"I Fantastici 4" episodio per episodio

20 November 2014

LA PAGINA DEGLI ESPERTI

In questa pagina sono raccolti i commenti pervenuti sui singoli episodi dei "Fantastici 4". Chi volesse contribuire commentando un unico e preciso episodio non ha che da CLICCARE QUI  e farlo, scrivendo nel forum il proprio commento e facendolo anticipare dal titolo dell'episodio e dal relativo pallinaggio (cercando di stare più o meno, a occhio, nei caratteri di un commento standard). Il commento verrà prelevato “automaticamente” (per via umana, cioè da me) dal forum e trasferito in questa pagina nel punto esatto.

INTRODUZIONE
 (a cura di 124c)
Nel 1967 gli studios Hanna & Barbera portano in tv le avventure dei Fantastici 4, primo fumetto Marvel moderno, datato 1961, firmato Stan Lee e Jack Kirby. La serie presenta lo scienziato spaziale Reed Richards, sua moglie Susan "Sue" Storm-Richards, lo spericolato pilota d'automobili Johnny Storm (fratello minore di Sue) e il pilota d'aerei Ben Grimm che partono con un razzo per lo spazio ma vengono contaminati dai raggi cosmici. Tornano sulla Terra trasformati in Mister Fantastic, un uomo plastico, la Donna Invisibile, la Torcia Umana e il roccioso e mostruoso la Cosa, quattro esseri che rappresentano i quattro elementi del mondo (acqua, aria, fuoco e terra) e che si votano alla lotta al crimine. Per quanto i venti episodi seguano le trame dei fumetti di Stan Lee e Jack Kirby, ai registi Hanna & Barbera non interessa né la continuity fumettistica né la vita privata del quartetto, né i personaggi di contorno come il vecchio postino Willie Lumpkin e la scultrice cieca Alicia Masters, fidanzata della Cosa (attenuano pure i litigi fra Ben Grimm e Johnny Storm ed i momenti di depressione della Cosa). Quel che interessa ai registi è il concetto di famiglia supereroica che combatte il male, quattro eroi sempre pronti all'azione guidati da un Reed Richards superscienziato. Se Ben e Johnny rappresentano il lato action-comico del serial, a Sue Storm è riservato il ruolo di fedele moglie del protagonista (quindi, tutta la storia del fidanzamento con Reed viene saltata) che, spesso, viene catturata dai cattivi, perché è nelle trame dei fumetti e negli show tv anni '60. I criminali della serie sono quelli dei fumetti: il cieco Uomo Talpa, gli alieni verdi Skrull, il devastante Blastarr, l'Uomo Molecola, Klaw il signore del suono, il Fantasma Rosso e le sue super-scimmie (unico nemico sovietico in una serie dove la rivalità USA/URSS, presente nel serial di Lee/Kirby, è annuallata), Galactus il divoratore di mondi e il dottor Destino, un uomo mascherato rivale di Reed Richards che è anche dittatore del regno di Latveria. La parte grafica è affidata a Alex Toth, che riadatta i disegni di Jack Kirby in versione animata, trasformando il gigantesco Galactus in un essere verde, addolcendo i tratti degli Skrull e, sopratutto, modificando la mostruosa maschera del dottor Destino, che qui ha una bocca a forma di fornace. Lo show annovera apparizioni di altri personaggi Marvel come il calvo Osservatore, il triste Silver Surfer e l'eroico Namor principe di Atlantide Sub-Mariner, ribattezzato Tritone per questioni di diritti tv. Compaiono anche molti mezzi del quartetto fra cui l'aereo Pogo (il razzo spaziale dei Fantastici 4), il sottomarino e la scomponibile Fantastic Car (che però si vede in pochi episodi). La qualità dell'animazione non è alta, ma il tono è serio, da classica serie fantascientifica pop degli anni '60. In America la serie non riscuote grande successo (per questo solo 20 episodi), ma in Italia lo trova, grazie a una trasmissione anni '70 della Rai sui fumetti, Supergulp e al suo film antologico, I supereroi di Supergulp, che trasmette gli episodi del quartetto alternati a cartoni classici di altre due serie Marvel: L'Uomo Ragno e Il mitico Thor. La voce originale di Susan Richards, la Donna Invisibile, è dell'attrice Joann Pflug, nota per il film M.A.S.H. di Robert Altman e per essere poi apparsa in molti telefilm anni '70/80 come Charlie's Angels, Professione pericolo e Supercar. (124c)


01. THE MENACE OF THE MOLE-MEN (INEDITO IN ITALIANO)

***! Arrivati in un'isola misteriosa grazie al loro sottomarino speciale, i Fantastici 4 affrontano l'Uomo Talpa, che li fa cadere in una serie di trappole, da cui fuggono abilmente usando i loro poteri. I Fantastici 4 partono col botto col loro show animsto, affrontando subito il loro primo nemico a fumetti: l'Uomo Talpa, il signore del sottosuolo, che ha al suo servizio creature di ogni forma e dimensione. Qui però si fa a meno dei mostri giganti per limitarsi all'esercito di talpoidi senza cervello e alle trappole speciali. Benché l'animazione possa andare, la Cosa risulta alquanto goffo e bassino; però picchia forte, quando c'è da picchiare, e i suoi pugni sono fragorosi. Quanto all'Uomo Talpa, che di solito è un fifone, qui è un serio e astuto criminale, che sa combattere anche al buio. Buone le scene col resto del quartetto dove Reed, Sue e Johnny dimostrano di sapersela cavare anche senza il loro compagno forzuto. Gli sceneggiatori si prendono alcune libertà, rispetto al fumetto di Stan Lee e Jack Kirby datato novembre 1961, ma sono giustificate, perché qui c'è tutta l'action e l'ironia dei cartoni animati supereroici degli anni'60 di Hanna & Barbera. Buono. (124c)

2. INCONTRO CON DIABLO (DIABLO)
**! Il quartetto se la deve vedere con Diablo, un alchimista immortale rinchiuso in un castello della Transilvania. A risvegliarlo è l'ingenua Cosa, che si fa prendere in giro dal criminale, il quale gli fa credere d'averlo guarito dalla sua deformità con uno dei suoi filtri ipnotici. Trasposizione animata fedele dell'avventura a fumetti di Stan Lee e Jack Kirby, col quartetto che combatte questo alcimista dai baffoni messicani che fa credere a tutto il mondo d'aver risolto il problema della fame e degli armamenti. Il look di Diablo è leggermente diverso da quello dei fumetti, visto che ha una carnagione bianca anziché rosa e il suo costume è viola invece che verde. Sarà per renderlo più televisivo, ma non capisco questo cambiamento, visto che qui Diablo pare un alieno. Il ritmo, però, è fluido, ci sono molte scene di combattimento e la Cosa è più scatenato che mai. Ottimo il doppiaggio italiano, che ha voci diverse da quelle consuete della versione di Supergulp, i fumetti in tv, visto che risale al 1972, ai tempi de Gli eroi di cartone, una trasmissione Rai presentata dal cantante Lucio Dalla. Recuparato, nei primi anni '80, dal suddedetto show Supergulp e riproposto nei recenti DVD della "Gazzetta dello Sport", l'episodio si lascia ancora guardare con quel pizzico d'ingenuità tipica dei prodotti degli anni'60/70. (124c)

3. COMINCIO' TUTTO COSI' (THE WAY IT ALL BEGAN)
**** Vengono narrate le origini dei Fantastici 4 e del dottor Destino. Fra gli episodi più dettagliati della serie, perché va oltre gli incidenti accaduti ai quattro e al folle scienziato con la maschera e l'armatura di ferro. Si parla, infatti, di Reed e Ben sia come compagni d'università di Destino che come eroi della Seconda Guerra Mondiale. Il dottor Destino sfoggia una maschera di ferro con la bocca a fornace e pare un pupo siciliano, ma è lo spietato re dell'immaginario paese di Latveria di sempre. Reed Richards e Sue Storm felicemente sposati fin da prima dell'incidente coi raggi cosmici è un McGuffin tv che accompagna il quartetto anche negli show tv del 1978 e del 1993. Ottimo. (124c)

4. L'INVASIONE DEI SUPER-SKRULL (INVASION OF THE SUPER-SKRULL)
*** Versione televisiva dell'omonimo fumetto di Stan Lee e Jack Kirby, dove s'introducono sia gli alieni mutaforma verdi Skrull, che il loro forzuto campione, il Super Skrull, il quale possiede tutti i poteri dei Fantastici 4. Episodio che ha avuto un remake nella serie del 1993, ma che differisce solo nel finale, ispirato al primo scontro fra i Fantastici 4 e gli Skrull, apparso nel secondo numero della collana a fumetti. Alcuni disegni ricalcano le tavole di Jack Kirby, ma, come è avvenuto per il dottor Destino, anche il Super Skrull ed i suoi capi vengono ritoccati dagli animatori per renderli più pagliacciosi. Episodio bello, ma non irresistibile. (124c)

5. KLAWS (INEDITO IN ITALIANO)
**! Klaw, il signore del suono con il costume rosso ed una pistola sonica incastrata nella mano destra, penetra dentro la base dei Fantastici 4, il Baxter Building, mette alle strette la bella Sue Richards, stordisce il muscoloso Ben Grimm, inguaia il pastico Reed Richards ma sottovaluta il focoso Johnny Storm. Strana la scelta di Klaw come avversario di turno, di solito ce l'ha con l'eroe africano Pantera Nera, il suo più grande nemico (e amico dei Fantastici 4). Qui, invece, si vuole vendicare sopratutto della Torcia Umana, ma proprio da Johnny Storm il criminale viene sconfitto. Episodio breve della serie, che si riduce solo a una simpatica scazzottata in laboratorio. (124c)

6. THE RED GHOST (INEDITO IN ITALIANO)
**! I Fantastici 4 partono col loro razzo verso il lato oscuro della Luna, dove si dice ci sia ossigeno, ma devono affrontare il dottor Ivan Kragoff e le sue tre super-scimmie intelligenti, contaminati dagli stessi raggi cosmici che li hanno trasformati in supereroi. Secondo ed ultimo mini-episodio del quartetto, sempre limitato nei colpi di scena ma più interessante del precedente per via del classico scienziato pazzo brutto, grasso e con i capelli pettinati a chela da affrontare, che riesce a rendersi intangibile come un vero spettro (da qui il nome Fantasma Rosso). Simpatiche le tre scimmie (un gorilla superforte, un orango coi poteri magnetici e una scimmia mutaforma), sbagliato il colore del costume del Fantasma Rosso che è verde e non rosso come nei fumetti. (124c)

7. PRISONERS OF PLANET X (INEDITO IN ITALIANO)
**! Kurrgo, il dittatore del Pianeta X, invia un Ufo sulla Terra, pilotato da un robot, per catturare i Fantastici 4. Il piano riesce e Kurrgo costringe Reed Richards e co. ad aiutarlo a far evacuare gli abitanti del pianeta perché c'è una meteora che minaccia di distruggerlo. Avventura ispirata ai film di fantascienza degli anni'50 e '60, con perfidi nanetti alieni e robottoni alla Ultimatum alla Terra, dove la genialità del leader dei Fantastici 4 la fa da padrona. La mancanza dei super-cattivi di Stan Lee si fa sentire e ciò rende l'episodio un po' noioso. (124C)

8. TUTTO COMINCIO' IN YANCY STREET (IT STARTED ON YANCY STREET)
*** Torna il Fantasma Rosso con le sue tre superscimmie, il quale dopo aver sconfitto i Fantastici 4 attirandoli nel quartiere dov'è cresciuto Ben Grimm, Yancy Street, li fa prigionieri e li trasporta, con la sua astronave, sul lato oscuro della Luna. Il clou, però, arriva quando i Fantastici 4 giungono, per caso, nel laboratorio dell'Osservatore (un alieno pelato e in tunica da antico romano, che ha il compito di osservare la storia dei terrestri dalla sua base lunare): un incontro breve ma intenso, perché l'essere intelligente permette a Reed Richards di usare i suoi macchinari per sconfiggere il Fantasma Rosso. Episodio abbastanza movimentato, curato nei disegni da Alex Toth. Datato, ma convincente. (124c)

9. LE TRE PREDIZIONI DEL DOTTOR DESTINO (THREE PREDICTION OF DOCTOR DOOM)
***! Il dottor Destino, rapendo Sue Richards e guarendo Ben Grimm dalla sua deformità, dalla sua fortezza volante crede d'aver il via libera per ricattare l'ONU e minacciare inondazioni di portata mondiale. Sorvolando sugli aspetti retrò del cartone e sul discutibile look tv di Destino (sembra disegnato da un bimbo delle elementari) l'episodio è scorrevole, con il cattivo che, per la prima volta in un cartone animato, minaccia le Nazioni Unite come rifarà spesso negli episodi anni '80 dell'Uomo Ragno. La fortezza del dottor Destino ha la strana forma di un siluro, è vero, ma viene battuta dal missile dei Fantastici 4 con super-calamita a prua... una vera genialata trash firmata Reed Richards. Ottima la trappola delle sfere d'acciaio, che si vede anche nella sigla tv. (124c)

10. BEHOLD A DISTANT STAR (INEDITO IN ITALIANO)
**! Dopo il muscoloso Super-Skrull, per battere i Fantastici 4 gli alieni verdi si affidano a un comandante bello e ambizioso, il cui look sembra preso dalle pagine del Flash Gordon di Alex Raymond (infatti, con i suoi baffi e l'elmo in testa, sembra un incrocio fra un militare dell'imperatore Ming e il principe Barin del regno di Arboria). Gli animatori, però, hanno idee confuse sugli Skrull, tanto che il loro classico look viene fin troppo ritoccato per la tv (addirittura la principessa Skrull, di cui s'incapriccia il comandante, sembra una terrestre, perché è di carnagione bianca!). Viene stravolto il fumetto originale di Stan Lee e Jack Kirby dallo stesso titolo, dove entrava in scena addirittura il padre di Sue e Johnny Storm, per la classica storia d'azione stile Hanna & Barbera. (124c)

11. DEMON IN THE DEEP (INEDITO IN ITALIANO)
*** Episodio che si sofferma sul giovane Johnny Storm, la Torcia Umana, perché per breve tempo lascia i Fantastici 4 per andare a vivere da solo in città. E' anche l'episodio dove compare il dottor Gamma (sigh!), che si trasforma, grazie ai raggi gamma radioattivi (doppio sigh!), in Gamma Ray (triplo sigh!), una creatura acquatica rossastra che terrorizza le coste e risveglia la balena preistorica Giganto. Il cattivo della storia, il dottor Gamma, non è certo il dottor Bruce Banner, visto il grasso mostro acquatico che diventa (e che fa rimpiange molto Hulk, qui assente per ragioni di diritti tv), però è protagonista di una bella scena: quella dove Johnny lo ricaccia negli abissi marini provocando un vortice infuocato. Momento cult: la Cosa che entra dentro Giganto con una bomba legata sulla schiena. Divertente episodio ispirato ai fumetti anni '50 e '60 della Marvel, pieni di mostri e ai film giapponesi alla Godzilla. (124c)

12. PERICOLO NEGLI ABISSI (DANGER IN DEPHTS)
****! Unico episodio team-up della serie, dove, per ragioni di diritti tv, viene rimpiazzato il principe Namor Sub-Mariner del regno di Atlantide con il principe Tritone di Pacifica, che è azzurro come gli altri esseri acquatici. Eppure, se qui il vero Sub-Mariner non poteva comparire, allora perché l'hanno fatto il perfido barbaro Attuma e la graziosa lady Dorma, che erano presenti pure nei semi-animati solitari del principe Namor, prodotti, nel 1966, da una casa rivale? Avevano, forse, un lasciapassare speciale? Comunque qui i Fantastici 4 fanno una bella figura, perché sembrano quasi i quattro dell'A-team. Chiamati in soccorso da lady Dorma per mettere fine a una cruenta guerra sottomarina, attaccano i soldati di Attuma (vestiti da centurioni romani) facendo molto rumore ma rimanendo invisibili agli occhi del principe Tritone. Unico episodio che, non si sa per quale motivo, cambia le sue musiche originali con quelle italiane anni '70 di Fausto Montanari, usate dalla trasmissione Supergulp, i fumetti in tv per i cartoni brevi dell'Uomo Ragno. Strano; a differenza dei fumetti, qui Susan Richards non è minimamente attratta dal principe Namor/Tritone. (124c)

13. IL RITORNO DELL'UOMO TALPA (RETURN OF THE MOLE MAN)
***! L'Uomo Talpa fa sprofondare nel sottosuolo i grattacieli di New York, rapisce Sue Richards e ordina al resto dei Fantastici 4 di bloccare l'avanzata dell'esercito americano. A Reed, Ben e Johnny non resta che obbedire, ma saranno loro a ridere per ultimi. Dopo l'isola vulcanica del primo episodio, entriamo nel vero regno dell'Uomo Talpa e dei suoi servi senza vista e senza cervello, fatto di grotte buie, laboratori sofisticati e moto volanti. Reed, da quel genio che è, scodella due-tre invenzioni niente male, mentre la Cosa s'improvvisa cuoco sopraffino. Altro buon episodio con doppiaggio italiano alternativo che Supergulp, i fumetti in tv ereditò da Gli eroi di cartone, trasmissione del 1973, presentata da Lucio Dalla. (124c)

14. RAMA TUT (EPISODIO INEDITO IN ITALIANO)
*** I Fantastici 4, durante una visita al museo di New York, vedono esposta una tavoletta egizia dove è raffigurata la Cosa. Per saperne di più, si recano al castello abbandonato del dottor Destino per usare la sua macchina speciale e tornare indietro nel tempo, fino all'epoca dei faraoni. Saranno catturati dai soldati di Rama Tut, un faraone arrivato dal futuro con un'astronave a forma di Sfinge, che li schiavizza. Fin dalla prima sequenza ambientata a Yancy Street, dov'è accolto da alcuni ragazzacci con insulti e verdure marce in faccia, si capisce che è il roccioso Ben Grimm la vera star dell'episodio. Non solo si fa volontariamente ritrarre in una tavoletta egizia, ma è costretto pure a fare il vogatore-schiavo in una nave, come Charlton Heston in Ben Hur, trasformandosi brevemente in umano e salvando sé stesso e i suoi compagni. Menzione speciale per la Ragazza Invisibile in deliziosi abiti egizi, costretta a diventare, per breve tempo, la concubina del faraone. Grande l'idea dell'astronave a forma di Sfinge. Nei fumetti di Stan Lee, Rama Tut è una delle identità di Kang il conquistatore del futuro, uno dei nemici mortali dei Vendicatori, che ha una maschera di ferro simile a quella del dottor Destino. (124c)

15. GALACTUS (GALACTUS)
***** Prima versione animata dell'incrdibile saga di Galactus, il gigantesco alieno divoratore di mondi (ce ne sarà un'altra, nel 1994, divisa in due parti) e ciò significa pure il ritorno dell'Osservatore, che avverte i Fantastici 4 del pericolo che corre la Terra e l'esordio animato di Silver Surfer, araldo alieno color argento del mostro divora-pianeti, che attraversa il cosmo con una tavola da surf. Complimenti ad Alex Toth e a tutto lo staff di animatori degli studios "Hanna & Barbera", l'avventura a fumetti con Galactus e Silver Surfer è solo del 1966, mentre quest'episodio tv è dell'anno dopo (quel che chiameremmo un instant movie, se fosse interpretato da attori veri). Ci sono alcune differenze, tipo Galactus che è verde sia di carnagione che di armatura (nei fumetti è bianco e ha l'armatura viola) e Silver Surfer non è certo una gran bellezza grafica, però sono dettagli, perché la storia è riprodotta alla perfezione, con la sola differenza che, in mancanza della fidanzata di Ben Grimm, la scultrice cieca Alicia Masters, fra i protagonisti, qui è Sue Richards a convincere Silver Surfer che la Terra dev'essere risparmiata. Un dettaglio che a me piace, perché nei fumetti era propriola Donna Invisibile l'unico personaggio inutile (persino la Torcia Umana aveva la sua missione da compiere dentro l'astronave di Galactus, per conto dell'Osservatore). Fantascienza pop anni '60 all'ennesima potenza, firmata Lee/Kirby e Hanna & Barbera, il meglio del meglio! (124c)

16. IL MICROCOSMO DEL DOTTOR DESTINO (THE MICROWORLD OF DOCTOR DOOM) 
***** Da un pianeta minuscolo il dottor Destino attira i suoi quattro odiati nemici nel suo nuovo regno e li miniaturizza. Più che Reed Richarda, interessato agli studi del suo rivale, hanno scene molto interessanti gli altri tre componenti del quartetto. La Cosa, anche se rimpiccolita, picchia sempre tutti i cattivi e "gioca a baseball" con un'astronave che gli fa da palla, la Torcia ha il suo bel da fare con un condizinatore d'aria che sta aspirando i suoi compagni e la mini-Donna Invisibile si nasconde in una tana piena di topi giganti. Episodio splendido, non solo per la presenza del dottor Destino, ma anche per degli orribili uomini lucertola che vogliono sfruttare i poteri dei Fantastici Quattro per le loro guerre. Ottimo l'esprediente usato dal quartetto per fuggire dalla prigione del dottor Destino. Una curiosità: oggi, una scena che vede una bella eroina come la Donna Invisibile rimpiccolita ed intrappolata in una tana di topi sarebbe imbarazzante e a doppio senso, negli anni '60 invece ci poteva anche stare. Arrivato in Italia all'interno dell'atologico film ad episodi I supereroi di Surpergulp, del 1979. (124c)

17. BLASTARR, LA BOMBA VIVENTE (BLASTARR, THE LIVING BOMB BURST)
*** Blastarr, gigantesco scimmione armato di raggi che fuoriescono dalle braccia, significa l'introduzione della Zona Negativa (un universo parallelo studiato da Reed Richards nei suoi laboratori dove il cattivo è un criminale temuto) e la prima apparizione, in questo show, della Fantastic car, il mezzo più rappresentativo dei Fantastici 4 (anche se di colore rosso e non bianco, come nei fumetti). Ennesimo antagonista tutto muscoli per i nostri eroi dopo il Super-Skrull (che, almeno, era sia forte che intelligente), che semina il panico fra i newyorchesi perché è nato solo per distruggere ciò che incontra. Quest'essere è più grande della Cosa, ma ciò non ha impedito a Ben Grimm di stenderlo lo stesso. (124c)

18. IL MISTERIOSO UOMO MOLECOLA (THE MYSTERIOUS MOLECULE MAN)
**! I Fantastici 4 se la devono vedere con lo sfregiato Uomo Molecola, o come nei fumetti solo Molecola (la cui origine è collegata a un meteorite radioattivo che si è schiantato sulla Terra e che Reed Richards sta studiando nel suo laboratorio), che ricatta la città e le Nazioni Unite. L'Uomo Molecola, armato di bacchetta magica, detta legge come un cowboy vecchio stampo e crea dal nulla di tutto, persino dei jet supersonici, come se fosse un prestigiatore provetto. Interessante il fucile speciale usato dai Fantastici 4 per combatterlo. Episodio non irresistibile proiettato nei nostri cinema nell'antologico film I Supereroi di Supergulp, del 1979, ma anche trasmesso in tv, nel 1981, parzialmente ridoppiato, nell'ultima stagione della trasmissione Rai Supergulp i fumetti in tv. (124c)

19. THE TERRIBLE TRIBUNAL (EPISODIO INEDITO IN ITALIANO)
*** I Fantastici 4 vengono rapiti e portati in un altro pianeta per essere processati per crimini contro il male. Gli accusatori sono tre vecchie conoscenze: l'Uomo Molecola, Blasterr e Klaw, che assistono il misterioso giudice in un processo-farsa dove Reed Richards sale sul banco dei testimoni. I cattivi, però, commettono l'errore di sottovalutare la Cosa, la Donna Invisibile e la Torcia Umana, che evadono dalla loro cella e corrono in aiuto dell'amico. Un episodio supereroico 100% Hanna & Barbera, con trovate geniali come la poltrona che estrae i ricordi dalla mente degli uomini, i soldati-guardia corazzati e il carro armato-robot pilotato dal giudice. Curioso che i Fantastici 4 vadano a letto con i loro costumi da battaglia: evidentemente si aspettavano di essere rapiti. Bello. (124c)

20. IL REGISTA DELLA MORTE (THE DEADLY DIRECTOR)
**! I Fantastici 4 volano ad Hollywood con la loro Fantastic car (finalmente bianca, anche in tv) perché un regista di serie B li vuole come star del suo ultimo film. In realtà il regista è l'Impostore, un trasformista pagato da un cartello criminale per far fuori i quattro durante le riprese. L'idea del criminale che si finge regista di serie B è abusata nelle serie supereroiche; peccato che non si chiami Mysterio (il criminale Marvel esperto in effetti speciali) per le solite questioni sui diritti tv, perché altrimenti, forse, ci scappava un bel team-up con l'Uomo Ragno. Paragonate alle trappole del dottor Destino e dell'Uomo Talpa (citati in alcuni video-flashback da Sue e Reed Richards), quelle dell'Impostore riusultano ridicole, benché adeguate alla trama leggera. I Fantastici 4 di Hanna & Barbera si chiudono qui, senza un vero e proprio episodio finale; ma questa sarà solo la prima di tante serie animate Marvel a venire che finiscono con un nulla di fatto. (124c)

Articoli simili

commenti (0)

RISULTATI: DI 0