[3.4] Colombo: Alibi calibro 22*

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Double exposure
Anno: 1973
Genere: giallo (colore)
Note: E' un episodio della serie tv "Colombo". Il simbolo * indica puntata breve.
Numero commenti presenti: 16
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Veloce ma intensa. Fa parte delle puntate brevi (1h e 10’ circa) della rinomata terza serie del Tenente Colombo, ma dalla complessità del caso (scritto da Stephen J. Cannell) si potrebbe quasi associare – quanto a completezza – a quelle da un’ora e mezza. Questo perché non c’è praticamente spazio per alcun momento “privato” del tenente: la moglie viene citata solo fugacemente, non si vedono il cane né la macchina, i dialoghi vertono dall’inizio alla fine sul caso, che vede sospettato uno dei colpevoli “storici” delle prime stagioni di Colombo. Robert Culp, già visto in UNA TRAPPOLA DI COLOMBO (prima serie) e del GIOCO MORTALE...Leggi tutto (seconda), si guadagna il gettone di presenza anche nella terza serie arrivando ad incarnare (insieme a Jack Cassidy e prima che Patrick McGoohan faccia quattro con le serie del “Ritorno”) la quintessenza stessa dell’antagonista di Peter Falk. Quest’ultimo, da par suo, è qui particolarmente simpatico e in vena (impagabile durante l’interrogatorio improvvisato sul campo da golf) dimostrando per l’ennesima volta la sua incredibile simbiosi col personaggio. La storia vede un noto pubblicitario (Culp, per l’appunto) uccidere un suo ricco cliente (Robert Middleton) durante la proiezione – in una sala privata – di un lungo spot nel quale sono stati inseriti furbescamente particolari inserti subliminali. L’alibi sembra a prova di bomba (il colpevole si dice in sala insieme a numerosi testimoni), ma ovviamente non basterà. Ben studiato, diretto da Richard Quine senza spettacolarismi ma senza rimanere troppo sottotono, è un episodio intelligente, gustoso, con un Culp sornione, molto misurato.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zender 26/01/07 20:24 - 282 commenti

I gusti di Zender

Che duello memorabile! Un Robert Culp mai così convinto, irridente, sicuro di sè, se la gioca con un Peter Falk che non lo molla un attimo, che non sbaglia un colpo e segue la sua preda tentando più volte la trappola. La sceneggiatura è ricca di fasi interessanti e funziona come un ingranaggio perfetto. Tra le puntate migliori di sempre, conclusa genialmente e soprattutto... coerentemente!

Puppigallo 26/03/07 09:20 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Un assassino d.o.c (disegnato benissimo dall’attore): arrogante, pieno di sè, con zero scrupoli, ghigno posticcio; tratta Colombo come l’ultimo degli uomini (a volte fatica anche a guardarlo in faccia) anche se, col passare del tempo, si accorge che potrebbe causargli dei problemi. Il tenente compare mangiucchiando stuzzichini (“Avrò 15 dollari di caviale in bocca”). Ritmo costante e dialoghi gustosi. Segnalo: “Dottore!”; mai stato fortunato; delicatezza di un treno in corsa...Da vedere.

G.Godardi 4/07/07 16:17 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Eccezionale puntata "breve" ambientata nell'ambiente della psicologia pubblicitaria e che di converso tocca anche la semiotica. Uno di quegli episodi autoriflessivi cui spesso la serie tratta, ovvero la "macchina" cinema (o televisiva) e tutte le implicazioni ad essa legate. Magistrale duetto di attori che si rincorrono costantemente per tutto il film ribaltandosi continuamente le parti:C olombo stavolta ha trovato davvero un degno avversario. Il finale è avvicente e spettacolare, ma anche altamente forzato. Scritto da Channel, mente di molti TF anni 80.
MEMORABILE: La scena al supermarket: Falk in futuro sarà davvero protagonista di alcuni spot pubblicitari del circuito Coop proprio nei panni di Colombo.

Lovejoy 18/02/08 17:39 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Un altro episodio da ricordare nella saga di Colombo. Merito di una storia ben scritta, con personaggi ben tratteggiati dal validissimo cast. Culp è un sempre incisivo cattivo che duetta alla grande con un Falk sempre in forma smagliante. Alcuni momenti comici sono davvero notevoli.

Ciavazzaro 15/03/08 14:26 - 4764 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Un ottimo Robert Culp interpreta il tipo di assassino che piace di più (quello cinico e spietato) e gli omicidi si sprecano nella breve durata (70 minuti): il colpevole fa fuori ben due persone! Il primo delitto e anche il modo in cui verrà smascherato sono da manuale, il tema musicale di Dick De Benedictis meraviglioso. E pure il cast di contorno è ottimo. Piccolo capolavoro.

Daniela 17/12/08 09:14 - 9534 commenti

I gusti di Daniela

Piacevolissimo episodio, con uno dei migliori antagonisti di sempre e un tema - quello della pubblicità subliminare - particolarmente interessante, soprattutto quando consente a Colombo di mettere in atto una "trappola" ingegnosa e di spiritosa efficacia. Come accade anche in altri episodi, il tenente stressa talmente l'omicida durante le indagini che, tutto sommato, forse l'arresto può essere vissuto come una sorta di liberazione (ed infatti...). Simpatica la spiegazione del perché Colombo crede nell'alibi debolissimo della moglie della vittima.
MEMORABILE: Colombo che prepara le slides da inserire nel filmato.

Markus 2/02/12 14:36 - 3311 commenti

I gusti di Markus

Se ho compreso il significato della cosiddetta pubblicità subliminale, lo devo a questo bell'episodio in cui l'omicida (la “mascella d'acciaio” Robert Culp) è appunto un astuto pubblicitario che sfrutta la sue conoscenze nel campo per macchiarsi di un delitto infame e crearsi - giustamente - un alibi inespugnabile. Altra gran bella puntata godibile dal primo all'ultimo minuto, in cui ci si può anche crogiolarsi nel vedere in azione un assassino incredibilmente altezzoso (vittima delle incessanti domande inquisitorie di Colombo).

Lelio62 3/01/14 13:28 - 6 commenti

I gusti di Lelio62

Un episodio che rappresenta perfettamente la tecnica investigativa di Colombo: entrare nel mondo "culturale" dell'indagato per meglio capirne la psicologia e il modo di agire. Anche stavolta Colombo si documenta al meglio e utilizza le conoscenze acquisite per tendere la trappola. L'assassino se ne rende conto troppo tardi e ne rimane sconvolto. Ottima l'interpretazione di Robert Culp che incarna benissimo la figura dell'antagonista per antonomasia di Colombo (non a caso in ben 3 episodi).

Furetto60 19/04/14 12:21 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Bello! Uno degli episodi migliori che abbina le consuete qualità di Falk nell'interpretare il suo subdolo tenente a una trama solida anche dal punto di vista logico. Protagonista dell'episodio è la scienza della comunicazione che, pur fornendo nozioni minime, fornisce quel qualcosa in più fino a risultare decisiva. Valida anche la prova di Culp.
MEMORABILE: L'inguardabile giubotto giallo del Dr. Cable; Sig. Cable, dottore prego...

Ultimo 16/01/15 16:08 - 1371 commenti

I gusti di Ultimo

Episodio di un'ora e dieci ben strutturato che ancora una volta deve il suo successo alla perfetta sintonia tra Colombo e l'assassino, un pubblicitario (interpretato da Robert Culp) spietato, cinico e furbo. Ottima la trovata dei "messaggi subliminali", tematica ancora attuale. Grande episodio con un eccellente finale.

Vesco 14/02/15 19:09 - 42 commenti

I gusti di Vesco

Ottimo episodio, seppur poco divertente, inserito nell'innovativo (e sempre attuale) mondo dei messaggi subliminali. Culp si conferma un antagonista perfetto, alle prese con un Falk in ottima forma e con un operatore ricattatore ben riuscito. Sceneggiatura piena e molto fluida, discreto tema musicale e una indagine poliziesca niente male. Il primo omicidio (con annesso alibi) e la prova finale di Colombo sono una genialata, pur se forzate nella loro perfetta esecuzione. Il tutto è ben diretto e inserito in soli 70 minuti di proiezione.

Gordon 15/03/15 09:49 - 170 commenti

I gusti di Gordon

Un altro ottimo episodio. Robert Culp si dimostra (come di consueto) un perfetto assassino: cinico e odioso, in questo episodio (nonostante la breve durata) uccide addirittura due persone. L'indagine e la parte gialla sono buone e Colombo si dimostra molto in forma (la scena col caviale...), il che arricchisce l'insieme. Come già accaduto nei due episodi precedenti con Culp si ride poco ed è un peccato. Il finale, nonostante sia un trappolone, è convincente. Bello il personaggio del ricattatore.

Lythops 18/05/15 14:39 - 975 commenti

I gusti di Lythops

Robert Culp è qui per la terza volta e riesce a interpretare magnificamente un nuovo personaggio assumendo altre fattezze. Il film è perfetto per tempi e sviluppo, ma contiene un grossolano errore di fondo: è infatti impossibile inserire una diapositiva in un film a 35 mm per il semplice fatto che il fotogramma del film ha 4 perforazioni e la diapositiva non solo ne ha 8, ma viene letta pure orizzontalmente. Inoltre l'inserimento di un fotogramma estraneo, a 24fps, verrebbe inevitabilmente notato da chiunque. Molto bello nonostante, è fiction!

Ira72 22/04/17 15:30 - 953 commenti

I gusti di Ira72

Eppure anche l'assassino, dal self control impeccabile, glaciale e cinico, ha il suo tallone d'Achille e il perspicace Colombo non tarda molto a capirlo: l'adulazione. Da megalomane qual è, con un ego che fa Provincia, appena gli si fa notare quanto sia eccelso nel suo campo, cambia radicalmente espressione, quasi gigioneggia e cede un po'. E quanto ci tiene, poi, al suo appellativo di Dottore (guai a chiamarlo, semplicemente, signor Culp, perché "non sono come quasi tutti Tenente!"). Splendido duetto e trama ben congegnata con dialoghi interessanti.
MEMORABILE: Culp con la futura prima vittima che poi ucciderà: "Ha la vocazione del martire? ma bisogna morire per diventare martiri!"

Didda23 8/01/18 11:50 - 2288 commenti

I gusti di Didda23

Ennesimo strepitoso episodio della terza stagione. C'è tutto ciò che ha reso grande la serie: un bellissimo e geniale pre-Colombo con una costruzione del delitto mirabile (soprattutto per l'arma), uno scontro tenente/antagonista (interpretato magistralmente da Culp) che riserva momenti di somma soddisfazione e dialoghi serrati e interessanti, un trappolone (forse il migliore in assoluto) coerente e inaspettato. Colombo è perfetto nel tenere testa all'intelligenza dell'assassino mischiando sapientemente adulazione a tenacia. Straordinario.
MEMORABILE: Il trucco del proiezionista per capire quando cambiare rullo; Le scene al supermercato; Al campo da golf; La trappola.

Xamini 18/06/20 19:41 - 1021 commenti

I gusti di Xamini

Decisamente uno dei migliori episodi, sinora. Robert Culp disegna un personaggio elegante, altezzoso (ci tiene a essere appellato come dottore), arguto e duetta magnificamente con Colombo, in particolare dal momento in cui gli fa scoprire le carte e inizia a giocare a viso aperto mettendolo alle corde, per tacere della fase finale, con un lungo confronto sul campo da golf. Deve arrendersi su un dettaglio e lo fa con stile, riconoscendo il valore dell'avversario. A dispetto dell'esigua quantità di gag e della durata relativamente ridotta, un episodio davvero notevole.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 19/02/08 14:23
    Scrivano - 5604 interventi
    Un particolare che fa in modo di ricostruire temporalmente le puntate di Colombo: in questo episodio Colombo parla del "caso Hayward" (quindi di Candidato per il crimine) come di un caso ancora in corso. Ecco le sue parole: "Sto lavorando ancora al caso Hayward" (detto a un poliziotto pochi minuti dopo essere entrato in scena). Povero Colombo... due casi nello stesso momento!
  • Homevideo Ciavazzaro • 22/04/09 14:37
    Scrivano - 5604 interventi
    La versione trasmessa su foxcrime presenta i titoli di testa in inglese.
    Purtroppo a partire dalla quarta stagione fox ha presentato gli episodi con i titoli di testa in italiano..
    Anche i dvd presentano purtroppo i titoli di testa in italiano,e hanno presentato i titoli orginali di testa solo per le prime 2 stagioni un vero peccato...
  • Curiosità Ciavazzaro • 13/09/09 12:43
    Scrivano - 5604 interventi
    Scheda di doppiaggio

    Massimo Foschi: Robert Culp
    Benita Martini: Louise Latham
    Giancarlo Giannini: Chuck McCann
  • Curiosità Noncha17 • 2/06/16 17:57
    Magazziniere - 1073 interventi
    Ecco cosa proietta, quella sera, Roger (Chuck McCann). Si tratta di Lo straniero senza nome (1973), in orginale appunto "High Plains Drifter":