Orsomando

LA GIORNATA DAVINOTTICA DI venerdì, 18/06/21

Se volete inserire voi una segnalazione, è sufficiente che andiate nella scheda del film il cui passaggio volete segnalare e clicchiate (sotto al titolo) su IN TV/SATELLITE: troverete il modulo da compilare. Clicca qui per vedere i canali e i loro numeri.
  • ALLE ORE 06:40 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Separati in casa (1986)


    Galbo: Scritta, diretta e interpretata da Riccardo Pazzaglia, è una commedia brillante sui dissidi coniugali e sulle modalità di superarli in momenti di ristrettezze economiche. Lo spunto non è male, ma la sceneggiatura ha il fiato troppo corto e si rifugia in escamotage dal sapore eccessivamente televisivo. Si sorride (grazie alla simpatia degli interpreti, specie la Marchini e la Confalone) ma si dimentica in fretta.
  • ALLE ORE 07:00 su Rai Movie

    Geppo annuncia che trasmetteranno:

    Camorra (1972)


    Geppo: Ottimo film coraggioso che mescola azione, camorra e poliziesco. La pellicola racconta la storia di un giovane guappo che a me personalmente ricorda il successivo Al Pacino di Scarface. Il regista Pasquale Squitieri costruisce un film su misura per Fabio Testi. Ricco di ottimi attori come Enzo Cannavale (qui meritava un premio), Benito Artesi, la bellissima Germana Carnacina (sorella di Stella) e un giovane Leopoldo Mastelloni. Un film ancora attuale. Ottima la regia. Assolutamente da non perdere.
  • ALLE ORE 07:30 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    L'uomo mascherato contro i pirati (1964)


    Markus: Nel genere piratesco/cappa e spada c'è anche questa commedia in costume di rara bruttezza. Al di là della puerilità del soggetto con l'ormai logoro Bene contro il Male, le classiche scene con spadaccini e cappelli con piume, si ha una carrellata di bellezze date in pasto a un sonnacchioso pubblico. Ci sono Claude Dantes (una manciata di film e qui il suo congedo), George Hilton (da lì a poco spiccherà il volo del successo) e Tony Kendall. Tutto decisamente datato, ma allora con una sua ragion d'essere di carattere commerciale.
  • ALLE ORE 08:40 su Paramount channel

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    The international (2009)


    Bruce: Coinvolgente thriller politico-finanziario sulle operazioni illecite nel mondo bancario, di grande attualità e di notevole valore, molto ben studiato e realizzato, in grado di mantenere per le due ore di durata la stessa forte carica di tensione, grazie anche ad un commento sonoro davvero adeguato ed originale. Location internazionali curatissime a Berlino, Milano, New York ed Instanbul, con l'evidente ricerca da parte del regista di una perfezione anche stilistica ed architettonica delle riprese. Bravo e convincente Clive Owen, meno forse la Watts.
  • ALLE ORE 09:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La nonna Sabella (1957)


    Renato: Divertente commedia anni '50 con l'irrefrenabile Tina Pica protagonista. Ebbe un discreto successo in sala e generò addirittura un séguito, pure se di minor impatto. Il personaggio della Pica, arcigna vecchietta dal carattere impossibile che soggioga tutti quanti, è indubbiamente quello che rimane più impresso... Ma in generale il film è ben scritto (tratto da un romanzo di Pasquale Festa Campanile, che lo ha anche co-sceneggiato), ben recitato da un cast di ottimo livello e, soprattutto, diverte.
  • ALLE ORE 14:15 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Andromeda (1971)


    Zender: Emergenza virus a Piedmont, New Mexico: il satellite Scoop è precipitato lì e sembran tutti morti. Invece no. Da qui in avanti ci si rinchiude nella base di Wildfire col gruppo di scienziati a studiare il virus e i due superstiti. Quasi un video didattico che ha il fascino della lezione spiegata bene. Dal romanzo di un Crichton all'epoca ancora in attesa di passare alla regia un film un po' troppo statico che tuttavia resta un punto di riferimento del thriller da contagio, indubbiamente ben realizzato (e recitato), teso e da seguire con molta attenzione.
  • ALLE ORE 16:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Vivi o preferibilmente morti (1969)


    Nando: Western farsesco in cui ci sono gli elementi tradizionali che caratterizzano il filone cercando allo stesso tempo di mantenere basso il livello di pathos. Da un soggetto di Flaiano, Tessari realizza una pellicola non eccelsa che punta anche sull'ironia. Valido Gemma, un po' imbalsamato Benvenuti: d'altronde non è il suo mestiere.
  • ALLE ORE 16:35 su Rete 4

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    In nome di Dio (1948)


    Rambo90: Western edificante, che rinuncia ai classici topoi del genere per proporci una storia diversa, con una bella morale finale e che fa del riscatto la sua arma principale. John Ford sa benissimo come mischiare i generi all'interno di quello a lui più caro, e così la sceneggiatura alterna sapientemente momenti ironici, alcuni commoventi e altri quasi da survival movie. Wayne e i suoi due compari sono perfettamente in parte, calzando bene i panni di uomini rudi chiamati a far qualcosa delle loro vite perdute. Notevole.
  • ALLE ORE 21:00 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Abbronzatissimi (1991)


    Herrkinski: Riciclo delle commedie vacanziere ambientate sulla riviera romagnola, questo film è sicuramente uno degli esempi più inconsistenti del genere. La sceneggiatura è moscia, le storielle hanno ben pochi legami in comune e per la maggior parte sono trite e per niente divertenti. Gli interpreti sono tutti al minimo sindacale, si salva Calà con qualche battuta (anche lui sottotono comunque) e la scena della cena del nero con i genitori milanesi della ragazza, mentre il cast femminile recita penosamente. Decisamente fallimentare.
  • ALLE ORE 21:05 su 20 Mediaset

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    The nice guys (2016)


    Redeyes: Gustosissimo hard-boiled abbondantemente bagnato di ironia con un inedito duo in grandissima forma. Black ci catapulta negli anni 70 con una storia che ben miscela leggerezza e intrigo, con un Gosling mattatore assoluto capace di regalarci un personaggio assolutamente spendibile ulteriormente. Sceneggiatura che, in certi casi, ha qualche piccola lacuna ma che non mancherà di far sorridere e scivola via facilmente. Onestamente un gran bell'intrattenimento. Promosso a pieni voti.
  • ALLE ORE 21:10 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Dredd - la legge sono io (1995)


    Galbo: Tratto da un fumetto con evidenti spunti reazionari, Dredd è un personaggio cucito su misura per Sylvester Stallone che infatti lo intepreta piuttosto bene conferendogli quella disumanità e la monoespressività che è piuttosto tipica delle performances dell'attore italo americano. Per il resto il film presenta una discreta ricostruzione di una futuribile società cupa e violenta dominata dalle figure dei giudici anche se l'idea non è adeguatamente sviluppata da una sceneggiatura che privilegia chiaramente l'azione pura.
  • ALLE ORE 21:10 su Italia 2

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    The eye - Lo sguardo (2002)


    Taxius: Dopo un trapianto di cornee una donna cieca torna a vedere, ma fin da subito comincia ad avvertire degli strani presagi di morte. Thriller molto interessante di tipica fattura asiatica con la prima parte prettamente misteriosa e inquietante, mentre la seconda è più tendente al melodramma. Il ritmo lento riesce a creare una bella atmosfera ma a tratti, soprattutto nella parte centrale, il rischio sonnolenza è alto. Nel complesso non male.
  • ALLE ORE 21:10 su La 7

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    I picari (1987)


    Pessoa: Monicelli torna alla commedia storica in costume ma non riesce a ripetere il successo di Brancaleone, a causa soprattutto di una sceneggiatura poco curata che presenta molti tempi morti e situazioni poco coinvolgenti. La prova dei tanti mostri sacri del nostro cinema è naturalmente di livello più che buono, ma il regista non riesce a trovare la giusta amalgama e sembra che ognuno interpreti un suo piccolo film personale. Ogni tanto si sorride ma con cotanto cast e con un budget del genere si poteva fare sicuramente di meglio.  Si può guardare, ma dopo la visione non resta un granché.
  • ALLE ORE 21:10 su TV2000

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    L'uomo che pianse (2000)


    Fabbiu: Poco, molto poco scorrevole. Le interpretazioni del cast sorprendentemente si rivelano tutte sotto tono. Partendo dalla Ricci, col suo fare un po' scontato un po' inespressivo, fino a Depp quasi inutile. Storia (quella delle guerre) affrontata male. Molte idee e nessuna di queste ben posizionata: ne esce una miscela abbozzata di musica, storia e culture... Buono quando ci sono gli zingari in scena, ma il tutto è un po' misero, povero di contenuto, con ritmi angoscianti, con il dramma eccessivamente lento e smielante. Buona la fotografia.
  • ALLE ORE 21:20 su Canale 5

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Mamma mia! Ci risiamo (2018)


    Belfagor: Il tentativo di doppiare il successo del primo film era una sfida persa in partenza per diversi motivi: le canzoni rimaste sono fra le meno conosciute degli Abba, l'atmosfera da riunione familiare è guastata dall'assenza della Streep e i salti temporali tolgono mordente a una trama già debole di suo. Anche se non aggiunge nulla, tuttavia, non è un brutto film: le ambientazioni greche sono incantevoli, il cast sembra ancora divertirsi e i brani si ascoltano volentieri. Le parti leggere si apprezzano molto di più rispetto a quelle drammatiche.
  • ALLE ORE 21:20 su Italia 1

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La mummia - La tomba dell'imperatore Dragone (2008)


    Galbo: Nell'anno del ritorno di Indiana Jones non poteva mancare una riproposizione delle avventure della saga della mummia. Questa volta però l'egitto non c'entra e i nostri eroi (sorta di parenti poveri del personaggio interpretato da Harrison Ford) si trasferiscono in Cina. La sostanza però non cambia e il film si inserisce perfettamente nel solco di quelli precedenti, un popcorn movie fracassone dove la trama conta poco e si assiste ad una sarabanda di azione ed effetti speciali che mirano al divertimento puro e semplice, centrando il bersaglio.
  • ALLE ORE 22:55 su Rai Movie

    Geppo annuncia che trasmetteranno:

    I nuovi mostri (1977)


    Geppo: 14 episodi che commentano l'Italia degli anni '70 con tutti i suoi difetti (mentre il modello, di Risi, era adattato agli anni '60). Alcuni di essi sono davvero cinici e cattivi (vedi "Come una regina", con Sordi che abbandona la madre in un'ospizio). Quelli geniali sono "First aid" e "Hostaria". L'episodio "Autostop" (almeno nella sua versione integrale) fa molto riflettere. Naturalmente troviamo anche qualche episodio poco riuscito, ma tutto sommato è un gran bel film. Attori stupendi e grandiosi. La commedia "nera" all'italiana.
  • ALLE ORE 23:35 su Canale 5

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Il mio grosso grasso matrimonio greco 2 (2016)


    Galbo: Nuove vicende della famiglia greco americana Portokalos, un quindicennio dopo un primo film di grande successo e con uno sguardo alle nuove generazioni. Anche in questo caso la storia è scritta dalla protagonista Nia Vardalos e ruota intorno alle piccole manie di una famiglia molto unita, dove dominano i rapporti di odio amore. Ovviamente viene meno l’originalità del primo capitolo (alcune gag sono ripetute un po’ troppo) e sono pochi i momenti davvero divertenti sebbene il cast sia nutrito e conti ottimi caratteristi.
  • ALLE ORE 23:50 su La 7

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Parenti serpenti (1992)


    Markus: Mio piccolo grande cult. Una pellicola molto divertente e ben congegnata… forse l'ultimo grande film di Monicelli! La coralità degli attori è indovinata, ognuno sa dare un tocco del tutto personale al personaggio affibbiatogli dal Maestro, senza prevaricare (cosa rara, in questi casi)! La location (Sulmona) appare perfetta. Formidabile, seppur poco credibile, il cinismo tipico della classica commedia all'italiana del finale. Al cinema fu un flop, ma i ripetuti passaggi in tv lo hanno ampiamente sdoganato trasformandolo in cult.
  • ALLE ORE 00:40 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Dove non ho mai abitato (2017)


    Galbo: Una donna italo francese torna a Torino dal padre, anziano architetto, e ricomincia a lavorare con un collaboratore del genitore. Paolo Franchi dirige una storia di conflittualità familiare. Gli spazi vuoti attraversati dai protagonisti (durante la ristrutturazione di una villa) sembrano una metafora della solitudine interiore che si cerca disperatamente di colmare. La protagonista è la brava affascinante attrice francese Emanuelle Devos che recita in italiano. La affianca il meno efficace Fabrizio Gifuni. Musiche di Pino Donaggio.
  • ALLE ORE 01:50 su Rai 2

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Poliziotto sprint (1977)


    Gestarsh99: La febbre della velocità contagia anche il poliziesco italiano, già per sua stessa natura incline agli inseguimenti su strada, trasformandolo in un action sostenuto e divertente al ritmo furibondo di corse in auto capaci di mettere a dura prova anche gli stunt più navigati. I criminali qui ispirano gran simpatia: non violentano né ammazzano ma toccano e fuggono. A uscirne male è invece la polizia, che non ci fa una bella figura rappresentata com'è da un Merli spaccone, esagerato e super-incosciente. Commuove nella sua sana semplicità la prova di Angelo Infanti, grande personaggio da Stangata romantica.
  • ALLE ORE 03:10 su Rai 3

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Still life (2013)


    Giùan: Pasolini coniuga l'invisibile pulizia stilistica, talora fin troppo asettica, che siam soliti riconoscere al cinema d'oltre manica, a una vena poetica d'una purezza che si vorrebbe desiderare d'onomastica ereditarietà. Ne vien fuori un inusitato gioiello umanistico, il cui merito principale è quello di trasfigurare i segni della "crisi" occidentale (perdita del lavoro, solitudine, anaffettività) in una fiaba etica che affida le proprie reminiscenze jamesiane (e truffautiane) al volto pudicamente inconsolabile di Eddie Marsan. Di commovente semplicità.