Orsomando

LA GIORNATA DAVINOTTICA DI mercoledì, 12/05/21

Se volete inserire voi una segnalazione, è sufficiente che andiate nella scheda del film il cui passaggio volete segnalare e clicchiate (sotto al titolo) su IN TV/SATELLITE: troverete il modulo da compilare. Clicca qui per vedere i canali e i loro numeri.
  • ALLE ORE 08:00 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Corleone (1978)


    Gestarsh99: Squitieri salta il guado del Ventennio e punta il suo sperone sociale nell'immediato dopoguerra, "sCoppolandosi" nell'infruttuosa alternanza tra quadri temporali distanti, con una frazione dedicata al riepilogo della carriera latifondistica di uno dei tanti mafiosi emergenti e un'altra, recente, calata in un'aula di tribunale, tra processi giudiziari e rese dei conti definitive. L'auspicio di disserrare intrigantemente le intersezioni tra Cosa Nostra e politica s'inchioda però nella freddezza generale di una recitazione spenta e di presunzioni civico-istituzionali impacciate e inconsistenti.
  • ALLE ORE 08:00 su Tv8

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Sorprendimi (2017)


    Markus: Un'organizzatrice di feste di successo è single, anche se i pretendenti non mancano (a partire da un collega che lei reputa solo amico). Un giorno entra in scena un ragazzo: la corteggia, ma è il tipo d'uomo che lei ha sempre evitato; è però terribilmente sexy... Commedia in rosa con sentimenti elargiti man mano che la vicenda si srotola nei classici quanto diabolici meccanismi dell'amore visti con l'ottica femminile. Il film è ben poca cosa, ma ha il merito della scorrevolezza e di una discreta fotografia.
  • ALLE ORE 08:30 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Siamo uomini o caporali (1955)


    Giùan: Summa del cinema totoesco o meglio sarebbe dire di come Totò avrebbe voluto fossero il suo cinema e il suo personaggio. In effetti non c'è dubbio ci sia, rispetto alla serialità parodistica e clamorosamente guittesca dei Totò-film, una scrittura più attenta e partecipe che però, se da un lato regala al Principe notevoli sfumature malinconiche, d'altro canto esaspera e lusinga certi aspetti qualunquisti della maschera. Resta comunque un'opera imprescindibile per comprendere l'uomo (stratificato) e l'attore (straordinario). Impagabile la scelta di Stoppa-Caporale per tutte le stagioni.
  • ALLE ORE 10:00 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Col ferro e col fuoco (1962)


    Panza: Questo cappa e spada non ha proprio retto il passare del tempo e sembra essere girato minimo 10 anni prima. L'ambientazione asiatica è ben curata nelle scenografie, lo ammetto, ma la prolissità che ha sempre contraddistinto Cerchio riduce la storia a una serie di noiosissime scene di guerra e parentesi amorose prese dai più pesanti Harmony (aggiungiamo pure che i cinque minuti sarebbero stati esagerati pure in un poema epico greco). Nel cast pure la Vukotic e Ornella Vanoni (?!). Tratto da una novella di Sienkiewicz.
  • ALLE ORE 14:08 su Rai 4

    Lodger annuncia che trasmetteranno:

    Batman (120 episodi) (1966)


    Il Gobbo: Super-super culto, la rutilante, tamarrissima, bambinesca, ultra-pop serie tv che toglie a Batman ogni lato oscuro, lasciando la coloratissima superficie da fumetto tutta "POW!", "KNOCK!", "KA-BLAAM!", fra Roy Liechtenstein e il luna-park. I 2 eroi sono un po' bischeri (specie Robin con le sue esclamazioni ("Holy bill of rights!"... ) tradotte alla buona in italiano; il meglio sono i favolosi cattivi, coi loro lambiccatissimi piani, i loro astrusi congegni, i loro stupidissimi tirapiedi. Fantastico. Anche un film per le sale.
  • ALLE ORE 14:55 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La terza stella (2004)


    Belfagor: Scolorita commedia che tenta diverse strade senza riuscire a percorrerne una con la dovuta coerenza. Nonostante il meritato successo televisivo, il duo comico Ale & Franz non riesce a bissare con questo esordio cinematografico deludente che mescola mondanità paesane, situazioni surreali e criminalità spicciola. Lo stile comico dei due mal si adatta al grande schermo.
  • ALLE ORE 16:40 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Ivanhoe (1952)


    Disorder: Bella avventura vecchio stile, girata dallo specialista Thorpe con un cast di assoluto rilievo. Un po' ingenua la trama come del resto i personaggi (buoni e cattivi sono decisamente tagliati con l'accetta), ma la qualità realizzativa è decisamente alta. Il ritmo è costantemente elevato e si arriva alla fine in un batter d'occhio. L'unico limite è come accennato il ferreo manierismo di ogni situazione, che rende il film a tratti un po' stucchevole. Comunque non deluderà gli appassionati del genere.
  • ALLE ORE 17:15 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Café society (2016)


    Kinodrop: Un Allen di nuovo in piena forma creativa con una commedia che riassume la sua poetica e il suo pensiero riguardo caso e necessità, sogni e disillusioni, ingenuità e cinismo. Sullo sfondo di una memoria legata allo star system di Hollywood, una storia leggera solo in apparenza, dove tra l'altro si enfatizzano i tic della cultura ebraica accanto al mondo malavitoso di allora. Cast brillante e ineccepibile in cui spiccano i giovani Eisenberg e Stewart nel dar vita alla loro parabola amorosa. Come sempre, coprotagonista il jazz degli anni 30.
  • ALLE ORE 21:00 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    State of play (2009)


    Galbo: Un giornalista di Washington si trova ad investigare su un affare che coinvolge un suo ex compagno di college attualmente deputato al congresso. Il regista Kevin MacDonald dopo il convincente L’ultimo re di Scozia affronta un tema classico della cinematografia americana, il racconto intorno al giornalismo d’inchiesta, dirigendo un film molto ben fatto, ritmato e coinvolgente e girato con grande senso del ritmo. Molto valida la prova di Crowe mentre Affleck appare meno incisivo.
  • ALLE ORE 21:10 su Rai 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Chi è senza colpa (2014)


    Galbo: Tra i più celebrati autori di noir contemporanei, Dennis Lehane è lo sceneggiatore di The drop, tratto peraltro da un suo racconto. Il film vive sopratutto della caratterizzazione dei personaggi, ognuno dotato di una certa dose di ambiguità (vedi anche il titolo italiano), in una vicenda in cui la verità si dispiega parallelamente al crescere della tensione drammatica ben gestita da un regista di talento. Buona la prova di tutti gli attori, con una particolare menzione per James Gandolfini qui purtroppo al suo ultimo film.
  • ALLE ORE 21:10 su La5

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Noi siamo infinito (2012)


    Piero68: Dramma adolescenziale finemente sceneggiato e gagliardamente caratterizzato. Un gruppo di amici, ognuno "diverso" a suo modo, unisce le forze e le diversità riuscendo a superare meglio dei cosiddetti "normali" i turbamenti della crescita. Bel messaggio tra le righe e performance di Lerman semplicemente perfetta. Già, quel Lerman che fino a ora sembrava aver dato prova discreta solo in Quel treno per Yuma. Ma anche la Watson è bravissima, come il resto del cast che si muove alla perfezione nelle scene grazie a una regia superba. Bella la OST.
  • ALLE ORE 21:20 su Rai 2

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    After (2019)


    Wupa Wump: Dal paese alla città il cambio è grande per la giovane Tess, ancora vergine e che col fidanzato si ferma a timidi baci. L'università porta con sé il bello e dannato di turno che la turba con i primi approcci al sesso. Il best-seller era hot, il film proprio no e s'incastra nel sentimentale di routine, ma la coppia protagonista ha un bel feeling, intenso, e riproponendo nella storia il preconfenzionato per adolescenti era difficile sbagliare. La favola che sempre funziona, il patinato che piace e il successo che arriva: tutto già scritto, ma i fan del genere sono accontentati.
  • ALLE ORE 22:55 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La carne (1991)


    Faggi: Paolo e Francesca, nomi simbolici da secondo cerchio infernale dantesco (quello dei lussuriosi); sesso e cibo in comunione eucaristica presieduta dalla morte (Eros e Thanatos, connubio perfetto; cruciale nella poetica di Ferreri). Il film non è forse da elencare tra i capolavori del Maestro ma è lucido e funzionante; è un'emulsione di semplicità e allucinazione, con dialoghi squisitamente lunatici. I due protagonisti sono diretti con cognizione di causa: Castellitto perfettamente esaltato, Dellera perfetta bambola di carne mistica.
  • ALLE ORE 23:15 su Italia 2

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Benvenuti nella giungla (2013)


    Herrkinski: A partire da un'idea poco originale questa commedia riesce comunque a divertire e a scacciare i pensieri per un'ora e mezza; nonostante i molti cliché e le citazioni/parodie di numerosi film drammatici/action, un cast ben assortito regala caratterizzazioni spassose, su tutte quella del ritrovato Van Damme, sempre più a suo agio recentemente in ruoli autoironici. Non resta molto altro da dire su un soggetto così sempliciotto; la critica ai giochi di potere e ai rapporti umani è all'acqua di rose e qualche gag è scontata, ma si fa vedere.
  • ALLE ORE 23:30 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Syriana (2005)


    Pigro: Con la struttura alla Traffic (stesso sceneggiatore, qui anche regista) si raccontano gli intrecci tra affari petroliferi Usa, interessi dei paesi arabi, terrorismo islamico: un affresco complesso e stimolante, che ha il pregio della problematizzazione in scala globale delle questioni politiche ed economiche attuali, ma ha anche il difetto del compiacimento della pluristratificazione delle storie con il rischio dell'incomprensione dei vari passaggi. Forse un po' troppo leccato e con qualche stereotipo narrativo di troppo.
  • ALLE ORE 00:30 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il fantasma dell'Opera (1998)


    Il Dandi: Argento presentò il film tutto fiero del suo colpo di genio: "Togliere la maschera al fantasma! Farne un novello Dorian Gray", mostro tutto interiore ma di bell'aspetto. Il problema è che questa trovata non solo snatura completamente il personaggio e mutila la vicenda (come inventarsi che Renzo non poteva sposare Lucia perché era gay), ma anche sforzandosi di far finta di non conoscere il topos e di accettarla come una storia nuova, non funziona per niente lo stesso. Non so se è il peggiore Argento, di sicuro sta in gara.
  • ALLE ORE 00:50 su Paramount channel

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Gangs of New York (2002)


    Caesars: Pur considerando Martin Scorsese uno dei più grandi registi viventi, alcune sue opere non mi convincono pienamente: Gangs of New York è una di queste. La mano del regista si sente ed indubbiamente le scene di massa sono girate con grande maestria, ma il soggetto mi pare deboluccio e il personaggio interpretato da Cameron Diaz inserito solo per compiacere il grande pubblico. Anche gli scontri tra le bande, che dovrebbero rappresentare un punto forte del film, mi sono sembrati poco riusciti e assai poco realistici. Non male ma deludente.
  • ALLE ORE 01:10 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il contagio (2017)


    Galbo: Storie di personaggi emarginati a vario titolo, che ruotano intorno ad un caseggiato popolare della periferia romana. Personaggi quasi “pasoliniani” e un’ambientazione funzionale, per una storia che dipinge il quadro di una società deviata e corrotta non nuova per il cinema ma rappresentata con una certa efficacia, benché il film funzioni più nella prima parte, mentre è più convenzionale e prevedibile nella seconda. Tra gli attori, ottime le performance di Marchioni, della Foglietta e di un inedito Salemme. Non male.
  • ALLE ORE 02:30 su Rai 1

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    4. La porta sul buio: Testimone oculare (1973)


    Graf: Marilù Tolo assiste all'uccisione di una donna ma del cadavere della vittima non c’è nessuna traccia. Film tv composito: macchinazione di chiare ascendenze lenziane, diffidenza del regista sulla capacità dell’occhio umano di scoprire la verità dall'osservazione delle realtà oggettiva, spaesamento kafkiano della protagonista, costruzione di uno scenario filmico avulso dal mondo reale, tecniche di ripresa agguerrite, musica e montaggio sincopati, paura in crescendo, autentico panico negli ultimi dieci minuti. Il più argentiano della serie. Notevole, anche se la protagonista Marilù Tolo recita così così.
  • ALLE ORE 03:15 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Appuntamento con l'assassino (1975)


    Ellerre: Bel giallo costruito su un ottimo soggetto tratto dal romanzo di John Buell "The Shrewsdale Exit" (1972). Il quadro è di una Francia rurale che fa da sfondo al tragico susseguirsi dei fatti e, al margine, il coinvolgimento sentimentale tra Paul (Trintignant) e la cognata Sarah (Deneuve) alla ricerca della verità. Anche le scene più prolisse, tipiche nel lessico cinematografico francese, non arrecano alcun disturbo alla visione. Finale a sorpresa. Altamente raccomandato.
  • ALLE ORE 05:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Le spie uccidono in silenzio (1966)


    Myvincent: Bella fotografia, professionale, ma grigia narrazione per questa spy-story per metà nostrana, con uno 007 in formato minore. Le forze internazionali devono a tutti i costi fermare uno scriteriato scienziato che vuole "automizzare" il mondo, alla maniera del racconto di George Orwell. Si lascia guardare, ma con troppi sbadigli per gli altrettanti tempi morti. Si staglia una Erika Blanc dalla lucente parrucca corvina.
  • ALLE ORE 05:25 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Il grande giuoco (1954)


    Pinhead80: Un altro film sulle conseguenze dell'amour fou. Il protagonista per fuggire dal proprio passato si giocherà la carta della legione straniera, ma qualcosa lo porterà indietro nel tempo. Un film sottovalutato dalla critica, ma che invece merita di essere recuperato per la bellissima Lollobrigida (qui nella doppia veste di donna senza scrupoli e di donna innamorata) e per i particolari che mettono in evidenza gli stati d'animo dei protagonisti. Lo spettatore rimane sempre nell'incertezza degli eventi e questa è una gran cosa.