Orsomando

I FILM IN TV DI Saturday, 21/05/22

Che film volete vedere stasera in tv?
Ma non solo questa sera, anche la mattina o il pomeriggio, se vi capita una giornata di pausa. E i più nottambuli possono trovare anche i film che vanno in onda a tarda notte, i cosiddetti fuori orario. Cliccate sulle frecce per cercare tra i palinsesti passati e futuri oppure controllate direttamente tutta la settimana.
Volete invece contribuire? Scoprite come si fa cliccando qui.
  • ALLE ORE 07:00 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Una ragione per vivere e una per morire (1972)


    Pessoa: Valerii, pur conservando l'imprinting di Leone, mantiene uno stile proprio, riconoscibile, che lo porta a realizzare film di buon livello come questo. La trama ricalca un canone del genere, sceneggiato con molta cura e diretto con mano felice. Coburn tiene bene in mano il film fin dalla sua comparsa, Spencer molto a suo agio nel personaggio va di mestiere e di cuore mentre Savalas gioca di rimessa affidandosi molto alla mimica. Splendida fotografia di un West ormai al tramonto, dove la tecnologia comincia a fare la differenza.
  • ALLE ORE 09:50 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Ho vinto la lotteria di Capodanno (1989)


    Herrkinski: Parenti e Villaggio si prendono una pausa dalla avventure fantozziane (in evidente calo) per creare un nuovo personaggio e una nuova vicenda; certo, la maschera di Villaggio più o meno è la solita e lo stile delle gag pure, ma questo film post-natalizio sembra rinverdire la verve surreale e concitata tipica del più noto ragioniere. Si ride parecchio e le gag si susseguono di continuo, con alcune già viste (ma "evergreen") ed altre davvero notevoli. Il finale malinconico lascia un po' così, comunque nel complesso meglio degli ultimi Fantozzi.
  • ALLE ORE 13:45 su Rai Movie

    Nota bene: Nuova versione risistemata e perfezionata dallo stesso regista Garrone.
    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Gomorra (2008)


    Xamini: Un film non facile da seguire, per diverse ragioni: anzitutto la mancanza di ritmo, la lentezza, funzionale alla sua volontà di aderire al reale. Volontà che - giustamente - pretende anche l'uso del dialetto stretto (e quindi dei sottotitoli). Ma la sua colpa più grande è la sensazione che rimanga indissolubilmente legato al romanzo di Saviano, o meglio, che possa essere apprezzato a fondo solo da chi abbia già letto il libro. Senza averlo fatto, pare quasi privato di contesto narrativo (l'unico essendo il territorio, una Scampia cruda e crudele), della sostanza di cui l'originale racconto era evidentemente intriso.
  • ALLE ORE 17:30 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Alla ricerca di Jane (2013)


    Daniela: Lettrice appassionata dei romanzi di Jane Austen, l'americana Jane spende tutti i suoi risparmi per concedersi una vacanza da sogno in Inghilterra nel parco a tema dedicato alla scrittrice, sperando di trovarvi il vero amore... Commedia romantica originale in cui, più che le frecce di Cupido, colpiscono le punture di spillo di una satira niente affatto bonaria. Certo verrà apprezzata soprattutto da chi, come me, ama i romanzi di Austen, conosce a memoria "Orgoglio e pregiudizio" e magari ha pure avuto la fortuna di sposare il suo Darcy....
  • ALLE ORE 21:00 su Iris

    Nicola81 annuncia che trasmetteranno:

    R Rischio totale (1990)


    Nicola81: Fatto piuttosto bene questo remake di Le jene di Chicago. Ovviamente di originale non c'è nulla, ma la storia è dotata della necessaria scorrevolezza e di un buon crescendo di tensione e il finale riserva anche un colpo di scena che non varrà quello dell'originale ma lascia comunque il segno. Hackman domina la scena, ma la Archer è comunque credibile nei panni della testimone da proteggere e anche le caratterizzazioni secondarie sono ben studiate. Nella sua semplicità, un bel film.
  • ALLE ORE 21:00 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    La paranza dei bambini (2019)


    Giùan: Come autorevolmente (ma per una volta benevolmente) scritto da Fofi, il film di Giovannesi (e lo script di Saviano) ha il demerito di far vedere quel che ci si aspetta di vedere, mutuando stilemi hollywoodiani classici e più recenti edulcoramenti televisivi (a cominciare dalla scelta di un cast molto convinto ma poco convincente). Così, se a livello di "spettacolo" La paranza funziona, mostrando una precisa guida stilistica, sul piano della profondità prevalgono un epidermico coinvolgimento e un manierato claustrofobismo sociale. Da rivedere Certi bambini.
  • ALLE ORE 21:05 su Rai Storia

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Io sono un autarchico (1976)


    Il Gobbo: Aurora di un talento che per un certo numero d'anni è riuscito - in un equilibrio a tratti miracoloso - a fare della contemplazione del proprio ombelico quasi un'arte. Questa scheggia da macchina del tempo, nella sua deliberata sgangheratezza, è a tratti esilarante (specie quendo Moretti scatena in performance subumane il critico musicale - e sosia del cantante del Banco - Zaccagnini), e regala il primo dei tormentoni morettiani ("il dibattito no!") con cui fulminare, paradossalmente, tutto un cinema e un mondo di cui fu involontario alfiere.
  • ALLE ORE 21:10 su La 7

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il giovane Hitler - L'alba del male (2 episodi) (2003)


    Gestarsh99: Riepilogazione bipartita della macolata ascensione al Reichstag del nazificatore per antonomasia. Una fiction rinfittita per sommi capi delle fasi clou compres(s)e tra l'infanzia e l'investitura a Führer, accentando miratamente l'autodidassi all'istrionismo tribunizio, la foia bellicista e l'inappagato rancore per il co(nfl)i(c)tus interruptus della Grande Guerra. In primis et ante omnia, smorzata banalizzazione marionettistica, ma in secundis anche speronante galoppata attraverso le macerie interne su cui edificò l'intera escalation suprematista di Adolf Hitler. Nozionalsocialista.
  • ALLE ORE 21:10 su Twenty Seven

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Prima di mezzanotte (1988)


    Caesars: Discreta commedia che ha il suo punto di forza nell'interpretazione dei due protagonisti De Niro e Grodin (quest'ultimo non meno bravo del suo illustre collega). Per il resto ci si muove su un terreno ampiamente risaputo, ma non per questo (anche se con parecchie pause) non ci si diverte. Martin Brest è un onesto mestierante che può vantare prodotti più riusciti ed altri meno: questo tende alla prima categoria.
  • ALLE ORE 21:20 su Italia 1

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    L'era glaciale - In rotta di collisione (2016)

    (6 commenti) animazione (colore) di Mike Thurmeier, Galen T. Chu con (animazione)

    Galbo: Solo le spassose ed improbabili peripezie spaziali del grande Scrat tengono in vita la serie dell'Era glaciale, giunta al quinto episodio ad ormai un quindicennio dal primo. La storia che riguarda i protagonisti storici della serie infatti langue parecchio, e altro non è che una raccolta di sketch con gag ripetitive tenute insieme dal filo conduttore dell’impatto di un asteroide. Si salvano i numeri dovuti ai comprimari quali il furetto saccente e i tre volatili rapaci. Buona come sempr la tecnica di animazione. Probabilmente la puntata finale.
  • ALLE ORE 21:25 su Rete 4

    Nicola81 annuncia che trasmetteranno:

    Io sto con gli ippopotami (1979)


    Nicola81: Sorretta da un forte e piacevole spirito animalista, è una pellicola adorabile per chi è stato bambino negli anni '80, ma che vista con occhi più adulti risulta gravata da un certo infantilismo. Certo Bud Spencer e Terence Hill sono sempre in gran spolvero, l'ambientazione africana tanto insolita quanto suggestiva, ma la scelta di Zingarelli di limitare le scazzottate si rivela più coraggiosa che funzionale e rispetto ai grandi classici della coppia abbiamo anche un cast di contorno più debole. Simpatiche le musiche di Walter Rizzati.
  • ALLE ORE 23:15 su Cine 34

    Nicola81 annuncia che trasmetteranno:

    Napoli violenta (1976)


    Nicola81: La costruzione è molto simile a quella di Roma a mano armata e anche se qui si avverte l'assenza di un antagonista di peso qual'era il Gobbo di Tomas Milian; le tante microstorie che si intrecciano vengono gestite in modo più compatto e meno dispersivo. Quanto a ritmo e ad azione, poi, siamo quasi ai massimi livelli. L'ambientazione partenopea rende inevitabile la presenza dello scugnizzo Gennarino, che strappa qualche sorriso prima di suscitare inattesa commozione. Ottima prova di Merli e della squadra di caratteristi; strepitoso score di Micalizzi.
  • ALLE ORE 00:45 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il fiore delle mille e una notte (1974)


    Pigro: Ultimo episodio della Trilogia della vita, dedicata all’esaltazione vitalistica della fantasia e del sesso. Questa volta Pasolini riprende il novelliere della mitica Sheherazade e realizza il suo film più libero e positivo, lasciandosi andare al gioco degli incastri di sogni e realtà, fra uomini animali e demoni e all’incanto di volti e corpi di lucente bellezza. Struggente la storia di Aziz e della sua leggerezza d’amore, potente quella del principe nascosto sotto un’isola per sfuggire al suo assassino designato.
  • ALLE ORE 00:50 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    La ragazza nella nebbia (2017)


    Giùan: L'incipit non promette nulla di buono con Carrisi che annaspa nella preparazione della vicenda con la stessa tronfia sicumera del Vogel di Servillo nel paesotto di Avechot, tra indagini che paiono scientifiche ma bada ben bada ben... e rimasticamenti massmediologici. Poi, con l'apparizione del personaggio di Boni, il tasso di ambiguità del film sale vertiginosamente e lo scrittore mostra un notevole spessore nella narrazione cinematografica, creando un ottimo apparato affabulatorio senza conceder nulla alla violenza gratuita. Eccede ma intrattiene.
  • ALLE ORE 01:10 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Dredd - la legge sono io (1995)


    Galbo: Tratto da un fumetto con evidenti spunti reazionari, Dredd è un personaggio cucito su misura per Sylvester Stallone che infatti lo intepreta piuttosto bene conferendogli quella disumanità e la monoespressività che è piuttosto tipica delle performances dell'attore italo americano. Per il resto il film presenta una discreta ricostruzione di una futuribile società cupa e violenta dominata dalle figure dei giudici anche se l'idea non è adeguatamente sviluppata da una sceneggiatura che privilegia chiaramente l'azione pura.
  • ALLE ORE 02:30 su Rai 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Repeaters - Ogni giorno (2010)


    Gestarsh99: Si "ricomincia da capo" in questo piccolo fantadramma canadese, insolitamente ambientato in un centro di recupero per tossicodipendenti. Tre i personaggi coinvolti nel time-loop, prigionieri di un ciclico mercoledì in perenne azzeramento e ripartenza. Diverrà per loro un incubo senza uscita al limite dell'autoannientamento, fra deliri di onnipotenza e messa in pratica di ogni nefandezza criminale. Le situazioni non sono granché interessanti e si procede per ridondanze, con l'esortazione ultima ad assumersi responsabilità importanti superando i blocchi mentali per decisioni nette e coraggiose.
  • ALLE ORE 03:00 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Da Scaramouche or se vuoi l'assoluzione baciar devi stò... cordone! (1973)


    B. Legnani: Tediosa commediola, commistione fra cappa&spada/decamerotico. Esiti pessimi, per una lentezza quasi esasperante, con scene troppo lunghe, prive di sale, per di più girate quasi solamente in interni, il che fornisce una sensazione sgradevole, quasi claustrofobica, allo spettatore. Nel gineceo, accanto a volti (e corpi) conosciuti (la Gonella è sempre un bel vedere...), varie fanciulle mai viste prima, ma velocissime nel togliersi gli abiti di dosso. Brega burineggia, mentre Rosi cerca di darsi un tono, ma il testo di base di certo non lo aiuta. Tòpos: la Mancini fa l'ancella (della Di Lazzaro).
  • ALLE ORE 05:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Ogni ragazza vuol marito (1948)


    Daniela: Commessa in un grande magazzino è ben decisa a sposarsi al più presto con un buon partito, per cui, una volta individuato in un fascinoso pediatra la vittima ideale, mette in atto tutta una serie di sotterfugi ed inganni per intrappolare la preda... Difficile trovare simpatica la protagonista bugiarda e manipolatrice di questa fiacca commediola sentimental-prematrimoniale i cui migliori momenti si devono ai battibecchi Grant-Tone, anche se entrambi non al loro meglio. Riuscita invece l'irruzione nel finale di Albert nel ruolo del corteggiatore "storico" dell'implacabile stalker. 
  • ALLE ORE 05:10 su Rete 4

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Elena sì, ma... di Troia (1973)


    B. Legnani: Un anno dopo Poppea, Brescia ci riprova col duo don Backy-Landers: prende il decamerotico imperante, lo trasporta nell'antichità e ci mette un po' di scazzottate (Caponi per Hill, mentre Landers è lo Spencer di turno). Il film però non vale il precedente: bella la Linder, ma non vale la Benussi, livello attoriale generalmente più basso e sceneggiatura tirata via. Poppea si lasciava guardare: questo, invece...