Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MR. KLEIN

All'interno del forum, per questo film:
Mr. Klein
Titolo originale:Monsieur Klein
Dati:Anno: 1976Genere: thriller (colore)
Regia:Joseph Losey
Cast:Alain Delon, Jeanne Moreau, Francine Bergè, Juliette Berto, Jean Louis, Michel Aumont, Jean Champion, Massimo Girotti
Note:Aka "Chi è Mister Klein?" o "Chi è Mr Klein?" o "Chi è mr. Klein?"
Visite:1092
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/12/07 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 28/1/13 10:37 - 10323 commenti

Un bel film di Joseph Losey, a cui si adatta bene la definizione di "thriller kafkiano". La storia dell'usuraio e del suo sosia e' ricca di riferimenti letterari alla poetica del grande scrittore e assume l'andamento di un dramma esistenziale che culmina in un finale beffardo e di grande impatto. Ottime la ricostruzione ambientale e l'interpretazione di Delon. Da vedere.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Homesick 8/11/12 16:56 - 5737 commenti

Il burocratismo e l’insicurezza della Parigi prona ai nazisti nel ’42 stringe una tenaglia “kafkiana” sulla perdita d’identità e il richiamo sirenico dell’ignoto che portano un novello Joseph K. all’autodistruzione deterministica. L’atmosfera plumbea e le disumanità degli eventi – la visita medica in apertura, il protagonista che si arricchisce con le disgrazie altrui e a sua volta viene parassitato dal suo misterioso omonimo – avvolgono in una fitta nebbia (metaforica e non) un Delon attonito e caparbio: è uno dei ruoli più seri e difficili della sua carriera. Di gran pregio la scenografia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’animalesca visita medica alla presunta ebrea.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 24/12/07 2:54 - 6606 commenti

Un usuraio è perseguitato dall’esistenza di un suo presunto sosia. Cercherà di saperne di più rimanendo sempre più coinvolto in una “strana” faccenda fino ad arrivare a scoprire la “verità” nell’incredibile, beffardo e agghiacciante finale. Bellissimo thriller di stampo kafkiano che deve la sua riuscita alla regia sobria e asciutta di Losey, ad una sceneggiatura tesa e avvolgente ed alla riuscitissima interpretazione di Delon.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 3/1/10 23:46 - 7064 commenti

Nella Parigi occupata dai nazisti, un mercante d'arte fa affari d'oro commerciando con ebrei costrette a svendere, ma finisce coinvolto in uno scambio di persona con un uomo che gli somiglia, ha pure il suo stesso nome ma è ebreo. Thriller metafisico sul tema del doppio, qui invisibile (non vediamo mai il volto dell'altro), con echi kafkiani (più Klein cerca di "discolparsi", più risulta coinvolto e "colpevole" di non essere ariano). Fotografia elegante e fredda, epilogo agghiacciante nella sua secchezza, grande interpretazione di Delon.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sequenze iniziale, con la visita per accertare la razza.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 4/4/13 20:04 - 2065 commenti

Nella Parigi nazista del 1942, in piena paranoia antisemita, Morandi e Solinas intessono un fitto incubo kafkiano cui lo spettatore può solo abbandonarsi, impossibilitato a decifrare l'ordito metafisico che lo sostanzia. La messa in scena di Losey, assorta in un cerebrale scandaglio psicologico, è al culmine del suo algore visuale, volta a trascendere la contingenza storica in universalismo esistenziale. Prodotto da Delon, è infestato dalla sua presenza - untuosa, meschina, divorata dalla paura e dalla predestinazione. Meravigliosa Jeanne Moreau, struggente apparizione di un tempo non vissuto.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Lucius  28/4/15 23:00 - 2613 commenti

La coppia per eccellenza del cinema francese (e non solo) Delon vs Moreau e la regia di Losey, aspettative altissime e non disilluse. Una pellicola di ottima fattura tecnica, basata sulla sceneggiatura di Solinas, che inchioda letteralmente allo schermo lo spettatore votato al cosiddetto "cinema impegnato". Come in Barocco di Téchiné è il doppio al centro del film: un sosia, due vite e un epilogo comune che chiude il cerchio del destino in una Parigi nostalgica, in cui sarà facile perdersi. Who's that man?
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Nicola81 12/2/18 15:44 - 1412 commenti

La sceneggiatura porta la firma di Morandi e Solinas, ma è Kafka il vero nume tutelare di questo sfuggente dramma psicologico dalle venature gialle in cui l'indagine alla ricerca del proprio omonimo (o del proprio io?) si trasforma in una lenta ma inesorabile corsa verso l'autodistruzione. Losey, che qualcosa avrebbe potuto tagliare, ricostruisce al meglio il clima della Parigi nazista e antisemita, mentre Delon, accantonata qualsiasi posa divistica, fornisce proprio in uno dei ruoli più ostici una delle sue interpretazioni più convincenti.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Lythops 25/2/13 19:01 - 917 commenti

Perfettamente dosato, calibrato dalla sottile violenza che solo il destino può riservare. In questo film tutto è metodico, a partire dalla prima sequenza in cui una donna viene misurata per valutarne la razza, fino a quella finale in cui Mr. Klein sceglie la propria fine. È un film in cui vengono deposte poco a poco le tessere di un domino crudele e surreale, con indizi sparsi e splendidamente fuorvianti che ti lasciano interrogativi dai quali non riesci ad uscire. Immenso Delon. Gli si può credere quando dice che il cinema è morto.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)