45 anni - Film (2015)

45 anni

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/11/15 DAL BENEMERITO ERREESSE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Nando 15/02/17 16:29 - 3687 commenti

I gusti di Nando

Una rodata coppia e un segreto che emerge preponderante minando tutto quello costruito insieme. Una pellicola interessante, realizzata con garbo e meticolosità in cui i turbamenti si miscelano con i pensieri. Validi i due interpreti principali, anche se la Rampling appare sicuramente più incisiva. Da vedere.

Erreesse 13/11/15 01:01 - 63 commenti

I gusti di Erreesse

Due anziani, all’apparenza sereni, coniugi inglesi stanno per celebrare il loro 45° anniversario. Ma giunge una lettera imprevista. Temi aspri come gelosia, delusione, confronto fra la prospettiva di vita di quando si avevano vent’anni e quanto si è effettivamente costruito, sono suggeriti con intensità e delicatezza. Bella fotografia, superba interpretazione di Courtenay e Rampling, doppiati benissimo. Riflessivo e commovente.
MEMORABILE: Tutte le sfumature di sentimento cesellate dagli splendidi protagonisti; Le passeggiate mattutine nella bruma con il bel cane Max.

Macbeth55 23/11/15 11:52 - 34 commenti

I gusti di Macbeth55

La storia è tutto sommato scontata, al limite della banalità. Non credo ci voglia una lettera proveniente dal passato per scoprire che molti matrimoni, seppur riusciti, sono stati comunque una soluzione di ripiego, immolata per dimenticare palpitanti amori giovanili, sebbene qui luttuosi. Era chiaro che si puntava sul nome e sul talento dei due protagonisti. Tom Courtenay effettivamente è attore di razza, qui in un ruolo pensionistico già sperimentato in Quartet, ma la Rampling, dai fastidiosi e malriusciti ritocchi estetici, è deludente e svogliata.
MEMORABILE: La masticazione della Rampling.

Xamini 29/12/15 22:31 - 1152 commenti

I gusti di Xamini

Raccontando circostanze singolari, Haigh mette in scena una situazione invero credibile (tipica?), cercando un punto di vista distaccato sulle crepe improvvise in una relazione di una vita. Il suo non è un cinema colorato e vivido, ma dai colori morti come quelli della campagna inglese in un giorno di nebbia; lento, senza grandi accadimenti, forse anche noioso, ma con un'attenzione particolare ai sentimenti, che poi sono il vero oggetto del racconto. Quel che accade è magia che si spezza, è incapacità, quasi impotenza dinanzi all'imprevisto, è manifestazione del lato umano. Senza brillantezza, ma con tanto garbo.
MEMORABILE: L'enigma del volto di lei, sul finale

Galbo 7/03/16 06:52 - 11968 commenti

I gusti di Galbo

Un evento drammatico incrina le certezza della tranquilla vita di una coppia matura. Il film racconta benissimo l'inquietudine che lentamente serpeggia insieme alla consapevolezza di avere vissuto una vita che non è stata quella che si credeva fosse. Una bella sceneggiatura e dialoghi molto realistici ed incisivi per un film segnato dalla straordinaria interpretazione dei protagonisti. Ottimo il doppiaggio italiano. Da vedere.

Daniela 8/03/16 22:50 - 11832 commenti

I gusti di Daniela

Kate e Geoff sono una coppia agiata, colta, che vive in una bella casa nella campagna inglese. Pochi giorni prima della festa per il loro 45° anniversario di nozze, lui riceve una lettera dalla Svizzera... Anatomia di un matrimonio apparentemente saldo sul quale il passato, riemerso dal ghiaccio in cui era sepolto, proietta un cono d'ombra che porta Kate a riconsiderare tutte le scelte della vita come determinate dalla presenza di un fantasma del quale ignorava l'esistenza e con il quale non poteva/può competere. Film pudico ed amarissimo, ben scritto e splendidamente interpretato.
MEMORABILE: Kate in soffitta scopre la raccolta di vecchie diapositive e le proietta, scoprendo il segreto più gelosamente nascosto

Capannelle 23/03/16 21:19 - 4126 commenti

I gusti di Capannelle

C'è una discreta spontaneità nella storia impostata dal regista, che Rampling e Courtenay sanno tradurre in una recitazione sentita e misurata. D'altro canto se Haigh sceglie uno sviluppo narrativo lento che può anche avere il suo perché, il ritmo e la solitudine dei due protagonisti causano qualche problema di torpore e impazienza nello spettatore.

Kinodrop 27/04/16 20:34 - 2424 commenti

I gusti di Kinodrop

Kate alla vigilia del 45° anniversario di matrimonio prende dolorosamente atto di non essere stata il vero amore di Geoff, bensì quasi una seconda scelta. Il passato irrompe rimettendo in discussione la routine della coppia senza intaccarne però il contegno sociale. Sentimenti taciuti e rimossi, dialoghi sommessi e lasciati al virtusismo espressivo dei due attori, perfetti nella parte dei due anziani e raffinati coniugi. L'opacità del paesaggio inglese fa da sfondo significativo allo sfilacciarsi della reciproca fiducia ormai compromessa.
MEMORABILE: I turbamenti di Geoff sopraffatto dai ricordi; La soffitta dei segreti; La perplessità nel volto di Kate; Il ballo finale.

Rambo90 10/05/16 23:07 - 7229 commenti

I gusti di Rambo90

Un film intimista, che cresce poco a poco, non nel ritmo ma nelle psicologie dei protagonisti, interpretati alla perfezione dalla Rampling e Courtenay, in modo molto realistico e umano, al punto da commuovere in vari momenti, come il bellissimo finale. Il dubbio che si insinua lentamente in lei coinvolge e ci fa sentire partecipi, con dialoghi che sanno di vita vera e toccano le giuste corde. Buona la regia, ben scelta la colonna sonora. Notevole.

Myvincent 20/03/17 07:32 - 3360 commenti

I gusti di Myvincent

Alla vigilia del 45'anniversario di matrimonio di una coppia senza figli, irrompe una notizia che "disgela" il passato remoto portando a inevitabili conseguenze. Uno spaccato di pochi giorni sull'intimità dell'età matura con tutti gli interrogativi e i risvolti che la vita pone a questo livello. Charlotte Rampling fa il resto con la sua grande classe di attrice e di donna.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Giùan 29/09/19 08:16 - 3898 commenti

I gusti di Giùan

Tra i film più (sentimentalmente) spietati degli ultimi (45?) anni. Haigh lavora ai fianchi con serafica (e talora compiaciuta e "inglese") lentezza un rapporto di coppia che si teorizzava granitico e che le burocratiche righe di una lettera scopron fragilissimo e infine (probabilmente) irrimediabilmente inconciliabile. La regia, scarnificando, fino a un grigiore che denota destabilizzanti "assenze, "il decòr e il milieu sociale di Kate e Geoff, si affida alla carismatica presenza di Courtenay e Rampling per ritrarre debolezza e insana(bile) disinganno.

Enzus79 17/03/20 22:49 - 2437 commenti

I gusti di Enzus79

Una storia interessant eche porta in risalto i problemi d'esistenza di coppia dopo tanti anni di matrimonio (quarantacinque) "grazie" a una lettera (indirizzata a lui) che riporta alla luce vecchi ricordi. Non ci si annoia, anzi ci si affeziona quasi ai personaggi, dotati anche di una certa complessità. Bravissimi Charlotte Rampling e Tom Courtenay (premiati anche a Berlino).

Pigro 21/03/20 10:08 - 9031 commenti

I gusti di Pigro

Dopo il Weekend in cui l’amore nasce e si esaurisce, ecco la settimana in cui il ricordo improvviso di un tragico amore giovanile rischia di mettere in crisi un matrimonio durato 45 anni. Haigh torna a investigare le relazioni sul filo di dialoghi profondamente veri in storie toccanti, e lo fa con due interpreti notevoli. Un film sottile, dal ritmo pacato, che entra senza falsi pudori nei segreti dei sentimenti, portando in evidenza il tabù della gelosia retroattiva e osservando con passione una coppia anziana senza banalizzarne la descrizione.

Ira72 23/03/20 08:53 - 1222 commenti

I gusti di Ira72

Sebbene la pellicola sia dotata di una delicatezza non comune nel raccontare come basti poco per far vacillare anni e anni di una conquistata intimità e di reciproche convinzioni, si rischia una certa letargia. È quasi un cinema verità, asciutto, raffinato, indubbiamente ben interpretato grazie alla spontaneità dei protagonisti e all’efficace utilizzo del quotidiano o di tic banali, quasi ossessivi, che la Rampling rende in modo sorprendentemente naturale. Però. Il ritmo è blando, troppo e il tipico british aplomb non aiuta a conferire brio.

Ultimo 1/10/22 19:30 - 1567 commenti

I gusti di Ultimo

Discreta pellicola a carattere sentimentale che va ad indagare la sfera intima di una coppia ormai anziana, prossima alla festa dei 45 anni di nozze. La trama è incentrata soprattutto sulla psicologia della protagonista femminile (una brava Rampling), le cui certezze sul rapporto con il marito vanno a poco a poco a sgretolarsi. Nel complesso un film promosso, a tratti statico ma senza dubbio ben costruito, grazie alla perfetta sintonia tra i due protagonisti. Riflessivo, malinconico, niente male.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Erreesse • 13/11/15 01:03
    Galoppino - 63 interventi
    Doppiaggio:

    Melina Martello: Charlotte Rampling (Kate)
    Dario Penne: Tom Courtenay (Geoff)

    fonte: antoniogenna.net
  • Discussione Daniela • 8/03/16 22:55
    Gran Burattinaio - 5846 interventi
    Grazie a Galbo per la dritta, bel film, mi ha messo voglia di recuperare i precedenti film di questo giovane regista.