LE VHS: IL CINEMA PARADISO ITALIANO IN GERMANIA

29 maggio 2008

Intervista esclusiva a
VITTORIO IGNAZIO LEANZA
(Lüdenscheid, GERMANIA,
sabato, 24.05.2008)
di Giacomo Di Nicolò (Geppo) per il Davinotti.


L'amico Vittorio Ignazio Leanza (ex-noleggiatore di VHS italiane in Germania) mi ha ospitato nella sua grande videoteca personale a Lüdenscheid (Germania) e si mette a nostra completa disposizione raccontandoci con entusiasmo e simpatia il periodo d'oro delle VHS italiane in Germania, esclusivamente per il Davinotti.

GEPPO: Signor Leanza, come sono arrivate le VHS italiane in Germania?
LEANZA: Le VHS italiane in Germania si noleggiavano a partire dal 1983 fino al 1990 grazie ad alcuni rappresentanti e distributori che collaboravano con la CVR di Prato e la CINEHOLLYWOOD di Milano.

GEPPO: Quindi le CVR e le CINEHOLLYWOOD furono le prime VHS italiane arrivate in Germania?
LEANZA: Esatto. I diritti esclusivi per il noleggio in Germania passavano nelle mani di questi rappresentanti e distributori. Infatti il noleggio di VHS italiane in Germania andava molto bene e così, dopo qualche anno, nacquero le etichette tedesco-svizzere come la OLYMPIA, la CINELUX, la SSV, l’APOLLO VIDEO e molti altre. Le SSV erano di produzione svizzera (Zurigo) ma la distribuzione era a Pforzheim (Germania): la MONDIAL VIDEO.

GEPPO
: Quanto costava all'epoca una VHS nuova sigillata?
LEANZA: Dipende, una SSV nuova costava 109 marchi tedeschi (circa 55 euro) perchè era di qualità audio e video accettabile, l'unico inconveniente è che le SSV erano quasi tutte in fullscreen, mentre le etichette minori come l'OLYMPIA, APOLLO eccetera costavano 85 marchi tedeschi cadauna (45 euro) ma erano di pessima qualità audio e video. Ma la gente le noleggiava ugualmente.

GEPPO: Quanto costava un noleggio?
LEANZA: Una VHS costava 6 marchi al giorno (3 euro), ma da me c'era anche l'offerta del weekend: noleggio di 5 VHS a 20 marchi (10 euro) dal sabato al lunedì.

GEPPO: Ricorda quali erano i film più noleggiati?
LEANZA: I film napoletani andavano bene: quelli con Mario Merola, oppure con Nino D'Angelo. Ma funzionavano bene anche i film con Maurizio Merli, Tomas Milian, Bombolo, Adriano Celentano, Lino Banfi, Alvaro Vitali, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. In Germania questi attori hanno acquistato successo e popolarità proprio grazie alle videoteche.

GEPPO: Cosa rappresentava per gli italiani in Germania una videoteca tutta in lingua italiana?
LEANZA:
Era il Cinema Paradiso. La gente il sabato e la domenica si chiudeva in casa a vedere le cassette italiane. A quel tempo non c'era la possibilità di vedere la TV italiana ma solo quella tedesca. Oggi è tutto diverso grazie al digitale terrestre che ci ha dato la possibilità di vedere la RAI, Mediaset e addirittura programmi regionali italiani. Il crollo delle videoteche italiane in Germania è dovuto a questo.

GEPPO: Vedo che lei ha conservato gelosamente tutte le sue VHS ex-nolo.
LEANZA:
Sì, perchè la mia non era soltanto una professione ma prima di tutto era una vera e propria passione. Queste VHS ci hanno dato modo di visionare film rari che in Italia sono tutt'oggi invisibili e introvabili.

GEPPO: Qual è la sua VHS più preziosa?
LEANZA:
È difficile rispondere, ne ho tante e sono tutte preziose. Su internet seguo le valutazioni nei vari siti specializzati in collezionismo di VHS e vedo cifre pazzesche. Forse la VHS che adoro di più è MILANO CALIBRO 9 della CINEHOLLYWOOD.

GEPPO: Cosa ne pensa dei DVD?
LEANZA:
Sono molto contento di vedere il cinema di culto in digitale, anche se non è stato pubblicato proprio tutto. Comunque i DVD sono una gran bella cosa, ma oggi non conviene noleggiare DVD italiani in Germania perchè c'è il Dio internet che comanda.
 
GEPPO: Di cosa si occupa oggi?
LEANZA:
Oggi faccio il meccanico. Ho un'officina di riparazione auto tutta mia. Ma seguo sempre, ancora oggi, il cinema kult.

GEPPO: La ringrazio quindi per aver risposto alle mie domande.
LEANZA:
Grazie a voi e mando un saluto a tutti gli amici del Davinotti. Continuate così, ragazzi!


ARTICOLO INSERITO DAL BENEMERITO GEPPO

Un benemerito particolare va al signor Vittorio Ignazio Leanza per la gentile concessione del materiale.

Articoli simili

commenti (1)

RISULTATI: DI 1
    Fabbiu

    15 gennaio 2012 11:48

    Molto bello, molto interessante, sapere di un passato d'oro tutto Italiano e in Germania; che belle le vhs, e le vostre collezioni. Bravo Geppo