Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BLACKMAIL - RICATTO

All'interno del forum, per questo film:
Blackmail - Ricatto
Titolo originale:Blackmail
Dati:Anno: 1929Genere: giallo (bianco e nero)
Regia:Alfred Hitchcock
Cast:Anny Ondra, John Longden, Donald Calthrop, Cyril Ritchard, Sara Allmgood, Charles Paton
Visite:444
Approfondimenti:1) LE "APPARIZIONI" DI HITCHCOCK
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 11/3/09 9:38 - 6704 commenti

Lei uccide un aggressore e viene ricattata, ma il poliziotto suo fidanzato la protegge. E' un film tecnicamente di frontiera tra il muto e il sonoro, e forse proprio il suo essere 'sperimentale' e quindi ibrido non gli dà quella potenza che avrebbe potuto avere. Per cui, si apprezzano più alcune sequenze e dettagli che non lo sviluppo narrativo. Ma la capacità di Hitchcock di creare atmosfera e suspense è notevole, e la possibilità offerta di giocare con il suono in senso drammatico viene subito valorizzata.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 26/2/11 1:05 - 6526 commenti

Tecnicamente a metà tra muto e sonoro, ha indubbiamente nel dipanarsi del plot una certa banalità (peraltro i primi minuti sono abbastanza avulsi dal resto della pellicola). Tuttavia a renderlo un buon film è sicuramente la bravura di Hitchcock e la sua capacità di creare suspence e tensione anche in situazioni non certo imprevedibili. E quel finale "immorale" (voluto addirittura dalla produzione) non è da tutti ed è, considerato che si era nel 1929, davvero coraggioso. In ogni caso tipicamente hitchcockiani, sia per temi, che per situazioni e per alcuni paricolari.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 15/5/08 14:41 - 4626 commenti

Notevole, molto in anticipo sui tempi, tratta anche un tema molto forte (lo stupro) in modo (per l'epoca), piuttosto forte. Bravissima Anny Ondra, notevole l'inseguimento sui tetti e la trama gialla, buonissima anche la regia. Bianco e nero perfetto. Fu uno dei primi film doppiati.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Harrys 3/3/10 22:02 - 679 commenti

Primo film sonoro britannico: i produttori convinsero in corso d'opera un ispirato Hitchcock a girare con questa tecnologia. Il risultato non può che risultare straniante. Un ibrido, in cui il disequilibrio diviene pane quotidiano. Un prototipo, per certi versi definibile come sperimentale. Gli attori si trovano visibilmente a disagio; impacciati ed imbolsiti, devono muoversi verso determinati punti del set (ovvero sotto gli abnormi microfoni) per proferire le battute, tornando poi tranquillamente all'"azione". Comico per quanto vetusto. ***
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

Ryo 9/4/16 0:12 - 1555 commenti

Primo film sonoro di Hitchcock e anche primo in cui si vede un'ottima costruzione della suspense. Scomodo e intricato il rapporto tra il detective e la ragazza protagonista; peccato che un'ora e 20 scorrano veramente veloci e non si abbia il tempo di fantasticare su come andrà a svolgersi la vicenda. Curiose le invenzioni narrative come il lavoro di un detective rappresentato quasi come un lavoro in fabbrica, o la signora, alle spalle del poliziotto, che telefona per denunciare l'omicidio, con l'agente che non capisce il numero civico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Coltello, coltello, coltello, coltello, mi passi il coltello?".
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Luras 19/3/17 14:33 - 96 commenti

Un po' per il coltello, un po' per l'aggressione sessuale a Londra, Ricatto sembra un antico e casuale misto tra Psyco e Frenzy. Non è a quei livelli, ma il giovane Alfred mostra già i numeri che lo renderanno un fuoriclasse. Pur con un inizio fuori contesto con il resto della trama e alcune fasi troppo lente, la parte del delitto è di ottima fattura, come anche quella dell'ossessione della protagonista per i coltelli e per la scena del crimine. Quella finale del ricatto vero e proprio meno, perché si perde in ciarle. Peccato per la lentezza.
I gusti di Luras (Animali assassini - Horror - Thriller)