IL FANTASTICO MONDO DEI CAPELLI DI HARRY KLEIN

3 ottobre 2009

Questo scherzoso articolo è un approfondimento dal sapore puramente goliardico di un argomento che non necessitava di analisi ma che, proprio per questa ragione, può creare un senso di curiosità riguardo a ciò che è superfluo. A volte, divertendosi, si scoprono nuovi interessi legati al cinema popolare e alle nostre amate serie televisive.
Buon divertimento e che lo “spirito trash” sia con voi!
Markus

Agli appassionati ricordiamo che si possono consultare lo speciale con TUTTI I COMMENTI DI TUTTE LE PUNTATE DI DERRICK e quello in cui si analizzano I LUOGHI COMUNI DELLA SERIE.

 
1° approfondimento inutile di Markus:

“Il fantastico mondo dei capelli di Harry Klein”

Chi è Harry Klein? I pochi che non conoscono questo nome sappiano che è il fedele assistente dell'ispettore Derrick (interpretato dall’attore Horst Tappert).
Harry Klein è il giovane commissario che assiste l’ispettore Derrick nelle indagini, ma difficilmente riesce a sbrogliare i complicati intrighi polizieschi senza l’aiuto del suo capo. Lui è solamente un aiutante senza né arte né parte, quasi messo lì per svecchiare - almeno nelle prime stagioni - il senso di vecchiume che, con tutto il dovuto rispetto, il buon Derrick procurava al solo sguardo dello spettatore. Harry Klein (interpretato dall’attore tedesco Fritz Wepper) ora avrete sicuramente capito chi è. Con questo articolo non voglio però analizzare la lunga serie televisiva tedesca che tutti conosciamo e che durò dal 1973 al 1997, bensì un dettaglio quasi irrilevante ma che proprio per questo motivo ha fatto scaturire in me il desiderio di uno studio minuzioso.
Da buon conoscitore della serie ho constatato che Harry ritoccava spesso il taglio dei suoi capelli; diciamo meglio: il parrucchiere di scena probabilmente volle sfruttare la bionda capigliatura del giovine, per rincorrere le mode maschili in fatto di capelli ma con gusto (spesso discutibile) teutonico.

Ecco a voi la cronologia dei tagli di Harry:

1973/75:
Harry porta il capello lungo circa 15/20 cm. a caschetto con scriminatura insolitamente a destra (in genere è a sinistra). Questo curioso fatto mi fa pensare che forse sia mancino. E’ senz’altro un bel taglio maschile legato a quel periodo e comune a molti altri attori, tra cui ricordo per esempio Luc Merenda. Un taglio seducente che coniugava con valido compromesso lo spirito hippie del capello lungo e medio lungo al virile rigore dell’uomo elegante.

1976:
Il solerte Harry fa una prima trasformazione: sposta la riga da destra al centro, creando una sorta di taglio vagamente dandy. Resosi conto che il capello non era propriamente vaporoso, il taglio durò una sola stagione. In effetti dalle immagini traspare un senso di piattezza avvilente, sopra il capo di Klein. Il capello è schiacciato e sfibrato.

1977/80:
Harry, dopo l’azzardo della riga in mezzo, ritorna alla rassicurante scriminatura a destra. I capelli dietro sulla nuca rimangono sempre lunghetti. La scelta si rivelò azzeccata, visto il grave errore commesso nel ’76.

1981/82:
Biennio indecoroso per Harry, che azzarda una piega alla Elvis: capello di lunghezza invariata rispetto al decennio precedente, ma buttato indietro con un po’ di gel e acqua, creando una sorta di “bananona” davvero imbarazzante sul capo.

1983:
Harry riprende il taglio del 1976 con riga tra i capelli in mezzo, ma ha la giusta accortezza di fonarli per creare il necessario volume. Il risultato appare convincente e ci fa dimenticare il piattume di sette anni prima.

1984/87:
Capelli indietro ravviati con sola acqua e schiacciati sopra per evitare lo scandaloso effetto “bananona” del tremendo biennio 1981/82, in cui il nostro aveva cercato di imitare Elvis in modo imbarazzante.

1988/89:
Altro biennio abbastanza imbarazzante, seppur in linea con le mode di quel tempo. Anzitutto occchio alla prima rivoluzione: Harry finalmente taglia i capelli dietro sulla nuca (era dal 1973 che non lo faceva)! Il taglio nella parte superiore è più sfoltito e sempre indietro ma azzardando una sorta di spazzola. In considerazione della forma del suo viso e della larga mascella, il risultato esteticamente è a mio avviso infame. A partire dal 1989, i capelli dietro li fece nuovamente - ed aggiungerei saggiamente -  ricrescere lunghetti, ma il vero risultato lo si vedrà solo nell’anno successivo.

1990/97:
Sulla nuca di Harry il capello è ricresciuto ed anche sopra è un po’ più lunghetto. Il taglio con il capello buttato indietro è riconfermato, ma evitando gel o spazzola; per questo motivo di tanto in tanto, e naturalmente, si formano delle righe in mezzo e a lato.

La serie televisiva de L’ispettore Derrick si concluse nel 1997.
A proposito dell’ispettore, ma lo sapevate che Derrick aveva il toupè sin dalla prima stagione? Lui era completamente calvo…

APPROFONDIMENTO INSERITO DAL BENEMERITO MARKUS

Articoli simili

commenti (17)

RISULTATI: DI 17
    Stefania

    3 ottobre 2009 15:01

    Oddio, mi sto spanciando:-D d'altra parte, è chiaro che in oltre vent'anni uno qualcosa deve cambiare, mica può restare congelato in un eterno presente esistenziale e (soprattutto) tricologico... Una cosa che non mi ricordo è l'evoluzione delle sue vicende sentimentali: mi pareva che ogni tanto facesse il provola con qualche indiziata, ma prendeva sempre il due di picche. in un episodio mi sembra che farneticasse di essersi addirittura innamorato ma credo poi si scoprisse che lei era l'assassina... complimenti, attendo con ansia ulteriori speciali!
    B. Legnani

    3 ottobre 2009 15:40

    O mamma mia...
    Markus

    3 ottobre 2009 18:59

    X Stefania: si, il mitico Harry è un collezionista (come me) di grandissimi due di picche (a mio avviso ingiustamente). In un certo qual senso mi somiglia...ammazza che culo che c'ho avuto :DDD

    Altri specialoni inutili in cantiere...
    Gugly

    3 ottobre 2009 21:29

    Attendo con ansia un specialone sugli amuleti utilizzati da tutti coloro che si sono avvicinati a Jessica Fletcher!
    Undying

    4 ottobre 2009 06:28

    Sarà anche un approfondimento trash, ma sai che pazienza fare la radiografia al look di Harry Klein e raccattare immagini dai vari stadi della metamorfosi!
    Gran lavorone.
    Bravissimo Markus...
    Aspetto con ansia un approfondimento su qualche attrice del cinema bis, sicuramente più apprezzabile da parte dei davinottiani di sesso maschile...
    Hackett

    4 ottobre 2009 18:00

    Uno specialone davvero geniale Markus! ;)
    Un amico mi prendeva sempre in giro per i capelli dandomi del Fritz Wepper... ora il mio sorriso è un pò amaro ;)
    Markus

    4 ottobre 2009 22:45

    grazie di cuore ragazzi.
    Geppo

    5 ottobre 2009 00:10

    La Germania sarà onorata di questo approfondimento!
    Markus

    5 ottobre 2009 07:29

    caro Geppo, ne sono felice. Sarebbe bello fare una traduzione in tedesco!
    R.f.e.

    5 ottobre 2009 10:19

    Spassoso! Sai che cosa mi ricorda ? Gli articoli "del tutto inutili" che pubblicavano anni fa certe riviste francesi. Negli anni '80, mi pare, una di quelle riviste (forse Starfix, puo essere?) era famosa per certi pezzi. Ne ricordo uno - chiedo scusa per l'argomento un po' disgustoso, ma mi era rimasto impresso proprio questo - che censiva tutti (in realtà solo alcuni) i film dove un personaggio... vomitava! Con classifica dei "migliori", ehm, va beh, quella cosa lì, ci siamo capiti... Comunque, a volte è utile sdramatizzare e certo un lusso "permetterci" di scrivere articoli "apparentemente" o realmente inutili.