30 giorni di buio

Media utenti
Titolo originale: 30 Days of Night
Anno: 2007
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Trenta giorni al buio"
Numero commenti presenti: 36

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/02/08 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

G.Godardi 17/02/08 15:32 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Horror di notevole fattura con una buona cura della confezione e una sceneggiatura ben studiata, carpenteriano nelle ambientazioni e personaggi (La Cosa, Distretto 13, Fantasmi da Marte) ma totalmente romeriano nella sinossi (Zombi), di cui le creature vampiresco-zombesco rappresentano la fusione tra i due stili. È un horror adulto che si prende tutto il suo tempo prima di esplodere con lo splatter puro. Ritmo abbastanza lento, pregio che può divenire anche il proprio limite: parecchi tempi morti, il film decolla quando ormai si stanno tirando le somme.
MEMORABILE: La decapitazione con l'accetta.

Puppigallo 9/02/08 10:16 - 4485 commenti

I gusti di Puppigallo

Più che vampiri, questi sembrano lupi famelici pronti a sbranare gli abitanti di una sperduta cittadina dell'Alaska. Le caratterizzazioni dei personaggi sono appena potabili; e mentre il protagonista se la cavicchia, la ragazza è piuttosto forzata e fasulla. L'ambientazione ricorda molto La cosa, ma la suspence non è lontanamente paragonabile. Qualche buon effetto splatter e una narrazione abbastanza lineare tengono la pellicola sulla linea di galleggiamento, ma ciò non toglie che questi vampiri (capo compreso) aggiungano ben poco di nuovo. Pellicola vedibile, se non si hanno troppe pretese.
MEMORABILE: La ragazza, terrorizzata, davanti al capo vampiro: "Oh mio Dio!". Lui guarda su, a destra e a sinistra e poi le risponde: "No Dio".

Stubby 14/02/08 20:51 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Visto ieri sera: ne sono rimasto entusiasta. Uno dei migliori horror che abbia mai visto! Un ritmo frenetico e incalzante, una bella storia, super violentissimo, finale stupendo, ottime sequenze in alcuni casi strepitose (e il fumetto non l'ho mai letto)! Bellissimi i vampiri: i loro occhi e il loro colorito mi ricordano un po' i Supplizianti di Hellraiser. Mi è piaciuto tutto: per me non ha difetti; se devo dirne solo uno è la barba del protagonista, che in trenta giorni non cresce mai. Consigliato!
MEMORABILE: Uno dei tre operai sparito/rapito da sotto il naso dei suoi due colleghi.

Redeyes 18/02/08 17:27 - 2127 commenti

I gusti di Redeyes

David Slade lo avevo stra-apprezzato in Hard candy, qui non mi ha entusiasmato appieno. Il film si guarda abbastanza bene, anche se sulla durata si potrebbe discutere (1h 55m sono troppi!) Non conosco il fumetto, ma dal film si carpiscono un buon numero di deja-vù da altre pellicole (La cosa, Dracula...) La fotografia non mi è dispiaciuta ed anche la regia non è male. Finale in crescendo ed anzi vera nota positiva, anche se bagnata di ostentato romanticismo! Hartnett nient'affatto male. Guardabile.

Galbo 21/02/08 07:07 - 11309 commenti

I gusti di Galbo

Ottimo esempio di intrattenimento di buon livello, 30 giorni di buio utilizza molti dei clichè dei film del genere horror con vampiri ma lo fa decisamente bene, proponendo una pellicola che mantiene per tutta la sua durata un alto livello di tensione. Decisamente azzeccata e suggestiva l'ambientazione in una piccola comunità isolata che vive 30 giorni di buio consecutivi; discreto il cast, sufficentemente raccapriccianti i "cattivi". Godibile.

Lele Emo 28/02/08 10:08 - 173 commenti

I gusti di Lele Emo

Film horror senza lode e senza infamia. Caratteristici i vampiri che risultano affascinanti grazie ad un trucco davvero eccezionale. Complessivamente però troppo lungo, con a mio avviso molti "vuoti" che lo rendono un po' "barboso" in alcuni passaggi. La tensione è abbastanza alta soprattutto inizialmente, prima che i vampiri siano "rivelati", poi durante lo svolgimento si familiarizza e l'effetto decresce notevolmente. Finale che distrugge ogni tentativo precedentemente intrapreso. Globalmente appena discreto.

Hackett 18/05/08 13:44 - 1719 commenti

I gusti di Hackett

Film bello a metà. Se da un lato si deve riconoscere il ritmo e la suggestione della pellicola, aiutata anche dall'ambientazione desolante, dall'altro questi vampiri anonimi e urlanti spaventano solo quando si muovono futrivi e veloci nella notte. Quando invece si guardano inebetiti e urlano come alieni dei vecchi film sono insopportabili e fastidiosi. Abbastanza trascurabile la ministoria rosa tra i protagonisti, resta da notare uno splendido finale, coraggioso e visivamente memorabile.

Cotola 1/06/08 23:20 - 7402 commenti

I gusti di Cotola

Discreto horror il cui merito principale è quello di creare una bella tensione e di trovare una storia che, pur non essendo particolarmente originale, riesce a divertire ed intrattenere. Il finale, forse, potrebbe far storcere il naso a qualcuno ma in fondo funziona e non è troppo edulcorato. Il regista dimostra di poter fare bene. Speriamo che in futuro possa crescere.

Flazich 22/06/08 16:11 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Molto belle le ambientazioni fredde e buie dell'Alaska, in un paesino di pochissime anime al limite del mondo dove per un intero mese non c'è il sole. Ottimo escamotasce per eliminare uno dei vincoli maggiori posti dalla bibliografia vampiresca. Trasposizione dell'omonima graphic Novel, "30 giorni di buio" è un buon horror, ben recitato e con un'ottima fotografia. Purtroppo alcune parti non sono state ben approfondite ma la pellicola è tra le migliori prodotte recentemente sul tema dei vampiri.
MEMORABILE: La scena dell'accettata: secondo me la migliore della fimografia mondiale.

Straffuori 25/06/08 01:26 - 170 commenti

I gusti di Straffuori

Molto, molto, molto bello. Dai personaggi alle location ai cattivi davvero ben realizzati e profondamente inquietanti (il capo poi è da urlo). Storia coinvolgente e tensione sempre su livelli alti. Parecchio gore e dettagli splatter. Non dà spazio a inutilità. Cupezza e tristezza. Dopo tante cavolate un bell'horror come si deve. Promosso in toto, a mio parere.

Scarlett 7/07/08 01:11 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Personalmente l'ho trovato molto povero di suspence. Lasciato il merito a qualche scena degna di nota, per il resto ho assistito ad una pellicola che lascia in bocca quel sapore di già visto, già sentito. La caratterizzazione dei personaggi è appena sufficiente, diciamo che solo il finale ad effetto mi strappa un discreto consenso.

Almayer 24/09/08 08:28 - 169 commenti

I gusti di Almayer

Gran bella sorpresa. David Slade, regista di Hard Candy, crea un bel film di vampiri con evidenti richiami a Carpenter (per The Thing & Precint 13th basti la scena dei cani iniziale). Ottimo il cast (Josh Hartnett fa finalmente una bella figura), ottime le atmosfere e notevole la fotografia. Mi ha veramente divertito, era da un po' che non si vedeva qualcosa di simile. Il miglior vamipiresco da Near Dark.

Undying 9/12/08 20:35 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Raimi e la Ghost House Pictures: ovvero garanzia di capitali sprecati. Prendete un bel gruzzolo di soldoni, tanti bravi attori e ottimi scenografi. Un direttore della fotografia da Oscar ed un regista talentuoso. Ecco come nasce 30 Giorni di Buio. I soliti vampiri, che stavolta dovrebbero fare paura (ma dove? A chi? Per favore!). Non si sa perché, ma qualcuno introduce in Alaska (la cui ambientazione artica è plagiata da La Cosa) una stirpe che pareva essere estinta. Sono vampiri (geniale novità) con grandi pupille nere e unghiaccie feline. Massacro in salsa splatter inevitabile. Accecato.

Onion1973 4/01/09 16:09 - 154 commenti

I gusti di Onion1973

Un film dell'orrore fatto come si deve. Originale nell'ambientazione, per quanto possibile visto che tratta di vampiri (ricorda "La cosa" di Carpenter). La storia: un gruppo di vampiri assedia una cittadina dell'Alaska isolata dal ghiaccio. Lo sviluppo progressivo della tensione c'è, il senso di sentirsi braccati e senza speranza pure. I vampiri sono finalmente cattivi e spietati come si deve e lo splatter sulla neve candida fa il suo effetto. Hartnett è un bello che sa recitare con dignità (diversamente da altri). Il finale agrodolce non nuoce.

Enzus79 21/02/09 10:30 - 1734 commenti

I gusti di Enzus79

Buona idea. Peccato non abbia avuto una realizzazione adeguata sullo schermo. Questo "30 giorni di buio" ricorda Storm of the century di King e La cosa di Carpenter ma purtroppo non ne ha gli stessi ritmi (soprattutto del secondo). Troppo lento. Le scene splatter non mancano, ma non fanno fare il salto di qualità al film. Preferisco l'Hartnett di Slevin.

MAOraNza 16/02/09 20:09 - 188 commenti

I gusti di MAOraNza

Non conosco il fumetto originale, ma David Slade ha messo in piedi un horror solido dedicando anche qualche strizzatina d'occhio agli slasher più efferati. Josh Hartnett si rivela un attore a tutto tondo e la pellicola in generale è più che discreta grazie a una ambientazione che già di suo sarebbe angosciante (con, anche involontarie, citazioni de La Cosa), persino senza i vampiri. Niente di originale, per carità, eppure la tensione si palpa dall'inizio alla fine con un'esplosione finale eclatante. Decisamente non male.
MEMORABILE: Il crescendo fino al massacro degli abitanti del villaggio, con carrellata inesorabile dall'alto.

Blutarsky 22/02/09 17:05 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

l'idea della città innevata assediata dai vampiri è suggestiva, peccato che il film deluda sul versante della costruzione della tensione. Qualcosa non torna nel montaggio e nell'ultima mezz'ora la logica va a farsi benedire, inoltre i personaggi hanno caratterizzazioni anonime e non bastano ettolitri di sangue per risollevare le sorti del film. Un paio di scene lasciano il segno (la panoramica a volo d'uccello sul massacro e l'incipit), ma l'impressione è quella di un'occasione sprecata, dati il soggetto e il regista a disposizione.

Rickblaine 21/02/09 12:25 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Deludente horror film sui vampiri. Scopiazzato e un po' troppo mieloso. Anche se gli attori si cimentano seriamente nelle loro parti, non si riesce a terrorizzare lo spettatore se non con volti dei vampiri con il sangue alla bocca. Josh Hartnett, anche se discreto attore, ricorda un po' il personaggio di Mccready che Kurt Russell interpretà in La cosa. Lì però c'era un contorno molto più serio.

Brainiac 22/02/09 12:00 - 1082 commenti

I gusti di Brainiac

Può un'elegante confezione digitale salvare un film che subito dopo essere stato visto svanisce nella mente dello spettatore come un file dopo il comando "svuota-cestino"? No, per me no. Non basta impacchettare una sceneggiatura debole con la fotografia dark, con litri di sangue (che pure si apprezzano). Eppure, nonostante l'inconsistenza, un film che si lascia vedere, che in parte diverte e che proprio in virtù di questi fatti non si preclude una seconda visione, nella speranza che questa volta qualcosa di memorabile possa restare salvato.

Capannelle 9/07/09 14:56 - 3688 commenti

I gusti di Capannelle

Abbiamo una buona confezione visiva che esalta il (direi bergmaniano) contrasto tra sangue e neve (vedi la panoramica dall'alto) e la montante tensione della prima parte. Peccato che ci si incagli, su quella tensione, e non si sappia poi ricavarne qualcosa di più arioso. Discreti gli attori, specialmente la figura del capo vampiri, cattivo e ironico al punto giusto. Lo slasher è ben orchestrato ma è tutto sommato eccessivo e perde efficacia strada facendo.

Belfagor 18/02/10 12:38 - 2620 commenti

I gusti di Belfagor

Davvero una bella confezione per un horror che, sfortunatamente, non ha un contenuto memorabile. I vampiri, ad esempio, potrebbero anche essere degli zombie o dei lupi mannari, vista la loro caratterizzazione superficiale (anche se Huston è davvero bravo nella parte del capo); quanto agli umani, è difficile empatizzare con loro, visto il ritmo del massacro. Mira a far paura e ci riesce abbastanza. Adatto ad una visione serale a luci spente con gli amici.

Rebis 13/05/10 20:23 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

I vampiri di Slade sono i più crudeli e spaventosi visti al cinema negli ultimi anni. Le suggestioni d'ambiente (i ghiacci) e immaginifiche (la nave) mozzano il fiato, e il clima è di quelli plumbei e insolubili. Ma i pregi trovano limiti strutturali su cui arenarsi: il tratteggio degli abitanti oriundi, inizialmente affascinante, genera uno stuolo di personaggini; i raccordi tra le varie sequenze d'azione mirano alla sintesi ma producono solo confusione; la scansione temporale è approssimativa e il finale troppo esplicito. Il Graphic Novel è più essenziale, ma la sostanza non cambia.

Buiomega71 19/12/10 13:26 - 2211 commenti

I gusti di Buiomega71

Crudele e feroce, tetragono e angosciante. Per me uno dei migliori horror dell'ultimo decennio. Più che vampiri, parlerei di belve feroci. Ci ho visto un inquietante metafora: gli "extracomunitari" che invadono un territorio che non è il loro e i feroci attacchi li ho visti come degli "stupri" e razzie. Oppure i nativi americani che sono "tornati" a riprendersi ciò che era loro. La carrellatta dall'alto, durante il massacro, è un gran pezzo di cinema. Emblematica la "nave fantasma" a inizio film, veramente terrificante. Caldamente consigliato.
MEMORABILE: La bambina vampiro nel market; la ragazza usata come esca dai vampiri.

Pinhead80 25/05/10 11:20 - 3826 commenti

I gusti di Pinhead80

Ennesimo film sul mito vampiresco, che come novità propone un'inedita location, ovvero l'Alaska (l'ambientazione sembra più quella di La cosa). Durante un mese di oscurità strane creature seminano la morte in un paesino dimenticato da Dio. Francamente convince a metà, in quanto ci sono alcune forzature registiche e non sempre gli attori sono all'altezza della situazione. Di positivo c'è però da segnalare un'ottima suspence che aleggia su tutta la pellicola.

Greymouser 2/07/10 19:10 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Il regista dell'ottimo e coraggioso Hard candy ci prova sul tema vampirico, e ne esce - inevitabilmente - un prodotto più convenzionale e derivativo. Tuttavia è giusto segnalare anche i meriti del film, consistenti in una buona sceneggiatura, e soprattutto in una felice scelta delle ambientazioni, che perlomeno regalano - rispetto al genere - qualche prospettiva di originalità e suggestione. Non male.

Luchi78 14/07/10 11:27 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Buon film d'iniziazione per chi desidera avviarsi alla carriera di macellaio. Sinceramente non gradisco lo splatter forzato senza un minimo di suspance a sostenere la carneficina: a parte la trovata dei 30 giorni di buio non ci trovo granchè di emozionante, tanto che il film entra subito nel dimenticatoio. Azzeccata qualche scena ad effetto sangue-neve e poco altro.

Nando 12/03/11 16:46 - 3453 commenti

I gusti di Nando

Un paesino dell'Alaska che durante l'inverno viene colpito da un mese di buio totale subirà un'orrofica invasione vampiresca dagli effetti devastanti. Discrete scene ed evidente utilizzo splatteristico, non suscita molta paura nello spettatore. Cast di routine.

Tyus23 8/07/11 18:14 - 220 commenti

I gusti di Tyus23

Se questo 30 giorni di buio fosse limitato ai primi venti minuti (e, soprattutto, agli ultimi venti) staremmo probabilmente parlando di un gioiellino horror. Purtroppo invece è inesorabilmente annacquato da una lunga e noiosa parte centrale che ripropone il solito assedio, vampiresco in questo caso, della solita cittadina che qui perlomeno si trova in un'innevata Alaska che rende il tutto un po' più interessante, almeno visivamente. Troppo poco.

Metuant 10/07/11 11:03 - 454 commenti

I gusti di Metuant

Sanguinolento, visionario e violentissimo; seguendo la nuova moda del film-fumetto, questa prova horror a tematica vampiresca è una convincente dimostrazione di come si possa ancora tirare fuori un'interessante storia sui succhiasangue diversi dagli stereotipi anche in tempi all-Twilight. Certo, a tratti forse la violenza è un po' esasperata, ma il tutto rimane comunque funzionale alla storia.
MEMORABILE: L'esca umana che vaga per le strade deserte.

Piero68 1/09/11 08:50 - 2750 commenti

I gusti di Piero68

Ennesima rivisitazione vampiresca che ha dalla sua una sceneggiatura ed un'ambientazione decisamente nuove per il genere oltre ad una nutrito cast di "fame" (Hartnett, Huston, Foster ecc.) che fa il proprio mestiere fino in fondo. Regia e fotografia a buoni livelli con ottime scene splatter e di suspense. Ottima anche l'idea di dare al popolo della notte un linguaggio tutto loro. In un periodo in cui ci propongono vampiri e mostri in tutte le salse, decisamente questo è un horror superiore alla media. Unico neo, forse, il finale fuori dai canoni.

Kekkomereq 10/12/11 23:05 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Geniale: i vampiri possono in un determinato periodo dell'anno cacciare gli umani senza essere minimamente disturbati e in un posto sicuro. Nella sceneggiatura ci sono molti colpi di scena che fanno salire la tensione, sopratutto perché nel solito gruppetto di sopravvissuti è prevedibile che qualcuno di loro cerchi di fuggire. Notevoli il trucco e gli effetti visivi, ma un difetto del film è la lunghezza eccessiva: si arriva faticosamente alla fine.

Ryo 24/12/12 15:58 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Grandiosi effetti speciali, azione continua e tanta adrenalina, ma deludente la sceneggiatura. Ci sono i tipici eroi improvvisati che si sacrificano in modi assurdi e insensati, ci sono i vampiri reinterpretati in una versione che è un ibrido fra i vampiri di Buffy e gli zombi di 28 giorni dopo. La maggior parte dei combattimenti è noiosa. L'espediente poi di iniettarsi il sangue di un vampiro per combattere ad armi pari, poi... lascia a desiderare. Sensata invece l'idea dei vampiri che si stabiliscono in un luogo in cui non c'è sole per un mese.
MEMORABILE: Le grandiose scene splatter.

Modo 16/08/13 20:07 - 816 commenti

I gusti di Modo

Bel film d'orrore dove l'azione è coinvolgente e gli attori non sono solo comparse senza brio. Abbastanza splatter ma mai particolarmente pauroso o fastidioso. Notevoli la location nell'Alaska e i contrasti di colore. Finale non scontato e neppure tirato via come spesso capita. Non essendo particolarmente amante del genere, ma semplice curioso, lo trovo ben fatto e adatto anche a stomaci non troppo duri!

Toporosso 6/02/14 10:40 - 77 commenti

I gusti di Toporosso

Film horror tratto da una graphic novel con un'ambientazione di indubbio fascino: la notte artica di uno sperduto villaggio dell'Alaska dove tutti gli abitanti si conoscono. Il suddetto villaggio diventa territorio di caccia di un manipolo di vampiri velocissimi, fortissimi e, ovviamente, cattivissimi. Segue prevedibile strage dei poveri abitanti, reattivi quanto i tacchini di allevamento. Con la sospensione dell'incredulità a manetta si segue con colpevole piacere questo horror che ha il pregio di far tornare i vampiri temibili.
MEMORABILE: Lo sceriffo che per far sentire un rude personaggio membro effettivo della comunità gli appioppa una multa per futili motivi.

Taxius 19/06/18 12:40 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Discreto horror sui vampiri ambientato tra quei ghiacci che tanto ricordano il magnifico La cosa di Carpenter. Pur non essendo nulla di particolarmente straordinario, il film funziona grazie alla bellissima ambientazione glaciale e notturna che dà un senso di claustrofobia al tutto. La trama spesso si perde in un bicchier d'acqua fino a un finale moscio e deludente. Il personaggio più riuscito è sicuramente il capo dei vampiri, mentre il resto del cast non brilla particolarmente. Si fa vedere ma anche dimenticare piuttosto velocemente.

Il ferrini 26/01/20 11:13 - 1646 commenti

I gusti di Il ferrini

Dire ch'è derivativo è un eufemismo, tutto già visto prima e meglio (ma parecchio meglio) a partire anche soltanto dall'ambiente innevato carpenteriano. Personaggi tagliati con l'accetta, sia metaforicamente che letteralmente, si susseguono in due ore durante le quali puoi prevedere ogni singola evoluzione della trama. Coraggiosa la scelta di far decapitare una bambina, apprezzabile qualche scelta registica ma è davvero troppo poco per appassionare davvero. I soliti jumpscare, il volume della musica che aumenta di colpo, noia siderale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Deepred89 • 18/02/10 12:13
    Comunicazione esterna - 1427 interventi
    Mi confermano che è passato censurato in più scene. Come prevedibile.
  • Discussione Rebis • 18/02/10 18:48
    Comunicazione esterna - 4289 interventi
    Rettifico: da quanto si legge nei forum il film è stato letteralmente macellato! La versione che ho registrato dura 1h;36m, quella in DVD 1h;48m... e va bene che hanno segato via i titoli di coda ma siamo sui dieci minuti buoni di tagli... e mi ero pure appena letto il fumetto per vedermi poi il film... :(
    Ultima modifica: 18/02/10 19:00 da Rebis
  • Discussione Undying • 18/02/10 20:55
    Scrivano - 7638 interventi
    Perché mandare in onda in prima serata un film così? Tanto vale proporre classici in B/N degli anni Sessanta, almeno quelli - forse - passerebbero UNCUT.
  • Discussione Hal 9000 • 18/02/10 23:08
    Galoppino - 73 interventi
    Undying ebbe a dire: Perché mandare in onda in prima serata un film così? Tanto vale proporre classici in B/N degli anni Sessanta, almeno quelli - forse - passerebbero UNCUT. È quello che mi domando anch'io. Sinceramente trovo incomprensibile la logica di Mediaset.
  • Discussione Deepred89 • 19/02/10 00:02
    Comunicazione esterna - 1427 interventi
    Se hanno qualche divieto ti censurano anche quelli. A loro interessa poco dei contenuti (potrei fare un milione di esempi). Se un film è vietato qualcosa da tagliare si trova sempre. Sul perchè passare film VM14 in prima serata per poi tagliarli, penso sia per gli ascolti (alcuni film VM14 hanno comunque un certo richiamo, come nel caso di questo). Per quanto riguarda i VM18 vietati a tarda notte la cosa si fa più misteriosa.
  • Discussione Zender • 19/02/10 07:45
    Consigliere - 43801 interventi
    Deepred ha ragione: la gente guarda il titolo, quanti poi verranno a sapere di aver visto un film maciullato? Sempre e comunque un'esigua minoranza. Per cui perché curarsi di loro? Si punta sul titolo, chissenefrega poi come viene trasmesso.
  • Discussione Caesars • 19/02/10 09:04
    Scrivano - 10218 interventi
    Zender ebbe a dire: Deepred ha ragione: la gente guarda il titolo, quanti poi verranno a sapere di aver visto un film maciullato? Sempre e comunque un'esigua minoranza. Per cui perché curarsi di loro? Si punta sul titolo, chissenefrega poi come viene trasmesso. E già, per quanto triste per gli appassionati, la logica è proprio questa. L'importante è che la gente veda il film (sopprattutto la pubblicità che lo interrempe ogni 20 minuti), se è tagliato non importa quasi a nessuno.
  • Discussione Cangaceiro • 19/02/10 12:42
    Call center Davinotti - 744 interventi
    Caesars ebbe a dire: Zender ebbe a dire: Deepred ha ragione: la gente guarda il titolo, quanti poi verranno a sapere di aver visto un film maciullato? Sempre e comunque un'esigua minoranza. Per cui perché curarsi di loro? Si punta sul titolo, chissenefrega poi come viene trasmesso. E già, per quanto triste per gli appassionati, la logica è proprio questa. L'importante è che la gente veda il film (sopprattutto la pubblicità che lo interrempe ogni 20 minuti), se è tagliato non importa quasi a nessuno. I tagli poi servono proprio ad inserire qualche ulteriore minuto di pubblicità (dunque a snervare ancor di più noi malcapitati spettatori). E' una prassi che Mediaset usa anche per alcuni film con Bud e Terence, nei quali scene meritevoli di censura non ce ne sono proprio.
  • Discussione Deepred89 • 19/02/10 13:56
    Comunicazione esterna - 1427 interventi
    Si è vero. Si tratta di due differenti tipi di tagli. Nei film non vietati (come quelli di Bud Spencer) accade spessissimo che, per rientrare negli orari e dare un po' di pubblicità in più si mettano ad accorciare delle scene a caso.
  • Curiosità Rebis • 13/05/10 20:31
    Comunicazione esterna - 4289 interventi
    Il film è tratto dal graphic novel di Steve Niles e Ben Templesmith, pubblicato in Italia da MagicPress con il titolo "30 Giorni di Notte". Gli autori hanno realizzato altri due capitoli, da noi sempre per MagicPress: "Giorni Oscuri" e "30 Giorni di notte - Ritorno a Barrow".