Orsomando

LA GIORNATA DAVINOTTICA DI lunedì, 30/11/20

Se volete inserire voi una segnalazione, è sufficiente che andiate nella scheda del film il cui passaggio volete segnalare e clicchiate (sotto al titolo) su IN TV/SATELLITE: troverete il modulo da compilare. Clicca qui per vedere i canali e i loro numeri.
  • ALLE ORE 13:20 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    L'olio di Lorenzo (1992)


    Galbo: Appreso della malattia grave e rara (l'adrenoleucodistrofia)che ha colpito il loro bambino, due genitori studiano una possibile cura. Diretto dal regista australiano George Miller e tratto della vera vicenda dei coniugi Odone, il film si muove sul terreno pericoloso del dramma strappalacrime ma l'effetto stucchevole è quasi sempre evitato grazie alla recitazione asciutta e poco autoreferenziale dei due protagonisti. Esempio di cinema poco appariscente ed accattivante ma piuttosto serio e rigoroso.
  • ALLE ORE 14:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Shaft (2000)


    Homesick: Shaft è il nipote dell'omonimo detective nero creato da Tidyman e assurto a eroe simbolo della blaxploitation dei '70: lo interpreta con look fashion e sciupafemmine un ottimo S. L. Jackson, che ne accentua i metodi spicci e poco ortodossi e la sensibilità per la causa afroamericana. La storia è semplice, lineare, con continue scene d'azione e un gran finale anti-buonista degno dei polizieschi classici. Bale, sadico e razzista figlio di papà, sembra un pariolino trapiantato nella Grande Mela. Un anthem lo score di Isaac Hayes.
  • ALLE ORE 15:55 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Piedone lo sbirro (1973)


    B. Legnani: È inferiore al suo mito, ma è innegabile che, onestamente, mantenga il non molto che promette. Adatto anche ai ragazzi, senza essere solo per ragazzi, benché la trama sia molto semplicistica. Non brilla Cannavale, ma risalta Merli. Nel contorno, varie presenze di culto: vistoso il grande Nino Vingelli, una sola battuta per Dante Cleri, idem (in campo lungo) per Aldo Rendine ("Panunzio!"), quasi subliminale la Mancini (identificata da Luca Rea in una cliente del ristorante a Mergellina!).
  • ALLE ORE 16:35 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    L'armata Brancaleone (1966)


    Cotola: Spesso considerato (a torto) una delle tante e semplici commediole italiane dell'epoca, è in realtà un film ben più complesso, ricco di riferimenti (alti) cinematografici, musicali e letterari. Notevolissime le invenzioni linguistiche, così come pure la fotografia di Carlo De Palma, i personaggi (alcuni dei quali irresistibili), le interpretazioni degli attori, i titoli di testa e di coda, i costumi, le musiche e chi più ne ha più ne metta. Un capolavoro ricco di idee, inventiva e fantasia. Da vedere e rivedere ed assolutamente da non perdere.
  • ALLE ORE 19:55 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Noi siamo le colonne (1940)


    Caesars: Siamo lontani da certi vertici raggiunti dal duo (penso a I figli del deserto o ad Annuncio matrimoniale) ma il divertimento è assicurato. Il film ha una struttura anomala essendo nettamente diviso in due parti. Le scene più divertenti si svolgono all'interno del labirinto del giardino di Oxford con Stanlio alle prese con una terza mano. La comicità in certe situazioni può apparire datata, ma gli amanti della coppia trascorreranno un'oretta in allegria. **!
  • ALLE ORE 21:00 su Italia 2

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Warm bodies (2013)


    Galbo: Si fa fatica a vederlo se non si è adolescenti questo strano ibrido tra commedia horror, film sentimentale e racconto di formazione. Il protagonista è uno zombie che non vorrebbe esserlo, è buono e si innamora. Lo spunto, per quanto originale (ma poi non troppo) non viene sviluppato da una sceneggiatura scontata e all'insegna del luogo comune romantico/sentimentale dal target giovanilistico. Non aiuta la scialba prova degli attori, protagonista compreso, forse distratto dal make up.
  • ALLE ORE 21:00 su Cielo

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Lady Macbeth (2016)


    Giùan: Confezione filmica che ben riassume pregi e difetti del cinema "alto" british. Oldroyd ci mette (fin troppo) poco a metterci a parte della sua navigata sapienza teatrale, piombandoci con acuminata brillantezza nel clima morbosamente inquieto che diverrà la cifra pervasiva dell'opera. Se però scenografie, costumi e ricostruzione ambientale riverberano doviziosamente la raggelante smania senza redenzione di una Pugh dalla respingente sensualità, il corollario dei personaggi (la cameriera, lo stalliere, Lester Sr. e Jr.) si rivela inerte e antidialettico.
  • ALLE ORE 21:10 su Italia 1

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Oblivion (2013)


    Gestarsh99: Abbacinamento visivo e brividio sottopelle. Reazioni intensissime che erompono spontanee di fronte a una prospezione avveniristica così straordinariamente evocativa, "stendhaliana" e stimolante. Kosinski fotografa a volo d'aquila la catastrofe globale, riproducendo con grandiosità un pianeta azzurro mutacico, nuclearizzato, desertificato a morte eppur ancor monumentale, mirifico, madido di asfissiante bellezza. Gioia per gli occhi nebulizzata da un florilegio di citazioni fierissime e sonorità ragguardevolmente spettacolari e coinvolgenti. Un tributo filiale alla Terra che toglie il respiro.
  • ALLE ORE 21:10 su Rai 2

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Boston: Caccia all'uomo (2016)


    Galbo: Ormai specializzato in pellicole d'azione, l'attore e regista Peter Berg conferma il proprio talento con la ricostruzione dell'attentato alla maratona di Boston. Il film è ben realizzato, curato nella ricostruzione dell'evento e della caccia agli attentatori che ne seguì. Il "taglio" è in alcune scene quasi documentaristico anche se non manca l'elemento retorico affidato al personaggio interpretato da Mark Whalberg. Il cast è ben scelto e offre una convincente prova corale.
  • ALLE ORE 03:30 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Nel mirino del giaguaro (1979)


    Homesick: Tutti i parametri del film d'azione sono pienamente rispettati e soddisfatti: ritmo celere, assenza di tempi morti, brevi parentesi umoristiche e romantiche. e un continuo susseguirsi di appassionanti combattimenti che vedono protagonista l'esperto d'arti marziali Joe Lewis. Grande parata di stars - da notare la colorita caratterizzazione di Pleasence, onnipotente generale con plotone d'esecuzione motorizzato - e passaggi da una location internazionale all'altra. Difetti? L'aver svelato da subito allo spettatore come stiano le cose. **!/***
  • ALLE ORE 05:00 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Un dollaro di fifa (1960)


    Il Gobbo: Due prestigiatori sono scambiati per i temibilissimi pistoleri Sheridan e Mason, attesi a Paradise City per liberarla da una banda che la taglieggia... Per alcuni anni il western all'italiana è stato pressochè solo un sotto-filone comico, prodotto da Emo Bistolfi, più o meno sempre uguale in trama, cast e staff tecnico. Questo è sopra la media per alcuni tocchi bizzarri e un notevole quantitativo di omicidi efferati, benchè per ridere. C'è un'esplicita parodia di Rio Bravo. Bonissima la Boschero, Tony Renis canta le terribili canzoni