Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UNA CAVALLA TUTTA NUDA

All'interno del forum, per questo film:
Una cavalla tutta nuda
Dati:Anno: 1972Genere: commedia (colore)
Regia:Franco Rossetti
Cast:Don Backy, Barbara Bouchet, Vittorio Congia, Renzo Montagnani, Carla Romanelli, Piero Vida, Lorenzo Piani, Vittorio Fanfoni, Ghigo Masino, Pietro Torrisi
Visite:2799
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/5/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 24/5/07 0:20 - 4160 commenti

Agghiacciante decamerotico, fra i peggiori che io conosca. Basterà dire che è la storia (lentissima...) di due ambasciatori che devono recarsi a Volterra per conferire col Vescovo e che, là giunti, non rammentano ciò che devono dirgli. Tutto il resto (recitazione, presunte gag, eccetera) è alla stessa altezza (talvolta anche meno). In più al danno si unisce la beffa, perché la Bouchet si vede pochissimo.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 6/8/07 18:39 - 3875 commenti

A dispetto di un titolo volgar-provocante e di un cast di tutto rispetto (Montagnani, Bouchet, Don Backy) gestito dal regista che in seguito sigla un paio di titoli "storici" (Quel movimento che mi piace tanto, Nipoti miei diletti), il film gira a vuoto per 90 minuti, privo di scene comiche e -ancor meno- erotiche. La "cavalla" del titolo è la bella Gemmata (Barbara Bouchet) che dovrebbe essere furbescamente posseduta da due malandrini: costoro promettono al marito Niccolò (Leopoldo Trieste) di poterla tramutare in puledra (sic!). Svilente.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 20/12/11 18:37 - 5737 commenti

Al valore storico della pellicola – si tratta di uno dei primi decamerotici usciti subito dopo gli esempi pasoliniani – non si accompagna quello cinematografico, azzerato dalla fiacchezza della messa in scena e dalla discontinuità narrativa, che ambiziosamente mischia novelle del Boccaccio e una del Sacchetti. Sotto tono Montagnani e Don Backy: quest’ultimo firma pure le musiche, indovinando la giuliva canzone in toscanaccio sui titoli di testa e di coda. L’erotismo fa capolino solo con il fondoschiena esposto dalla Bouchet; la comicità, langue.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il vescovo che interpreta il nome “Folcacchio” come un insulto rivolto contro di lui.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Vstringer 28/10/09 3:08 - 349 commenti

Il fatto che ad oggi rimanga fra i decamerotici più godibili non depone certo a favore di un genere nato e morto con la rapidità di una meteora. Al di là delle presenze femminili, con una Bouchet splendida ma poco utilizzata, il film si regge tutto sulle spalle di un Montagnani più che discreto, mentre a Don Backy tocca un infelice ruolo da scudiero. Titolo furbetto, film mediocre: riservato ai fan di Montagnani e pochi altri.
I gusti di Vstringer (Commedia - Drammatico - Musicale)

Daidae 9/7/10 0:55 - 2338 commenti

Assieme agli orripilanti Che dottoressa ragazzi! e Atti impuri all'italiana è sicuramente una delle peggiori commedie che abbia avuto la sfortuna di vedere. Noiosissimo, eterno, si fatica e non poco a vederlo fino alla fine; trama ridicola, recitazione pessima... da zero assoluto.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Trivex 16/3/18 8:19 - 1336 commenti

Per quanto la storia tenda a trascinarsi e non si trovino momenti di reale ilarità, non ho trovato questo film così terribile come pensavo. Epopea e parodia insieme degli sventurati, ben rappresentati dal solito grande Montagnani e da un Don Backy scatenato, porta anche in dote una bellissima Bouchet in versione acqua e sapone. Musichette toscane e location da mirare, in una aura "poveristica" tipica del genere e dei suoi anni. Non eccessivo nelle volgarità e alquanto casto nelle nudità; un po' amarognolo nel finale ma passabile di una visione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I quattro letti dell'osteria con lo scambio "al buio"; Il vescovo suscettibile che si arrabbia e li manda al rogo.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Dusso 8/8/07 13:13 - 1518 commenti

Deludentissimo e anonimo decamerotico che con un'ottima coppia di protagonisti più Barbara Bouchet riesce a girare a vuoto per tutta la sua intera durata non facendo praticamente mai ridere e risultando praticamente privo o quasi privo di nudi. Encefalogramma piatto!
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Ronax 9/2/10 2:23 - 696 commenti

Ricordabile solo per essere stato il primo clone del capolavoro pasoliniano a giungere in sala, il film si dipana stancamente lungo il filo conduttore del viaggio che due bischeri devono compiere per portare un'ambasceria al vescovo di Volterra. Montagnani e Don Backy duettano insopportabilmente per un'ora e mezza di filata e la Bouchet, usata come specchietto per le allodole, ci dona solo un fuggevole fondoschiena. Umorismo al minimo, erotismo zero, noia alle stelle. Per chi si accontenta, i bei paesaggi toscani sono discretamente fotografati.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Recitano i titoli di testa: "Musiche di Aldo Caponi (alias Don Backy) di proprietà dell'autore". Diciamo che può tranquillamente tenersele.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Motorship 3/3/14 17:42 - 567 commenti

Quel che si dice "orrore cinematografico". Una commediaccia imbarazzante negativa su tutti i fronti: recitazione, regia, trama (e inoltre non ci sono nudi). Addirittura si riesce a sprecare un comparto di attori di tutto rispetto (Don Backy, Renzo Montagnani, Barbara Bouchet) in questa sciagurata operazione. Inguardabile.
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

Darkknight 31/1/16 11:08 - 307 commenti

Montagnani e Backy si impegnano e il loro tosco favellar fa simpatia. Peccato vengano sfruttati in una trama che è solo un susseguirsi di scenette. La cosa è giustificabile dal fatto che i protagonisti siano due bighelloni che decidono man mano cosa fare. Purtroppo però il ritmo latita e la durata è pure superiore alla media del genere. Solo per i fans.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il commiato agrodolce tra i due compari. "...E poi, far la guerra è più facile che far la pace, sai?".
I gusti di Darkknight (Animazione - Horror - Western)