Orsomando

LA GIORNATA DAVINOTTICA DI domenica, 25/07/21

Se volete inserire voi una segnalazione, è sufficiente che andiate nella scheda del film il cui passaggio volete segnalare e clicchiate (sotto al titolo) su IN TV/SATELLITE: troverete il modulo da compilare. Clicca qui per vedere i canali e i loro numeri.
  • ALLE ORE 10:30 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il medico dei pazzi (1954)


    Gestarsh99: Intrappolato in quello che lui crede essere un manicomio, il "principe della risata" dovrà stare bene attento a scansare le innumerevoli insidie che gli riserverà la molesta comunità di esagitati condomini... In questa divertente commedia degli equivoci, il collaudato Mattòli, con la sua elementare immediatezza registica, si diverte a srotolare attorno a Totò tutta una galleria di stereotipi sui pazzi, passando in rassegna mitomani, schizofrenici e vedove visionarie. Come per il contemporaneo Miseria e nobiltà, più che di Cinema parliamo di teatro filmato ma poco ce ne cala, l'intrattenimento è assicurato.
  • ALLE ORE 13:40 su Rai 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Un anno vissuto pericolosamente (1982)


    Galbo: Tra i primi film del regista australiano Peter Weir, Un'anno vissuto pericolosamente affronta la difficile realtà politica di un paese asiatico (l'Indonesia) come appare agli occhi della stampa (il protagonista è un giornalista). Il tema politico si intreccia con una storia d'amore ben sceneggiata e diretta, sia pure con toni talora di eccessiva retorica hollywoodiana. Buon cast in cui si segnala la bravissima Linda Hunt nei panni di un personaggio maschile.
  • ALLE ORE 16:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il nome del figlio (2015)


    Markus: La graziosa regista che esordì con il culto personale Mignon è partita, in mancanza d’idee replica in salsa italica il francese Cena tra amici. Se da una parte il ritmo è sostenuto da un cast appropriato e dalla vicenda che fornisce all'estro degli attori l’humus necessario per dar loro il meglio di sé, dall'altra tutto quel poco che è stato aggiunto dalla regista alla vicenda (i ricordi di gioventù, una canzone di Dalla cantata dai protagonisti) non serve e, di fatto, toglie dinamicità. Insomma, meglio gli attori che chi li dirige.
  • ALLE ORE 19:50 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Fantozzi il ritorno (1996)


    Stefania: Inutile: Fantozzi de-contestualizzato da quell'entità metafisica, quel crudele Moloch che è la Mega Ditta, quella giungla di corridoi e di cubicoli ove vigono le spietate leggi e le infami tattiche della sopravvivenza aziendale... non è più Fantozzi! Qui, si misura con spunti di attualità: le mode giovanili, le hot-lines, i processi per corruzione... ma non ha avversari alla sua altezza, niente che riesca ad umiliarlo quanto una sola occhiata del Mega-Galattico! L'episodio più vario e meglio costruito è il terzo, ma manca la verve di un tempo!
  • ALLE ORE 21:10 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il grande Gatsby (2013)


    Capannelle: Non aspettatevi senso della misura o troppi sofismi da un film di Luhrmann. Questa volta l'eccentrico regista, oltre a gestire da par suo la kermesse musicale, riesce a far vibrare la platea con una storia sì banalizzata e fiabesca ma ugualmente impressionante, sfruttando anche la presenza scenica di un grande Di Caprio. 140 minuti dove alcuni passaggi vengono ripetuti in maniera pedissequa, dove il kitsch è sempre dietro l'angolo ma raramente la narrazione diventa pesante e ci si può divertire.
  • ALLE ORE 21:25 su 20 Mediaset

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    The island (2005)


    Gestarsh99: Un buon decollo iniziale quello di Bay, che tenta il compromesso aritmetico tra Matrix, The Truman Show e la science-fiction kafkiana anni '70. Purtroppo anche qui il "Dr. Stranamore dell'action" non resiste più di mezz'ora alla sua incontinenza pirotecnica e all'istinto da bombardiere astinente: non ce la fa a vertebrare in profondità il prospetto distopico accennato in principio e taglia corto con improntitudine eiaculando ai quattro venti frastuono balistico, fuggi-fuggi dissenterico, stupido umorismo da bettola e manicheismo a tonnellate, sino a un pietoso cafarnao di redenzioni new-age.
  • ALLE ORE 23:00 su Rai 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Panic room (2002)


    Galbo: Sottovalutata opera di un grande regista, Panic Room è un film che realizza una rappresentazione tridimensionale della claustrofobia rappresentando situazioni chiuse ed angoscianti come poche (la stanza del panico, titolo quanto mai appropriato). Benché la sceneggiatura sia lungi dall'essere perfetta (il film presenta alcuni momenti di stanca) il risultato è un'opera di spessore che trova in J. Foster il suo valore aggiunto. La sua recitazione nervosa ed aggressiva dà al film una marcia in più.
  • ALLE ORE 23:55 su Rai 3

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Il grande spirito (2019)


    Nancy: Rubini dirige e interpreta un film di grande sensibilità in cui mette al centro i due protagonisti, due spiantati, uno ladro reduce da una rapina e disilluso dalla vita e l'altro un emarginato sociale con una strana fissa con gli indiani d'America dei quali condivide gli ideali di vita. Una grande capacità di scrittura rende vivace una location quasi sempre unica, ma che ripresa nel modo giusto fa innamorare della città in cui si ambienta, un'insolita Taranto che vista dai tetti della città vecchia rende poetica anche l'Ilva. Bravo Rubini.
  • ALLE ORE 00:20 su Italia 1

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Annabelle 2 - Creation (2017)


    Pumpkh75: Come con la serie di Ouija, pare che il prequel si addica al mainstream del terrore contemporaneo: un plauso per la dimora assolata e polverosa, per il cast quasi tutto al femminile che fa tanto college e per l’uso di giocattoli, miniature e bambolotti che qualche brivido primordiale lo suscitano sempre. Soppesando anche la regia valida e lo stupore per qualche sprazzo di sangue inatteso, stridono solo il finale con incastro artefatto e una durata che fa da autista a qualche sbadiglio di troppo. Grazioso.
  • ALLE ORE 00:50 su Rai 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    13 peccati (2014)


    Gestarsh99: Trascrizione occidentalizzata di un bigino del sadismo vomitivo made in Thailand. Trattandosi di un remake, l'effetto sorpresa viene un po' meno ma il divertimento non schioda neppure di un ångström: lo spettatore sa già a quali sfide orribili andrà incontro il disgraziatone di turno, però da buon scopofilo ha ugualmente smania di vederlo schiattare di vergogna, fatica, ribrezzo e umiliazione. La sceneggiatura rende la trama meno contorta rifinendola nei passaggi irrisolti, a scapito però dell'aspetto ironico, che trova uno spazio risicato solo nella scena al fast-food e nei minuti conclusivi.
  • ALLE ORE 03:30 su Rai 3

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Gli indesiderati d'Europa (2018)


    Pigro: I Pirenei degli anni 40 sono corridoio dei profughi nei due sensi: in fuga dal franchismo o, in direzione opposta, dal nazismo (come Walter Benjamin). Film in bianco e nero (anzi grigio), in cui i personaggi aspettano o camminano, in lunghe e lente sequenze (devote più a Bela Tarr che a Syberberg a cui il lavoro è dedicato) che ci trascinano in quel tempo e quello spazio: aspettiamo e camminiamo con loro, stanchi e desolati. Struggente l’immagine di pace e natura a contrasto con le tragedie umane e storiche che stanno alla base degli eventi.
  • ALLE ORE 03:50 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Pericolo negli abissi (1977)

    (6 commenti) documentario (colore) di Bruno Vailati con (n.d.)

    Fauno: Dal punto di vista documentaristico ci siamo: oltre al serpente marino sono memorabili il pesce pietra e lo squalo nutrice; come mondo-movie si capisce bene che è contraffatto, ma raggiunge il suo scopo nel dire cosa non bisogna fare e le relative conseguenze deleterie: il divagare nelle grotte, il giocare nell'acqua con la lava vulcanica, il pericolo mortale delle maree, l'embolia cronica da ripetute immersioni senza decompressione e così via. L'unica grossa bestialità è lo striptease con le murene... quella è un cazzotto alla stima che ho per Vailati.