Orsomando

LA GIORNATA DAVINOTTICA DI martedì, 11/05/21

Se volete inserire voi una segnalazione, è sufficiente che andiate nella scheda del film il cui passaggio volete segnalare e clicchiate (sotto al titolo) su IN TV/SATELLITE: troverete il modulo da compilare. Clicca qui per vedere i canali e i loro numeri.
  • ALLE ORE 06:45 su Rai Movie

    Geppo annuncia che trasmetteranno:

    Stasera mi butto (1967)


    Deepred89: Siamo quasi dalle parti di Sapore di mare, in questo piacevole musicarello balneare, simpaticamente ingenuo, sapientemente ritmato e non disprezzabile neppure nei suoi momenti comici (con qualche sfumatura più maliziosa del solito). Trama prevedibilmente esilissima e confezione elementare, cast coi fedelissimi di Fizzarotti con in aggiunta un simpatico Giannini in tenuta da secchione e qualche cantante di cui solo i due americani si possono ancora sentire. C'è pure la scazzottata tra buono e cattivo, come nei primissimi Albano-movies.
  • ALLE ORE 07:10 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La baraonda (1981)


    Renato: Film corale girato sullo sfondo della Sei Giorni di ciclismo al Palazzetto dello Sport di Milano. Tante piccole notazioni felici contribuiscono al ritmo del film, anche se tutte le vicende restano sullo sfondo di quella principale con la coppia Gemma-Angelillo (davvero mal assortita); moltissimi gli attori presenti, alcuni dei quali in degli insoliti ruoli seri (Salvi, Roncato, lo stesso Nicheli). Interessante, anche se gli accenni a doping e terrorismo buttati là e risolti in 30 secondi lasciano un po' il tempo che trovano.
  • ALLE ORE 10:23 su Cine 34

    Geppo annuncia che trasmetteranno:

    Amore vuol dir gelosia (1975)


    Undying: Prima del pessimo Tutti possono arricchire tranne i poveri, Mauro Severino dirige una pellicola realizzata in co-produzione con la Spagna, nella quale l'odontotecnico Giangaleazzo (Montesano), succube di una moglie (meridionale) frigida e tirchia, di una suocera invadente e due figlie, perde la testa per la disponibile e piacente Corinna (Barbara Bouchet), moglie di un grezzo e geloso vigile settentrionale. Comicità di grana grossa, con bersaglio sulla mentalità "religioso-bigotta", tipica di certa cultura meridionale. Comunque vedibile e divertente.
  • ALLE ORE 12:10 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Ehi amico... c'è Sabata: hai chiuso! (1969)


    Jdelarge: Film memorabile nell'ambito dell'immenso filone spaghetti-western diretto dal talentuoso Parolini, che dà vita al personaggio di Sabata, interpretato dal solito ottimo Van Cleef. Eccellente la prova dell'intero cast a partire da Berger nei panni di Banjo e da Ressel, perfetto nella parte del cattivo. Il ritmo del film è sempre frenetico, la trama buona, le cosiddette leggi del western all'italiana vengono rispettate tutte (talvolta con ironia) e la colonna sonora è di alta qualità. Titolo fondamentale nel genere.
  • ALLE ORE 14:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Alvarez Kelly (1966)


    Il Gobbo: L'abilissimo cowboy Alvarez Kelly è rapito da un pugno di confederati, che vuole costringerlo a trasbordare un'enorme mandria sottratta ai nordisti... Piacevole western del vecchio Dmytryk, una vera pacchia per i fans dei bovini, di cui è offerto un notevole campionario, e lo stampede forse più spettacolare (certo il più affollato) visto al cinema. Gli ottimi Holden e Widmark (doppiati da Peppino Rinaldi e Nando Gazzolo) si dividono la ribalta con consumato mestiere.
  • ALLE ORE 16:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    I sette del Texas (1964)


    Homesick: Alla sua nascita, il western europeo guarda ai padri americani, all'epos della Frontiera, alla famiglia, ai pellerossa; al contempo, si protende già al futuro prossimo (la ferocia del personaggio di Baldassare e lo humour di quello di Sancho) e chiude con un finale a sorpresa, tanto brusco e amaro quanto realistico. Piaget aveva reso meglio ne Il vendicatore di Kansas City, così a guadagnarsi il ruolo dell'eroe è Hundar, con la sua brama di vendetta che vacilla dinanzi all'amicizia e al senso etico. Valevoli anche la sofferente Milland e il civile Puente.
  • ALLE ORE 17:50 su Rai Movie

    Geppo annuncia che trasmetteranno:

    I corvi ti scaveranno la fossa (1972)


    Stubby: Tecnicamente non è eccelso e sicuramente è stato fatto con pochi mezzi, però ha il pregio di essere piuttosto vario e con qualche interessante trovata (una su tutte il filo spinato). Craig Hill in molte inquadrature ricorda Clint Eastwood, Sancho diverte con le sue battute e Ángel Aranda risulta subito simpatico allo spettatore. Piuttosto godibile anche se il finale è parecchio accelerato. Tutt'altro che spregevole.
  • ALLE ORE 19:10 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Pane, amore e gelosia (1954)


    Giùan: Sequel girato quasi per coercizione da Comencini, visto il successo clamoroso del primo episodio. Ma se per il precedente il marchio di "neorealismo rosa" poteva esser a giusta ragione considerato spregiativo e limitativo nei riguardi della complessità della pellicola, qui invece l'esigenza commerciale porta produttori, regista e sceneggiatori a calcar la mano sugli equivoci sentimentali e poco più. Anche il cast fa il bis ma è decisamente meno frizzante: De Sica, la Lollo, Tina Pica valgon comunque sempre la visione. La Loren e Risi ridaranno verve.
  • ALLE ORE 20:40 su Rai 5

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    The captive - Scomparsa (2014)


    Hackett: Thriller dal passo lento e frammentato (a volte troppo) da un montaggio che segue più strade temporali e qualche volta finisce per disorientale lo spettatore; rimane comunque un discreto film nel quale la mano del regista e il suo modo di girare fanno la differenza nei migliori momenti. Egoyan è un buon regista che poteva essere un ottimo regista, purtroppo dai film degli esordi (lo splendido Exotica) la sua filmografia ha ridotto un po' i propri orizzonti.
  • ALLE ORE 21:00 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    In viaggio con papà (1982)


    Pessoa: Doveva essere il passaggio di consegne fra il re e il principe della comicità romanesca, ma Verdone appare stranamente bloccato e Sordi approfitta di alcuni buchi della sceneggiature per "cannibalizzare" il film, come spesso gli accadeva. Si salva la parte iniziale, in cui alcuni simpatici scambi di battute fanno sorridere, ma poi Verdone non riesce a dare la svolta al suo personaggio e l'espressione da fesso gli rimane appiccicata fino alla parola fine. Buone prove della Angelillo, della Calandra e del grande Angelo Infanti.
  • ALLE ORE 21:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il sacrificio del cervo sacro (2017)


    Xamini: Stilisticamente perfetto, un dramma psicologico che pesca nella tragedia greca, si fa biblico ed è sontuoso nel lavoro di inquadratura, talora kubrickiano. Ha una colonna sonora ma a predominare sono i silenzi e, sopra, le voci scandite ai limiti dell'autismo (quella originale di Farrell disturbante sin dall'inizio). Come in The Lobster, a sottrarsi alla pellicola è lo spazio affettivo, divorato dalla logica quasi parossistica delle relazioni familiari interne, portate all'estremo. Keoghan è il nuovo Norman Bates.
  • ALLE ORE 21:00 su TV2000

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Un marito ideale (1999)


    Galbo: Oliver Parker realizza un fedele adattamento da Oscar Wilde, realizzando un film godibile e profondamente britannico. Buona ambientazione, dialoghi incisivi e un ottimo gruppo di attori a partire da Rupert Everett che si muove a suo agio nella società dell'epoca e dà vita ad un personaggio che pare evanescente e futile ma si rivela progressivamente profondo e maturo. Regia piuttosto incolore ma in questo caso non si tratta necessariamente di un limite.
  • ALLE ORE 21:10 su Rai 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Pelham 1-2-3: Ostaggi in metropolitana (2009)


    Gestarsh99: Non ci si annoia di certo quando un film (in questo caso il remake di un cult) reca il sigillo di un compianto professionista come Tony Scott. Si potrebbe imputare di tutto al fratellino meno colossal(e) di Ridley ma non di aver lasciato mai a stomaco vuoto tutto quel pubblico affamato d'intrattenimento di classe. Come una turbomacchina motrice, il regista trasforma anche qui le impiccate tempistiche e le convulsive precipitazioni action in materia di svago pressochè illimitato, consegnando a occhi chiusi la patata bollente nelle mani del sodale Washington e dell' "onni-tarantinante" Travolta.
  • ALLE ORE 21:20 su Cielo

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La cuoca del presidente (2012)


    Capannelle: Cosa preparo oggi per mio marito, pardon per il presidente? La nostra affabile ed energica cuoca pare avere le idee precise e il suo unico problema sono l'etichetta e l'invidia dei colleghi maschi. Brava la protagonista e discreto lo stile narrativo e di regia. Si incarta un po' nella parte centrale e nei passaggi sul presente (la base scientifica). Lascia un retrogusto amaro a pensare allo spreco di risorse per far mangiare i potenti, ma in fondo c'è di peggio.
  • ALLE ORE 21:20 su Rai Premium

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    I ragazzi dello Zecchino d'oro (2019)


    Nando: La genesi del coro dell'Antoniano di Bologna incentrato sulla figura della sua fondatrice Mariele Ventre, una discreta De Angelis. Lo sviluppo narrativo evidenzia le difficoltà della protagonista inserendo le vicende di tre bambini dotati musicalmente e di differenti classi sociali con gli inevitabili quanto edulcorati scontri tra famiglie. Nel complesso un prodotto per famiglie tipico di Rai fiction che comunque ha il coraggio di mostrare un gruppo che comunque ha dato lustro a tutta la musica per bambini dall'anno della sua fondazione.
  • ALLE ORE 21:25 su NOVE TV

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Redemption - Identità nascoste (2013)


    Digital: Convincente action movie. La trama, a dire il vero, non propone chissà quali novità (lui dopo averne passate di ogni colori, vuol far fuori colui che gli ha ucciso la fidanzata). Ciò che lo rende un buon film è la cura con cui vengono tratteggiati i caratteri dei personaggi (specialmente quello di Statham e della Buzek), dopodiché una regia che pur concedendosi qualche spettacolarizzazione, riesce ad andare al di là del semplice intrattenimento fine a se stesso.
  • ALLE ORE 22:50 su TV2000

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    As you like it - Come vi piace (2006)


    Galbo: Raffinato cultore dell'opera scespiriana, Kenneth Branagh continua nell'opera di trasposizione cinematografiche delle opere del celebre autore inglese. Nel caso della commedia Come vi piace, il regista si prende qualche libertà di adattamento (sposta l'epoca della storia e l'ambientazione) ma il risultato è tutto sommato positivo. Il film dà il meglio di sè nell'apparato tecnico e scenografico,con deliziose ricostruzioni ambientali. Solo in alcuni momenti il ritmo non sembra impeccabile. Bravissima la protagonista Bryce Dallas Howard.Gradevole.
  • ALLE ORE 00:50 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Una figlia in vendita (2017)


    Marcel M.J. Davinotti jr.:
    Traffico di corpi, giovani bellezze americane catturate sulla strada e internate in uno scantinato in attesa di venir esibite sugli schermi di un'asta online per essere acquistate da riccastri senza scrupoli affiliati alla mafia o al narcotraffico internazionale. E' in questo abisso di crudeltà che precipita la "magnetica" Carly (Tennant), figlia adolescente di una bella avvocatessa (Rose) appena promossa a giudice. Il tempo di festeggiare il nuovo incarico, di aprire una discussione con la figlia chiusa in camera che quest'ultima, poco dopo, è già chiusa...Leggi tutto in un bagagliaio pronta a raggiungere altre ragazze come lei, tutte messe in riga da un'aguzzina che le tratta come semplice merce. E l'organizzatore del traffico chi è? Proprio il belloccio (Cupo) che al ricevimento riempiva di complimenti la fresca giudice e che subito si offre di aiutarla per rintracciare la figlia in modo da seguire così lo stato delle indagini. Indagini che peraltro procedono a rilento: tra la donna - che ben poco può fare e passa il tempo ad attaccare manifesti di "Missing" in giro per la città (la solita Vancouver, comune in cento di questi thriller tv) - e la polizia, che dovrebbe darle una mano ma che - nella figura di un suo ex ancora innamorato - continua a ripertere che il caso è top secret e che lei non può esserne informata, il film per farsi interessante si appende all'ambigua figura del laido organizzatore del tutto. Che in apparenza gestisce una comunità di recupero per ragazzi "difficili" ma che lì a due passi tiene segregate le ragazze pronte alla vendita. Bizzarro? Non quanto i tanti particolari altamente implausibili, le assurdità e le ingenuità disseminate per l'intera durata. Eppure, a dispetto di evidenti difetti che coinvolgono anche una sceneggiatura non certo virtuosistica, il film si lascia vedere, si presenta come un tv-movie non dei peggiori che la regia di Farhad Mann (da sempre votato alla televisione e talvolta con risultati rimarchevoli) riesce a mantenere vivo senza mai incappare in fastidiose pause. La storia procede spedita anche quando ha poco o niente da dire; il desiderio di capire come mamma Annalise scoprirà dove è tenuta rinchiusa Carly (che naturalmente è la più bella del lotto: vergine, affascinante, il pezzo forte della collezione) incuriosisce e pazienza se il finale non è all'altezza e il ricorso a schematismi ampiamente prevedibili fa spesso precipitare il film nella banalità. Emily Rose, al di là delle lacrime obbligatorie e del coraggio mostrato nel tentativo di scoprire qualcosa, è meno lagnosa del previsto e riesce a essere credibile persino quando in ufficio respinge la segretaria che vorrebbe continuamente fissarle appuntamenti di lavoro almeno nella misura minima: "Mia figlia è più importante, rimandi tutto". Poi gli appelli ai tg, le pressanti, instancabili rischieste al detective della polizia che ripete sempre e solo: "Devi calmarti Annalise, questo non posso dirtelo"... Un thrillerino standard che intrattiene l'appassionato, ben conscio dei limiti di prodotti simili. Chiudi
  • ALLE ORE 04:40 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Rocco e le sorelle (1961)


    Markus: Commedia parodistica che ha la peculiarità di aver promosso a protagonista Tiberio Murgia (in altre innumerevoli pellicole impiegato come mero quanto efficacissimo caratterista). L'ampia schiera di "sorelle", come da titolo, riesce nell'intento di rendere il film corale, con qualche spunto più o meno dilettevole; c'è pure la presenza cult di Alberto Lupo con la sua voce da ottanta sigarette al giorno. Resta però un'opera di basso profilo artistico che in definitiva sconta la mancanza d'un vero mattatore della risata. Scivola via, come molte altre commedie di puro svago.
  • ALLE ORE 05:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    La dama e l'avventuriero (1943)


    Galbo: Un marinaio (truffatore) e una ricca ereditiera, in una commedia del 1943. La classe di Cary Grant e di Laraine Day rende la pellicola godibile, benché la storia non sia particolarmente interessante. Sono godibili i "duetti" tra i due protagonisti, il che rende accettabile anche il risvolto talora fastidiosamente moraleggiante della vicenda. Efficace la fotografia in bianco e nero. Piuttosto scadente il doppiaggio italiano.