CHARLIE'S ANGELS EPISODIO PER EPISODIO

25 agosto 2016

LA PAGINA DEGLI ESPERTI

In questa pagina sono raccolti i commenti pervenuti sui singoli episodi di "Charlie's Angels". Chi volesse contribuire commentando un unico e preciso episodio non ha che da CLICCARE QUI e farlo, scrivendo nel forum il proprio commento e facendolo anticipare dal titolo dell'episodio e dal relativo pallinaggio (cercando di stare più o meno, a occhio, nei caratteri di un commento standard). Il commento verrà prelevato “automaticamente” (per via umana, cioè da me) dal forum e trasferito in questa pagina nel punto esatto.


INTRODUZIONE (a cura di 124c)

Nel 1976 viene lanciato il serial tv Charlie's Angels, dove tre belle ex-poliziotte vengono assunte come investigatrici private da un miliardario di nome Charlie Townsend; questi non si vede mai (se non di spalle) e quindi impartisce gli ordini solo al telefono (con la voce dell'attore John Forsythe, in originale). L'unico a conoscerne il volto è John Bosley (David Doyle), segretario/assistente dell'agenzia che fa da mediatore fra il miliardario e le ragazze.
Essere Charlie's Angels richiede: bellezza, intelligenza, sorrisi smaglianti, capelli pettinati in una certa maniera, vestiti alla moda e auto veloci, perciò vengono ingaggiate per i ruoli di Jill Monroe, Kelly Garett e Sabrina Duncan le attrici Farrah Fawcett, Jaclyn Smith e Kate Jackson (a cui si deve la scelta definitiva del nome dello show). Per gli Angeli prigioni sporche o ville di classe non fanno differenza: quando vengono assunte s'infiltrano, smantellano e catturano pistole alla mano i colpevoli (quasi sempre uomini) che, normalmente, le sottovalutano perché donne. Il periodo di maggior successo della serie è fra le stagioni 2 e 3, quando Farrah Fawcett lascia (ma tornerà come ospite in 6 puntate spalmate nelle stagioni 3 e 4) e arriva Charyl "Kris Monroe" Ladd, perché è proprio nel biennio 1977/79 che gli Angeli si consolidano definitivamente come fenomeno pop-femminista. Strano a dirsi, ma è Sabrina l'Angelo che garantisce solidità e ascolti record e quando Kate Jackson abbandona per essere sostituita prima da Shelley "Tiffany Welles" Hack e poi da Tanya "Julie Rogers" Roberts, negli ultimi due cicli del 1979/80 e 1980/81, lo show crolla in popolarità e ascolti. L'ultima stagione del 1980/81, la 5, ha una gestione travagliata a causa d'uno sciopero degli sceneggiatori che porta prima al taglio delle puntate previste (da 24/26 a 17) e poi alla sua definitiva cancellazione. Charlie's Angels resta importante perché è il serial che ha ridisegnato il ruolo femminile nelle serie poliziesche d'azione: non più figure di contorno spesso passive ma importanti. Gli unici suoi remake/reboot degni di nota, dagli anni '80 ad oggi, restano i due controversi e goliardici film di McG del 2000 e 2003, con Cameron Diaz, Lucy Liu e Drew Barrymore. (124c)


PRIMA STAGIONE (1976-77)

01. GLI ANGELI (Pilot)
**! Kelly e Sabrina qui si alternano nel ruolo della figlia di un riccone morto sette anni prima per sconvolgere i piani della seconda moglie del defunto e del suo complice. Kelly che arriva in moto in villa e si toglie il casco liberando i capelli è un cult della serie; peccato che Farrah Fawcett qui si limiti a fare delle comparsate e basta. Benché gli Angeli si mescolino già bene fra i cattivi, qui non sono molto decisivi nelle scene finali, che risultano essere affrettate e malscritte. Ottimi Bo Hopkins e Dana Muldaur come cattivi (specie il primo); simpatico il cameo del giovane Tommy Lee Jones. Curiosità: questo è l'unico episodio dove Charlie e gli Angeli non hanno ancora un cognome e dove lavorano in un ufficio diverso dal solito. Bocciato l'avvocato Woodville di David Odgen Steirs, il secondo aiutante di Charlie dopo Bosley, che scompare già dalla prossima puntata. (124c)

02. CORSA INFERNALE ( Hellride)
*** Primo di molti episodi dove gli Angeli si mettono a fare dei mestieri "da uomini". Per indagare sulla morte di una ragazza appassionata di macchine, Sabrina si spaccia per pilota d'auto e la sostituisce per la corsa. Si scopre che una delle concorrenti, la riccia e antipatica Bloody Mary, è legata a una gang che vuole fare un grosso colpo durante il rally. Strana la scelta di Sabrina pilota d'automobili da corsa al posto di Jill, anche se, però, qui Farrah si diverte a fare l'ingenua figlia di un pastore prostestante (Bosley). Azzeccato il capo dei cattivi impersonato da Don Gordon, ma poco credibile come guidatrice Jenny O'Hara: funziona meglio come prof della serie L'albero delle mele. (124c)

03. DROGA DAL MESSICO (The Mexican Connection)
***! Per fare luce sulla morte di una hostess, gli Angeli si mescolano nella gang di un ricco boss messicano della droga che è in lotta con un misterioso concorrente. Ancor più dell'episodio pilota, vengono qui messe in luce le capacità degli Angeli d'infiltrarsi negli ambienti più sospetti, specialmente di Jill, davvero credibile come istruttrice di nuoto. Nella parte del boss messicano, il bravo attore italiano trapiantato a Hollywood Cesare Danova. Imprevedibile il colpo di scena finale. (124c)

04. LO STRANGOLATORE (Night of the Strangler)
***** Kelly è la sosia di una modella trovata strangolata nel suo appartamento e, quindi, per indagare sul caso, l'ex-poliziotta si spaccia anche lei per mannequin, attirando le attenzioni del capo-agenzia, il morboso Richard Mulligan. Si scopre che lo strangolatore che gli Angeli stanno cercando non è uno solo, ma tre e che questi si alternano nelle varie uccisioni, coprendosi a vicenda. Simpatica la resa dei conti degli Angeli col trio omicida; ottima la prova di Jaclyn Smith in doppio ruolo. (124c)

05. ANGELI IN CATENE (Angels in Chains)
****! La padrona di una contea fuorilegge, nella sua villa, obbliga le detenute della sua prigione ad "intrattenere" i suoi ospiti. Gli Angeli, che si sono fatte arrestare apposta per ritrovare la sorella della loro cliente, si ribellano, vengono incatenate l'una all'altra e portate fuori città per essere giustiziate dallo sceriffo corrotto. Eccitante la fuga delle nostre, prima a piedi e poi alla guida di un furgone pieno di patate; adeguate le prove del grasso David Huddleston e di Anthony James nei ruoli dello sceriffo e del suo vice; specie del secondo, con quella faccia magra da psicopatico. Nel ruolo di una delle delle detenute/vittime c'è una giovane Kim Basinger. (124c)

06. UNA SPECIE OMICIDA (Target: Angels)
****! Un killer prende di mira Kelly, Jill e Sabrina, ma chi lo paga vuole che gli Angeli lo conducano da Charlie per ucciderlo. Prima avventura dove il misterioso Charlie ha un ruolo centrale, visto che offre agli Angeli, tramite Bosley, una delle sue ville per nascondersi (che, a fine caso, venderà). E' anche l'episodio dove vediamo Kelly rilassarsi con un Tom Selleck senza baffi, Jill che fa la coach di una squadra di basket per bambini e Sabrina che si sfoga con il padre militare e l'ex-marito poliziotto. Bello davvero; spiace, quasi, vedere Charlie far retromarcia e scappare via in limousine dopo che gli Angeli gli hanno appena salvato la vita! (124c)

07. GLI OMICIDI (The Killing Kind)
****! Un vecchio amico di Charlie chiede agli Angeli di far luce sulla tragica morte della figlia, una reporter che stava indagando sui loschi traffici del boss Vic Terranova, proprietario di un villaggio turistico. E' l'episodio dove Kelly tira una forte gomitata allo stomaco della perfida massaggiatrice Inga, una killer di Terranova (la forzuta Janis Jamison) e poi si gira scuotendo simpaticamente i capelli, come si vede nella sigla d'apertura dello show. Davvero in parte Robert Loggia nel ruolo di Vic Terranova; lui e gli attori maschi che interpretano i suoi complici sembrano modelli che sfilano in passerella con i loro eleganti camicioni aperti. Altro gioiellino.(124c)

08. UCCIDERE UN ANGELO (To Kill an Angel)
*** Skip, un bambino autistico, durante una visita al luna park assieme a Kelly raccoglie da terra una pistola carica abbandonata da un assassino e, involontariamente, spara e ferisce di striscio la ragazza. Sconvolto, Skip scappa via e si mette alla ricerca di alcuni oggetti "magici" che, secondo una fiaba raccontatagli proprio da Kelly, dovrebbero far guarire l'Angelo. Remake copia-incolla di un'avventura di Mod Squad i ragazzi di Greer, serie poliziesca precedente a quella degli Angeli, da ricordare solo per essere il primo di due episodi dove la sensibile ed altruistica Kelly viene ferita a morte. Divertenti, però, i due cattivi intrappolati in una giostra da Jill e Sabrina! (124c)

09. LADY KILLER (Lady Killer)
****! Tony Mann, proprietario del "Night club Feline" dove le cameriere si vestono da gattine sexy, ingaggia gli Angeli per scoprire chi è il maniaco che sta uccidendo alcune ragazze. Quasi un episodio a "luci rosse", visto che qui si strizza l'occhio a Hugh Hefner, creatore della rivista sexy "Playboy", e alle sue famose "conigliette" (notevole Farrah Fawcett nei panni di una "gattina"). Titolo fin troppo rivelatore, ma altro gioiellino della serie. Buona la prova del fascinoso Hugh O'Brian nel ruolo di Tony Mann, anche se con Sabrina, sua finta segretaria e nuova amante, va in bianco perche gli dice (sigh): "Niente sesso, sei un cliente". (124c)

10. CENTRO! (Bullseye)
*** Charlie manda Jill e Kelly fra le soldatesse e Sabrina a fare l'infermiera (un deja vu per Kate Jackson, perché in abiti bianchi aveva "già dato" nel serial A tutte le auto della polizia), per scoprire che ha ucciso una recluta dell'esercito di sesso femminile durante un'esercitazione. Siamo più vicini a Ufficiale e gentiluomo che a Soldato Giulia agli ordini, con tanto di sergente istruttore con la faccia di L.Q. Jones (alto, magro, capelli brizzolati e baffetti), un attore che tornerà altre tre volte in questa serie in ruoli da duro. Esilarante Bosley quando recupera l'arma del delitto, che è immersa nel trogolo del recinto dei porci di una fattoria! Comparsata di Robert Pine (il sergente dei CHipS) nel ruolo di un dottore. (124c)

11. ADULTI CONSENZIENTI (Consenting Adults)
**! Gli Angeli si mettono alla ricerca del proprietario di una galleria d'arte rapito dal socio, perché questi crede che il primo abbia inscenato un grosso furto. Episodio, per me, alquanto modesto, ravvivato solo da Jill Monroe, qui abile campionessa di skateoboard che schettina a tutta birra perché inseguita da un killer barbuto. Per la prima volta Sabrina si fa catturare apposta dai cattivi. Comparsata di G.W. Bailey (il capitano Harris di Scuola di polizia) nei panni di un ladruncolo. (124c)

12. LA SEDUTA (The Seance)
****! Kelly, dopo aver partecipato a una seduta spiritica truffaldina, ha dei terribili incubi di lei bambina orfana che viene perseguitata dalla brutta governante Beemish. Il cattivo (un ottimo Rene Auberjonois), sentendosi alla strette, le ordina di suicidarsi in auto assieme all'amica Jill Monroe dicendole che Jill è la signora Beemish reincarnata. Ottimo episodio, dove veniamo a conoscenza del triste passato di Kelly (ci si chiede che male abbia mai fatto la signora Beemish alla Kelly bambina). Davvero sexy Farrah Fawcett che, seduta davanti a una scrivania a gambe incrociate, apre un cassetto semplicemente spostando un piedino. (124c)

13. ANGELI A ROTELLE (Angels on Wheels)
****! Kelly, ispezionando l'appartamento di una ragazza uccisa durante una partita di roller (sport tosto per pattinatrici toste), trova un biglietto che serve a ritirare una misteriosa valigia, che interessa anche ad una donna d'affari. La vera eroina della storia, però, è Jill, visto che è lei ad entrare nella squadra di roller spacciandosi per campionessa. Probabilmente il miglior episodio dedicato a Jill Monroe, dove Farrah Fawcett se la deve vedere con una compagna di squadra traditrice e uno strangolatore provetto, mentre a Kelly i cattivi fanno esplodere la macchina in un'altra scena clou. Curiosità: il roller è uno sport portato alla ribalta già da Raquel Welch nel film La bomba di Kansas city, del 1972. (124c)

14. TRAPPOLA PER ANGELI (Angel Trap)
**! Il killer Jerico sta uccidendo, ad uno ad uno, tutti i membri di una vecchia squadra speciale dell'esercito. Uno di essi, disperato, chiede aiuto a Charlie. Il grande Fernando Lamas (padre di Lorenzo) è convincente nel ruolo del vecchio killer che rimane affascinato dalla giovane Jill, che funge da esca per portarlo allo scoperto. Episodio interessante ma che lascia l'amaro in bocca, visto che, come Farrah Fawcett, ci si affeziona al killer. (124c)

15. INTRAPPOLATO (The Big Tap-Out)
*! Un poliziotto chiede agli Angeli d'incastrare un giocatore d'azzardo che ha derubato una società di sicurezza. Francamente, di episodi dove gli Angeli si mettono a fare scherzetti da "diavolette" tipo inscenare tamponamenti d'auto per far sì che il criminale di turno venga colto col "bottino in bocca" da un'occasionale autopattuglia della polizia, non so che farmene. (124c)

16. ANGELI IN VACANZA (Angels on a String)
**! Gli Angeli vanno in vacanza e pernottano nello stesso albergo dove c'è anche un professore polacco, idolo di Sabrina. La ragazza riesce ad incontrarlo per caso, i due fanno amicizia ma, quando si rivedono, lui non riconosce lei... Che l'uomo sia un sosia del vero prof? Episodio a tratti divertente grazie al grosso e barbuto Theodore Bikel nel ruolo del professore e a Kate Jackson travestita da cameriera pasticciona. (124c)

17. UN BRUTTO AFFARE (Dirty Business)
****! Alcuni criminali incendiano un laboratorio cinematografico perché precedentemente ripresi da una telecamera mentre compivano un crimine. La madre del proprietario, preoccupata, ingaggia gli Angeli, che scoprono però come la vittima sia un pornografo e un ricattatore. Episodio che ho sempre trovato divertente (qui gli Angeli incrociano gli attori più impensati che girano favole hard), con Sabrina, Bosley e Kelly bloccati in sala proiezione a guardarsi le peggiori pellicole e Jill in azione fuori a rischiare, tutta da sola, la vita. Un piccolo cult. (124c)

18. ANGELI A LAS VEGAS (The Vegas Connection)
****! Prima missione a Las Vegas per gli Angeli (vi ritorneranno anche all'inizio della terza stagione e con Dean Martin come guest star) durante la quale per incastrare un boss del gioco d'azzardo tutti si danno da fare: Sabrina è un'agente delle tasse impicciona, Kelly una ballerina che strapazza la rivale più antipatica a colpi di judo, Bosley un giocatore incallito e Jill la solita furba che qui beffa un killer che la sta tallonando con l'auto. Vispo e con diverse scene d'azione. (124c)

19. TERRORE AL PRIMO REPARTO (Terror on Ward One)
****! Una volta tanto ringraziamo Iddio per averci dato i maniaci assassini che, con mascherine e camici verdi da chirurgo, assalgono le infermiere nei reparti ospedalieri, visto che qui intervengono Kelly e Jill vestite di bianco (Sabrina declina per fingersi reporter)! Strepitosa Kelly che si difende da un'aggressione a colpi di judo, affascinante Jill che respinge le avance di un "collega" che prova a sedurla offrendole un trancio di pizza fredda riscaldato al microonde, ma... superltivo Bosley "paziente ricoverato" che, a causa di uno scambio di cartelle, viene sottoposto a un'operazione alla prostata! (124c)

20. BALLANDO AL BUIO (Dancing in the Dark)
****! Amanti di Farrah Fawcett, se volete vedere la vostra eroina preferita ancheggiare in balli rock, questo è il vostro episodio, perché qui Jill viene assunta come insegnante in una sala da ballo dove vegliarde e ricche bruttone vengono ricattate dai proprietari! Idem dicasi per la Kate Jackson "en trevesti", qui ricca "occhiaulta" che viene sedotta dal ballerino Dennis Cole (aitante ex-poliziotto tv biondo, qui cattivo "incamiciato" alla Tony Manero)! Assai "rock" i vecchietti che ballano con Farrah, esilarante la resa dei conti finale in una sala da bowling. (124c)
 
21. MI RICORDERANNO (I Will Be Remembered)
****! Una diva del cinema, vecchia amica di Charlie, è disperata perché, ogni notte, rivive sul serio le scene più spaventose dei suoi film. Sta agli Angeli scoprire se la donna è pazza o se dietro a tutto c'è qualcun altro. La presenza di Ida Lupino, grande attrice e regista di noir della Hollywood che fu, alza il livello del tutto: è questo infatti l'episodio che apre agli Angeli le porte della Hollywood degli anni '70, seppur televisiva. Riuscita la sequenza di Jill che atterra un uomo grande e grosso balzandogli addosso. (124c)

22. ANGELI IN MARE (Angels at Sea)
*** Il proprietario di una linea di crociere ingaggia gli Angeli perché facciano cessare gli incidenti che avvengono sulle sue navi. Parte come un divertente giallo-rosa vacanziero per poi diventare l'ennesimo episodio sulle bombe a tempo da disinnescare. Che noia quelle scene di finta suspense... le trovo ripetitive fino alla nausea, visto che si sa bene che l'eroe taglierà il filo colorato giusto e che il timer si bloccherà, "come per magia", a pochi secondi dallo scoppio! Resta il fatto che gli Angeli, probabilmente, sono le prime donne poliziotto ad improvvisarsi delle artificiere della tv... bella consolazione davvero! (124c)

23. ANGELI BLU (The Blue Angels)
****! Sabrina e Kelly tornano a indossare le divise da poliziotte per indagare sugli omicidi commessi in un centro massaggi da alcuni agenti corrotti. Altra avventura indovinata dove, come da prassi, a Farrah Fawcett tocca la parte più sexy e invitante (si finge, infatti, una massaggiatrice). L'intesa fra Jill e Kelly, durante la resa dei conti con i cattivi da uno sfasciacarrozze, è così riuscita che non ci si crede che questo sia l'ultimo episodio regolare con Farrah Fawcett (nonché l'ultimo della prima stagione). Fra i cattivi c'è Dirk Benedict, il "faccia da Sberle" di A-team. /124c)


SECONDA STAGIONE (1977-78)

24/25. ANGELI IN PARADISO (Angels in Paradise)
***! Film pilota della seconda stagione, contato come diviso in due parti, dove gli Angeli e John Bosley, assieme a Kris Monroe, bionda ex-poliziotta che rimpiazza la sorella maggiore Jill che, nel frattempo, ha intrapreso la carriera di pilota di Formula Uno (che scusa!), si recano alle Hawaii per liberare Charlie dalle mani di una donna. Avventura divertente e vacanziera, dove, però, regna un po' di confusione: Charlie, infatti, passa prigioniero da una criminale all'altro come se fosse uno yo-yo! Si fa subito notare Cheryl Ladd, il nuovo Angelo che resterà fisso per le restanti 4 stagioni e che, come le altre due, porta bene il bikini e scuote altrettanto bene i capelli. (124c)

26/27. ANGELI SUL GHIACCIO (Angels on Ice)
**! Indagando sul rapimento di alcune stelle del pattinaggio sul ghiaccio, gli Angeli scoprono un complotto ideato da alcuni terroristi arabi che, in quegli anni ingenui, stanno preparando un attentato politico. Secondo e ultimo film pilota della stagione, anche questo contato come diviso in due parti, nato per consolidare definitivamente il nuovo trio investigativo. Storia allungata col "doppio brodo" dove, almeno, c'è Kelly che ci fa sognare travestita da ballerina araba che si mette pure a danzare in pubblico per spiare meglio i cattivi. Tutto il resto è "noia". (124c)

28. TANTI BEGLI ANGELI IN FILA (Pretty Angels All in a Row)
***** Un miliardario, per far sì che sua figlia vinca un concorso di bellezza, manda due delle sue guardie del corpo a spaventare alcune concorrenti. Kris e Kelly, però, vigilano, fingendosi delle candidate al titolo, mentre Sabrina si mette sulle tracce dei due bruti che, nel frattempo, rapiscono uno dei giudici di gara (tanto per cambiare, una donna). Il sogno di ogni telespettatore maschio degli anni '70 è finalmente appagato: vedere gli Angeli di Charlie sfilare in un concorso di bellezza, dove di belle ragazze ce ne sono parecchie. Peccato che né Kelly né Kris vincano la gara, perché considerate delle guardie del corpo in bikini (sigh). (124c)

29. VOLO D'ANGELO (Angel Flight)
****! La trovata della persona sbagliata seduta al posto (sbagliato?) di un pilota d'aerei di linea svenuto e/o ucciso è abusata sia in tv che al cinema, è vero, ma il legame fra Kris, Kelly e Sabrina (dalla torre di controllo) con un gruppo di vere hostess, che uniscono le loro forze per evitare un dirottamento durante un'esercitazione di volo, è puro girl power anni '70 da godere (vedi i maniaci fermati, i pistoleri disarmati e le porte bloccate abbattute a calci)! Bellissimo, anche se sembra un remake tv di Airport 75, con Jaclyn Smith che s'improvvisa pilota d'aerei al posto di Karen Black... e lo chiamano "sesso debole"! (124c)

30. TERRORE AL CIRCO (Circus of Terror)
**! Un giovane chiede aiuto agli Angeli per via di alcuni incidenti che stanno avvenendo nel circo del padre, uno zingaro all'antica. Il problema dell'episodio non è Kelly che fa la stuntwoman con la motocicletta, o Kris che assiste il lanciatore di coltelli, o Sabrina convincente clown-mimo, ma il fatto che, più che risolvere un caso, le tre ragazze si scontrino con un direttore circense prima misogino e poi fin troppo protettivo nei loro confronti. Davvero... ci mancava solo un Charlie 2 versione Orfei! (124c)

31. ANGELO INNAMORATO ( Angel in Love)
****! Gli Angeli sono alla ricerca di un bottino nascosto in uno dei bungalow di un centro benessere e che fa gola a molti criminali. Episodio fondamentale per Sabrina perché la ragazza, sganciato per sempre l'ex-marito poliziotto rovina-travestimenti (vedi Angeli blu), s'innamora di un ladro che, alla fine del caso, la farà persino piangere (lei, che perde raramente l'umorismo). Kris e Kelly continuano a regalare emozioni forti, quando, come gatte selvagge, piombano addosso ai cattivi. Simpatica la dieta di Bosley al centro: prima si mangia un arrosto intero e poi se la gode sorridente in piscina. (124c)

32. ANGELO VOLANTE NON IDENTIFICATO (Unidentified Flying Angels)
*** Un falso scienziato e un ex-astronauta si mettono in società per truffare delle persone che credono nell'esistenza dei dischi volanti. Simpatici i "cattivi" Ross Martin (Colombo: l'arte del delitto) e Dennis Cole (sì, di nuovo il biondo di Ballando al buio), che usano effetti speciali discreti, oggi abbastanza superati, per far volare i loro UFO. Mette una certa suspence la scena aerea di Dennis Cole e Jaclyn Smith in cui la ragazza rischia d'essere buttata giù da un biplano perché lui le taglia le cinture di sicurezza. (124c)

33. ANGELO IN ONDA (Angels on the Air)
*** Gli Angeli si fanno passare per dipendenti di un'emittente radio dopo che una deejay è stata minacciata di morte. Più che un thriller ambientato fra le consolle di una radio, però, questo si rivela essere un episodio sportivo, o quasi, visto che Kelly s'improvvisa maratoneta come Dustin Hoffman per sfiancare il colpevole ed arrestarlo. Ennesimo rapimento di Sabrina, che stavolta rischia di morire a causa di un'iniezione per endovena. (124c)

34. UN ANGELO IN CULLA (Angel Baby)
*** Una ragazza incinta è vittima di gente coinvolta nelle adozioni illegali di neonati e il fidanzato di lei, amico di Kelly, chiede agli Angeli d'intervenire. Così, ecco Sabrina e Bosley spacciarsi per una coppia che vuole adottare un figlio, Kelly che diventa una specie d'ostetrica per aiutare la ragazza a far nascere il bambino (un gioco da ragazzi per una che, precedentemente, è stata infermiera nonché hostess che fa atterrare gli aerei), mentre a Kris... tocca il ruolo di assassina, perché è costretta ad uccidere uno dei criminali (la mano tremante di Cheryl Ladd, dopo aver sparato, è difficile da dimenticare). Il resto è nella norma. (124c)

35. ANGELI DIETRO LE QUINTE (Angels in the Wings)
** Gli Angeli danno la caccia a un fantasma che provoca incidenti in un teatro, durante le prove della rappresentazione "Sweet Misery", dove recitano una coppia di famosi attori. Quest'episodio cita "Il fantasma del palcoscenico", dove il colpevole è più vittima che assassino. Troppe canzoni e poco giallo, per i miei gusti. Con Gene Berry (La legge di Burke) in versione Fred Astaire e Cheryl Ladd nei panni di finta cantante-attrice che fermerà il fantasma Nehemiah Persoff (Colombo: L'illusionista). (124c)

36. FUOCO MAGICO (Magic Fire)
**! Per dimostrare che un vecchio illusionista non è un pazzo che appicca degli incendi, Kelly e Kris si mescolano fra i prestigiatori travestite da assistenti, mentre Bosley fa l'esperto del paranormale (sigh). Sabrina, invece, rischia di rimanere arsa viva come Giovanna d'Arco, recitando un ripetitivo copione da "damigella in pericolo". Non c'è nessun mago a noi noto nel cast, le uniche novità riguardano l'identità del colpevole e il trucco che ha usato. (124c)

37. IL RAPIMENTO DI SAMMY DAVIS JR (The Sammy Davis Jr. Kidnap Caper)
*** Alcuni criminali pensano d'aver preso l'attore/cantante afro-americano Sammy Davis Jr, ma scoprono d'aver rapito un sosia. Intervengono gli Angeli di Charlie e il vero divo. Negli anni '70 avere Sammy Davis Jr, amico di Frank Sinatra e Dean Martin, come guest star in uno show tv era come avere oggi Will Smith, o Eddie Murphy, visto che qui Sammy si diverte non solo a fare se stesso ma anche il suo sosia. Episodio brillante che, però, poteva essere migliore. (124c)

38. ANGELI IN SELLA (Angels on Horseback)
*** Prima o poi doveva succedere che Sabrina, Kelly e Kris, qui chiamate a scovare gli assassini di un turista che stava facendo visita ad un ranch, rimpiazzassero le loro auto veloci con dei cavalli freschi per catturare i criminali di turno come delle vere cowgirl. Divertente omaggio ai serial western, con alcune scene d'inseguimento che ricordano quelle di Kris e Kelly in Angelo innamorato. Risate con Bosley che "doma" un cavallo selvaggio. (124c)

39. LO SPONSOR (Game, Set, Death)
** Un torneo di tennis è offuscato da alcuni incidenti che mettono in allarme i partecipanti. Quando ci scappa il morto, gli Angeli si mescolano fra le tenniste per scoprire i responsabili. Fiacco episodio di matrice sportiva, dove l'unico momento emozionante è l'agguato a Kris negli spogliatoi, quando la detective intrappola un killer bloccandolo fra gli armadietti. (124c)

40. ANGELO INESPLOSO (Hours of Desperation)
****! Due criminali piombano nell'ufficio degli Angeli, costringono Sabrina ad indossare dell'esposivo al plastico ed "assumono" Kelly e Kris perché ritrovino il socio che si è tenuto una manciata di preziosi diamanti. Episodio perfetto, perché mi hanno sempre affascinato le "bombe umane", visto che le vittime hanno sempre quel guizzo che fa sì che il detonatore alla fine non funzioni (cosa che accade pure qui). Divertenti Kris e Kelly quando obbligano, pistole alla mano, due criminali non propriamente belli a a chiudersi nel bagno di un hotel e a spogliarsi nudi. Con un giovane Stanley Kamel (lo psichiatra di Detective Monk) bombarolo fuori di testa. (124c)

41. LUCE D'ARABIA (Diamond in the Rough)
***! Gli Angeli aiutano un vecchio ladro (il Dan O'Herlihy di Robocop) a rubare il diamante "Luce d'Arabia" dalla villa di uno sceicco, per restituirlo al museo da dove è stato sottratto. Notevoli Kris e Sabrina in tutina nera, ma è Kelly quella che affascina davvero quando distrae la guardia dai monitor indossando abiti scollati e facendo balli hot. Brillante avventura dove per la seconda volta gli Angeli di Charlie lavorano per un ladro, anche se stavolta alla Arsenio Lupin. Il grosso e barbuto Sid Haig (Jackie Brown) è la guardia che Kelly distrae. (124c)

42. ANGELI IN DIFESA (Angels in the Backfield)
****! L'aggressione a una giocatrice di rugby da parte di un motociclista/rapinatore si risolve in fretta, perché quel che conta qui è vedere delle belle ragazze fare uno sport da uomini duri nel 1978! Versione femminile di Quella sporca ultima meta, dove non mancano giocatrici che si vendono alle avversarie e provocano risse, come un'antipatica stangona che attacca briga nelle docce con la piccola Kris e che, però, viene sistemata da Kelly a colpi di judo. Altro bell'episodio femminista, dove si racconta pure di una giovane coach che si riscatta agli occhi del padre, vecchio giocatore ubriaco col volto del L.Q. Jones, già visto in Centro! (124c)

43. SABBIE MORTALI (The Sandcastle Murders)
***! Un maniaco assassino, che agisce nel quartiere sulla spiaggia dove abita Kris, uccide delle ragazze seppellendole sotto la sabbia. Oltre agli Angeli si occupa del caso un poliziotto belloccio che, però, non riesce ad impedire che Kris venga aggredita. Episodio tipico da Baywatch, ma con affascinanti detective private anni '70 al posto delle bagnine anni '90, dove Cheryl Ladd rischia la vita più d'una volta. Bello, ma non eccezionale. (124c)

44. ANGELO NELLA NOTTE (Angel Blues)
****! Per Kris, prendere lo stesso taxi e rivivere l'ultima notte di vita di una cantante scappata via nel bel mezzo d'un concerto, incontrando persino le stesse persone che avevano visto la ragazza per l'ultima volta, non è facile. Eppure l'Angelo non si tira indietro e va fino in fondo, anche perché sa bene che ci sono Sabrina e Kelly che la seguono con le loro macchine. Un buon giallo psicologico, con una discreta rissa fra Angeli e spacciatori di droga e un finale amaro come il titolo originale. Con un Vincent Schiavelli (il fantasma della metropolitana di Ghost) agli inizi di carriera. (124c)

45. MAMMA OCA DEVE SALVARSI (Mother Goose Is Running For His Life)
*! Ingaggiate dal proprietario di una ditta di giocattoli dal nome imbarazzante, Sabrina, Kelly e Kris devono scoprire chi la sabota. Episodio che serve solo a reclamizzare le bambole "Charlie's Angels", che andavano forte a quei tempi. Inquietante Cheryl Ladd vestita da bambola con le trecce rosse. (124c)

46. SQUILLI D'ANGELO (Little Angels of the Night)
*** Gli Angeli si fingono donne di strada e vanno ad abitare in un condominio dove vivono e lavorano altre prostitute per scoprire chi è che le vuole uccidere. Poteva essere un'altra girl power anni '70 come nell'episodio delle hostess, con le donne di strada che davano una mano agli Angeli, ma le nostre ragazze fanno da sole, forse perché si sterza sul "solito" pazzo schizofrenico già visto in altri serial tv (quando, però, gli eroici poliziotti erano maschi). (124c)

47. ANGELI ALL'ASTA (The Jade Trap)
**** Per catturare un ragazzone biondo che ha ucciso in una camera d'albergo la sua amante, una ricca signora di mezz'età, gli Angeli sono costrette ad allearsi con un affascinante ladro d'appartamenti dai capelli ricci e neri che ha, accidentalmente, assistito all'omicidio. Ritorna a contrastare gli Angeli il Dirk Benedict pre-A-team, anche se qui la palma di simpatica canaglia va a Barry Bostwick (Rocky Horror Picture Show), ladro gentiluomo e vero eroe della vicenda. Fra gli episodi più divertenti. (124c)

48. PANE PER GLI ANGELI (Angels on the Run)
*** Una donna preoccupata per la scomparsa del marito infedele incarica gli Angeli di ritrovarlo. Il caso sembra semplice, ma Kelly viene rapita da alcuni ladri che la scambiano proprio per la moglie dello scomparso. Intuito che i criminali sono alla ricerca di un bottino che hanno nascosto nel camion del playboy, la detective si diverte a gabbare sia loro che il rapito. Episodio imperfetto, ma che è comunque dalla parte delle mogli tradite e non dei mariti traditori. Impagabili Kris, Sabrina e Bosley in abiti campagnoli. (124c)

49. ANGELI D'EPOCA (Antique Angels)
*** Il furto di un carburante altrernativo e una corsa d'automobili d'epoca con motori truccati sono la scusa per vedere i criminali di turno indossare i vestiti e i borsalini dei gangster di Al Capone e gli Angeli con Bosley vestire i panni (maschili) dei poliziotti anni '20, con vistosa palandrana nera e cappellaccio color crema. Episodio che vorrebbe strizzare l'occhio alle comiche del muto per via degli inseguimenti d'auto fra ladri e poliziotti, ma gli Angeli in palandrana nera affascinano poco, nonostante la piccola Cheryl Ladd provi a imitare la gag del cappello largo di Stan Laurel. Ultimo episodio di stagione (anche se non sembra). (124c)


TERZA STAGIONE (1978-79)

50/51. ANGELI A LAS VEGAS 2 (Angels in Vegas)
*** Il film tv girato a Las Vegas con Dean Martin, talvolta contato in due parti, è confezionato nel migliore dei modi e con altri volti noti, anche se io mi aspettavo qualcosa di più da Martin (proprietario di casinò e giocatore incallito che seduce Sabrina, la quale, finalmente, capitola e trasgredisce la regola "niente sesso, sei un cliente"), che lascia agli Angeli l'azione e la risoluzione del caso (passate in secondo, se non addirittura in terzo piano). Curiosità: gli Angeli sono ormai diventate delle rodate icone pop, tanto che anche l'attore Robert Urich vi fa una breve scappata (appare per pochi secondi) per lanciare il suo Vega$ (era meglio un caso cross-over). (124c)

52. L'ANGELO TORNA A CASA (Angel Come Home)
****! Jill, ormai affermata pilota di corse automobilistiche, torna a Los Angeles per un telegramma speditole da un ingegnere che vuole che la ragazza piloti, assolutamente, il suo bolide. Primo di sei episodi, spalmati fra la terza e la quarta stagione, che vedono il ritorno nella serie di Farrah Fawcett, con la bionda che non solo funge da quarto Angelo ma anche da cliente di puntata. L'attrice appare in forma e non si sottrae (con i suoi stunt) alle scene d'azione. Stephen Collins e Horst Buchholz sono gli altri ospiti dell'episodio (ma passano quasi inosservati). (124c)

53. ANGELI SENZA ALI (Angel on High)
**! Un vecchio, ormai costretto sulla sedia a rotelle, chiede agli Angeli di rintracciare il figlio che non ha mai conosciuto. Kelly ci riesce (è un aviatore che vive alla giornata) e se ne innamora, ma quando viene fuori la verità questa fa male ad entrambi (povera Kelly). Love story anni '70 con "solita trama" della moglie giovane e gelosa del vecchio riccone che progetta l'assassinio dell'erede ribelle. (124c)

54. ANGELI IN PRIMAVERA (Angels in Springtime)
***! Avviene un delitto in un centro termale per sole donne; la colpevole è una delle attempate e ricche clienti e gli Angeli sono chiamate ad infiltrarsi ed indagare. Episodio "tutto in rosa", dove l'unico uomo è John Bosley, che come suo solito assiste le nostre eroine. Notevole quando Kelly riduce a miti consigli una dottoressa che vuole farle un'endovena sospetta, triste quando un'energumena al soldo dell'assassina stordisce Kris sottoponendola, poi, a una sauna mortale fatta di asciugamani caldissimi. (124c)

55. GOLF PER ANGELI (Winning is For Losers)
*** Una giovane giocatrice di golf, durante un torneo a cui tiene molto, viene intimidita a colpi di pistola. L'aggressore, però, non sa che la ragazza è amica della detective Kris, la quale corre in suo aiuto assieme a Kelly, Sabrina e Bosley. Sarebbe un episodio "nella media", se non fosse che come guest star di puntata c'è una giovane Jamie Lee Curtis pre-Holloween - La notte delle streghe, che a quei tempi faceva gavetta in tv. Persino il cecchino è un volto noto: è il Ray Wise de I misteri di Twin Peaks e già qui come matto prometteva bene. (124c)

56. ANGELI E FANTASMI (Haunted Angels)
**! Bosley, per impedire che una sua amica di bridge venga derubata da un medium televisivo, assume gli Angeli perché indaghino sul conto dell'uomo. Non certo un episodio memorabile, visto che si tratta di un altro medium dopo quello dell'episodio La seduta, però Peter Donat (La guerra dei Roses) è in parte e sa usare i mezzi tv messi a sua disposizione. (124c)

57. GLI ANGELI POMPOM (Pom Pom Angels)
***! Un fanatico religioso prima rapisce delle ragazze pom pom e poi Kris sotto copertura, ma la detective si ribella e salva a colpi di karate sia lei che le altre. Fra i migliori episodi con Cheryl Ladd in primo piano, anche se qualche episodio fa gli Angeli mi sembravano più femministe e "moderne" nei panni di giocatrici di rugby. Un'irriconoscibile e quasi silenziosa Anne Francis (Il pianeta proibito) in parrucca nera fa la complice del fanatico (speravo in ruolo più alla Honey West per lei). (124c)

58. ANGELI IN MARE 2 (Angels Ahoy)
*** Per catturare una banda che scorta fuori dall'America altri criminali, gli Angeli s'intrufolano in una nave da crociera. E' vero, rispetto al primo Angeli in mare qui non ci sono bombe da disinnescare ma, nonostante il clima più frivolo e vacanziero, quella degli Angeli non è una crociera in stile Love Boat. (124c)

59. MAMMA ANGELO (Mother Angel)
****! Una bambina assiste, per sbaglio, a un omicidio e l'assassino, per ucciderla in tutta tranquillità, assolda due gorilla perché gliela portino viva nel suo yacht. La piccola, però, è amica degli Angeli e... di Jill, che nel frattempo è ritornata a Los Angeles per far visita alla sorella e alle amiche. L'ospite d'onore Farrah Fawcett si prende gran parte delle scene, riuscendo ad essere credibile nel ruolo di guardia del corpo/mamma. Episodio bellissimo, con un giovane Robert Davi (I Goonies) nel ruolo di uno dei due gorilla dei cattivo. (124c)

60. PENSIERO D'ANGELO (Angel on My Mind)
****! Kris, uscendo da un ristorante, viene investita dall'auto di un assassino e perde la memoria. Cheryl Ladd che vaga smemorata per la spiaggia mentre Sabrina, Kelly, Bosley e l'assassino la cercano disperatamente, è qualcosa che rimane impresso nella memoria. L'attrice è al suo zenith e non si può non tifare per Kris, specie quando ha dei flashback del suo passato. (124c)

61. ANGELI IN CIELO (Angels Belong in Heaven)
****! Un killer professionista arriva in città per uccidere uno degli Angeli e Charlie avverte le sue tre detective di stare in guardia. Altro episodio ben fatto, soprattutto nella seconda parte quando si scoprono le carte e l'assassino insidia, finalmente, la vittima designata (peccato non passa dire chi sia delle tre). Llyod Bochner (Dynasty) interpreta il killer, ma ha più la faccia di uno che comanda. (124c)

62. ANGELI AL TRAGUARDO (Angels in the Stretch)
**! Sorta di Febbre da Cavallo - La Mandrakata venticinque anni prima del film di Carlo Vanzina, con i cattivi che sostituiscono un "brocco" con un cavallo vincente. Kate Jackson, falsa fantina, ha una buffa colluttazione con un avversario bellone (una via di mezzo fra due innamorati che giocano ad "acchiapparella" in spiagga e la lotta nel fango). Simpatico David Hedison (Agente 007 - Vivi e lascia morire) nel ruolo di truffatore-scommettitore di cavalli sorvegliato da Jaclyn Smith. (124c)

63. ANGELI IN VACANZA 2 (Angels on Vacation)
*** Gli Angeli e Bosley (ma perché portarselo appresso?) vanno in vacanza in un piccolo paese dell'Arizona abitato solo da persone anziane per far visita agli zii di Kris (lei fa il sindaco e lui lo sceriffo), per poi scoprire che un gruppo di malviventi ha preso in ostaggio le donne del paese più lo sceriffo. Costrette a ritornare in azione e con l'appoggio della coraggiosa zia/sindachessa di Kris, gli Angeli sistemano i criminali in stile A-team, o quasi (grande quando le nostre si travestono da vecchiette e si mescolano agli ostaggi). (124c)

64. L'ANGELO E IL SUO DOPPIO (Counterfeit Angels)
*** Ricercate dalla polizia per un furto compiuto da tre false Charlie's Angels, le detective si mettono in azione per discolparsi. Scartata l'idea delle criminali con plastica facciale angelica (troppo costosa per lo show?), si promuove quella delle controfigure vagamente somiglianti; le quali, però, perdono d'importanza quando entrano in scena i veri mandanti (ovviamente, uomini, come Charlie) che frequentano uno studio teatrale. Non male, ma che peccato... poteva essere un'idea tutta femminile e poteva finire con un bel catfight generale. (124c)

65. ANGELI IN DISCOTECA (Disco Angels)
**! Gli Angeli, per scoprire chi ha ucciso un uomo nei pressi di una discoteca, si fingono ballerine. Anche questo serial tv si fa contagiare dell'allora attuale successo de La febbre del sabato sera e sforna un giallo ambientato dentro e fuori le piste da ballo dove non manca l'emulo di John Travolta. Nulla di nuovo; si scopre subito, o quasi, chi è il colpevole. Zalman King, futuro ideatore/sceneggiatore di 9 settimane e 1/2 e Orchidea selvaggia, interpreta un deejay. (124c)

66/67. TERRORE SUGLI SCI (Terror on skies)
** Gli Angeli proteggono un diplomatico delle Nazioni Unite da un gruppo d'estremisti italiani i quali, però, rapiscono Sabrina (uffa!) per scambiarla con l'uomo. Il peggiore dei film tv degli Angeli, spesso contato in due parti, dove le uniche cose belle sono le piste da sci del Colorado. Fra Christopher George che fa il James Bond della situazione che affianca gli Angeli e Dennis Cole (ancora il bel biondone e per la terza volta consecutiva, una ogni anno, un record!) che si finge sposato con Jaclyn Smith, si fa notare il nostro Rossano Brazzi (eh, si, proprio lui!), che qui interpreta un malinconico, spaesato e mal doppiato terrorista. (124c)

68. CAPELLI D'ANGELO ( Angel in a Box)
****! Kris, scambiata per sua sorella Jill, viene rapita da due uomini che la portano nella villa del ricco e vendicativo Anton Karanza. La presenza di Farrah Fawcett come ospite d'onore anche in quest'episodio è garanzia di grande qualità; merito di una trama che prima rimette assieme, e con tutti i crismi, la vecchia squadra degli Angeli (Jill, Sabrina e Kelly) e poi associa e mette a confronto le due sorelle Jill e Kris. Bravi sia Cheryl Ladd che John Colicos (Il postino suona sempre due volte, versione 1981), la cui performance di uomo vendicativo, per quanto simile, è nettamente superiore a quelle di Rossano Brazzi e Cesare Danova di Terrore sugli sci. (124c)

69. ANGELO ADOLESCENTE (Teen Angel)
*** Arrivate in un college femminile per indagare sotto mentite spoglie sull'omicidio di una studentessa, gli Angeli scoprono anche un traffico di droga e alcool gestito da Donna, una delle ragazze. La performance della bella e bionda Audrey Landers (Dallas) nel ruolo di Donna è ottima... Fin troppo, perché la ragazza ne combina di cotte e di crude (arriva persino ad incendiare un fienile) rendendo il caso dell'assassino importante quanto quello d'un furto di caramelle. Episodio godibile e per l'80%, femminista (perché Bosley e l'assassino, essendo uomini, rappresentano il restante 20). (124c)

70. ANGELI MARATONETI (Marathon Angels)
**! Gli Angeli sono assunte da una maniaca del fitness che chiede loro di partecipare a una maratona femminile cittadina, perché una sua amica è stata rapita davanti ai suoi occhi da alcuni criminali mascherati. Le ragazze finiranno col dover fare le guardie del corpo alla figlia di un ricco uomo arabo, presa di mira proprio dai suddetti cattivi. Uno dei casi più bizzarri delle detective, ma non così memorabile come può sembrare. (124c)

71. ANGELI IN ATTESA (Angels in Waiting)
*! Dopo una bonaria lite con gli Angeli, Bosley esce fuori dall'ufficio e fa perdere le sue tracce, non sapendo d'essere preso di mira da un ex-detenuto. Il gioco dell'inversione dei ruoli dei quattro protagonisti mi irrita parecchio. La bravura e la simpatia di David Doyle è fuori discussione, ma se voglio vedere in azione un vero detective maschio sugli anta non guardo in tv le disavventure di John Bosley in episodi come questo ma mi godo le inchieste di Cannon o Barnaby Jones. Sprecata Pat Crowley (Joe Forrester) nel ruolo di un'attempata dark lady. (124c)

72. ANGELO DEL PASSATO (Rosemary, for Remembrance)
***! Gli Angeli fanno luce sulla morte della moglie (che è del tutto identica a Kris) di un vecchio criminale, avvenuta quarant'anni prima. Cheryl Ladd è brava a recitare in doppio ruolo, dividendosi fra indagini odierne e flashback vintage; la segue il corpulento Ramon Bieri che fa il marito della vittima. Bello, ma è più un noir vecchia maniera ben recitato che un'indagine degli Angeli. Curiosità: questo è ufficiosamente l'ultimo episodio della terza stagione e piuttosto che dedicarlo a Kate Jackson, che se ne va dal cast, si preferisce lasciare a un'altra attrice i riflettori di scena. Non so se la Jackson avesse declinato, o meno, l'offerta d'un episodio finale tutto suo, certo che questa, da parte dei produttori, non è vera riconoscenza per l'attrice che li aveva aiutati a dare il nome definitivo a questo show (prima di Charlie's Angels pensavano a Alley Cats, ossia a Gatte Randagie). (124c)

73. GLI ANGELI RICORDANO (Angels Remembered)
* Per festeggiare i tre anni della sua agenzia investigativa, Charlie telefona alle ragazze per ricordare i casi passati. Episodi come questo non mi piacciono proprio, sono solo un'antologia di spezzoni che lasciano il tempo che trovano. Se l'episodio è stato montato per dare l'addio a Kate Jackson è tempo perso, perché Sabrina Duncan meritava molto di più; se la ragione è dare l'addio alla formazione più iconica delle Charlie's Angels, invece, è davvero cosa misera. (124c)


QUARTA STAGIONE (1979-80)

74/75. GLI ANGELI SULLA NAVE DELL'AMORE (Love Boat Angels)
*** Film pilota della quarta stagione, spesso diviso in due parti che, inizialmente, è un crossover con Love boat (compaiono tutti i membri del cast di quello show). Peccato che poi la trama, che vede gli Angeli contro dei trafficanti d'opere d'arte, si sposti fuori dalla "nave dell'amore" mutandosi in un caso qualunque. Colpisce la nuova arrivata, la bionda e sofisticata Tiffany Welles (la modella Shelley Hack), quando si chiede se sarà o meno un Angelo degno. Buono, anche se, come ho già fatto intuire, non mantiene quello che promette nel titolo. Curiosità: se l'assente Sabrina aspetta un bambino significa che si è trovata un altro uomo... Cosa che mi fa ripensare alla prima stagione, quando la vita privata degli Angeli era presentata meglio. (124c)

76. ANGELI SULLA STRADA (Angels Go Truckin´)
****! Una proprietaria di una ditta di trasporti, dove gli autisti di camion sono solo belle ragazze, ingaggia gli Angeli perché scoprano chi la sta derubando dei carichi. Kris e Tiffany, allora, s'improvvisano camioniste, prendendo persino delle lezioni di guida, mentre Kelly si fa assumere come cameriera in un autogrill. Episodio "on the road" e splendidamente femminista, dove Cheryl Ladd col suo bel cappello da cowgirl si diverte a "smanettare" con la radio per farsi aiutare dagli altri camionisti. (124c)

77. VENDETTA PER UN ANGELO (Avenging Angel)
***! Un ex-spacciatore-dipendente dalla droga, appena uscito di prigione dopo cinque anni, si vendica dell'ex-poliziotta Kelly Garrett facendola divenire, senza che la ragazza se ne accorga, una drogata. Improvvisamente, però, spuntano fuori i suoi vecchi fornitori, che catturano lui e Kelly lasciandoli a soffrire in un magazzino perché credono che abbiano nascosto assieme un grosso quantitativo di "roba". Trattare di droga e drogati è sempre difficile in uno show per tutti come questo, eppure Jaclyn Smith e Cameron Mitchell (Ai confini dell'Arizona) se la cavano bene, anche se ci sono molte ingenuità dell'epoca. (124c)

78. ANGELI ALLE NOZZE (Angels at the Altar)
****! Un giovane furbone, con la complicità dell'amante e d'un amico, vuole sposare una giovane riccona per poi ucciderla. La ragazza, però, è amica di Kelly, che assieme agli Angeli scopre tutto e manda a monte il matrimonio. Dopo quella della droga, ecco un'altra avventura decisamente più frivola e ben riuscita per Kelly. Nel ruolo di Sharon, la bella ereditiera, troviamo una giovane e già bravissima Kim Cattrall. Un bel manuale su come non sposare l'uomo sbagliato, dove Kelly elargisce calci sugli stinchi per rispondere ai numerosi colpi bassi dei cattivi. (124c)

79. ANGELI IN DEFAILLANCE (Fallen Angel)
****! Per catturare un ladro internazionale di gioielli, Charlie non solo sguinzaglia i suoi Angeli ma coinvolge anche una nota soprano italiana (che indossa una magnifica collana) e... Jill. Ancora una volta la presenza di Farrah Fawcett è sinonimo di ottimi colpi di scena e notevoli guest star. Assieme a lei, infatti, ci sono Timothy Dalton (sì, proprio lo 007 di fine anni '80!) ladro e sognatore e nientemeno che la nostra Marilù Tolo che fa la cantante lirica/vittima. Il grosso della storia la fa, comunque, la Fawcett, che, fingendosi complice-innamorata di Dalton, s'inimica Cheryl Ladd e Jaclyn Smith e soffre per questo. Tiffany e Jill non si sono mai incontrate prima eppure sembrano conoscersi bene... ma questo è solo un dettaglio d'un episodio perfetto. (124c)

80. ANGELO IN GABBIA (Caged Angel)
*** Kris s'infiltra in un carcere per sgominare una banda di ladre di gioielli composta da galeotte e si scontra con la grassa Big Aggie che, prima di coinvolgerla in un furto, le tormenta peggio di una kapò. Bello, ma rispetto a Angeli in defaillance qui il ruolo di Shelley Hack e Jaclyn Smith è davvero minimo (hanno solo una scena travestite da suore), perché tutto è nelle mani di Cheryl Ladd. D'accordo, ai tempi di Angeli in catene il personaggio di Kris ancora non esisteva, ma almeno lì non "giocava" una sola detective ma tutte e tre! (124c)

81. ANGELI DI VITA (Angels on the Street)
*** Gli Angeli si travestono da prostitute, dopo esserlo già state in Squilli d'Angelo della seconda stagione, e aiutano una ragazza dalla doppia vita a uscire fuori dal giro, assicurando il suo protettore/persecutore alla giustizia. Episodio nella media, nonostante Amy Johnston nella doppia parte di giovane direttrice di conservatorio e prostituta sia convincente. Occhio al protettore: è il biondo Richard Lynch (Invasion U.S.A.), che in quegli anni si era fatto una reputazione come cattivissimo di serie tv e B-movies. Affascinante Shelley Hack nel suo look da ragazza di strada. (124c)

82. IL PRINCIPE E L'ANGELO (The Prince and the Angel)
***! Jill, tornata a Los Angeles per il compleanno di Charlie, entra in un negozio d'abbigliamento per comperare una cravatta e s'imbatte in un principe arabo dai capelli ricci, scambiandolo per uno dei commessi. L'Angelo biondo s'invaghisce del giovane e gli salva la vita più volte proteggendolo assieme a Kris, Kelly e Tiffany da un killer ingaggiato dai suoi nemici di Stato. Nonostante il clima da fiaba moderna, questa non è la migliore partecipazione di Farrah Fawcett allo show; forse perché, come da copione, anche per il suo compleanno Charlie si nega alle ragazze. (124c)

83. ANGELI SUI PATTINI (Angels on Skates)
**! Gli Angeli devono ritrovare una stella del pattinaggio a rotelle, rapita perché la ragazza è una ricca ereditiera che gareggiava sotto falso nome. Dopo la scatenata Jill in skateboard di Adulti consenzienti e le Kris e Kelly pattinatrici di Angeli sul ghiaccio, poteva mancare l'episodio dove le nostre eroine s'improvvisano pattinatrici a rotelle? No, anche se la storia, per me, è poca cosa, grida di paura della rapita incluse. L'episodio passa in tv anche col titolo di Angeli a rotelle. (124c)

84. ANGELI AL COLLEGE (Angels on Campus)
****! Affascinante professore di letteratura (il Gary Collins del serial tv Il sesto senso) rapisce, con i suoi complici, alcune studentesse universitarie per rivenderle come schiave agli sceicchi arabi. Stavolta i riflettori sono puntati sopratutto su Shelley Hack, visto che la sua Tiffany ha un passato da presidentessa di un club femminile del college dove avvengono i rapimenti. Altro episodio ottimo, ricco di colpi di scena, azione (Shelley Hack stende gli avversari con calci di karate veramente "hot") e siparietti sexy. Comparsata della rossa Jo Ann Pfulg, ex-infemiera del film M.A.S.H. (124c)

85. CACCIA AGLI ANGELI (Angel Hunt)
***! Per vendicarsi del loro avversario Charlie, Llyod Bochner (ex-killer di Angeli in cielo della terza stagione), L.Q. Jones (già visto in Centro! della prima stagione e Angeli in difesa della seconda) e Paul Sylvan attirano Kris, Kelly e Tiffany in un'isola deserta per ucciderle. L'idea della caccia mortale alle Charlie's Angels è ottima, un po' meno quella di dar troppo spazio alle veterane Kris e Kelly, relegando Tiffany al ruolo di (quasi) vittima. Se la caccia agli Angeli doveva finire, per forza, con un ostaggio, per me era meglio scegliere o Kris o Kelly, così per variare un copione già visto. (124c)

86. ANGELI E ORO (Cruising Angels)
*! Bosley si accorge che nello yacht di Charlie c'è un grosso quantitativo d'oro, nascosto da alcuni contrabbandieri in lotta con un'altra banda. Episodio con gli stessi difetti di Angeli in attesa... Meno male che questa è l'ultima avventura (quasi) solitaria di David Doyle. (124c)

87. L'ANGELO SENSITIVO (Of Ghosts and Angels)
*** Secondo episodio dedicato a Tiffany che sogna di notte un delitto avvenuto anni prima, dove una giovane donna sulla sedia a rotelle viene gettata giù per le scale e "dialoga" con lo spirito muto della suddetta morta che sta infestando la casa dove abita una sua amica appena sposata. E' una coincidenza che l'amica di Tiffany sia costretta anche lei, seppur momentaneamente, sulla sedia a rotelle, oppure no? Gli Angeli indagano, partecipando a una festa mascherata dai toni macabri. Buono. Peccato che il colpevole sia facilmente intuibile. (124c)

88. UN BAMBINO PER UN ANGELO (Angel's Child)
*** Kelly, mentre sta collaborando con un sergente di polizia a un caso di furto, scopre che l'uomo, che è anche vedovo, è solito picchiare il figlio piccolo. Episodio che mostra ancora il lato sensibile dell'Angelo verso i bambini. Jaclyn Smith sembra, però, più un'assistente sociale che una detective. Infatti, grazie ai legali di Charlie, riesce a strappare la patria potestà del bambino al poliziotto manesco (il quale non è cattivo, anzi, collabora alla risoluzione del caso che, ovviamente, passa in secondo piano). Buona la prova di Simon Oakland (l'ispettore Spooner di Toma) nei panni del sergente. (124c)

89. L'ANGELO SCOMPARSO (One of Our Angels is Missing)
**! Charlie invia solo Kris a Boston per catturare un ladro, sottovalutando la pericolosità dell'uomo, che ha fatto fuori l'ex-complice che intendeva denunciarlo alla polizia. Solo un'altra tacca per il cinturone... pardon, per i bikini sexy di Cheryl Ladd... E dire che negli episodi iniziali Charlie mandava in azione tutti e tre i suoi Angeli! (124c)

90. E' CADUTA UNA STELLA (Catch a Fallen Angel)
**! Gli Angeli salvano la vita ad un'ingenua ragazza di campagna raggirata da alcuni pornografi che le promettevano di farla diventare una stella del cinema. Il cinema porno collegato alle morti di minorenni è sempre un argomento scottante, ma qui la trama è solo un quasi remake di Angeli di vita. (124c)

91. CASE DOLCI CASE (Homes, $weet Homes)
****! Kris s'infiltra nella ditta di un certo Barry Kingsbrook (sospettato per dei furti avvenuti nelle ville di alcuni ricconi) mentre gli altri detective si fingono dei miliardari per arrestare i ladri che, a loro volta, si fingono tecnici d'allarmi antifurto. Altro splendido episodio, dove in primo piano c'è la rossa Tina Fuller (Sherry Jackson), assistente di Kingsbrook che, dopo aver sorpreso Kris a rovistare fra i documenti, si mette a indagare su di lei per conto di Barry, usando le stesse armi dell'Angelo: fascino, occhi dolci, vestiti aderenti e tacchi alti... Eh, sì, le donne quando ci si mettono sono peggio degli uomini, buone o cattive che siano! Il fascinoso Dick Gautier (Le rocambolesche avventure di Robin Hood contro l'odioso sceriffo) è Barry Kingsbrook. (124c)

92. ANGELI AL BALLO (Dancing Angels)
** Giovane ballerina scompare durante una maratona di ballo nella quale è stato messo in palio un danaroso premio, e il fratello/partner chiede agli Angeli d'indagare. Mentre Bosley e Tiffany fanno i ballerini, Kris e Kelly si spacciano per amiche della scomparsa immergendosi in un mondo fatto di ricattatori, ballerini autoritari e vecchi disillusi... e tutto nel giro di una notte! Nonostante ciò, l'episodio è abbastanza noioso. Curiosità: dopo l'ex-Enigmista Frank Gorshin visto in Angeli in mare, un altro interprete del telefilm Batman compare in questo show: il baffuto Cesar Romero, in panni più drammatici del Joker. (124c)

93. UN ANGELO PER HARRIGAN (Harrigan's Angel)
***! Il super-ospite di puntata è il grande Howard Duff (Kramer contro Kramer) che interpreta Harrigan, un vecchio detective privato alcolizzato e smemorato che aiuta gli Angeli in un caso di furto. O meglio, è lui che ha bisogno di un Angelo; anzi, di una badante che lo tenga lontano dalla bottiglia... E chi meglio di Kris? Howard Duff è bravissimo in coppia con Cheryl Ladd, perché rappresenta la vecchia generazione dei detective che si confronta con quella nuova. Episodio buono, anche se manca di quel guizzo che lo potrebbe far diventare perfetto. Robert Englund, il Freddie Krueger degli horror anni '80, è uno dei ladri. (124c)

94. VECCHIO SENTIERO PER UN ANGELO (An Angel's Trail)
****! Jill si sta recando in Arizona per partecipare ad una corsa automobilistica, ma viene presa in ostaggio da tre campagnoli che avevano appena ucciso un benzinaio. Gli Angeli accorrono sul posto, ma si scoprono, per la prima volta, impotenti (persino Charlie dice: "Solo un miracolo può salvarla"). Jill, quindi, deve contare solo sulle proprie forze e alla fine ne esce vincente grazie a un piccolo e insperato aiuto. Ultimo episodio con Farrah Fawcett, dove gli sceneggiatori riescono addirittura a farmela rimpiangere e desiderare. Curiosità: il magro e baffuto L.Q. Jones, nel ruolo del padre assassino, supera per 4 a 3 Dennis Cole in fatto di presenze (e questa è la seconda di seguito nella stessa stagione). (124c)

95. ANGELI E DEMONI (Nips & Tucks)
****! Rinomato chirurgo plastico, come Pigmalione si innamora di una delle sue ex-pazienti scoprendo troppo tardi che, in realtà, la donna è una killer spietata. Tiffany s'infiltra nella clinica come infermiera per indagare, mentre il "ricco" Bosley si "fa ricoverare" per dimagrire sotto gli occhi della "moglie impellicciata" Kris. Una volta tanto, l'assassina ruba la scena agli Angeli; merito della brava e bionda Joanna Pettet (era Mata Bond in Casino Royale del 1967), una anti-Angels con tutti i crismi che seduce e sfrutta il fascinoso chirurgo di Louis Jourdan (Colombo - vino d'annata). Episodio drammatico al punto giusto e ricco di colpi di scena. Tab Hunter fa il boss del crimine che, tramite la Pettet, ricatta il dottore per cambiare faccia. (124c)

96. TRE ANGELICHE STANGATE (Three for the Money)
** Per riavere il denaro perduto tre uomini truffati dallo stesso uomo (Vincent Bagetta) ingaggiano gli Angeli. Era da Intrappolato della prima stagione che non si vedevano le ragazze "stangare" un furbone e se non fosse per come accavalla le gambe Shelley Hack questa storia non sarebbe buona quanto la precedente; indi la considero non inutile ma solo mediocre. Michael Pataki fa uno strozzino. (124c)

97. I RAGAZZI DI TONI (Toni's Boys)
* Gli Angeli sono nel mirino di un mafioso che le vuole morte. Per salvarle, Charlie chiama in causa "i ragazzi di Toni", tre baldi detective agli ordini di Antonia Blake, detta Toni. Anche questo show, come è successo con altri, prova a lanciare episodi zero per possibili serie tv, fortunatamente fallendo perché le Charlie's Angels salvate da versioni maschili di loro stesse proprio non l'accetto. Sprecata, quindi, la grande Barbara Stanwick nel ruolo di Charlie... ahem... di Toni. Al posto suo, avrei gradito la bionda Anne Francis nei panni di una cinquantenne Honey West, ovvero la prima donna detective d'azione della tv americana che i produttori degli Angeli lanciarono nel 1965/66. (124c)

98/99. DUE ANGELI...UN AMORE (One Love... Two Angels)
****! Kelly scopre, grazie un fascinoso avvocato (Patrick Duffy), d'essere la probabile figlia creduta morta d'un esperto di vini (il grande Ray Milland). Quando il vecchio muore avvelenato dal socio più giovane (il ricciuto Robert Reed), l'Angelo chiama in aiuto Kris, Tiffany e Bosley, innamorandosi nel frattempo dell'avvocato. Le cose si complicano quando, durante le indagini, anche Kris s'innamora del giovane. Film tv che chiude la quarta stagione dello show, il migliore fra quelli girati fra il 1977 e il 1980, perché non solo vediamo Jaclyn Smith scampare ad un incidente d'auto voluto, ma anche progettare una trappola per l'assassino e dividere con Cheryl Ladd l'amore per Patrick Duffy, destinato a fare una brutta fine, perché gli Angeli possono amare ma non essere felici (Kate Jackson a parte). Insomma, qui c'è tutto ciò che non si è visto ne I ragazzi di Toni;  e sì che bastava così poco... (124c)


QUINTA STAGIONE (1980-81)

100/101. ANGELI ALLE HAWAII PARTE 1 E 2 (Angel in Hiding, aka From Street Models to Hawaiian Angels 1 and 2)
***! Coinvolte in un caso di droga e di modelle uccise, gli Angeli s'infiltrano nell'agenzia Woodman dove il direttore divide le sue ragazze in serie A e serie B (dove serie B significa modelle cadute in disgrazia che vanno a lavoare in un infimo studio fotografico). Film tv che introduce la modella Julie Rogers al posto dell'ex-poliziotta Tiffany Welles. Nel cast anche Christopher Lee, ma il suo direttore d'agenzia è un cattivo passivo a differenza di Jack Albertson, vecchio sadico con gli occhiali spessi, che fa davvero paura a Kris e non solo a lei. Buono il debutto della ventiquattenne Tanya Roberts, che all'epoca si tingeva i capelli biondi in castano/rosso e che fu presa perché vagamente somigliante a Kate Jackson. Curiosità: si dice che Cheryl Ladd volesse essere l'unica bionda del trio, per questo il licenziamento della Hack in favore della Roberts. (124c)

102. ANGELI ALLE HAWAII PARTE 3 (To See an Angel Die aka From Street Models to Hawaiian Angels 3)
** Arrivati nella filiale hawaiiana dell'Agenzia Townsend dopo che Charlie ha assunto Julie a Los Angeles, gli Angeli e Bosley devono ritrovare Kris, rapita da un certo Tom Grainger (e figli) che l'accusa della morte della moglie. Remake, o quasi, dell'episodio Vecchio sentiero per un Angelo con Cheryl Ladd al posto di Farrah Fawcett e Cameron Mitchell invece di L.Q. Jones, dove gli Angeli inseguono i fuggitivi assieme ad una vecchia veggente (una spaesata Jane Wyman). Pur facendo parte, originariamente, del precedente film tv introduttivo della stagione, quest'episodio mediocre viene contato come a sè stante. (124c)

103. ANGELI DEGLI ABISSI (Angels of the Deep)
****! Julie e la sua amica/truffatrice Bianca (Patti d'Amberville), durante una rilassante immersione subacquea trovano il relitto di una nave affondata carica di marijuana, che è oggetto di contesa fra due ladri un po' hippy e i veri proprietari della nave. L'episodio hawaiiano più spiritoso, dove Tanya Roberts e la bionda Patti D'Arbanville si contendono il ruolo di protagonista. Il cast è da serie A (fra tutti Sonny Bono e Anne Francis), le scazzottate divertenti (Julie e Kelly mettono in fuga due aggressori a suon di calci sugli stinchi e borsettate sulla testa) e le sequenze subacquee sono da film di 007. Per me Tanya Roberts non è un'attrice incapace, come dicono in molti; fra i bikini e gli abiti succinti che indossa noto in lei un volto puro e, giustamente, angelico. (124c)

104. ANGELI DELL'ISOLA (Island Angels)
*** Il tenente di polizia Torres (Soon-Teck Oh) chiede agli Angeli d'aiutarlo a indentificare un killer pagato per uccidere un diplomatico in visita alle Hawaii. Le ragazze e Bosley s'infiltrano, così, in un albergo fingendosi fotoreporter per interrogare i sospettati arrivati in aereo. Anche qui carrellata di note guest star, solo che mi dispiace che abbiano scomodato il vecchio Keye Luke per una sola scena dove scambia qualche mossa di kung fu poco amichevole con Jaclyn Smith (scena, comunque, emozionante). Sembra più una versione femminile del noto Hawaii squadra 5-0 che una tradizionale avventura degli Angeli. (124c)

105. ANGELI A WAIKIKI (Waikiki Angels)
*** Gli Angeli fanno le guardiaspiaggia di Honolulu per ritrovare la giovane moglie del figlio di un politico, rapita da tre uomini alla guida di Dune Buggy. Se non sapessi che qui siamo nel 1980 e che questo è Charlie's Angels lo scambierei per Baywatch, visto che Kris, Kelly e Julie indossano gli stessi costumi arancioni di Pamela Anderson (persino il salvagente è uguale). Episodio incentrato soprattutto su Jaclyn Smith che, pure qui, tiene a bada i mascalzoni con prese di judo e calci di karate. Il barbuto biondo Dan Haggerty, noto per Grizzly Adams, fa il capo dei cattivi che droga le ragazze rapite, ma più che un orso qui lo trovo un peluche. Cameo mordi e fuggi di Patrick Wayne, figlio di John, nei panni del capo dei guardiapiaggia. (124c)

106. ANGELI AL BALLO (Hula Angels)
***! Severo proprietario di una discoteca viene rapito da alcuni tizi con addosso maschere da porcelli, che lo appendono a una gabbia di un magazzino per chiedere poi un forte riscatto. Chiamati gli Angeli, Kris e Julie s'infiltrano nel corpo di ballo sotto gli occhi della coreografa impersonata da Joanna Cassidy. Ultima avventura hawaiiana per gli Angeli (e quarta ed ultima comparsata di Soon-Teck Oh nei panni del tenente Torres), dove si fa notare sopratutto Julie, che viene rapita dai cattivi in stile Sabrina. Dopo essere stato un poliziotto (La legge di Burke) e un uxuricida (Colombo - Prescrizione assassino), Gene Barry qui se la cava anche nel ruolo di rapito. Eh, sì, mi mancheranno davvero gli Angeli alle Hawaii che vanno a lavorare in bikini. (124c)

107. ANGELI AL CONTRABBANDO (Moonshinin' Angels)
*** Gli Angeli mettono fine a una faida, nella contea di Gifford, fra due famiglie di contadini che distillano whisky clandestino. Arresteranno anche con un piccolo boss speculatore che ha un debole per la nuova cameriera del bar: Julie Rogers. La sceneggiatura sembra presa in prestito da Hazzard, con Jaclyn Smith e Cheryl Ladd che guidano automobili sportive al posto di Bo e Luke Duke. Quanto a Tanya Roberts, cameriera vestita come quelle della sit-com Alice, non farà colpo come Catherine Bach in hot pants, però è decisiva nello scontro finale. Uno spiritoso e rustico caso fuori città per le nostre detective. (124c)

108. HO SPOSATO UN ANGELO (He Married an Angel)
** Due sorelle rivogliono indietro il loro milione di dollari rubato da un affascinante truffatore. Come primo vero caso a Las Angeles delle Charlie's Angels, appena tornate dalle vacanziere Hawaii, gli sceneggiatori scelgono una stangata (la "vittima" degli Angeli è, stavolta, il simpatico David Hedison), tipo le due già viste nella prima e nella quarta stagione e, quindi, per me tornano gli sbadigli (che ci debbo fare se amo i polizieschi tout court?). Meno male che c'è la scena in cui Julie incontra un boss mafioso, altrimenti sarebbe una disfatta completa. (124c)

109. ANGELI IN TAXI (Taxi Angels)
***! Il proprietario di una compagnia di taxi rimane ferito gravemente a causa della detonazione di una bomba a tempo messa nella sua automobile e la socia/fidanzata assume gli Angeli per scoprire chi è stato. Rispetto a Ho sposato un Angelo, qui abbiamo tutti gli ingredienti che servono per un buon giallo-rosa d'azione, o quasi: un maniaco assassino, Kris cameriera "hot" con i pattini a rotelle, Kelly sexy taxista che scampa ad un incidente d'auto mortale (e sono due quelli provocati, dopo Due Angeli un amore), Julie che si finge centralinista e un vecchio testimone ubriacone... Eh, si, la coppia Kelly e Julie qui ci riseva delle belle sorprese. (124c)

110. UN ANGELO AL TELEFONO (Angel on the Line)
****! Recatasi in un night club con i suoi soci per un'indagine, Kelly rivive l'incubo di una ragazza assassinata che aveva ricevuto poco prima una telefonata minatoria proprio in quel posto. La detective, però, non sa chi è il suo interlocutore perché molti uomini poco raccomandabili che gremiscono la sala hanno la cornetta alzata. Il "solito" gioco del gatto col del topo, dove Jaclyn Smith è il topo, con la differenza che il maniaco ha ben due identità che sfrutta per disorientare la vittima. Decisamente migliore del bell'episodio precedente, quello col maniaco dei taxi. (124c)

111. LO SPETTACOLO DEGLI ANGELI (Chorus Line Angels)
**! Per indagare su alcune misteriose sparizioni di ballerini di un musical, gli Angeli si fanno assumere nello show. Capisco che gli Angeli, per infiltrarsi, improvvisino i lavori più disparati, ma un giallo musicale stile Broadway non è fra le cose che prediligo. Sarebbe una Caporetto se non ci fosse la minaccia dell'uomo con la maschera da scheletro che mette in seria difficoltà le ragazze. David Doyle, sorta di Carlo Dapporto americano, però, se la cava di più come regista, come fa qui, che nei panni del segretario John Bosley. (124c)

112. GLI ANGELI E L'ARCIERE (Stuntwomen Angels)
**! Gli Angeli sono assunte come cascatrici da un produttore cinematografico per fermare un uomo vestito da Robin Hood che cerca di sabotare le riprese del suo film, un remake di un classico della vecchia Hollywood. I sospetti cadono su di un vecchio guardiano (Gerald S. O'Loughlin) che ce l'ha a morte col cinema spazzatura moderno, ma ci sono anche altri che vogliono approfittare della fama dell'arciere per il proprio tornaconto. Discreto giallo alla Scooby Doo, dove le nostre ragazze fanno un figurone vestite di verde come l'Errol Flynn dei bei tempi. (124c)

113. ATTACCANO GLI ANGELI (Attack Angels)
****! Kris e Kelly s'infiltrano in una società di computer per scoprire chi ha ucciso due dipendenti, mentre Julie cade nelle mani di uno scienziato che la ipnotizza e la trasforma in un'inconsapevole killer, come ha già fatto con altre ragazze. Uno dei migliori episodi dell'intera serie (e non solo della quinta stagione), è anche uno dei pochi completamente dedicati a Tanya Roberts, che se la cava egregiamente. La trama ricorda quelle di Agente speciale e quindi gli Angeli lasciano le loro pistole nella borsetta per affidarsi, nelle scene d'azione, solo ai colpi di karate come la signora Emma Peel. Tanya Roberts riesce ad ipnotizzarti con i suoi occhioni innocenti. (124c)

114. ANGELI IN LISTA (Angel on a Roll)
*** Genio dell'elettronica addetto all'installazione di casse automatiche s'improvvisa truffatore e svaligia ben dodici banche. Kris parte per Las Vegas per arrestarlo, ma finisce col diventarne la guardia del corpo proteggendolo da due criminali che lo inseguono perché vogliono indietro il loro denaro. Non è la prima volta che il personaggio di Cheryl Ladd s'infatua di una simpatica canaglia, ma questa è proprio l'ultima volta che lo fa e quindi sopportiamo e divertiamoci. (124c)

115. MISTER GALASSIA (Mr. Galaxy)
*! Partecipante ad un concorso per culturisti si rivolge agli Angeli perché qualcuno attenta alla sua vita. Dalle partecipanti al concorso di bellezza di Tanti begli Angeli in fila ne è passata di acqua sotto i ponti (tre stagioni); qui si sostituiscono delle ragazze ben tornite con dei muscolosi esperti di body building, cosa che farà la felicità di alcune fan della serie ma a me fa solo cascare le braccia. Inevitabile la scazzottata dei due co-protagonisti/rivali contro i cattivi davanti a Kelly, Kris e Julie in delirio. (124c)

116. IL NOSTRO ANGELO DEVE VIVERE (Let Our Angel Live)
*! Un criminale spara in testa a Kelly e gli Angeli e Bosley accorrono al suo capezzale (persino Charlie, che indossa mascherina e camice verde e si mescola fra i medici che hanno in cura l'Angelo). Con questo mix fra il brutto Gli Angeli ricordano della terza stagione (con le altre due ragazze che rammentano, grazie ai flashback, le recenti avventure vissute con l'amica ferita) e il discreto Uccidere un Angelo della prima si conclude una serie tv che, negli anni '70 assieme a Agente Pepper con Angie Dickinson ha ridefinito il ruolo delle donne nei serial polizieschi d'azione. Avrei voluto che lo show continuasse un altro po' per vedere se Kelly tornava a lavorare oppure no (le ferite da arma da fuoco non sono da prendere alla leggera). Addio Charlie'Angels, siete e rimanete uniche... Anche la discussa (in Usa) Tanya Roberts! (124c)

Articoli simili

commenti (0)

RISULTATI: DI 0