[3.3] Colombo: Candidato per il crimine

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Candidate for the crime
Anno: 1973
Genere: giallo (colore)
Note: Aka "Candidato al crimine". E' un episodio della serie tv "Colombo".
Numero commenti presenti: 22
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Generalmente sottostimata, CANDIDATE FOR THE CRIME va annoverata tra le puntate più impeccabili di sempre. Tratta da una storia di Larry Cohen (e sceneggiata benissimo da Roland Kibber e Dean Hargrove) fornisce un esempio perfetto della complessità che si nasconde dietro i migliori episodi di questa ecellente serie: gli indizi spuntano ovunque, alcuni spiazzando decisamente il colpevole (Jackie Cooper, che in molti riconosceranno per averlo visto onnipresente nella saga del SUPERMAN con Christopher Reeve), un candidato senatore che per coprire l’omicidio del suo braccio destro (Ken Swofford) opera uno scambio di giacca per fingere d’essere stato lui il vero obiettivo. Piace soprattutto...Leggi tutto la gran varietà di personaggi secondari che affollano la scena, ognuno ben descritto a cominciare dal bravo Vito Scotti (doppiato non per nulla da Oreste Lionello) il quale, nella parte del sarto, ricompare subito dopo aver interpretato il ruolo del maitre in L’UOMO DELL’ANNO. Peter Falk è spesso meno brillante del consueto ma sa comunque dare al suo tenente la convinzione necessaria per farlo apparire simpatico e profondamente umano. Il risultato insomma è una puntata splendida, diretta molto bene da Boris Sagal (1975: OCCHI BIANCHI SUL PIANETA TERRA), valorizzata da molte scene “di massa” e da un gran numero di esterni. Brave la moglie (Joanne Linville), la segretaria (Tisha Sterling), indispensabili i poliziotti stradali, il meccanico e il dentista italiano ossessionato dalla mafia. E’ una delle puntate più lunghe (si raggiunge l’ora e trentacinque) ma ogni minuto è sfruttato al meglio. Il finale non sarà il massimo per un’incriminazione completa, ma funzionare funziona.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zender 28/02/07 08:48 - 278 commenti

I gusti di Zender

Tra le tante puntate "lunghe" della serie non è tra le più ricordate dai fan. Probabilmente perché mancano quasi del tutto (se si esclude una bella scena dal sarto Vito Scotti) quei brevi momenti umoristici che costituiscono spesso il sale dei migliori episodi. Questo però avviene per lasciare più spazio alle indagini, il cui sviluppo appare impeccabile concludendosi con un finale degnissimo. Inoltre, grazie anche a una vaga somiglianza tra Cooper e Kennedy, l'atmosfera elettorale si respira tutta.

Puppigallo 20/06/07 19:11 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

A volte i “burattini” si ribellano e le conseguenze possono essere letali. Funziona quasi alla perfezione questo memorabile episodio, come un orologio Svizzero (non certo quello che sfascia l’assassino). Colombo dal dentista è fantastico, ma a parte questo, è l’indagine a essere tutta da gustare, dalla prima all’ultima deduzione. L’assassino è un marpione; il classico politico dal sorriso posticcio (bravo l’attore). Unico, piccolo neo, le beghe del politico con moglie e amante (ma durano poco). Gran finale. Quasi perfetto e da stravedere!
MEMORABILE: Colombo: "Sono della polizia". Il meccanico: "E' sotto mentite spoglie?". Risposta: "No, sono sottopagato".

G.Godardi 17/07/07 19:41 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Buona puntata ma non riuscitissima. Forse avrebbe avuto più successo contratta nella misura standard di 70 minuti. Invece questo episodio lungo (ben 95 minuti) si ricorda più per la goffaggine spudoratamente esibita di Colombo (come quando va dal sarto per la giacca nuova o quando si riduce a pagare l'ennnesima riparizione dell'auto con una cambiale) che per il plot giallo in sè. Da notare che Colombo appare brevemente sin dalla prima inquadratura (si scoprirà essere una registrazione tv, il che la dice lunga sui corto circuiti semiotici della serie...)
MEMORABILE: "Ma non ha un'altra auto?" "Si ce l'ho, ma quella è messa male, la teniamo solo per gli spostamenti..."

Lovejoy 19/02/08 20:26 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Grande episodio dove Falk fa sfoggio di tutto il suo talento regalando una prova a dir poco magistrale. Gli tiene efficacemente testa un altrettanto eccellente Jackie Cooper. Sceneggiatura di ferro, regia da manuale di Sagal che conferisce all'episodio il giusto ritmo. Brevi sprazzi di comicità con alcune battute fulminanti. Divertente.

Mfisk 7/10/07 23:20 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Uno splendido episodio che vede Colombo assoluto protagonista: gigioneggia continuamente con la camera e fantozzeggia più del solito con il potente sospetto, costruendogli intanto intorno la sua rete. Molti i duetti memorabili: con Vito Scotti, qui sarto di lusso, col dentista italiano e con gli agenti della stradale. Solida la trama gialla e agile la regia; resta però in secondo piano Jackie Cooper, l'indiziato, che francamente fatichiamo a ritenere credibile come candidato al Senato e non ci sembra entrare fino in fondo nella parte.

Ciavazzaro 13/02/08 16:26 - 4759 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Bellissimo. Uno dei Colombo con trama gialla più curata ed interessante, con un grandioso Jackie Cooper. Tensione che cresce man mano che l'episodio procede, con Colombo che tende una rete sempre più fissa contro l'omicida (il quale però da buon politico si dimostra molto intelligente). Tesissimo il finale sottolineato dalle musiche di Dick De Benedictis. Da vedere senza dubbio.
MEMORABILE: Il finale.

B. Legnani 15/11/08 18:53 - 4693 commenti

I gusti di B. Legnani

Notevole episodio, merito anche di un ottimo antagonista di Peter Falk, che dà ampio spessore al personaggio (con amante, come da regolamento) e di alcuni quadretti (il sarto) che alzano la media. Lode ai traduttori per la battuta migliore che io ricordi dell'intera serie (Colombo: "Sono della polizia". Meccanico: "Sotto mentite spoglie?". Colombo: "No, sottopagato"). In inglese è uguale.

Daniela 9/12/08 12:12 - 9226 commenti

I gusti di Daniela

Pur essendo valido per la trama e anche per la regia che riesce a orchestrare un numero di personaggi e ambienti maggiore del solito, non si ritaglia un posto fra i migliori episodi della serie, probabilmente per la scarsa personalità dell'antagonista, non sufficientemente caratterizzato - nonostante il suo carattere di uomo potente ed ambizioso - interpretato da un Jackie Cooper un poco anomimo.

Ale nkf 4/05/09 20:39 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Uno tra i migliori episodi di tutta la serie. Funziona impeccabilmente dall'inizio alla fine, anche se nonostante le varie prove raccolte si arrivi alla fine con un errore del candidato senatore Jackie Cooper che Colombo sa di certo sfruttare al meglio. E' anche una delle puntate più lunghe (raggiunge la durata di 95 minuti, usati nel migliore dei modi).

Markus 15/05/09 13:43 - 3258 commenti

I gusti di Markus

Gran bell'episodio questo! Il nostro Tenente è stavolta alle prese con un intricato omicidio commesso da uno sprezzante candidato senatore della California (l’ex bambino prodigio hollywoodiano Jackie Cooper). Un bel ritmo sostiene il film. Nutro un po’ di dubbi sulla risoluzione del caso che, a mio avviso, prova qualcosa riguardo a una certa simulazione, ma non che il candidato senatore ha tentato di commettere l'omicidio su cui verte la puntata...

Qed 28/03/10 23:07 - 54 commenti

I gusti di Qed

Lungi dall'essere eccelso, questo pur rimarchevole episodio può contare su una sceneggiatura impeccabile e su uno dei finali più efficaci di tutta la serie. La solida trama consente di proporre fulgidamente il modus operandi di Colombo, con le piccole storture che escono pian piano; trama che però si appoggia ad un assassino a dir poco penoso (per nulla credibile come politico), perennemente insicuro, che spegne un po' Falk. Il ritmo a volte si allenta, le perle comiche (poche ma buone) fanno il possibile.
MEMORABILE: Il Duca in Rigoletto, il dentista italiano e la mafia; "È sotto mentite spoglie?"; "Ma non ha un'altra auto?".

Didda23 17/03/13 23:30 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Straordinaria puntata nella quale il ritmo non cede nemmeno per un secondo per merito di una sontuosa sceneggiatura che costruisce un alibi sensazionale e in aggiunta non è avara di perle comiche preziosissime. L'antagonista, un simil Little Tony, recita magnificamente il ruolo tutto sorrisi e promesse. Colombo è geniale nel risolvere la vicenda, analizzando quei particolari che sfuggirebbero all'uomo comune. Il finale è talmente serrato che sembra persino troppo svelto. Indelebile.

Furetto60 27/01/14 07:45 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Il colpevole è un candidato al Senato che riesce subito antipatico, ipocrita al massimo grado e anche poco furbo; infatti il nostro tenente in fondo non fa altro che alzare la rete tirando su il pesce pasticcione. Da notare che i famosi ripensamenti, gli “ah, ancora una cosa” hanno qui un’eccezione notevole: uno spassoso ripensamento quadruplo! Così come godibili le gag su auto e impermeabile: Colombo precisa che gli vanno ancora bene così. Finisce come finisce in America, col politico arrestato. Da noi sarebbe eletto...
MEMORABILE: Le riparazioni auto, 65 dollari, pagate con le cambiali!

Tony 29/03/14 12:26 - 11 commenti

I gusti di Tony

Personalmente ritengo questo episodio il più significativo per quanto riguarda l'indagine di Colombo, data l'enorme mole di indizi raccolti contro il colpevole ottimamente interpretato dall'ex bambino prodigio Jackie Cooper, il quale fin da subito capisce che Colombo gli creerà problemi (si veda l' espressione dopo il colloquio avuto nel suo ufficio con Colombo all' inizio). Non deludono i personaggi secondari né mancano le gag (vedi Colombo che va dal sarto o dal meccanico).
MEMORABILE: Colombo che nell' ufficio dello staff elettorale del colpevole si sofferma sulla dinamica dell' omicidio, Colombo costretto a firmare una cambiale

Ultimo 26/01/15 17:32 - 1348 commenti

I gusti di Ultimo

Episodio stra-consigliato agli amanti della serie e non, per la perfetta sceneggiatura e il ritmo dinamico. Colombo ha a che fare con un candidato senatore che uccide il suo braccio destro; sin dall'inizio gli si appiccica come non mai, rendendo l'episodio ancor più coinvolgente. Segnalo che durante la puntata si trovano indizi disseminati ovunque e, forse, il finale (che arriva dopo circa 95 minuti) non dà pieno merito a una delle indagini più meticolose del tenente, che merita comunque il massimo dei voti.
MEMORABILE: Colombo dal dentista; Il sarto; Il posto di blocco.

Vesco 15/02/15 20:55 - 42 commenti

I gusti di Vesco

L'episodio, nella sua lunga durata, equilibra discretamente le varie componenti che caratterizzano la serie di Colombo, senza demeritare ma anche senza eccellere. La notevole sceneggiatura approfondisce indimenticabili e strutturate gag divertenti ed esibisce una notevole presenza di personaggi, discretamente riusciti. L'assassinio e l'indagine poliziesca sono a luci e ombre mentre il finale è impeccabile e soddisfacente, con un Colombo più che sufficientemente in forma che spiazza un Cooper più riuscito come candidato politico che come assassino.

Gordon 14/03/15 18:17 - 166 commenti

I gusti di Gordon

Un episodio stupendo, quasi perfetto. Jackie Cooper si dimostra un ottimo assassino: cattivo e odioso senza mai strafare, cerca di sviare il più possibile le indagini colombiane. La storia in sé è buona e la trama gialla ottima (anche se l'omicidio è imperfetto), ricca di indizi e deduzioni da parte di un Colombo decisamente in forma. Molto buona anche la regia di Boris Sagal, che tiene sempre viva l'attenzione. Ci sono un po' di gag e la soluzione finale è buona e ricercata. Gioiellino.
MEMORABILE: Meccanico: "E' sotto mentite spoglie?" e Colombo "No, sottopagato!; "Tenente, ma non ce l'ha un'altra auto?"

Lythops 1/06/15 21:16 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Irritante e stolto politico, magistralmente interpretato da Jackie Cooper, fa fuori il proprio consigliere, ma sbaglia i tempi e si fida troppo di una "segretaria" emotiva e incapace di mentire. Colombo sguazza nel caso come un topo nel formaggio. Ottimo episodio, diretto con giusta ironia e l'impiego di caratteristi di spessore. Apprezzabili fotografia e commento musicale.
MEMORABILE: Il dialogo con il sarto per la giacca e le espressioni del suo assistente valgono da soli la visione.

P_falco 21/07/16 10:35 - 28 commenti

I gusti di P_falco

L'episodio più lungo dell'intera serie è anche tra i migliori in assoluto: una sceneggiatura eccellente, ricchissima di indizi convincenti, duelli tenente/assassino ottimi, un cast di comprimari (qui davvero molti) ben delineati e di spessore psicologico forte. Insomma, tutti gli ingredienti per dare vita a una puntata che ha forse solo un piccolissimo punto debole: un finale che poteva essere meno "fortunoso" e, dato il numero di indizi raccolti, più costruito sulla logica. Ma a un episodio tanto eccellente si perdona anche il finale non stellare!
MEMORABILE: Colombo arriva sulla scena del crimine, e, saltellando qua e là, non presta minima attenzione al suo superiore, ma capisce che nulla è come sembra...

Ira72 21/04/17 17:25 - 920 commenti

I gusti di Ira72

Un vero duello di intelligenza e astuzia, quello che si combatte tra il candidato senatore e l'onnipresente tenente. Jackie Cooper incarna il politico classico, attualissimo: sorriso stampato in volto - qualunquecosaaccada -, strette di mano come non ci fosse un domani, facciata familiare perfetta (con amante sotto alla scrivania), frasi rassicuranti a profusione e abiti su misura. Il povero Colombo sgualcito fa quel che può, recandosi persino dal suo sarto, più per carpire informazioni che per altro, come sempre. Bello anche il finale.

Lsdjboni 14/06/19 02:43 - 7 commenti

I gusti di Lsdjboni

Ottimo episodio con un antagonista che pur studiando quasi ogni minimo dettaglio cade di fronte alle capacità del nostro amato tenente. Vi sono molti riferimenti al marcio della politica. Come sempre Colombo mira deciso verso la sua preda e non molla. L'applauso che compie verso l'omicida felice delle proiezioni elettorali positive è epico, cinico e spietato. Ottimo ritmo, bella regia.

Xamini 17/06/20 23:57 - 1000 commenti

I gusti di Xamini

Puntata parecchio lunga e gustosa, in cui l'assassino è una formidabile faccia da schiaffi prestato alla politica, dal sorriso e mascella molto americani e dalla morale assai discutibile. Nel gironzolargli attorno, Colombo ha tempo e modo di affrontare varie gag: dal dentista, passando per il meccanico, il sarto o la polizia stradale, anche se Peter Falk appare un filo meno brillante del solito. Su una durata del genere mi sarei aspettato tuttavia un finale più articolato, in cui tutti gli indizi trovassero un punto di incontro, invece, pur con eleganza scenica, riesce a essere sbrigativo.
MEMORABILE: Colombo: "Sono della polizia". Meccanico: "È sotto mentite spoglie?". Colombo: "No, sono sottopagato".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Ciavazzaro • 15/10/09 20:40
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Scheda di doppiaggio

    Marcello Tusco: Jackie Cooper
    Oreste Lionello: Vito Scotti
    Ultima modifica: 2/03/15 20:19 da Zender
  • Discussione Ciavazzaro • 14/04/14 22:53
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Una piccola chicca che ho trovato sul tubo,la versione giapponese di colombo (solo audio) del mitico finale di questo grande episodio:
    https://www.youtube.com/watch?v=GQxuKD9o5sU
  • Curiosità Nemesi • 28/11/16 09:49
    Disoccupato - 1524 interventi
    Ecco com'è in originale il famoso gioco di parole tra il meccanico e il tenente (il nostro doppiaggio ne conserva al meglio il senso).

    Colombo: "Sono della polizia".
    Meccanico: "Sotto mentite spoglie?".
    Colombo: "No, sottopagato".


    In originale:

    Colombo: "I'm from the police. Lieutenant Colombo".
    Meccanico: "What are you undercover or something?".
    Colombo: "No, I'm underpaid".


  • Discussione B. Legnani • 28/11/16 12:51
    Consigliere - 13720 interventi
    Nemesi ebbe a dire:
    Per Buono Legnani: circa la curiosità di sapere com'è in inglese il dialogo tra il meccanico e il tenente.

    Colombo: "Sono della polizia".
    Meccanico: "Sotto mentite spoglie?".
    Colombo: "No, sottopagato".

    È identico.

    Colombo: "I'm from the police. Lieutenant Colombo".
    Meccanico: "What are you undercover or something?".
    Colombo: "No, I'm underpaid".


    Ottimo!
    Grazie!
    ps forse anche in italiano dice "o qualcosa del genere?".
    Ultima modifica: 28/11/16 12:53 da B. Legnani
  • Discussione Nemesi • 28/11/16 17:32
    Disoccupato - 1524 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:


    Ottimo!
    Grazie!
    ps forse anche in italiano dice "o qualcosa del genere?".


    No, il dialogo italiano è esattamente quello sopracitato.