Orsomando

LA GIORNATA DAVINOTTICA DI giovedì, 23/09/21

Se volete inserire voi una segnalazione, è sufficiente che andiate nella scheda del film il cui passaggio volete segnalare e clicchiate (sotto al titolo) su IN TV/SATELLITE: troverete il modulo da compilare. Clicca qui per vedere i canali e i loro numeri.
  • ALLE ORE 06:50 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Missione speciale Lady Chaplin (1966)


    Il Gobbo: Ottima riuscita di De Martino nello spy all'italiana, con l'immancabile Ken Clark/077 alle prese con un traffico fra alta moda e sommergibili. Uno dei più bondiani, anche per la presenza di una vera Bond-girl (Daniela Bianchi), con molto ritmo e trovate e un'eccellente colonna sonora (del resto le musiche sono fra i punti di forza del genere). Enzo G. Castellari fa sia l'aiuto regista che il maestro d'armi!
  • ALLE ORE 08:40 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Audace colpo dei soliti ignoti (1960)


    Caesars: Quasi inevitabilmente, visto il grande successo del capostipite, ecco il seguito del film di Monicelli. La regia questa volta è affidata a Loy e Mastroianni non figura più nel cast (sostituito da Manfredi), così come Totò. Com'era lecito aspettarsi, la pellicola rimane ad un livello assai inferiore rispetto al suo modello, anche se, soprattutto nella prima parte (finché rimane in scena Garrone), il divertimento non manca. Dopo il furto, col ritorno a Roma, il ritmo scema un po' fino ad un finale non molto riuscito. Discreto, non di più. **!
  • ALLE ORE 08:50 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    A 008 operazione sterminio (1965)


    B. Legnani: Spionistico di imitazione, il cui unico motivo di interesse sta nel fatto che l'eroe eponimo è un'eroina, la Schoeller, tedeschina caruccia, ma non bellissima (era anche cantante: vanta una presenza, nel 1965, al Festival di Pesaro). Alberto Lupo non funziona, come la trama che accumula ingenuità che vanno ben oltre quello che sarebbe stato lecito attendersi (incredibile l'ombra dell'armato che si staglia in bella vista sulla parete...). Lenzi gira benino, ma di fronte alle assurdità il talento non basta.
  • ALLE ORE 09:35 su TV2000

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    L'incredibile volo (1996)


    Raremirko: Film di discreto livello, la cui fotografia ricevette addirittura una nomination all'Oscar. Bravo Daniels in un ruolo diverso dal solito e funzionale la Paquin, anche se non brilla per simpatia. La vicenda della migrazione "guidata", relativa alle oche, è ispirata a fatti veri. Non memorabile riguardo a nulla a dire il vero, rimane comunque godibile almeno relativamente all'aspetto esperienziale, visto che immaigni spettacolari come quelle aeree (qui presenti) difficilmente sono visibili altrove.
  • ALLE ORE 13:50 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Preparati la bara! (1967)


    B. Legnani: L'idea di base (non so se fosse davvero originale) non è male, ma la sceneggiatura la rovina in maniera decisiva, con alcune assurdità e momenti di involontario ridicolo, fino al finale che rappresenta un "coup de théatre" assolutamente ingiustificato, a meno che non lo si motivi con il nome (Django) del protagonista... Filmettino, insomma, ma con grandi facce (Hill, Montefiori, Frank, la Simon, Scratuglia, qui quanto mai visibile), divertenti zoom leoniani, buona fotografia, splendide voci al doppiaggio, lunghi momenti sul Treja, la cui cascata principale, curiosamente, non è mai inquadrata.
  • ALLE ORE 16:25 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Airport 75 (1974)


    Pigro: Una collisione aerea e la necessità di riportare a terra un jet senza controllo. Siamo sulla linea catastrofista del primo Airport, di cui rappresenta un tutto sommato degno nuovo episodio, con qualche discreta scena spettacolare. Ma ciò che rende curioso questo film è la bizzarra trovata di far guidare il bolide a un'improbabile e (quasi) imperturbabile hostess, la bella e brava Karen Black (sulle orme di Doris Day): riscossa femminista o beffa maschilista? È comunque questa l'unica cosa davvero memorabile, a parte l'ultma apparizione di Gloria Swanson.
  • ALLE ORE 16:40 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Superman II (1980)


    Galbo: Secondo episodio di una quadrilogia dedicata all'uomo d'acciaio interpretato dal compianto Christopher Reeve, il film diretto da Richard Lester (ma ne esiste anche una versione rimontata dal regista originale, Richard Donner) è ambizioso e spettacolare quanto il primo ma vede un certo cambiamento del registro narrativo che diventa più umoristico e sentimentale a discapito della componente fantasy pur presente. Ottimo cast.
  • ALLE ORE 17:15 su Rete 4

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Airport '77 (1977)


    Galbo: Terzo episodio della saga omonima, non è all'altezza del primo, ma è decisamente meglio del secondo. Non tanto per la storia, poco verosimile come quasi sempre accade ai film del filone catastrofico, quando per la bontà degli effetti speciali tra i migliori visti in questo genere di film (ambientato in gran parte nelle profondità marine) e per il cast: il film è infatti una delle ultime occasioni di vedere sullo schermo alcuni grandi del cinema come Stewart e Cotten, oltre al sempre bravo (e qui in una parte insolita per lui) Jack Lemmon.
  • ALLE ORE 19:20 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Patroclooo!... e il soldato Camillone grande, grosso e frescone (1974)


    Herrkinski: Trascurabile farsa militaresca, interpretata da un Pippo Franco in tono minore. Bracardi, all'epoca personaggio radiofonico molto gettonato, compare presumibilmente per meri scopi commerciali e non influisce sulla riuscita della pellicola. Per il resto, assistiamo alle consuete gag umoristiche "da caserma", col risultato di non discostarsi troppo da un'atmosfera da barzelletta; la Troschel aggiunge l'ennesima presa in giro della famiglia merdidionale. Nel complesso, si ridacchia a denti stretti, perlopiù grazie alla simpatia di Franco.
  • ALLE ORE 21:00 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Mezzo destro, mezzo sinistro - 2 calciatori senza pallone (1985)


    Markus: Spin-off de L'allenatore nel pallone privato però del personaggio-chiave Banfi. Il risultato non è strepitoso ma nemmeno disdicevole; diciamo che l’assenza dell’attore pugliese si subisce non tanto per l’assenza di adeguata verve comica (qui assicurata da un nutrito cast in cui spiccano in tal senso Roncato e Spaccesi), quanto perché il contesto lo avrebbe richiesto. L'intrattenimento non manca e il film ha un discreto ritmo narrativo.
  • ALLE ORE 21:00 su Italia 2

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Devil (2010)


    Gestarsh99: Nell'ascensore fuori uso di un palazzone a Filadelfia - mentre tutti sospettano di tutti e si mannaggiano a vicenda - pare che la legge di Murphy (cor)risponda al codice penale di Satana. Pur facendosi in cinque, il classico senso d'imponderabile linkato al nome di Shyamalan (qui seduto ai piani altri in doppiopetto da produttore e soggettista) non riesce a familiarizzare al meglio col meccanismo eliminatorio progressivo di derivazione horror (il già depredatissimo Saw) e mistery (il bancomat letterario Dieci piccoli indiani), con output finali che definire immodesti è far loro un complimento.
  • ALLE ORE 21:20 su Rai 2

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Widows - Eredità criminale (2018)


    Didda23: Un'opera secca e senza abbellimenti formali (coerente con lo stile del regista) che racconta le gesta di tre vedove che devono rimediare agli errori dei mariti. Narrativamente interessante, nonostante la presenza di troppa carne al fuoco (heist movie e politica) con un corpo centrale fin troppo prolisso. Qualche colpo di scena ben assestato (e non propriamente scontato) sommato a una parte conclusiva dalla forte tensione emotiva rendono l'opera decisamente meritoria di visione. Il cast femminile è molto ben scelto, mentre Farrell e Neeson non entusiasmano. Molto bene, invece, Duvall.
  • ALLE ORE 21:30 su Tv8

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Mato Grosso (1992)


    Rambo90: A rimanere impressi dopo la visione sono soprattutto gli splendidi paesaggi ben fotografati e la recitazione sempre carismatica e di spessore di Connery, perché la storia a dire la verità è un po' noiosa e si capisce ben presto che i colpi di scene e le svolte saranno poche. La Bracco se la cava, c'è qualche momento vagamente avventuroso e una leggerissima storia d'amore. In fondo si vede con piacere, ma da McTiernan mi aspettavo un qualcosa di più concitato, se non proprio adrenalinico.
  • ALLE ORE 22:55 su Cine 34

    Nicola81 annuncia che trasmetteranno:

    La dama rossa uccide sette volte (1972)


    Nicola81: Come nel suo thriller precedente, Miraglia sembra strizzare l'occhio al soprannaturale per poi mettere sul piatto una soluzione razionale e abbastanza abusata. Ovviamente la perfezione abita altrove, ma sul piano dell'estetica è uno dei titoli più significativi del filone, qualche scena di buona tensione non manca e le musiche di Nicolai non deludono. Il cast viene retto dalla componente femminile, in cui spiccano la Bouchet, la Malfatti e una Sybil Danning decisamente refrattaria all'utilizzo del reggiseno; Pagliai meglio negli sceneggiati.
  • ALLE ORE 23:05 su Tv8

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il codice Da Vinci (2006)


    Pigro: Un misterioso delitto con rebus al Louvre fa risalire agli scontri per la conquista del Santo Graal. Un bel film (non ho letto il libro), basato su una trama friabile dal punto di vista concettuale ma poderosa dal punto di vista narrativo (anche se i colpi di scena su amici-traditori sono piuttosto scontati). Il protagonista (bravo Hanks, come sempre) incarna in parte un non-eroe hitchcockianamente in balia degli eventi. Bella la lunga notte che lo scaraventa da una conferenza al pericolo più mozzafiato. Regia e fotografia esperte e efficaci.
  • ALLE ORE 23:30 su La7d

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Lady Henderson presenta (2003)


    Galbo: Tratto da una storia vera, Lady Henderson presenta è anzitutto un opera basata su un grande sodalizio, quello tra la protagonista, proprietaria del teatro Windmill e il direttore artistico del teatro stesso. Il film vive sulla contrapposizione e il rapporto di odio-amore tra i due personaggi, splendidamente interpretati da due grandi attori come la Dench e Hoskins. Molto suggestiva l'ambientazione nella Londra bellica della fine degli anni '30, così come le musiche e le coreografie per questo riuscito film d'autore.
  • ALLE ORE 00:50 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Mamma Roma (1962)


    Buiomega71: Il Pasolini più viscerale, che visto oggi non ha perso un grammo della sua potenza narrativa (né i dialoghi, né tantomeno la vicenda, intrisa di disperazione e crudeltà). Dall'inizio alla festa di nozze con la tavolata posizionata uguale a quella che verrà in Salò, ai picchi morboso/incestuosi di una Magnani strabordante e veemente, a "Violino tzigano" che risuona come un tormentone fino ai surreali dialoghi nelle passeggiate notturne. Livido e, a volte, durissimo (il pappone di Citti, il carcere) apologo pasoliniano sulle miserie umane. Notevole la bella di notte della Loiano.
  • ALLE ORE 01:40 su Rai 1

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Americano rosso (1991)


    Galbo: Opera d'esordio di Alessandro D'Alatri, praticamente ignorata dal pubblico, è in realtà una gradevole commedia il cui pregio principale è la buona ricostruzione ambientale della provincia italiana nel periodo a cavallo tra le due guerre. Buona anche la caratterizzazione dei personaggi e l'interpretazione del cast, con una Sabrina Ferilli alle prime armi e il sempre bravo Bentivoglio.
  • ALLE ORE 02:32 su Cine 34

    Mauro annuncia che trasmetteranno:

    La cerimonia dei sensi (1979)


    Markus: Film quantomeno curioso, questo esordio (ma non andrà lontano) di Antonio D'Agostino: il coma di un ragazzo incidentato dà il via a tutta una serie di visioni (che attingono al Salò di Pasolini e a certe atmosfere psichedeliche di un decennio prima) e a qualche frecciatina diciamo “politica”; il tutto con accozzate (forse per il mercato estero) scene a carattere pornografico. Siamo di fronte a quelle opere anche difficili da elaborare, tanta la dose di surreale e trash involontario gettato in faccia allo spettatore. Esordio di Eva Robin's.
  • ALLE ORE 02:40 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Queimada (1969)


    Herrkinski: Poco prima della consacrazione assoluta con Il padrino, Brando è l'elegante protagonista di questa vicenda esotica ambientata in un'immaginaria isola delle Antille. Tra l'avventuroso e il film di denuncia dei regimi schiavisti (con dialoghi che sembrano venire direttamente dal fervore socio-politico sessantottino), Pontecorvo pecca un po' troppo di prolissità e di megalomania; la durata eccessiva, la verbosità esagerata, alcune immagini stucchevoli in bilico tra il melodramma e la baracconata. Belle le musiche, la location e le danze tribali.
  • ALLE ORE 05:00 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Grandi manovre (1955)


    Daniela: 1914, in una cittadina della provincia francese, prima di partire insieme al suo battaglione per le grandi manovre, il bel tenente Armand scommette di essere capace di sedurre qualsiasi donna. La prescelta dal caso è una modista parigina, divorziata e per questo oggetto di maldicenze. Variazione raffinata e malinconica sul tema del seduttore sedotto, uno dei più bei film di Clair, illuminato dallo sguardo di Morgan e dal fascino impertinente di Philipe. Bellissimo il malinconico finale (anche se diverso da quello originariamente pensato dal regista).
  • ALLE ORE 05:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Il poliziotto della brigata criminale (1975)


    Caesars: Film costruito su misura per esaltare le doti acrobatiche di Jean-Paul Belmondo (pare che non abbia fatto uso di controfigure nelle scene più pericolose). La storia vede un comissario di polizia indagare su un pericoloso maniaco sessuale che uccide le ragazze da lui ritenute di troppi facili costumi. Nel cast, oltre a quello del protagonista, spiccano i nomi di Lea Massari ed Adalberto Maria Merli. Niente di che, ma un film girato con robusto mestiere.