Orsomando

I FILM IN TV DI venerdì, 10/12/21

Che film volete vedere stasera in tv?
Ma non solo questa sera, anche la mattina o il pomeriggio, se vi capita una giornata di pausa. E i più nottambuli possono trovare anche i film che vanno in onda a tarda notte, i cosiddetti fuori orario. Cliccate sulle frecce per cercare tra i palinsesti passati e futuri oppure controllate direttamente tutta la settimana.
Volete invece contribuire? Scoprite come si fa cliccando qui.
  • ALLE ORE 06:40 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Lazzarella (1957)


    Reeves: Storia di adolescenti che si amano e di impedimenti che intercorrono, soprattutto a causa di un padre bancarottiere. Una storia vista mille volte ma raccontata con toni garbati, con un Terence Hill che, ancora sotto le vesti di Mario Girotti, è piuttosto imbalsamato ma tutto sommato funziona. Piccola parte per Modugno, anche perché la canzone è sua. Collaborazione Pazzaglia-Modugno, compagni di studi al Centro Sperimentale
  • ALLE ORE 08:30 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Due sul pianerottolo (1976)


    B. Legnani: Film nato vecchissimo all'epoca, incredibile da vedere oggi. Recitato male, diretto senza nerbo, si salvano qua e là piccoli guizzi di Carotenuto (ma la parte in ascensore è tremenda) o di Agus (idem, però, per il suo incontro con Macario). Il duo Macario-Pavone, con lui dalla parlata lentissima e lei dalla chiacchiera iperveloce, è tra i meno riusciti mai visti al cinema. Il folle "deus ex machina finale" (la finta operazione) affossa il tutto inesorabilmente: *
  • ALLE ORE 10:40 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    La settimana della sfinge (1990)


    Herrkinski: Commedia sentimentale non priva di qualche spunto riuscito, più che altro nella prima parte; Hendel ha un umorismo misurato che convince, la Buy sgrana gli occhioni e si rende tenera, i comprimari fanno un buon lavoro e i frequenti cambi di scena e situazioni mantengono l'interesse. La storia tende però a sfilacciarsi nell'ultima mezz'ora, portando a un finale che non convince appieno. Resta un lavoro comunque curioso e meritevole di una visione, nonostante alcuni evidenti difetti che l'hanno confinato a film minore. Belle location romagnole.
  • ALLE ORE 11:55 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il prezzo del potere (1969)


    Pessoa: Western molto poco spaghetti di Valerii che come in altre occasioni cerca ispirazioni nell'America a stelle e strisce, questa volta addirittura imbastendo una trama che richiama l'omicidio del presidente Garfield (ma anche quello di Kennedy). Purtroppo l'aspirazione all'internazionalità si scontra con la dura legge del budget, che rende alcune soluzioni narrative inverosimili, togliendo credibilità all'intera vicenda. Bel cast in cui i protagonisti si muovono con mestiere, discreta la confezione, regia non sempre impeccabile. Un discreto prodotto di genere, ma nulla più.
  • ALLE ORE 12:55 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La cena per farli conoscere (2007)


    Caesars: L'ultima opera di Pupi Avati delude un po'. Il regista emiliano ci ha abituato già da tempo a piccole storie con protagonisti sfortunati e perdenti che in qualche modo comunque hanno un loro riscatto: questa volta non riesce a colpire nel segno. Un po' di colpa probabilmente l'hanno le tre attrici che impersonano le figlie di Abatantuono ma il difetto maggiore sta proprio nella storia che non riesce a decollare; e anche il divertimento è abbastanza limitato. Peccato. Provaci ancora Pupi.
  • ALLE ORE 15:15 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Insieme per forza (1991)


    Caesars: Niente di nuovo sotto il sole. Ennesima coppia di sbirri: uno vero (James Woods) e l'altro finto (Michal J. Fox), attore che deve interpretare un poliziotto in un film e per risultare più credibile è stato affiancato al primo per imparare il mestiere. Ovviamente c'è anche un terribile serial-killer a complicare le cose. Non manca proprio niente di ciò che ci si può aspettare da un film così, ma il risultato finale è tutt'altro che sgradevole grazie alla simpatia degli attori e all'accorta regia.
  • ALLE ORE 17:50 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Prima ti perdono... poi t'ammazzo (1970)


    Galbo: Storia basata su una vendetta a carico di un testimone in un western di produzione italica. Benchè realizzato con una certa perizia tecnica (alcune sequenze d'azione sono decisamente pregevoli), è abbastanza evidente una "penuria" di budget che giustifica un impianto povero e che si nota anche nella scelta di un cast alquanto "raffazzonato", con attori ben poco espressivi. Mediocre.
  • ALLE ORE 21:00 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La poliziotta della squadra del buon costume (1979)


    B. Legnani: Terribile. Inferiore al già brutto film precedente, ne acuisce i già cospicui difetti e ne perde il pochissimo che funzionava. Oltre alla Fenech, inverosimile romana, c'è Barra, inverosimile bolognese. La sceneggiatura di Milizia non offre nulla, se non gag vecchie, ritrite, telefonate. Non si ride mai, nemmeno con Banfi. Crollo finale con il consueto travestitismo. Penosa la trama gialla su "Armandino alla ricerca della madre". Disastroso: *
  • ALLE ORE 21:10 su 20 Mediaset

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Interstellar (2014)


    Xamini: Il legame padre/figlia è la sineddoche che Nolan incastona nel suo sci-fi per raccontare del senso dell'esistere, laddove il contrasto si evidenzia su due poli: individuo e genere umano. Si tratta di un racconto con una partenza lenta e un ritmo che inizia a ingranare quando il silenzio si fa siderale, interrotto da note musicali minimali (usare la classica sarebbe stato sgraziato). Interrotto, a mio modo di vedere, anche da troppe parole; troppi gli spiegoni, troppe le questioni risolte, troppe le facilonerie, troppo presente la necessità di fare cassa. Dimenticata la perfezione stilistica di 2001, resta ad ogni modo un grande piacere per gli occhi.
  • ALLE ORE 21:10 su Rai 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Salt (2010)


    Gestarsh99: Iperadrenalinico spy-thriller complottistico alla cui adeguata esaltazione di sapidità provvede, come da titolo, l'agente specialissima Evelyn Salt, altra pedissequa reincarnazione nikitiana: una Jolie sempre più emaciata nella sua labbruta e zigomata belluria androginica. Sale da fucina Ikea: da un lato igroscopica, capace di trattenere umori, lacrime ed emozioni entro la sua geometrica, botulinica spigolosità; dall'altro pressogena, in grado d'alzare la tensione spettacolare con destreggiamenti e spericolatezze acrobatiche degni di Ethan Hunt e Jason Bourne. Entertainment decoroso.
  • ALLE ORE 21:10 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il cavaliere pallido (1985)


    Matalo!: Il ciema di Eastwood è fatto di luoghi, toni e facce che sono cosi legate al suo universo da sembrare un'accolita di amici che si ritrovano al bar. Qualità e limite allo stesso tempo per l'auore che in questo bel western rivede il mito di Shane sotto una cupa luce invernale. Con delle notevoli differenze, specie nel rapporto col minore che è una ragazza, bella, giovanissima e innamorata. L'America è un paese crudele e la resa dei conti sa sempre di sconfitta. Eastwood non dimentica di essere un figo ma è amaro e disilluso.
  • ALLE ORE 21:10 su TV2000

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Once (una volta) (2006)


    Galbo: A Dublino un giovane irlandese e una ragazza immigrata, entrambi musicisti dilettanti, collaborano alla scrittura di alcune canzoni e vivono una storia di amicizia e di amore platonico. Il regista John Carney dirige una commedia che è anche musical atipico con le canzoni collocate a descrivere gli stati d'animo dei protagonisti (e le loro vicende) in modo spontaneo e non artefatto come spesso accade ai film del genere. Suggestiva l'ambientazione dublinese e bravi i due protagonisti assolutamente adatti ai loro ruoli. Buona la colonna sonora.
  • ALLE ORE 21:15 su Cielo

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Doppio amore (2017)


    Lucius: Nel suo periodo di maturità artistica Ozon ci regala una perla di cinema autoriale. Un cinema che, pur ispirandosi ai topoi del genere, è grande in tutto, come e più di Ultimo tango a Parigi: se fosse stato realizzato negli anni Settanta avrebbe probabilmente avuto un destino simile. Tecnicamente e visivamente ineccepibile, con sprazzi visivi e dissolvenze alla De Palma e contaminazioni hitchcochiane. Desideri sessuali doppi come i protagonisti da un lato, la psiche dall'altro, al centro di un labirinto di sensi irrefrenabili. Bugie o verità?
  • ALLE ORE 22:55 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La dottoressa ci sta col colonnello (1980)


    B. Legnani: Che lo spunto sia originale è indiscutibile, perché ipotizzare la Cassini follemente innamorata di Banfi (senza, peraltro, che se ne dia uno straccio di motivazione...) non stava già scritto in nessun luogo. Dopo una prima mezzora carina, però, il film si perde in banalità e ripetizioni, finendo coll’essere tranquillamente confuso nella mediocre massa delle produzioni similari e coeve. Da notare che Suor Fulgenzia e Suor Agnese sono Lucio Montanaro e Valentino Simeoni. Varie immagini sono presenti nella sigla di "Stracult".
  • ALLE ORE 23:10 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Aspettando il re (2016)


    Galbo: Commedia ambientata in Arabia Saudita, è una buona metafora della solitudine dell’individuo e della “ricostruzione” di una persona capace di ritrovare una ragione di vita e riscoprire il significato dei rapporti umani. Hanks alle prese con una sceneggiatura non esaltante (la storia non è particolarmente ricca di eventi) è autore di un’ottima prova d’attore in un film che riesce a valorizzare una ambientazione di per se già suggestiva. Molto affascinante la coprotagonista femminile, già apprezzata in Homeland.
  • ALLE ORE 23:30 su 7 Gold

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La truffa perfetta (2012)


    Galbo: Tra i vari autori che Tarantino dovrebbe citare per plagio c'è senz'altro tale Michael Winnick autore di una commedia nera il cui titolo italiano è totalmente fuorviante, in quanto non di truffa si tratta ma di presunta rapina di un manufatto apache da parte del personaggio di Christian Slater, bravo attore qui sprecato. Si innesta una girandola di situazioni e personaggi, mal congegnate le prime e troppi i secondi. La pellicola è inoltre ricca di elementi stilistici che dovrebbero essere citazioni ma risultano fastidiosi. Evitabile.
  • ALLE ORE 01:00 su Italia 1

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    The possession - Il male vive dentro di lei (2012)


    Gestarsh99: E ci siam giocati anche Ole Bornedal. Perchè mai accettare di redigere con così stupida pochezza questa appiattita ristesura ebraica de L'esorcista? Un'asmatica vicenducola familiare di possessione spiritica, scrigni maledetti e dybbuk di tradizione giudaica (fenomeno già sviscerato con molta più capacità suggestiva ne Il mai nato), tumulata in un rigurgito inarginabile di retorici luoghi comuni e dialogacci miorilassanti. Quando l'armadietto del bagno sputa fuori l'indispensabile sciame di falene, le sorti qualitative del film hanno già la loro bella lapide marmorea scolpita. Una castronaggine da leccarsi le orecchie.
  • ALLE ORE 01:10 su Tv8

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Funeral party (2007)


    Galbo: Riuscita black comedy di un esperto del genere brillante, Franz Oz. Ponendo al centro della scena una cerimonia funebre, il film mostra una serie di situazioni comiche gestite con umorismo tipicamente anglosassone e dissacratorio (non tralasciando nemmeno le situazioni imbarazzanti) in modo ben poco politically correct: le droghe, gli handicap fisici, l'omosessualità... tutto viene usato per far ridere il pubblico sempre con leggerezza e (quasi) sempre senza volgarità; merito senza dubbio della buona sceneggiatura e di un cast brillante.
  • ALLE ORE 01:25 su Rai 3

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Il sale delle lacrime (2020)


    Siska80: Curiosamente girato in bianco e nero e maledettamente attuale, il film racconta di un giovane di grande egoismo e altrettanta insicurezza, diviso tra l'amore puro e la passione sfrenata ma con una sola certezza: il profondo legame paterno. Forse è proprio la mancanza di empatia generata dal carattere del protagonista a togliere allo spettatore una buona dose di coinvolgimento emotivo persino nella triste ma azzeccata conclusione. Ancora una volta le pellicole francesi si dimostrano particolarmente aderenti alla realtà, capaci di analisi lucide e di un certo cinismo di fondo.
  • ALLE ORE 02:50 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Quando sei nato non puoi più nasconderti (2005)


    Giùan: Al contrario di tanti, ho trovato palpitante e profondamente emozionante il film di Giordana, emotivamente coinvolgente quanto I cento passi, analiticamente aperto e preciso come era stato in Pasolini (i suoi due film migliori ad oggi). Al cospetto di una cornice così vibrante, trovo assolutamente perdonabili le pur evidenti sbavature "televisive"; quanto alle banalizzazioni sfido a non lambirle affrontando il tema. Il bildungsroman di un ragazzino del nord-est che si perde in acqua e non si ritrova più sulla terraferma è metafora da valutare meglio.
  • ALLE ORE 03:00 su Rai 3

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Taipei story (1985)


    Fulleffect: Negli anni '80 il cinema taiwanese vive un periodo di grande rinascita, principalmente grazie alle opere di due registi: Hou Hsiao Hsien e Edward Yang; questo film vede il primo nelle vesti di attore e il secondo dietro la macchina da presa. Una coppia, immersa sempre di più nei grattacieli e nella frenesia della vita metropolitana, vive un periodo di crisi tra difficoltà economiche e di comunicazione, mentre intorno il mondo sembra salutare con entusiasmo un nuovo modo di intendere la modernità. Un film dolente e sottile che adatta i quesiti posti da Antonioni al mondo orientale.
  • ALLE ORE 03:50 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il commissario di ferro (1978)


    Gestarsh99: Un poliziesco notturno dal cast solido, in cui spicca un Merli meno irruento e cinico del consueto e molto più riflessivo. Assieme a La legge violenta della squadra anticrimine uno dei film più compositi e ragionati di Massi, anche se non mancano elementi leggermente stonati, come ad esempio tutta la parte paradossale che vede il sequestratore (Massimo Mirani) tenere sotto scacco un intero commissariato. Bellissima e variegata la colonna sonora di Lallo Gori, con gustosi passaggi lounge avvolgenti e psichedeliche cacofonie ambient che riportano alla mente quelle ascoltate ne L'ultima casa a sinistra.
  • ALLE ORE 05:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Senza buccia (1979)


    Cotola: Film povero, anzi poverissimo, con una storia di rara pochezza. A colpire non è il fatto che gli attori principali (tranne la Karlatos) stiano tutto il tempo "senza buccia" (alias nudi) quanto piuttosto che il presunto clima libertino, venga poi smentito da risvolti narrativi risaputi (il verginello e la donna matura) e "borghesi" (la gelosia della Carati ma non solo quella) che cozzano prepotentemente con le "istanze libertarie" fin lì portate avanti (si fa per dire). Solo se volete vedere qualche bella figliola nuda. Imbarazzante ma innocuo.