Orsomando

LA GIORNATA DAVINOTTICA DI martedì, 26/10/21

Se volete inserire voi una segnalazione, è sufficiente che andiate nella scheda del film il cui passaggio volete segnalare e clicchiate (sotto al titolo) su IN TV/SATELLITE: troverete il modulo da compilare. Clicca qui per vedere i canali e i loro numeri.
  • ALLE ORE 06:25 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Puerto Escondido (1992)


    Xamini: Una pellicola che parte come thriller, rivela presto la sua anima di commedia e poi si concede qualche minuto da road movie. Il grande Abatantuono, travolto dagli eventi inattesi della vita, è l'occhio dello spettatore, attonito tanto dinanzi alle meraviglie di Puerto Escondido quanto di fronte alla meravigliosa bizzarria del caso. Salvatores fa un gran lavoro nel ricreare l'atmosfera messicana, ma colui che si deve amare, in questo film, è Carpentieri e il suo eccezionale personaggio sul filo di lana dell'esistenza.
  • ALLE ORE 08:20 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Magnifica presenza (2012)


    Pigro: Il vero tema centrale e onnipresente di Ozpetek è la casa, qui in versione stregata, rievocando da una parte Fantasmi a Roma e Assassini dei giorni di festa, e dall’altra i Personaggi pirandelliani. Ne vien fuori una commedia spigliata, ariosa, divertente, dove tutti gli spunti di una certa profondità si diluiscono nel gioco e in una galante levità, lasciando in secondo piano altri temi ricorrenti come marchio di fabbrica del regista (l’omosessualità, la famiglia allargata, la memoria). Ma la dimensione favolistica e scherzosa è il vero obiettivo: centrato.
  • ALLE ORE 08:20 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Quelli della calibro 38 (1976)


    Gestarsh99: Il più apprezzabile dei polizieschi girati a Torino, quantunque adagiato su stereotipi abusatissimi, a cominciare dall'eterno villain espiatorio di tanti crime-noir: il polimorfico Marsigliese. Implicazioni politiche non ne spuntano ma alcune chiare scelte di sceneggiatura non possono non ricondurre alle stragi più sanguinose degli anni di piombo. I punti di forza più evidenti del film si concentrano nella sgargiante fotografia chic del sempre raffinato Pogany e nelle ottime musiche di Cipriani, che riempiono le scene di un respiro emozionale ora affannoso ora romantico. Castellariano.
  • ALLE ORE 15:30 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Viva Gringo (1965)


    Reeves: Uno degli ultimi western tedeschi (coproduzione maggioritaria) tratti dai romanzi di Karl May, il Salgari tedesco. Ordinaria amministrazione ma con una particolarità: è stato girato proprio sul Machu Pichu, dove gli Inca avevano il loro impero e dove un vecchio sacerdote vuole riunire le varie tribù, nominare un comandante e guidare la riscossa contro i bianchi. Finale pacifista non del tutto scontato, ingenuità sparse a piene mani compresi i mutandoni bianchi indossati sotto il costume inca dal principe designato.
  • ALLE ORE 16:30 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    A viso aperto (1973)


    Galbo: Diretto da George Seaton, un western che vale sopratutto per le belle interpretazioni dei due protagonisti che mettono in scena una storia di amicizia virile, ambientata in un territorio magnificamente valorizzato dalla bella fotografia. La trama è abbastanza prevedibile ma il film è reso godibile anche per gli innesti brillanti (per lo più dovuti a Martin) che lo caratterizzano. Di forte impatto lo "showdown" finale. Godibile.
  • ALLE ORE 18:55 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    L'allenatore nel pallone (1984)


    B. Legnani: Onesto prodotto, il cui culto è anche comprensibile, perché Banfi è al suo massimo e tutto e tutti sprizzano simpatìa. Banfi è sposato a Mara Canà e le telefona dal Maracanà. In Brasile è preda di Gigi&Andrea, ma per salvare la Longobarda sarà comunque utile Aristoteles, giocatorino che soffrirà di "saudade". Divertente l'equivoco con De Sisti. Divertente il discorso calcio-mussoliniano (però c'era già in Borgorosso), alla folla, prima della gara decisiva (vedi sotto). Grande la presentazione della B-zona.
  • ALLE ORE 21:00 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Baarìa (2009)


    Galbo: Tornatore mantiene intatta la propria capacità evocativa, che si esprime al massimo con film che riguardano la Sicilia. L'opera è appagante dal punto di vista visivo, ricca di immagini che restano nella memoria sottolineate dalla buona colonna sonora di Morricone. Alcuni passaggi sembrano un po' pleonastici e anche il finale non pare all'altezza ma nel complesso si tratta di un buon film che diverte e commuove. Efficace la prova di tutto il cast.
  • ALLE ORE 21:05 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Sentieri selvaggi (1956)


    Il Gobbo: Capolavoro. Non solo (ma anche), ovviamente, un solidissimo film d'azione, ma principalmente un immenso western psicologico, che regala al Duca una delle sue più potenti interpretazioni, con più chiaroscuri di quanto non ne abbiano sempre visto le letture più afflitte dal revisionismo con chilometrica coda di paglia: come sempre in Ford è questione di uomini, e non di teorie. Classico del cinema, e destinatario di innumerevoli omaggi d'autore, l'ultimo dei quali una letterale citazione in Kill Bill 2
  • ALLE ORE 21:10 su TV2000

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Non siamo angeli (1955)


    Daniela: Nell'isola del Diavolo, tre evasi in attesa di salpare verso la libertà allietano le feste di una gentile famigliola, salvandola dal disastro a cui poteva condurla la protervia di un parente avido... La trovata paradossale di questa commedia di chiaro impianto teatrale è che i tre fanno del bene pur continuando a delinquere secondo le rispettive specialità: se nonostante le forzature il risultato è gradevole, lo si deve soprattutto alla buona vena degli interpreti, con Bogart ironico ben spalleggiato dai compari Ustinov e Ray, Carroll stranamente simpatico e Rathbone impeccabilmente odioso.
  • ALLE ORE 21:15 su Cielo

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Shall we dance? (2004)


    Caesars: Un bel cast di attori per un film da dimenticare. La storia di quest'avvocato che decide di iscriversi ad un corso di danza e di tenere la cosa nascosta alla moglie (che giustamente incomincia ad insospettirsi non poco per lo strano comportamento del marito) non riesce proprio ad appassionare. Insulso.
  • ALLE ORE 21:40 su Canale 5

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Aquaman (2018)


    Xamini: Jason Momoa ha uno sguardo e un fisico fuori d'ordinanza ma Khal Drogo aveva tutt'altro fascino; il suo Aquaman è un po' spaccone e questo comic DC un po' troppo baraccone chiassoso senza grandi slanci. Il comparto tecnico di spessore artisticamente non mi convince: Atlandide è troppo ricca di dettaglio inutile e poco spiegato. Una mitologia del genere andrebbe raccontata meglio, non con qualche panoramica allo scopo di gettare fumo negli occhi. La conseguenza è che sembra tutto finto, i personaggi di plastica e artefatte le intenzioni. Insomma, sconsigliato.
  • ALLE ORE 23:30 su 7 Gold

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Scissors - Forbici (1991)


    Stefania: Ennesimo thriller con protagonista traumatizzata nell'infanzia (ma si è scordata tutto: e sì che mica era un trauma da poco...), dall' andamento piuttosto prevedibile. E' buona l'idea di giocare sul travestimento e sullo scambio di persona, e di ambientare quasi tutta la seconda parte in uno spazio ristretto, per fuggire dal quale la ragazza dovrà aguzzare l'ingegno. Non originale, ma senza cadute di gusto, e Sharon Stone, giovane e "naturale", è abbastanza brava.
  • ALLE ORE 23:40 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Uomini d'amianto contro l'inferno (1968)


    Rambo90: Diviso a metà tra il catastrofico e le vicende sentimentali dei protagonisti, questo film mi ha convinto, perché realizzato con cura e con una sceneggiatura che permette di appassionarsi genuinamente alle vicende dei protagonisti. Certo non è tra i capisaldi della lunga filmografia di Wayne, ma rimane un piacevole passatempo. Le sequenze degli incendi sono molto spettacolari per l'epoca e girate con buon piglio realistico. Non manca anche una spruzzata di ironia, con la classica scazzottata da bar che cementa le amicizie. Buono.
  • ALLE ORE 01:55 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    ...E allora Mambo! (1999)


    B. Legnani: Discreto. Grazioso, gradevole prodotto, senza eccessive pretese, un po' televisivo, ma che mantiene gran parte di quanto promette. Bravi Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, specialmente se confrontati al resto del cast, francamente non proprio brillantissimo. Luciana Littizzetto, grazie a Dio (e al regista), è meno insopportabile rispetto ai consueti elevati livelli.
  • ALLE ORE 02:50 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Grazie... nonna (1975)


    Markus: Facente parte a pieno diritto del sottogenere sexy-familiare, “Grazie… nonna” è uno strano quanto delizioso film che conta su un cast - salvo la Fenech e D’Angelo - un po’ anomalo nel panorama cinematografico: l’elegante verve del poliedrico Enrico Simonetti (che sciaguratamente ci lasciò tre anni dopo il film), l’inquietante quanto perfetta presenza di Giusva Fioravanti (con un passato di dolce pargoletto ed un amaro futuro da terrorista sanguinario) e una vasta schiera di volti anonimi. Pochade stuzzicante e amabile OST dal sapore "argentiano".
  • ALLE ORE 04:20 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Cocco mio (1979)


    Skinner: Commedia stiracchiata e sciocchina, con al centro un Fantozzi francese che trova affinità al mondo giusto con un pitone... Si sorride e niente più. La parte migliore è quella di pochi minuti (troppo breve rispetto alla strombazzatura per la sua partecipazione, vedi anche locandina!) con un grande e gigionesco Manfredi ventriloquo.
  • ALLE ORE 05:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Dio, come ti amo! (1966)


    Homesick: I buoni sentimenti e la solidarietà tra ricchi e poveri sono le risorse più sane ed apprezzabili di questo musicarello che utilizza le canzoni della Cinquetti per allacciare gare di nuoto, equivoci, scorci turistici italiani e spagnoli e persino inquietanti bambine che ballano il flamenco. Degli interpreti funzionano bene Taranto, Vianello e la Della Porta con la loro simpatia, mentre Damon presta un sorrisetto così sardonico da risultare fuori luogo. La bellezza principesca della Pignatelli si potrà rimirare in tanti film successivi.