Orsomando

LA GIORNATA DAVINOTTICA DI sabato, 26/09/20

Se volete inserire voi una segnalazione, è sufficiente che andiate nella scheda del film il cui passaggio volete segnalare e clicchiate (sotto al titolo) su IN TV/SATELLITE: troverete il modulo da compilare. Clicca qui per vedere i canali e i loro numeri.
  • ALLE ORE 08:00 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Per un pugno nell'occhio (1965)


    Graf: Michele Lupo firma una parodia convincente e spiritosa del primo western di Sergio Leone. Conserva alcuni topoi del film leoniano ma ne ribalta gli schemi e la logica narrativa raggiungendo, con scioltezza, l’effetto caricaturale voluto. I comici siciliani sostengono l’esito introducendo nella vicenda il carico da novanta della loro comicità fisica, ribalda e caciarona, aggiungendo il sale di una valanga di battute che fanno il verso agli slogan pubblicitari di Carosello e storpiando, con furbizia, le frasi più celebri del capolavoro di Leone.
  • ALLE ORE 09:40 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Il cavaliere pallido (1985)


    Galbo: Tra i film di e con Clint Eastwood, Pale Rider è certamente uno dei meno originali. La storia del vendicatore di una piccola comunità è stata vista al cinema parecchie volte e il film risulta pieno di citazioni da illustri western precedenti. Non si può negare però che il tutto sia realizzato con grande classe; alcune sequenze (ad esempio quella di apertura) sono di classe e rivelano il talento dell'Eastwood regista. Eccellente anche la fotografia: il film è letteralmente e metaforicamente oscuro come l'animo di molti dei personaggi della storia.
  • ALLE ORE 11:55 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Arma letale 2 (1989)


    Viccrowley: Quando in mezzo a un action c'è la firma di Shane Black si può star tranquilli di avere per le mani una bomba. La sua scrittura porta il secondo capitolo delle avventure di Riggs e Murtaugh al livello del primo film. Battute al fulmicotone (specialmente i commenti durante gli scontri con i cattivi di turno), azione sempre adrenalinica e ritmata, il tutto portato poi su schermo dal sempre eccellente Donner e da un cast in stato di grazia in cui svetta il simpaticissimo Leo di Joe Pesci.
  • ALLE ORE 17:00 su *altro (specificare)

    Nota bene: su SuperSix (Piemonte canali 88-99-616, Lombardia 86-88, Emilia-Romagna 88-113-213-813-850)
    Lodger annuncia che trasmetteranno:

    Astro Robot Contatto Ypsilon (38 episodi) (1976)

    (4 commenti) animazione (colore) di Masami Anno con (animazione)

    124c: Anime robotico Tatsunoko, che Raidue mandò in onda alla fine degli anni 70. L'idea dei quattro piloti destinati a guidare dei robot, perché hanno il fattore y nel sangue, è bizzarra, come bizzarri sono i Moguru, i nemici dell'umanità. Tre di loro, naturalmente, servono solo come supporto al vero protagonista, il ribelle Yanosh, metà umano e metà Moguru, che si prende tutte le simpatie del pubblico, perché è anche il più bello. Carino, un po' ripetitivo con le girandole a quattro, ma carino.
  • ALLE ORE 20:55 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Conspiracy - La cospirazione (2016)


    Markus: Ennesimo legal thriller nella consueta asettica ambientazione di un'anonima città americana. Stuolo di attori - alcuni dei quali dai nomi altisonanti – ma, nonostante il parterre, Shimosawa fallisce nel tentativo di rendere avvincente la sua pellicola, che si trascina stancamente per quasi due ore senza nerbo. La vicenda risulta troppo arzigogolata, con tempi morti e scene talvolta riempitive (gli agguati di un cinese, per esempio) che non aggiungono nulla alla storia... se non ulteriore confusione! Ritmo quasi inesistente.
  • ALLE ORE 21:00 su Italia 2

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Autopsy (2016)


    Giùan: Con un'ottima idea di partenza e una location che poteva rivelarsi rischiosa e che invece è saldamente tenuta, Ovredal confeziona un horror lontano dalle prevedibilità adolescenziali cui il genere si è largamente assuefatto. Ben riuscita la prima parte tra vigorie gore e latenti conflitti familiari, mentre il film soffre di una sezione centrale un po' buttata via (culminante nel ritorno della fidanzata) e di una soluzione sì raccapricciante ma troppo noncurante. Insomma, ci si poteva credere di più. La bocca socchiusa di Jane Doe tien testa a Hirsch e Cox.
  • ALLE ORE 21:00 su 20 Mediaset

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Lost in space - Perduti nello spazio (1998)


    Pigro: Famigliola nello spazio, con pilota playboy e medico malvagio, alle prese con salti spazio-temporali che la portano fuori rotta. Ovvero: come condire di fantascienza e ridicole amenità la più piatta delle situazioni da telefilm con papà, mamma, figlia alternativa e figlio genietto. L’opera procede a suon di effettoni speciali chiassosi e vuoti (l’Oscar della bruttura al mostriciattolo), e dialoghi pietosi da tubo catodico, in una trama-ottovolante inconsistente e farcita di tutte le trovate che son venute in mente agli autori. Da evitare.
  • ALLE ORE 21:15 su Rete 4

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Eliminators (2016)


    Rambo90: Il suocero cattivo sta cercando la nipotina e quindi il padre (ex agente federale) deve fare di tutto per fermarlo. Una trama semplicissima, in cui non è dato sapere i motivi che hanno condotto alla diatriba, perché il tutto è un semplice pretesto per mettere in scena mirabolanti scazzottate e sparatorie ben orchestrate. Ci si diverte alla fine, perché il ritmo c'è e la regia non è male, così come Adkins ormai sempre più calzante come eroe senza macchia e senza paura. Godibile.
  • ALLE ORE 21:15 su Rai 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Fredda è la notte (2013)


    Galbo: Per chi ha interpretato una delle migliori serie mai prodotte non deve essere facile trovare ruoli all'altezza da interpretare. Già grande Walter White, Bryan Cranston interpreta un criminale ipovedente che capita insieme ad un complice incapace in una anonima cittadina alle prese con una vedova che gestisce un motel. Thriller alquanto banale, in cui la storia è ridotta al minimo e con pochi momenti degni di nota. La fotografia è discreta, così come l'ambientazione ma è arduo trovare altri elementi di interesse, recitazione compresa.
  • ALLE ORE 21:20 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Programmato per uccidere (1990)


    Galbo: Nulla possono i cattivi (giamaicani questa volta) contro super-macho Steven Segal!. Tra i numerosi film interpretati dall'attore (?) americano, questo è uno dei più divertenti; nulla di originale, sparatorie ed arti marziali, ma gli appassionati del genere troveranno pane per i loro denti ed usciranno soddisfatti dalla visione.
  • ALLE ORE 22:40 su Cine 34

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    ...e vennero in quattro per uccidere Sartana (1969)


    Homesick: Fidani ha fatto di peggio, ma questa seconda avventura del Sartana apocrifo la dice lunga sulla sua personale concezione del western, nato dagli agresti paesaggi laziali e da una sceneggiatura sgangherata e fitta di tempi morti che ripercorre i luoghi comuni del genere (c’è pure la frusta di Tempo di massacro), nonostante l’epilogo meno convenzionale della media. Gli unici sprazzi di luce provengono dai grandi occhi limpidi di Simonetta Vitelli e dalla fotografia degli interni, opera dell’abile mano di Luciano Tovoli.
  • ALLE ORE 01:00 su Rai 3

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Surbiles (2017)


    Ryo: Presentato come documentario, inizia effettivamente con interviste girate molto alla casereccia (inquadrature amatoriali, audio pessimo). Poi tenta di diventare una fiction. Terribile. 70 minuti passati a guardare scene interminabili in cui accade il nulla assoluto. Straziante, frustrante e pretenzioso. Un trip mentale del regista che non si cura di adottare un linguaggio fruibile. Lascia il sapore di un'enorme presa in giro. Peccato perché il direttore della fotografia (quando c'era) ha creato delle inquadrature e colori stupendi.
  • ALLE ORE 03:20 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Out of order - Fuori servizio (1984)


    Gestarsh99: Dall'ex Germania Federale, un "elevathriller" teso, angosciante e, senza tema di smentita, tutto fuorché scontato. Se si escludono film-tv, corti ed episodi pochadistici made in Italy risalenti ai '70, questa è la prima pellicola a mostrare un gruppo di persone intrappolate all'interno di un ascensore. Palesemente - ma non pedissequamente - ispiràtosi a situazioni grafiche targate Malle e Maas (cavi che si spezzano, paratìe malfunzionanti, trombe di alloggiamento buie e vertiginose), Schenkel notomizza la contenzione in spazi ristretti sanguificandola di ansie, paranoie e isterie rivelatrici.