[4.1] Colombo: Dalle sei alle nove

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: An exercise in fatality
Anno: 1974
Genere: giallo (colore)
Note: Aka "Dalle 6 alle 9". E' un episodio della serie tv "Colombo".
Papiro: elettronico
Lo trovi su
Colombo SPECIALE COLOMBO

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

La puntata che apre la quarta serie (e che ha quindi il compito di dare un degno seguito alla splendida Terza Stagione da poco conclusa) è subito un grande exploit da un’ora e mezza che può contare sulla sceneggiatura dello specialista Peter Fischer (su soggetto di Larry Cohen). Una puntata in cui la simbiosi tra Peter Falk e il suo doppiatore italiano Giampiero Albertini origina risultati pressoché perfetti. Basti ascoltare i frequenti siparietti in cui il tenente parla al telefono con la moglie, racconta delle di lei diete o attende demoralizzato il lavoro di una telescrivente troppo lenta: in ogni occasione Albertini dimostra di essere il doppiatore ideale per interpretare l’ironia che Falk riesce a infondere magnificamente al suo...Leggi tutto personaggio. Il caso vede il tenente indagare sulla morte del proprietario d’un centro ginnico (oggi si direbbe molto più facilmente palestra), trovato senza vita disteso su una panca sotto un manubrio da 180 libbre. Parrebbe incidente o infarto, ma Colombo punta subito i suoi sospetti su un socio del centro (Robert Conrad) noto per la sua forma fisica perfetta. Per interrogarlo dovrà stargli dietro mentre corre, mangiare pillole sostitutive del pranzo e bere succo di carota. L’unico appunto da fare a una puntata eccellente e ottimamente costruita è l’aver perso molto tempo nella prima fase delle indagini arrivando al finale (quando cioè l’antagonista s’arrabbia e il gioco si fa duro) con troppo poco tempo a disposizione. Comunque il cast è ottimo, i dialoghi anche e la regia di Kowalski discretamente agile.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zender 8/02/07 23:09 - 300 commenti

I gusti di Zender

Forse Colombo arriva alla stretta finale un po' in affanno e la prova definitiva non sarebbe probabilmente sufficiente a incastrare con certezza il colpevole di fronte a una giuria, ma davanti a una puntata scritta talmente bene da saper mescolare così magnificamente ironia e indagine non si può che soggiacere ammirati. Se cercate la prova di quanto Falk sappia dare al suo personaggio una profondità, un'umanità e una comicità "sui generis" senza pari, guardate pure "Dalle sei alle nove" e lo capirete.

Puppigallo 29/06/07 16:48 - 4904 commenti

I gusti di Puppigallo

Il discorso della vittima (il socio che scopre la fregatura) è di quelli che fanno scavare la fossa. Ma l’intero pre-Colombo e interessante (omicidio e messinscena). Il tenente è molto assonnato (gli telefona pure la moglie). Il ritmo è costante e l’indagine è un susseguirsi di indizi trovati e deduzioni. L’assassino (ben interpretato) è un cinquantenne palestrato amante dei soldi e della bella vita. Colombo è particolarmente spiritoso (la corsa, la richiesta) e l’episodio scorre fluidamente. Notevole.
MEMORABILE: Colombo, alle 6 di mattina, dice a un poliziotto: "Guardi che io, prima del caffè, sto in piedi, cammino, ma mica sono sveglio".

G.Godardi 27/08/07 19:02 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Ottimo inizio di quarta stagione con una puntata che, guarda caso, parla ancora di innovazioni tecniche ed automatismi (la segreteria telefonica, con la quale l'assassino si costruisce l'alibi) ed è premonitrice di fenomeni sociali, come i centri benessere e fitness che esploderanno a metà anni '80 e avranno ripercussioni anche nei nostri giorni (le beauty farm). Pur non vantando un cast di grossi nomi, è una delle puntata più godibili e divertenti, con un Colombo più goffo che mai, salvo farci vedere di che pasta è veramente fatto nel finale.
MEMORABILE: Colombo in palestra che fa ginnaastica e la "corsetta" sulla spiaggia.

Mfisk 24/09/07 14:36 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Parte bene, quest'episodio, ma non riesce mai a decollare veramente. Ci sono tutti gli elementi: trama gialla, profilo dell'assassino, battute e gag (sono la parte migliore della puntata); anche il finale è giallo e non arruffato. Insomma: non c'è una sola cosa che non funzioni, tuttavia l'insieme non gira bene e non si riesce a superare un senso di artificiosità. L'episodio sembra quasi una macchina che arranca con il motore imballato, cercando di ingranare la quarta senza mai riuscire a raggiungere la coppia necessaria.
MEMORABILE: Gretchen Corbett, deliziosa nella parte della segretaria di Milo.

Ciavazzaro 14/02/08 14:51 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Un ottimo assassino carogna per un buon episodio che non eccede in bellezza ma sa costruire una buona trama gialla (forse i 93 minuti sono leggermente eccessivi). Straordinaria la colonna sonora, nutrito cast di buoni caratteristi, memorabile la corsa del povero tenente che diventa uno straccio. Finale poco convincente, ma sono sicuro che ipoteticamente una condanna verrà data.
MEMORABILE: L'omicidio col manubrio.

Plauto 25/04/08 12:19 - 124 commenti

I gusti di Plauto

Anche stavolta il fascino dell'episodio deriva dalle nuove tecnologie... misteriose per il pubblico di allora, ma che oggi non sorprendono quasi nessuno. Segreterie, registratori, un calcolatore, mandano in palla il "tradizionalista" Colombo... che comunque se la cava! Interessante anche l'elemento delle palestre e delle diete (anche qui siamo agli albori)... Anche se ormai queste "atmosfere" ci appaiono normali e non ci stuzzicano più di tanto, l'episodio è scorrevole e si guarda sempre con piacere! Il doppiaggio poi è favoloso!

Daniela 25/12/08 20:04 - 11622 commenti

I gusti di Daniela

Buon episodio, con un assassino sufficientemente odioso - anche se non memorabile come altri - e un peso consistente riservato agli intermezzi comici, che mettono a confronto il fisico in perfetta forma del palestrato con quello a panzerotto del nostro amato tenente. Particolarmente bischera la vittima: sa di aver a che fare con un farabutto e cosa fa? lo informa che è in procinto di rovinarlo... Ma allora te la vai a cercare...

Ale nkf 5/05/09 13:37 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Assolutamente buon episodio che apre la quarta stagione con un assassino antipatico e odioso (e infatti lo spettatore non vede l'ora che Colombo trovi la prova decisiva per incastrarlo). Molto ingegnosa anche la prova finale per una sfida all'ultimo nodo...

Markus 7/03/10 12:14 - 3521 commenti

I gusti di Markus

Altro capolavoro di puntata: un Colombo alle prese con uno “sportivone” tutto muscoli, abbronzatura facile e mascella quadrata profumata d'after shave. Come spesso capita, debbo dire che la persona assassinata è di rara arroganza e bastardaggine, tanto da farmi quasi tifare per l'assassino; tuttavia le indagini intricate che Colombo andrà ad affrontare mi faranno cambiare idea. Stupenda e di rara bellezza la segretaria “particolare” dello “sportivone”. Puntata di moderna ambientazione.

Qed 14/03/10 22:14 - 54 commenti

I gusti di Qed

Ecco un altro degli episodi in cui i titoli di coda strappano un sorriso di compiaciuto appagamento, che fra l'altro dimostra (se ce ne fosse stato bisogno) che "Colombo atletico" è la massima contradictio in adiecto, che un colpevole azzeccato è fondamentale, che qualche vittima merita la propria fine e che qualche svista nella sceneggiatura può influire relativamente. Ben recitato, ben costruito, ben concluso; le due segretarie peraltro acuiscono l'attenzione. Gag memorabili (l'occasione era ghiotta). Ottimo e abbondante.
MEMORABILE: Prima del caffè; jogging in spiaggia, pillole e succo "d'arancia"; all'ufficio informazioni.

Bernard Kowalski HA DIRETTO ANCHE...

Erreesse 6/04/12 00:24 - 63 commenti

I gusti di Erreesse

Diverte ed avvince. A volte mi chiedo se era Falk con la voce di Albertini oppure Albertini con il fisico e la mimica di Falk: simbiosi perfetta! Colombo salutista è improponibile, e i risultati si vedono. Il colpevole è naturalmente intuito fin da subito e, come moltissimi altri del ciclo, è cinico, crudele e davvero antipatico. Spiace solo per l'incantevole segretaria così mal innamorata. Fra gli altri personaggi, brava l'interprete della moglie della vittima. L'cchialuto revisore contabile ha la voce di Oreste Lionello (e vagamente gli somiglia)
MEMORABILE: la gelida ed efficiente impiegata che dà informazioni via computer a Colombo; La bella segretaria del centro ginnico in costume da bagno.

Didda23 15/03/13 14:51 - 2357 commenti

I gusti di Didda23

Episodio particolare nel quale la costruzione delle indagini sembra secondaria: in effetti viene dato ampio spazio al fattore comico, presente in moltissime scene. L'antagonista tutto muscoli metterà a dura prova la scarsa forma atletica di Colombo, facendolo cimentare in corse lunghissime sulla spiaggia. Indimenticabilli la scena del succo di carota e dello spiegone sul'allacciatura delle stringhe. In questo caso sarà l'alibi la prova schiacciante. Più che discreta la regia di Kowalski. Notevole!

Tony 1/04/14 15:49 - 11 commenti

I gusti di Tony

Uno dei miei episodi preferiti. La solita accurata indagine colombica è preceduta da un delitto e dalla costruzione di un alibi molto ingegnosi, ed è accompagnata da una serie di gag prevalentemente incentrate sul conflitto fra la scarsa forma fisica del tenente e l' ottima forma del colpevole. Il finale è geniale, forse il più avvincente della serie. Il colpevole è ben interpretato, anche se una vaga somiglianza con Terence Hill non mi ha mai fatto considerare Conrad come proprio malvagio.
MEMORABILE: Il succo di carota; Colombo sul tapis roulant; I fogli che vengono stampati per la ricerca del commercialista; Il finale.

Ultimo 2/02/15 17:45 - 1547 commenti

I gusti di Ultimo

Bellissimo episodio che apre la quarta stagione, con Colombo che ha a che fare con un assassino sportivo e salutista, antipatico e arrogante al punto giusto per coinvolgere appieno lo spettatore. La puntata raggiunge vette altissime grazie a un Peter Falk in forma strepitosa (a eccezione di quando prova a correre insieme a Robert Conrad con scarsi risultati). Episodio perfetto, con una prova finale ben pensata, ottima per lasciare di sasso un assassino sicuro di sè. Quasi capolavoro.
MEMORABILE: Colombo in palestra.

Gordon 20/03/15 22:10 - 237 commenti

I gusti di Gordon

Stupendo. Robert Conrad si dimostra un ottimo assassino, cattivo quanto basta senza mai strafare. L'alibi e il piano criminoso sono tra i più ricercati della serie e l'indagine risulta interessante. Colombo è in formissima e si vede (il dialogo telefonico con la moglie...), ma non viene aiutato dalla regia troppo statica di Kovalski, che non vivacizza l'insieme. Il finale è straordinario e la prova regina la più ricercata e geniale della serie. Tante le gag.
MEMORABILE: Colombo che fa sport sulla spiaggia; Colombo "Guardi che io prima del caffè sto in piedi, cammino ma non sono mica sveglio!".

Lythops 21/05/15 19:02 - 984 commenti

I gusti di Lythops

La quarta stagione si apre con un episodio complicato, ma la prima inquadratura sul registratore fa subito capire che sarà un elemento importante nell'indagine. Alcune incongruenze viste nel proiettore che parte quando il film è a pochi minuti dalla fine o la faccia ipermeravigliata di Colombo nell'ascoltare la registrazione (quando in realtà un tenente di polizia nelle intercettazioni telefoniche ci sguazza) o i vari espendienti per farlo apparire simpatico a tutti i costi non rendono la puntata particolarmente memorabile. Ottimo il cast.
MEMORABILE: Le impronte sul pavimento incerato; Il "cervello elettronico" e l'addetta insopportabile.

Ira72 23/04/17 22:06 - 1197 commenti

I gusti di Ira72

Una puntata che racchiude perfettamente lo spirito della serie, dosando quel tanto che basta di Colombo (varrebbe la pena solo per vederlo in affanno sul tapis roulant). Sì, perché Colombo sa essere furbo come una volpe e disarmante come un cucciolo, cocciuto come un mulo e goffo come un elefante in una cristalleria. E qui potremo assistere ai suoi tanti diversi aspetti. "Tutto muscoli e niente cervello?" Affatto. In questo caso il tenente se la dovrà vedere con un astuto "palestromane", fanatico della forma fisica e del salutismo.

Kozincev 25/05/19 10:24 - 56 commenti

I gusti di Kozincev

L'episodio è ottimo, con un colpevole antipatico ma non troppo aristocratico e un Colombo in forma smagliante. La prima parte è ricca di gag e humour (forse troppo), nella seconda l'indagine prende il volo. Interessanti gli indizi raccolti e godibili gli scontri finali tra il tenente (che alza anche la voce!) e il colpevole. Tutto ottimo, dunque, se non fosse per un finale poco convincente. Da vedere e rivedere, comunque.

Xamini 2/07/20 17:26 - 1129 commenti

I gusti di Xamini

Puntata lunga e di pregio, ad aprire la quarta stagione: questa volta Colombo se la vede con un cinquantenne belloccio e palestrato, nonché affarista senza scrupoli, che lo costringe persino a una corsa sulla spiaggia con tanto di impermeabile. I siparietti sono logicamente a tema, con il tenente alle prese con la sua scarsa forma o la dieta salutista, ma c'è spazio anche per un inserto burocratico abbastanza simpatico. L'antagonista è un personaggio forte e borioso più che carismatico, spalleggiato da una bella segretaria che si mostra in bikini (cliché), ma la sua sconfitta dà gusto.
MEMORABILE: "Tenente, le pillole" - "Sì, queste le prendo questa sera per cena".

Alex75 15/07/20 19:27 - 787 commenti

I gusti di Alex75

Episodio in cui l’elemento investigativo è in buon equilibrio con quello comico (quest’ultimo è espresso da Colombo alle prese, con risultati alterni, con fitness e tecnologia, entrati prepotentemente nella vita quotidiana nel decennio successivo), con alcune felici caratterizzazioni, in particolare quella dell’assassino (un pallone gonfiato abbastanza scaltro) e quella dei personaggi femminili (la vedova della vittima e l’addetta alla telescrivente). La spiegazione finale forse non convince del tutto e a tratti è estenuante, ma è ingegnosa.
MEMORABILE: La corsa di Colombo sulla spiaggia; Il succo di carota; La segretaria in bikini; L’avvenente ma robotica e indisponente addetta alla telescrivente.

Philip Bruns HA RECITATO ANCHE IN...

Il Dandi 29/12/20 21:23 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Proprio come il Marlowe di Eliott Gould in Il lungo addio anche Colombo appare sempre più un pesce fuor d'acqua nel salutismo della California anni '70, qui ancora pionieristico ma destinato a conquistare il mondo. L'assassino però è proprio l'istruttore di una palestra e pur di stalkerarlo il Tenente non si sottrarrà nemmeno alla prova della tuta da ginnastica e del tapis-roulant. Episodio validissimo con un alibi diabolicamente congegnato dall'assassino e abilmente smascherato da Colombo, con tanto di particolare rivelatore.

Anthonyvm 26/08/21 15:13 - 3994 commenti

I gusti di Anthonyvm

La quarta stagione si apre con un episodio non particolarmente memorabile, per il quale una durata di 75 minuti sarebbe stata più che sufficiente. A ogni modo Conrad è un buon cattivo e l'ingegnosità con cui si crea un alibi è degna di ammirazione (anche se nel finale il nostro tenente si baserà proprio su di esso per incastrarlo). Viene concesso un po' troppo spazio a gag non sempre irresistibili (la lunghissima attesa alla reception è quasi estenuante) e il finale eccessivamente spiegonato non convince appieno. Colombo che perde la pazienza è comunque uno spettacolo. Accettabile.
MEMORABILE: Il movimentato e quasi fallito omicidio; Colombo sfiancato dopo la corsa con Conrad; Incontro nel locale fra l'assassino e l'ex-moglie della vittima.

Nicola81 15/02/22 19:29 - 2450 commenti

I gusti di Nicola81

Pur essendo anche un truffatore, Robert Conrad non è uno degli assassini più odiosi della saga, e infatti Colombo (forse anche per il divario di forma fisica…) lo tampina meno del solito, duettando però al meglio con i tre personaggi femminili (la vedova del morto, l'addetta alla telescrivente e soprattutto la splendida segretaria interpretata dalla Corbett), e alzando anche la voce quando è necessario. La puntata è diretta con brio, regala un alibi ingegnoso e alcuni intermezzi divertenti, ma la prova finale non convince appieno, nonostante le solite geniali deduzioni del tenente.

Richard 20/02/22 13:37 - 32 commenti

I gusti di Richard

Episodio alquanto dinamico, sia per l’ambientazione del delitto in un centro ginnico, sia per la conduzione delle indagini, che giungono a lasciare letteralmente senza fiato Colombo, il quale arrancando accompagna di corsa l’omicida, un superpalestrato, durante un suo allenamento. Di fronte all’arroganza di costui, il tenente rende pan per focaccia, stizzendosi durante un colloquio con lui e ironizzando sull’alibi che aveva tentato di costruirsi.
MEMORABILE: Colombo sfiancato dopo la corsa sulla spiaggia al seguito dell’assassino.

Striscia 29/06/22 14:50 - 32 commenti

I gusti di Striscia

Ottimo. L'antagonista omicida è un truffatore in splendida forma che cerca di crearsi un alibi perfetto. Colombo gli tesse la tela intorno e stringe sempre più forte, tant’è che verso la fine il villain sbotta. E lui lo strapazza ancora, trattandolo in malo modo, cosa rara nella serie. Buoni i comprimari: dalla ex moglie della vittima, annoiata e alcoolizzata (un po' cliché), alla segretaria giovane e compiacente, al socio/tirapiedi ex galeotto. Divertente il siparietto con l'efficiente impiegata dell'azienda ultramoderna. Un Colombo in forma!
MEMORABILE: Colombo alle prese con il tapis roulant.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Kozincev • 27/05/19 19:35
    Galoppino - 6 interventi
    SPOILER
    In effetti la prova finale non si può considerare neppure un indizio. Se la vittima si stava apprestando a fare ginnastica (e non c'è modo di dimostrare il contrario), è logico che si fosse messo in tuta. O mi è sfuggito qualcosa?
  • Discussione Columbos • 18/11/20 07:21
    Disoccupato - 1 interventi
    Milo Janus ha giurato davanti a 5 testimoni di aver visto Stafford in tuta da ginnastica. Dato che dalle scarpe allacciate alla rovescia  si evince che Stafford non si sia vestito da solo ,ma sia stato vestito da qualcun altro ,si evince che l'unico a poterlo fare fosse proprio Milo Janus che conferma che Stafford  fosse in palestra(e quindi in tuta da ginnastica e quindi vestito da un altra persona perché ormai morto) quando riceve la falsa telefonata per crearsi un alibi. Subito smontato da Colombo che scopre il trucco,quindi un'altra prova a sfavore di Janus. E si potrebbe fare anche un rapido controllo sui tabulati  telefonici  per capire che non c'è  mai stata una chiamata,ma che era una falsa chiamata.
    Ultima modifica: 18/11/20 07:22 da Columbos
  • Discussione Daniela • 18/11/20 10:38
    Gran Burattinaio - 5821 interventi
    Columbos ebbe a dire:
    Milo Janus ha giurato davanti a 5 testimoni di aver visto Stafford in tuta da ginnastica. Dato che dalle scarpe allacciate alla rovescia  si evince...
    Complimenti per l'esposizione, all'altezza di un davinottiano che ha scelto Columbos come nick name.
    Ragionamento perfetto: Il "combinato disposto" delle scarpe allacciate al contrario e dell'affermazione di aver visto la vittima in tuta inchioda l'antipaticissimo Milo... almeno è ciò che accade al termine dell'episodio.
    Come già mi capitò di argomentare in occasione di altre indagini del nostro amatissimo tenente, dubito che certi indizi siano tali da garantire la condanna  del colpevole in questione se questi assume un buon avvocato e poiché quasi tutti gli assassini della serie sono persone benestanti e/o influenti, non è difficile prevedere l'intervento di un principe del foro o meglio ancora una intera squadra di avvocati sul tipo di quella che è riuscita a far assolvere O.J.Simpson.  
    Ma per fortuna la tv non deve rispecchiare necessariamente la realtà e possiamo quindi immaginare l'odioso Milus a far flessioni dietro le sbarre di una cella vita natural durante ;o)
    Ultima modifica: 18/11/20 10:40 da Daniela
  • Discussione Kozincev • 7/12/20 00:51
    Galoppino - 6 interventi
    Columbos ebbe a dire:
    Milo Janus ha giurato davanti a 5 testimoni di aver visto Stafford in tuta da ginnastica. Dato che dalle scarpe allacciate alla rovescia  si evince che Stafford non si sia vestito da solo ,ma sia stato vestito da qualcun altro ,si evince che l'unico a poterlo fare fosse proprio Milo Janus che conferma che Stafford  fosse in palestra(e quindi in tuta da ginnastica e quindi vestito da un altra persona perché ormai morto) quando riceve la falsa telefonata per crearsi un alibi. Subito smontato da Colombo che scopre il trucco,quindi un'altra prova a sfavore di Janus. E si potrebbe fare anche un rapido controllo sui tabulati  telefonici  per capire che non c'è  mai stata una chiamata,ma che era una falsa chiamata.

    Non sono d'accordo. La ricostruzione, pur ingegnosa, non prova niente. Nessuno ha visto Janus al centro quando è avvenuto l'omicidio. Colombo ha dimostrato l'inconsistenza dell'alibi, ma questa non è una prova di colpevolezza. Il fatto che Janus sapesse che la vittima era in tuta non lo inchioda in nessun modo. Se Janus ci aveva parlato al telefono, la vittima poteva avergli detto che si era cambiata e si era messa la tuta prima di allenarsi. Ci si allena in tuta, mi sembra ovvio. E non si è mai parlato di tabulati telefonici, quindi Colombo non ha potuto dimostrare che la telefonata era fasulla.
  • Discussione Ciavazzaro • 7/12/20 16:33
    Scrivano - 5619 interventi
    Il tabulato telefonico si può ordinare anche dopo che Colombo ha parlato con Janus e come già detto dimostrerà che nessuna telefonata è partita.

    Inoltre oltre alla mancanza dell'alibi, vi è il movente

    SPOILER

    Infatti il socio di Janus coinvolto nella truffa, se minacciato di un accusa di complicità in omicidio e dietro promessa di immunità o pena minore confessando la truffa e testimoniando contro di lui certificherà il movente.
    Un pò quella che succederà anche all'odioso avvocato della morte di una Rockstar con la complice che di certo non aspetterà lieta di finire nella camera a gas, ma canterà come un usignolo incastrando Coleman.

    FINE SPOILER

    Anche nella realtà di condannati  con prove circostanziali ne sono piene le galere, talvolta con meno prove di questo episodio.
    Ma come giustamente detto da Daniela questa è finzione e quindi per fortuna il nostro amico Janus avrà modo di provare le palestre carcerarie vita natural durante.

    Infatti va notato come in tutti gli episodi con prove deboli l'assassino confessi comunque: l'uomo dell'anno, assassinio per gioco
    e implicitamente anche in L'ultimo scacco matto

    SPOILER
    Con Harvey che rassegnato abbassa la testa, mostrandosi sconfitto e quindi facendo capire chiaramente che confesserà, anche se nel suo caso la prova della penna non è una prova minore, anzi ! sempre unita a movente e mancanza alibi

    FINE SPOILER
  • Discussione Ciavazzaro • 7/12/20 16:36
    Scrivano - 5619 interventi
    E dimenticavo la precedente bugia sull'orario, per quanto Janus possa dire di non averla detta è sempre la parola di un accusato
    contro quella di un poliziotto dal curriculum impeccabile.

    Una cosa divertente da notare come in uno degli ultimi episodi
    SCANDALI A HOLLYWOOD è lo stesso Colombo a dimostrare come i suoi casi si siano sempre risolti a favore

    SPOILER

    Quando dice all'assassino, in 25 anni li ho catturati tutti, affermazione impossibile nel caso qualcuno fosse sfuggito.
    Inoltre se ci fossero state assoluzioni eccellenti, dubito che lui avrebbe potuto continuare a lavorare, perchè per vendetta l'omicida l'avrebbe fatto licenziare.

    FINE SPOILER
  • Discussione Daniela • 7/12/20 18:35
    Gran Burattinaio - 5821 interventi
    Ciavazzaro ebbe a dire:
    Quando dice all'assassino, in 25 anni li ho catturati tutti, affermazione impossibile nel caso qualcuno fosse sfuggito.
    Inoltre se ci fossero state assoluzioni eccellenti, dubito che lui avrebbe potuto continuare a lavorare, perchè per vendetta l'omicida l'avrebbe fatto licenziare.
    Il nostro amatissimo tenente in questo caso pecca di orgoglio, anche se più che giustificato dalla carriera formidabile. Senza stare a controllare la cronologia degli episodi, mi ne vengono a mente almeno due in cui l'omicida non finirà dietro le sbarre o almeno non ci resterà a lungo:
    SPOILER relativo ad altri due episodi:
    1) Nell'epilogo de L'ultima diva, Colombo non arresta Janet Leigh ma il suo ex partner di scena che si è dichiarato colpevole al suo posto - e questo va più che bene, considerate le particolari condizioni in cui si trova l'uxoricida;
    2) In Doppio shock, avendo a che fare con due gemelli identici, Colombo difficilmente potrà provare con assoluta certezza chi dei due ha ucciso con la complicità dell'altro. Comunque, anche se trovasse la prova regina, basta che i due (ossia Landau e Landau) agiscano in d'accordo, indipendentemente da quello che può essere loro sfuggito di dire al momento dell'arresto: il gemello A confessa e viene sottoposto a processo come omicida, quando con un colpo di scena il gemello B ammette di essere stato lui. Proscioglimento dall'accusa di omicidio per A che a questo punto, per il sistema giudiziario USA, non potrà essere più processato per lo stesso delitto. Parte il processo per omicidio a B, ma il gemello gli rende il favore, nuova assoluzione con la stessa conseguenza... Certo, resta in piedi l'accusa di complicità, ma anche quella traballante: chi è complice di chi?  
    FINE SPOILER
  • Discussione Kozincev • 7/12/20 20:17
    Galoppino - 6 interventi
    Premesso che l'episodio è splendido, resto convinto dell'inconsistenza di quella che viene chiaramente esibita come prova decisiva. I tabulati telefonici non ci interessano, perché nell'episodio non se ne fa cenno.
    Janus avrebbe firmato la sua colpevolezza perché ha dichiarato di sapere, al momento in cui la vittima gli avrebbe telefonato, che il poveretto era in tuta: poiché nessuno lo aveva visto in tuta, il colpevole non può che essere Janus. Il castello non sta in piedi: nessuno aveva ascoltato la conversazione (fantomatica) di Janus con la vittima, che poteva aver detto a Janus che si era cambiato e aveva indossato la tuta, con la quale si apprestava a fare mezz'ora di allenamento coi pesi prima di tornarsene a casa. Mi sembra molto semplice la questione. L'episodio è bellissimo, gli indizi sono molto interessanti, l'alibi dell'assassino è crollato, ma la presunta prova finale è totalmente inconsistente.
  • Discussione Ciavazzaro • 8/12/20 03:37
    Scrivano - 5619 interventi
    Carissima intanto ti saluto che è parecchio che non ci scriviamo hehe.

    Per quanto riguarda quell'episodio

    SPOILER

    Come prima cosa il fratello bancario confessa davanti a un bel pò di testimoni quindi anche in caso di ritrattazione non risulterebbe credibile.
    Una cosa importante secondo la legge americana non ha importanza chi dei due sia l'esecutore materiale, essendo una cospirazione per la legge sono colpevoli ugualmente e quindi riceveranno la stessa identica pena.
    Infatti uno uccide e l'altro fa in modo di farlo entrare in casa e poi sposta il corpo di sotto, per la legge sono colpevoli uguali, anche se uno dei due non ha ucciso con le proprie mani.

    Cosa che succede nei casi di omicidio su commissione dove il mandante riceve la stessa pena pur non avendo fisicamente ucciso la persona ma avendo solo pagato per ottenere ciò.
    Infatti non sono stati pochi i giustiziati negli ultimi anni che non erano neanche presenti sul luogo del delitto,  per farti un esempio è capitato che durante una rapina la persona che aspettava in auto i complici e che quindi non ha ucciso, sia stata condannata a morte esattamente come quelli che dentro il negozio compirono la rapina uccidendo.

    Colombo ha dimostrato come una persona sola non ha potuto commettere l'omicidio, ci sono i tabulati di due persone che ufficialmente non si parlavano da anni e che invece si parlavano eccome e c'è il movente.

    Come ti dicevo per farli condannare non deve essere dimostrato esattamente chi dei due ha commesso con le proprie mani l'omicidio, basta la cospirazione  e per la legge sono colpevoli uguali.
    Infatti per farti l'esempio con un altro caso di cospirazione, quello di Un amico da salvare, uno dei motivi che spingeranno l'amico a confessare sarà che se confessa l'omicidio della moglie, quello è passionale e non premeditato e può sperare nella clemenza ma nel secondo caso essendo complice pur non avendo ucciso ma solo avendo buttato il corpo in piscina, rischierebbe comunque il collo, proprio perchè la legge lo ritiene colpevole uguale al commissario che ha si ucciso con le proprie mani la moglie.

    FINE SPOILER
  • Discussione Daniela • 8/12/20 11:17
    Gran Burattinaio - 5821 interventi
    Ciavazzaro ebbe a dire:
    Una cosa importante secondo la legge americana non ha importanza chi dei due sia l'esecutore materiale, essendo una cospirazione per la legge sono colpevoli ugualmente e quindi riceveranno la stessa identica pena.
    Certo, ma credo sia comunque necessario che si dimostri il preventivo accordo, ossia l'esistenza di un piano, e vengano stabiliti di rispetti ruoli. L'ammissione di colpevolezza in presenza di testimoni può essere sempre oggetto di ritrattazione.
    Continuo a ritenere che in questo in altri casi colombiani la condanna del colpevole in giudizio sia tutt'altro che certa, soprattutto perché non si tratta di poveracci che dovranno accontentarsi della difesa d'ufficio. Gli indizi che incastrano il colpevole dimostrano sempre l'acume del tenente nel coglierli ma in molti casi appaiono troppo deboli per reggere da soli un accusa di omicidio. Sospetto anzi che ne siano consapevoli gli stessi sceneggiatori, che ricorrono in altrettante occasioni all'espediente della confessione per chiudere i conti senza lasciare dubbi sugli esiti.