Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MR. BROOKS

All'interno del forum, per questo film:
Mr. Brooks
Titolo originale:Mr Brooks
Dati:Anno: 2007Genere: thriller (colore)
Regia:Bruce A. Evans
Cast:Kevin Costner, Demi Moore, Dane Cook, William Hurt, Marg Helgenberger, Ruben Santiago-Hudson, Danielle Panabaker, Aisha Hinds, Lindsay Crouse
Note:Aka "Mister Brooks".
Visite:1181
Il film ricorda: Manhunter - Frammenti di un omicidio (a G.Godardi), Doppia personalità - Raising Cain (a G.Godardi)
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/10/07 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 29/1/15


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 24/5/11 16:16 - 9897 commenti

Sorta di Dexter ante litteram, Mr. Brooks è un serial killer insospettabile ed apparentemente irreprensibile. L'idea vincente del film è stata quella di farlo interpretare ad un attore sulla carta improbabile (per i ruoli precedenti recitati) come Kevin Costner che invece se la cava benissimo. Peccato che intorno al personaggio e al suo attore non si sia riusciti a costruire una storia veramente interessante ma piuttosto una vicenda carica di clichè e di scarsa tensione.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 6/10/07 8:31 - 3975 commenti

Se da una parte Mr Brooks è un marito e un padre amorevole, dall’altra è un assassino seriale e un artista dell’omicidio. In questo pastrocchio, dove il regista pensava che, mettendo tanta carne al fuoco, il risultato non potesse che essere buono, l’unico a uscirne piuttosto bene è proprio Costner, che disegna un personaggio disturbato, con doppia personalità (una è rappresentata da un altro individuo, Hurt). Al contrario, il fotografo risulta improponibile (spocchioso nei confronti di un serial killer!) e la Moore è poco credibile. Mediocre.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Costner guarda il giovane fotografo di coppiette, incappucciato, e dice: "Mi sembri il ragazzino che volava sulla bici con ET".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 2/8/09 23:41 - 6728 commenti

Inaspettatamente buono e con risvolti pure originali, anche se inficiato da troppe sottotrame e con personaggi non tutti ben definiti: in particolare risultano deboli sia l'aspirante killer (davvero troppo stupido) e la poliziotta ereditiera, interpretata da una Moore legnosa. Ma la coppia Mr.Brooks e (cattiva) coscienza brilla di luce propria, affidata com'è a Costner, finalmente di nuovo convincente, e a Hurt, splendido in queste caratterizzazioni un po' folli (vedi History). I loro dialoghi goduriosi fanno perdonare molte cose...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: In macchina, i battibecchi fra Costner e Hurt, che però lo aiuta con le parole incrociate.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

G.Godardi 13/10/07 18:03 - 960 commenti

Thriller alquanto spiazzante in quanto si affida a diversi toni per raccontare le varie tracce nattarive (troppe). Così si va dal grottesco (quando non demenziale) per le scene di Mr. Brooks, al poliziesco puro per la poliziotta che indaga. Tra queste si insinuano altre due sottotrame (il testimone emulatore e il contesto famigliare) a complicare il tutto. La sceneggiatura poi è un coacervo di forzature ed illogicità tale da far sembrare il film in alcuni punti una parodia del genere. Insomma, manca coesione tra le parti. Comunque non tutto da buttare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le battute fulminanti di Mr.Brooks, gioiellini di homour nero. L'incubo finale.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Hackett 4/4/08 20:37 - 1489 commenti

L'idea non vuole essere originale, ma forse solo pensare a Kevin Costner in un ruolo del genere è una piccola rivoluzione. Il film scorre tranquillamente in uno svolgimento thriller un po' telefonato, con un killer che non riesce ad essere cattivo quanto dovrebbe e con qualche tentativo di spiazzare lo spettatore, a volte efficace. Da apprezzare la presenza e il ruolo di Hurt e la volontà di Costner di uscire dai clichè.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Saintgifts 10/6/14 16:48 - 4099 commenti

Se non si fa caso all'errore iniziale (non ammissibile per un serial killer così preciso), ma indispensabile per far proseguire il film, è un'idea piuttosto buona per uscire dagli schemi classici dell'assassino seriale. La coppia Costner-Hurt è azzeccatissima e la trama e le sottotrame sono originali e concatenate molto bene. Non ottimale la scelta del testimone-emulatore, ma Costner riesce a sorreggere pure lui. Nonostante il sangue e le violenze, c'è sempre un che di ironico che smorza la tensione, ma fa sentire al sicuro e prepara il finale.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Piero68 2/8/12 8:54 - 2233 commenti

Il soggetto è originale e anche abbastanza unico. La scelta poi di affidare il ruolo principale di serial-killer a Costner si rivela vincente. Ma nell'impianto complessivo restano comunque troppe pecche. Come il personaggio della Moore, poco credibile, o quello di Hurt, speso veramente molto male. Inoltre manca una sceneggiatura ad ampio respiro tale da riuscire a tenere tutti i personaggi in un unica storia. Questo farà risultare il film talmente sfilacciato da farlo sembrare episodico. Qualche discreto momento thriller e nulla più.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Didda23 9/8/12 15:40 - 1848 commenti

Incredibilmente sorprendente, Mr. Brooks poggia su una interessante sceneggiatura che si supera nel ferocissimo ed inaspettato pre-finale. La pellicola non è esente da critiche soprattutto per quanto concerne la caratterizzazione dei personaggi secondari. La regia perlopiù ordinata ha qualche momento stilisticamente gustoso. Gradevoli i battibecchi dialettici fra Hurt e Costner, entrambi capaci di stupire con due ottime interpretazioni. Struggente la canzone "Vicious Traditions" dei The Veils.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pre-finale.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Buiomega71 11/3/17 1:08 - 1709 commenti

Anomalo, spesso spiazzante (la figlia, Costner serial killer/giustiziere, il ritorno del belluino Mix), grottesco, a volte sgangherato, strampalato nella sua narrazione (Hurt "metà oscura" e dialoghi scoppiettanti con Costner, i giri a vuoto in macchina), tanto da assumere, a tratti, le forme di una parodia di Henry - Pioggia di sangue. Spezzato da inaspettati momenti splatter (la badilata al cimitero, la figlia con le forbici) e da parentesi action tamarre alla Uomo nel mirino (la Moore rapita sul furgone), quello di Evans è un opus eccentrico, forse zoppicante ma di caricaturale originalità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio a freddo della coppia esibizionista a letto; La telefonata finale di Costner, sul tetto del palazzo, alla Moore; Sorpresa con forbici.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Greymouser 23/5/11 11:05 - 1442 commenti

A parte alcune evidenti forzature dello script, si tratta di un discreto thriller, dove la tensione non è costruita su enigmi da svelare e colpi di scena, bensì sulle dinamiche interne del protagonista (un Costner abbastanza ispirato), che naviga fra cinica e lucida razionalità e verminosa follia. Il suo invadente e malefico "amico immaginario", interpretato da un sulfureo Hurt, incarna alla perfezione un conflitto interiore sempre in bilico sull'orlo dell'abisso. Non geniale nelle scelte di regia, ma sicuramente godibile.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Il Dandi 11/1/18 14:45 - 1201 commenti

Interessante thriller dominato dal tema del doppio: Costner trova specchio sia nel suo alter-ego Hurt (che lo spinge a uccidere) che nel suo discepolo Cook (che vorrebbe imparare a farlo) trovandosi in posizione gerarchicamente intermedia fra i due; anche il suo segreto è una scatola cinese (frequenta un gruppo di alcolisti anonimi tacendo che la sua vera droga è l'omicidio). In parallelo la vicenda della detective, nota dolente del film non solo per colpa di Demi Moore, ma per come il suo personaggio spezza tutta l'atmosfera.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cimitero.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Jorge 12/2/11 10:40 - 164 commenti

A livello narrativo le sfilacciature sono molte, la caratterizzazione dei personaggi di contorno manca del tutto; ed è un peccato, perché il film, per soggetto ed "incroci" tra i personaggi, lasciava spazio a possibilità che il regista non riesce a valorizzare. Tuttavia, i dialoghi sono ottimi e la recitazione del duo Kostner-Hurt, i continui "sali e scendi" del loro contrastato rapporto, rendono alla perfezione la personalità del protagonista, le sue onbre e la sua "bontà". Deludente ma, a tratti, ottimo thriller, comunque apprezzato.
I gusti di Jorge (Giallo - Horror - Thriller)