Orsomando

I FILM IN TV DI venerdì, 28/01/22

Che film volete vedere stasera in tv?
Ma non solo questa sera, anche la mattina o il pomeriggio, se vi capita una giornata di pausa. E i più nottambuli possono trovare anche i film che vanno in onda a tarda notte, i cosiddetti fuori orario. Cliccate sulle frecce per cercare tra i palinsesti passati e futuri oppure controllate direttamente tutta la settimana.
Volete invece contribuire? Scoprite come si fa cliccando qui.
  • ALLE ORE 07:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    L'uomo di paglia (1958)


    Giùan: Dopo Il ferroviere, un altro straordinario saggio di epica piccolo borghese per Germi, capace ancora una volta di rivestire d'autentico afflato emotivo e nitidezza di racconto cinematografico una rischiosa tranche de vie "operaia", tra Quando la moglie è in vacanza e Breve incontro. Germi non aggira gli ostacoli "retorici" del soggetto ma come suo carattere e costume letteralmente vi cozza contro con un'irruenza che non fa sconti alla meschina pavidità del protagonista. Non a caso si stagliano con inedita robustezza le figure femminili di Bettoja e Della Noce.
  • ALLE ORE 07:30 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Baciami, piccina (2006)


    Galbo: Innocua ma gradevole commedia italiana questa del quasi esordiente Cimpanelli. Sceneggiatura coerente e piuttosto ben scritta, regia efficace ma sopratutto un affiatato gruppo di attori; Marcorè rivela il talento già dimostrato nei film di Avati e Salemme rivela una verve inaspettata per questo genere di film dando il giusto tono dolceamaro al film, come dimostrato dal riuscito finale.
  • ALLE ORE 08:05 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Maciste contro i mongoli (1963)


    Panza: Ormai Maciste viene messo in qualsiasi contesto storico tanto al pubblico basta(va)no le botte... In questo caso ci si sposta al tempo dei Mongoli dove, dopo la morte di Gengis Khan, i suoi figli se la spassano rapendo pure una principessa. Tocca a Maciste, capitato evidentemente per caso, rimettere in sesto la situazione. Paolella si attiene troppo agli stilemi dei pepla, ma la storia non è un granché, salvandosi solo in qualche originale scena d'azione. Il resto è solo noia e banalità. Evitabile.
  • ALLE ORE 10:00 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Il principe del deserto (2011)


    Caesars: Nonostante l'impiego di notevoli mezzi finanziari e una cura realizzativa di un certo livello (belli i cromatismi di certe scene) siamo di fronte a un prodotto che non riserva sorprese e non riesce a catturare più di tanto l'attenzione dello spettatore in quanto siamo di fronte a una trama di una banalità sconcerrtante. L'ambientazione desertica non può non richiamare alla mente Lawrence d'Arabia, ma paragoni con film di Lean sono veramente improponibili. **
  • ALLE ORE 12:20 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Viva Gringo (1965)


    Reeves: Uno degli ultimi western tedeschi (coproduzione maggioritaria) tratti dai romanzi di Karl May, il Salgari tedesco. Ordinaria amministrazione ma con una particolarità: è stato girato proprio sul Machu Pichu, dove gli Inca avevano il loro impero e dove un vecchio sacerdote vuole riunire le varie tribù, nominare un comandante e guidare la riscossa contro i bianchi. Finale pacifista non del tutto scontato, ingenuità sparse a piene mani compresi i mutandoni bianchi indossati sotto il costume inca dal principe designato.
  • ALLE ORE 16:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    John il bastardo (1967)


    Caesars: Dopo aver scritto la sceneggiatura, con il fido Battistrada, di Requiescant, Crispino dirige questo western (suo primo film in cui è unico regista) anomalo rispetto a quanto portato sugli schermi all'epoca. Qui la violenza più che fisica è morale, con un protagonista (chiaramente ispirato al Don Giovanni creato da Tirso de Molina) che non perde occasione per sedurre e abbandonare le donne, a tradire il padre e il fratellastro... La storia in verità non convince più di tanto, ma può contare su un buon protagonista affiancato dal bravo Onorato.
  • ALLE ORE 16:10 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Uomini e cobra (1970)


    Galbo: Il penultimo film di Joseph L. Mankiewicz è un western atipico con numerose sfumature brillanti. Ricco di ritmo e ben equilibrato tra sequenze d'azione e parti più leggere, si avvale dell'apporto di due magnifici attori come Fonda e Douglas che "duettano" splendidamente affiancati da caratteristi altrettanto validi nella migliore tradizione del cinema americano del periodo.
  • ALLE ORE 16:40 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    I senza nome (1970)


    Galbo: Uno degli ultimi film del regista francese Melville, è un bel noir che ha per oggetto una rapina ad una gioielleria. Il regista mette insieme un ottimo cast e realizza una pellicola che nonostante la lunghezza non indifferente, appare essenziale ed estremamente curata per quanto attiene alla caratterizzazione dei personaggi, ambientazione e realizzazione tecnica (con la sequenza della rapina decisamente da ricordare).
  • ALLE ORE 21:00 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Il vizio di famiglia (1975)


    B. Legnani: A mio avviso è il solito filmetto di medio livello, con media sceneggiatura, che un formidabile Renzo Montagnani (coi suoi "ohi ohi ohi...") riesce a decorare con tale bravura da farlo sembrare migliore di quello che, in realtà, è. Il gineceo (Navarro/Scott, Fenech, De Santis...) è di primo livello, la pellicola no.
  • ALLE ORE 21:10 su Italia 1

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Safe (2012)


    Galbo: Molti dei film con Jason Statham rischiano il pericoloso effetto "fotocopia", sono cioè tutti molto simili tra loro a dispetto del fatto che il protagonista sia un attore non poi così disprezzabile nel suo genere. Safe appartiene al genere "uno contro tutti", con il buono impegnato in una guerra personale contro mezzo mondo (ma non manca la componente paterno/sentimentale) fatta di inseguimenti, sparatorie e poco altro. Un po' limitato anche se tecnicamente all' altezza.
  • ALLE ORE 21:15 su Italia 2

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Nurse - L'infermiera (2013)


    Capannelle: Un film di grana grossa, che punta su elementi classici (sesso, infedeltà e violenza) estremizzandoli (qundi splatter incontrollato, atti espliciti, effusioni lesbo..) e attualizzandoli (mail, selfie, ambienti patinati) per colpire lo spettatore. Va quindi preso come un filmetto a tratti divertente, spesso scontato, senza pretendere profondità di scrittura o attori che si ricordino per le loro capacità. Paz de la Huerta sopra le righe e allergica agli slip, Turner inspiegabile cameo.
  • ALLE ORE 21:15 su 7 Gold

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Good - L'indifferenza del bene (2008)


    Galbo: In seguito alla stesura di un trattato sull'eutanasia,un professore di letteratura tedesco viene cooptato dal regime nazista. Tratto da un dramma teatrale di C.P. Taylor, il film di Vicente Amorim è un pò differente dai film tradizionali sul nazismo rappresentando la storia di un uomo troppo debole per opporsi alla progressiva deriva razzista e malvagia del regime che lo circonda e del quale diventa un fiancheggiatore. Il conflitto interiore del protagonista è ben illustrato dall'ottima interpretazione di Mortensen affiancato da un buon cast.
  • ALLE ORE 22:50 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Cattivi pensieri (1976)


    Caesars: All'inizio pare anche discreto, ma presto il film si addormenta, rischio che corre anche lo spettatore nonostante una serie di nudi di Edwige Fenech in strepitosa forma fisica. Tognazzi regista si conferma assai inferiore al Tognazzi attore e ci propina un'insulsa storiella il cui tema dominante è la gelosia, sentimento che rovina la vita sia a chi la prova che a chi la subisce, condita con un po' di critica sociale. Si arriva a fatica alla soluzione finale del "mistero" dello sgabuzzino. Dimenticabile. *!
  • ALLE ORE 23:00 su Italia 1

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Drive angry (2011)


    Rambo90: Divertente trashata sopra le righe, consapevole di esserlo e che preme il pedale (in tutti i sensi) sull'esagerazione più sfrenata. Cage funziona più in questi contesti che quando vuole fare l'attore impegnato ed è attorniato da un cast interessante (cult la presenza di Atkins). Scene action ben dirette (con qualche brutto effetto in CGI), inseguimenti e sparatorie violente al limite della parodia. Godibile, ma solo per chi gradisce il tipo di operazione.
  • ALLE ORE 01:15 su Rai 3

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Cleo dalle 5 alle 7 (1962)


    Pigro: Il film segue le due ore in cui Cleo attende il referto medico che le dirà se ha il cancro. Varda gioca con levità con un tema così potente come la paura della malattia e della morte, lavorando sui contrasti tra frivolezza e ansia, tra leggerezza e tensione, tra solitudine e folla (insistente la presenza della città e dei suoi abitanti, ignari o curiosi), tra freschezza della prima giornata d'estate e presagi che attanagliano la superstiziosa protagonista, la quale lentamente conquista un'autonomia che all'inizio le era negata.
  • ALLE ORE 01:25 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Desiderio (1984)


    Herrkinski: Film carico di quell'atmosfera trasognata e nostalgica tipica di molte produzioni "d'autore" dell'epoca, parte da un soggetto semplice che la regista espande con flashback atti a raccontare il background della protagonista tramite ricordi della sua infanzia al paesello natio in Puglia. La regia al femminile si nota perlopiù in questo accumulo di sensazioni e immagini che vanno a delineare un quadro confuso ed emozionale, rappresentativo di un certo tipo di psicologia istintiva; suggestive le location, molto datata la fotografia, cast discreto.
  • ALLE ORE 01:50 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    La morte accarezza a mezzanotte (1972)


    Buiomega71: Obbrobioso thrillerino dal fiato corto, l'unico che ho visto firmato Ercoli. Zeppo di luoghi comuni (il siciliano focoso, il poliziotto tontolone, il gay, il portinaio rimbecillito), con Susan Scott protagonista determinata, dalla battuta pronta e che tira pedate che manco Clint Eastwood! L'uomo col guanto di ferro poi ha un look terrificante che sembra il patron di miss Italia! Se proprio dovessi, salverei l'omicidio col guanto di ferro nella seguenza iniziale che non è girato male. Ci ho visto qualcosina de Gli occhi di Laura Mars, ma mi è sembrato un film sciapo.
  • ALLE ORE 01:50 su La 7

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Amazing grace (2006)


    Galbo: Per chi, come chi scrive, non lo conosceva, è decisamente interessante la figura storica di William Wilberforce, che con il linguaggio odierno si potrebbe definire un attivita per i diritti civili. Il regista Michael Apted ne trae un film che ne approfondisce la storia non tralasciando importanti aspetti quali i rapporti tra fede religiosa e politica. La narrazione è piana e il film è godibile anche se il ritmo non è sempre inappuntabile e il personaggio, pur interessante, non scalda esattamente i cuori. Buona la prova del cast.
  • ALLE ORE 02:40 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Detective per caso (2018)


    Caesars: Operazione che suscita simpatia, in quanto sincera e "socialmente" interessante; l'idea infatti di integrare attori "disabili" con altri "normodotati" è buona; il problema del film è che la trama non risulta mai essere veramente interessante e la realizzazione richiama i prodotti realizzati per la televisione. Gli attori di "grido" (Mastandrea, Lillo, Gerini, Cortellesi) fanno una comparsata o poco più, gli altri non forniscono certo prestazioni indimenticabili. Un doppio pallino, con una certa generosità.
  • ALLE ORE 02:45 su Rai 3

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    11 minuti (2015)


    Pigro: 11 minuti di ordinaria frenesia che possono cambiare la vita. Tipico film corale di molte storie intrecciate, con finale segnato dal destino. Grande maestria registica, interessante prospettiva thrilling sulla Varsavia odierna, ma le storie in sé non hanno il mordente giusto o sono troppo ellittiche, non si capisce dove vadano a parare, e poi la conclusione è esagerata e improbabile. Eppure lo sguardo amaro su un mondo di droga, sesso, violenza, inganno, sofferenza, ipocrisia, tutto velato sotto le apparenze, sarebbe stato davvero interessante.
  • ALLE ORE 02:50 su Cine 34

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Cavallina storna (1953)


    B. Legnani: Imbarazzante per motivi linguistici e storici. Per motivi linguistici perché un cavallo storno è di pelo nero con radi peli bianchi, mentre qui la quadrupede è candida (e Storna è il suo nome…). Per motivi storici perché, con Mariù Pascoli nei suoi ultimi mesi di vita, si è girato un film che inventa un suo fidanzamento con il figlio dell'assassino del padre! Intreccio pertanto incredibile. Film salvato dall'ignominia solo per le interpretazioni decorose di Cervi, di Ninchi e della Marzi (che è, come al solito, donna di torbida opulenza). Mediocri i due giovani. C'è Clelia Matania.
  • ALLE ORE 03:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Rebus (1969)


    Fauno: Come trama è non plus ultra, azzeccatissima e con ottimi scenari e ambientazioni (Beirut in primis) e il modo di truffare i casinò ha una tecnologia davvero all'avanguardia. Sfido chiunque ad anticipare il colpo di scena finale, con quel che segue nel viaggio di ritorno. Come attrice la Margret è un po' troppo zuccherosa nel suo ruolo, mentre Calvo e De Mendoza vanno alla grande. Davvero impressionante la Horn e bravi anche il protagonista (che per essere un croupier tira cazzotti da pugile!) e Davila, come sempre nel ruolo di un cattivo.
  • ALLE ORE 03:30 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Donne di piacere (1990)


    Giacomovie: Dalle memorie cortigiane di Pierre Brantome, con una narrazione venata di goliardia si ripercorrono le avventure galanti di un "uomo che amava le donne". A tal punto da dedicargli corpo e spirito e rendere loro omaggio descrivendo tutte quelle incontrate. La cornice di corte è riprodotta con discreto impegno scenografico, con ambienti e costumi raffinati, ma il film procede a basso ritmo e senza una precisa direzione. Bene la Rossellini (che nelle espressioni di profilo ricorda la madre) e gradevoli le musiche. **
  • ALLE ORE 04:50 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Scusi, lei conosce il sesso? (1968)

    (9 commenti) documentario (colore) di Vittorio De Sisti con Mirella Pamphili, Gianni Pulone, Teodoro Corrà (n.c), Lina Franchi (n.c.), Renato Cestiè (n.c.)

    Markus: "Film-inchiesta" abbastanza pretestuoso sulla sessualità nelle varie fasi della vita sotto l'ottica, se così si può dire, di una certa scientificità. Scenette che, a dispetto di quanto dichiarato all'inizio del film, sono in gran parte palesemente ricostruite con attori casuali e non, il tutto spiegato da Gianrico Tedeschi con il solito tono tra il cinico e il divertito. In alcuni momenti si rasenta una certa pruderie che svela, senza troppi veli, il vero intento dell'opera. Roba "da anni Sessanta".
  • ALLE ORE 05:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    W la foca (1982)


    B. Legnani: Incredibile film, fatto di barzellette infilate una dietro l'altra, con qualche pesante volgarità, ma che ha dalla sua, almeno, un tono surreale (Mereghetti), il coraggio del suono in presa diretta e, in mezzo a situazioni non troppo funzionanti, alcune trovate irresistibili (la bici da donna, l'eco...). La Del Santo non sa granché recitare, ma ha volto e corpo perfetti per il ruolo, mentre Bombolo qui è grandissimo. Apparizioni dei francociccieschi Enzo Andronico e Alfredo Adami. Fra i non accreditati, ruoli vistosissimi per Lina Franchi e per tre Luciano: Foti, Zanussi e Bonanni!
  • ALLE ORE 05:45 su 20 Mediaset

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    In time (2011)


    Galbo: L'idea di partenza è decisamente buona: in una società futuribile (ma che in fondo non pare dissimile dalla nostra), il tempo è la vera risorsa dell'uomo e si usa come moneta e merce di scambio. Purtroppo la sceneggiatura non riesce a supportare l'ottimo input iniziale: pochi spunti e alla lunga il solito film action girato con mestiere ma non originale e privo di personaggi di spessore. Del cast, il migliore è Cillan Murphy.