 29/01/16 08:41 - 1505 commenti

I gusti di Trivex

Rispetto al primo è deludente. Non perché sia un brutto film, ma perché manca quella scossa elettrica permanente che caratterizzava il precedente e, cosa non da poco, a mio avviso la sceneggiatura non è all'altezza della situazione e pecca di ingenuità (la irragionevole gestione "interna" della crisi dura per troppo tempo). Naturalmente Willis rimane il solito guerriero simpatico ed efficiente, ma da solo non basta per emozionare oltre la soglia che fa la differenza.

Parsifal68 6/05/16 13:03 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Secondo capitolo della serie imperniata sul tenente McClane, qualitativamente non inferiore al suo predecessore. Anche qui abbonda l'azione, con sparatorie adrenaliniche e avvincenti inseguimenti sulla neve, forse (ed è eufemistico dirlo) con un po' di esagerazione. Willis continua a proporre il suo personaggio che si divide tra l'ironico e il grintosissimo, Don Chisciotte metropolitano che sbaraglia tutti i cattivi. Ottima la location aeroportuale.

Il ferrini 14/02/17 19:24 - 1728 commenti

I gusti di Il ferrini

Torna McClane e con lui le atmosfere ansiogene dell'action duro e puro. Stavolta il set non è un palazzo ma un aeroporto e il motore degli eventi è nientemeno che il nostro Franco Nero, qui nei panni d'un generale corrotto. Lo spunto iniziale è notevole e anche verosimile, poi - come è logico attendersi - la pellicola prende una piega fumettistica (Willis che fa battute sdrammatizzanti a voce alta in perfetta solitudine) ma tutto sommato piacevole. Fra un'esagerazione e l'altra le due ore si fanno apprezzare, la pettinatura della Bedelia no.
MEMORABILE: Il combattimento finale sull'ala dell'aereo.

Taxius 19/03/17 19:09 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Se il primo Die hard era ricco di adrenalina, questo secondo capitolo non è assolutamente da meno e anzi, personalmente mi ha entusiasmato anche di più. Un aeroporto, ostaggi, aerei che cadono, sparatorie, esplosioni, morti ammazzati e chi più ne ha più ne metta: dall'inizio fino alla fine l'adrenalina non cala un istante. Ci si diverte da matti, un action girato benissimo. Classico film che può essere visto e rivisto senza mai stancare.

Nicola81 12/11/17 23:04 - 2002 commenti

I gusti di Nicola81

Seconda avventura del poliziotto John McLane, che mentre attende la moglie in aeroporto si trova coinvolto in un rocambolesco piano terroristico per liberare un generale corrotto. Film d'azione costruito a immagine e somiglianza di Bruce Willis, ovviamente solo contro tutti ma sempre in vena di battute (molte delle quali azzeccate). Esagerato e divertente, privo di pretese che vadano oltre l'onesto intrattenimento. Con Franco Nero relegato in secondo piano, i cattivi non brillano per carisma; meglio, ma va bene così, i personaggi positivi.

Minitina80 27/05/18 20:56 - 2392 commenti

I gusti di Minitina80

Al secondo giro di boa le proporzioni delle scene d’azione diventano ancora più esorbitanti, arrivando a esibire sequenze al limite dell’impossibile. Siamo nell’ambito degli attentati terroristici e il ruolo dell’antagonista è suddiviso tra diversi attori, tra cui un buon Franco Nero a cui purtroppo non viene lasciato ampio spazio. La trama inevitabilmente non mantiene sempre una parvenza di plausibilità, lasciando spazio a pistole che non finiscono mai i proiettili e non colpiscono il bersaglio da pochi metri. Intrattiene discretamente.

Ryo 17/07/18 13:35 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Spassoso e anche più esagerato del primo capitolo. Si mantiene per molti versi quasi intatta la struttura di quello, con il poliziotto McClane invischiato in un nuovo attentato terroristico. La regia è ottima, il ritmo serrato e il film riesce a intrattenere notevolmente con continue e spettacolari scene d'azione, la cui maggior parte sono altamente inverosimili; fa anzi sorridere l'azzardo con cui il protagonista le affronta e l'eccessiva fortuna sempre dalla sua parte. Ottimo Franco Nero villain di turno e il plot twist finale.
MEMORABILE: Il salto fuori dall'aereo col sedile; Lo schianto dell'aereo di linea; La lotta sull'ala dell'aereo con la scia di benzina infuocata finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 9/07/09 11:16
    Scrivano - 5606 interventi
    John Mc Tiernan doveva inzialmente girare il film,ma dal momento che era impegnato in un altro progetto,dovette ritirarsi.
  • Homevideo Gestarsh99 • 2/01/12 00:46
    Scrivano - 15035 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per 20th Century Fox:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 DTS: Italiano Spagnolo
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese NU Spagnolo Finlandese Norvegese Svedese Polacco
    * Extra Commento audio
    Selezione personale scene
    Scene tagliate
    Featurette
    Trailers
  • Homevideo Xtron • 6/02/12 15:46
    Servizio caffè - 1833 interventi
    Io ho la versione in dvd contenuta nel cofanetto "Die hard - La trilogia". Il dvd è uscito nel 1999 quindi ovviamente non è il massimo...

    Durata 1h58m21s (immagine a 21:03)

    Ultima modifica: 12/03/15 07:35 da Zender