Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VAMPIRI AMANTI

All'interno del forum, per questo film:
Vampiri amanti
Titolo originale:The Vampire Lovers
Dati:Anno: 1970Genere: horror (colore)
Regia:Roy Ward Baker
Cast:Ingrid Pitt, George Cole, Kate O'Mara, Peter Cushing, Ferdy Mayne, Douglas Wilmer, Madeline Smith, Dawn Addams, Jon Finch, Pippa Steel, Kirsten Lindholm, Janet Key, Harvey Hall, John Forbes-Robertson, Charles Farrell
Note:Il personaggio di Carmilla è stato creato da Sheridan Le Fanu
Visite:1619
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/6/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 8/1/09 3:13 - 3971 commenti

Dominato da un vago ed implicito lesbismo il film, ottimamente fotografato da Moray Grant, rappresenta il primo horror diretto da Baker, e anche il primo segmento di una serie targata Hammer ed ispirata alla novella Carmilla di LeFanu, in precedenza saccheggiata nel Vampyr di Dreyer, nel film di Mastrocinque e ne Il sangue e la rosa di Vadim. Ottima la scelta di suddividere il tono fotografico in due parti: quella iniziale e lenta, è infatti dominata dalla fiòca luce della Luna piena; la seconda parte, concitata e caratterizzata dall'entrata in scena di Cushing, assume tonalità più fredde...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 2/9/11 10:22 - 5672 commenti

“Vampiri amanti” significa, di fatto, Ingrid Pitt: attraverso il suo sguardo cangiante – languido, ferino, malinconico – e il corpo nudo o appena velato da un candido déshabillé, il vampirismo trasuda i suoi umori più squisitamente sessuali e la “trina e una” Marcilla/Carmilla/Mircalla assurge a romantica icona bifronte di mortifera succhiasangue ed amante infelice. Cushing cede a Wilmer il ruolo del Van Helsing della situazione, ma avoca a sé il colpo di paletto risolutivo e il misterioso uomo in nero sarà ripreso da Batzella. Nella fotografia si ritrova ogni raffinatezza di casa Hammer.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli incubi con il gatto.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 4/8/14 11:54 - 6444 commenti

Colpisce per il fortissimo clima di sensualità ed erotismo che per l'epoca doveva essere davvero notevole: merito soprattutto delle tante e procaci bellezze muliebri. Di horror e thrilling vero e proprio (e conseguentemente di paura) invece ce n'è poco. Ma il film è molto ben realizzato grazie alla professionale regia di Baker e di una confezione di grande bellezza con costumi e scenografie che la fanno da padroni. Tra il non male ed il buon film.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Caesars 12/11/10 12:23 - 2239 commenti

Non male questo film, targato Hammer, dedicato alla Carmilla (o Mircalla, a seconda dei casi) creata dalla penna di Le Fanu. La storia regge bene, gli attori sono bravi, Ingrid Pitt è molto bella e la fotografia è ottima; possiamo solo notare che alcuni eventi narrativi rimangono un po' vaghi (vedi il vempiro maschio a cavallo). Non siamo di fronte ad un capolavoro, ma gli amanti del genere troveranno pane per i loro denti (canini ovviamente).
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 21/6/07 15:06 - 4603 commenti

Primo capitolo della saga Hammer dedicata alla figura di Carmilla, il film si basa sulla presenza della brava Ingrid Pitt, che riesce a incarnare sensualità e morte. Da notare la breve ma intensa partecipazione di Dawn Adams e i tocchi lesbici della sceneggiatura.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il sanguinoso prologo, l'eliminazione dei vampiri.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Sabryna 18/3/13 1:43 - 225 commenti

Un ottimo film tratto dal celebre "Carmilla" di Sheridan Le Fanu, piuttosto rispondente e fedele all'originale. La fotografia è curata e il cast si muove bene, nel suo complesso. Su tutti spicca la protagonista, femme fatale luciferina, bella e ammaliante. Il sottile lesbismo sempre sotteso e mai volgarmente mostrato rende quest'opera raffinata e pregevole in versione cinematografica, così come già era successo per la sua versione letteraria. Il marchio Hammer c'è e si vede.
I gusti di Sabryna (Fantastico - Horror - Thriller)

Lovejoy 19/12/07 21:23 - 1827 commenti

La figlia di un famoso Generale conosce la bella Marcilla. Poco dopo si ammala e muore misteriosamente, mentre Marcilla svanisce nel nulla. Qualche tempo dopo, Marcilla riappare in un'altra abitazione con il nome di Carmilla. Bella versione ad alta tasso lesbo del romanzo di LeFanu. Ben diretto dall'ottimo Baker è splendidamente recitato da un bel gruppo di attori: dalla Pitt, affascinante, alla O'Mara, alla Adams, passando per Cole, Mayne, Finch e, sopratutto, da uno strepitoso Peter Cushing.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il prologo; I momenti caldi fra Mircalla e le sue vittime; La caccia finale.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Trivex 28/5/09 10:54 - 1297 commenti

Tra i più belli del genere, davvero emancipato e dotato di ottime protagoniste, brave e molto belle anche senza le contaminazioni chirurgiche estetiche oggi molto apprezzate. Trama consistente nella struttura e ottima fotografia, ma il valore aggiunto sta nella coppia Pitt-Cushing. La vampira è cattiva e sessualmente capricciosa, usa gli uomini e quindi la metafora del femminismo si percepisce ulteriormente. Il tema "core" di Le Fanu trova qui una esemplare configurazione cinematografica. Liberale e libertino!
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rambo90 14/3/11 22:38 - 4832 commenti

La Hammer cerca lo svecchiamento introducendo tocchi di lesbismo (molto moderati comunque) e qualche nudo. Secondo me non è uno dei migliori della casa inglese ma comunque è godibile: ci sono un'ottima atmosfera, una sensualissima Ingrid Pitt e il sempreverde Cushing (che però appare molto poco). Il ritmo è un po' fiacco, soprattutto il finale l'ho trovato poco emozionante, ma comunque almeno una volta si può vedere.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Lucius  14/6/14 18:22 - 2563 commenti

In una cornice cinematografica particolarmente indovinata e credibile il mito dei vampiri si rinnova con una storia di amore saffico dalle origini ancestrali. Roy Ward Baker sigla un gioiellino imperturbabile della settima arte, nonchè una riuscita trasposizione del romanzo di Baker. Peter Cushing al meglio di sé in un'interpretazione dalla forte impronta autoriale e dall'indubbio fascino. La sensualità non ha sesso. Hai mai sentito parlare di Marcilla?
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 18/11/12 13:32 - 2327 commenti

Film che conferma Ward Baker tra gli artigiani più sottilmente quanto perversamente erotici del cinema inglese nei decenni '50-'70. Così, dopo aver sagacemente lambito la tematica omosex ne Il coraggio e la sfida, qua irrompe, con la libera brutalità che il genere succhiasangue e la produzione Hammer gli consentono, in una indimenticabile lesbo-exploitation cinematografica, capace di sintetizzar e vivificare il vampirismo femminile. La Pitt di anagrammatica sensualità, il resto del gineceo d'acerba bellezza. Ridicolo il parrucchino di Wilmer nel prologo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le scollature del cast femminile; La Pitt a letto con la Steel; Marcilla/Carmilla/Mircalla che si denuda in penombra mozzando il fiato alla O'Mara.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 2/10/12 12:17 - 1842 commenti

"Draculismo", lesbismo e sensualità, topoi del vampirismo al femminile, sono qui perfettamente rappresentati e con tanto coraggio per l'epoca. Carmilla, alias Marcilla o Mircalla rivivono nel volto ambiguo e conturbante di Ingrid Pitt, affiancata da un buon cast, fra cui spicca l'immancabile presenza di Peter Cushing. Immergetevi con abbandono nei luoghi senza tempo e spazio di una storia evanescente...
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 1/1/16 22:55 - 1206 commenti

Tratto da uno dei capolavori di LeFanu, il film conferma tutti i topoi sul vampirismo e si snoda, quindi, piuttosto piacevolmente. Al di là di tali considerazioni, bisogna ammettere che la pellicola è piuttosto fiacca e priva di particolari impennate registiche. Baker ravviva il tran tran con strategiche inquadrature sui davanzali delle graziose protagoniste (su tutte la vince Madeline Smith) non riuscendo a elevarsi, però, da un superficiale erotismo. Ordinario Cushing, sopravvalutata la Pitt.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Jandileida 16/2/11 20:18 - 957 commenti

Pacata nei colori e nell'ottima fotografia ma ardente nei contenuti, tutta venata da saffiche pulsioni, la pellicola è un buon esemplare delle produzioni tarde targate Hammer quando il sesso non era più un tabù. Una Pitt fantastica, esplosiva e dalla recitazione istintiva è una vampira che predilige giovani donne, prima da circuire e poi da sfruttare, per placare la sua sete di sangue. Ottimo cast, più che solida la regia di Baker, forse qualche piccola pecca nella sceneggiatura ma nel complesso un film di genere coinvolgente e molto ben fatto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ingrid Pitt seduce Kate O'Mara... ed anche il sottoscritto.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Bruce 30/9/10 10:53 - 850 commenti

Notevole horror gotico della Hammer: la regia, l'ambientazione, la fotografia e la sceneggiatura sono di pregio; la vicenda della demone vampira e bisessuale è intrigante e tratteggiata con cura. Nel suo genere appare come un classico, serio e di grande atmosfera.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

R.f.e. 8/5/09 10:34 - 836 commenti

Strepitosa serie! Le prime "donne nude" che, ragazzino, vidi sullo schermo (a parte la schiena e il "retro cosce" cellulitico di Michèle Mercier intraviste nei film della serie "Angelica") nell'ormai lontano 1971-72. Mi invaghii perdutamente non di Ingrid Pitt (troppi "pannicoli adiposi"...) ma di Madeline Smith (e della Yutte Stensgaad del 2° episodio del ciclo, Mircalla, l'amante immortale). Il terzo, Le figlie di Dracula, non lo vidi all'epoca, l'ho recuperato in anni recenti in dvd (infatti ho un rapporto diverso, con il terzo capitolo).
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)

Von Leppe 31/12/10 17:49 - 796 commenti

È il 1970 e la Hammer può permettersi di affrontare il tema sessuale di Carmilla. Uno dei migliori horror di questa casa di produzione inglese dell'ultimo periodo. La sceneggiatura è solida, Baker dirige bene il cast, tra cui Ingrid Pitt nel ruolo della vampira, che usa gli uomini e sembra preferire le donne che ghermisce di notte. C'è Cushing in una parte importante e ben recitata anche se appare poco. Bello il prologo con la nebbia nel più classico stile gotico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Marcilla, Carmilla?
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Digital 28/5/11 11:22 - 692 commenti

Primo e miglior capitolo che la casa di produzione inglese dedica a Carmilla. Il film per l'epoca è connotato da una forte componente erotica, vi sono infatti diversi nudi integrali e accenni di lesbismo. La regia dell'esperto Ward Baker è più che valida e viene supportata da un adeguato cast, dall'onnipresente Cushing sino alla sensualissima Ingrid Pitt. Confezione extra-lusso, come da tradizione Hammer.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Samdalmas 27/10/15 13:49 - 208 commenti

La migliore trasposizione al cinema del romanzo di Sheridan Le Fanu, con Ingrid Pitt vampira seducente e letale imsieme alle notevoli Madeline Smith e Kate O'Mara. C'è una forte carica di erotismo lesbo, inusuale per una produzione Hammer, ma sempre con classe ed eleganza. Non manca Peter Cushing stile Van Helsing. Il film più riuscito di Roy Ward Baker insieme a Barbara il mostro di Londra.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Carmilla che si denuda nella penombra davanti alla governante; Il prologo.
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)

Xabaras 15/7/17 13:13 - 160 commenti

Una delle caratteristiche più interessanti del libro è mantenuta: la differenziazione tra vittime casuali trucidate genericamente al primo morso (più che altro popolane) e vittime scelte con cura prevalentemente tra l'aristocrazia di cui la saffica vampira è solita innamorarsi sinceramente in un gioco che ha il sapore di un'autentica storia d'amore in cui il sangue (e di conseguenza la vita pulsante) vengono via via succhiate come si consuma un idillio amoroso. Gli splendidi incubi in b/n ricordano molto la locandina de Il gatto a nove code (?).
I gusti di Xabaras (Gangster - Horror - Western)