Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FURORE

All'interno del forum, per questo film:
Furore
Titolo originale:The Grapes Of Wrath
Dati:Anno: 1940Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:John Ford
Cast:Henry Fonda, Jane Darwell, John Carradine, Russell Simpson, John Qualen, Ward Bond, Grant Mitchell, Charley Grapewin
Visite:1123
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 14
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/5/07 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 5/11/07 17:05 - 10232 commenti

Trasposizione cinematografica dal celeberrimo romanzo di John Steinbeck, Furore è considerato (giustamente) uno dei caposaldi della cinematografia progressista americana, diretto da un John Ford all'apice della propria creatività artistica. Stemperando solo leggermente il finale (più amaro nel libro rispetto al film), Ford traduce in immagini la storia della sfortunata famiglia Joad con immagini di grande potenza e suggestione. Sceneggiatura rispettosa dell'originale letterario ed interpretazioni di grande vigore emotivo.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Il Gobbo 4/11/07 19:00 - 3001 commenti

Classicone un po' impolverato, e non solo per i paesaggi. Ma questo celeberrimo drammone tratto dal romanzo di John Steinbeck (anch'esso un tempo celebratissimo e influente scrittore populista, e poi uscito completamente dall'orbita) resta uno dei massimi esempi (se non il più grande) del versante "sociale" di Hollywood, capace di coniugare senso dello spettacolo e magniloquenza con lo spessore del "messaggio". Grande Fonda. Superato, ma comunque importantissimo.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 24/3/11 10:26 - 6915 commenti

L'esodo dei contadini dalle terre espropriate, alla ricerca di un impossibile lavoro negli anni della grande depressione attraversa tutte le stazioni di un fallimento politico e un declino sociale ma senza schematismi. Tra sensibilità preneorealista e visionarietà postespressionista nella fotografia e in certe inquadrature (i primi 20 minuti lasciano a bocca aperta per i cupi presagi di sfacelo) Ford costruisce, a partire dal romanzo di Steinbeck, un'epopea della sconfitta degli ultimi e al tempo stesso una lirica della loro invitta dignità.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 17/5/07 18:57 - 5737 commenti

Dal romanzo di Steinbeck, un intensissimo, amaro e penetrante affresco sull'emigrazione interna negli USA del 1929. Dramma sociale con struttura western e toni biblici, magistralmente interpretato da tutto il cast, soprattutto Fonda (con il vizio di sputare per terra come farà il suo Frank in C’era una volta il West), John Carradine e Jane Darwell, bellissima figura di madre e di donna incrollabile. Capolavoro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: “Siamo vivi. Siamo il popolo, la gente, che sopravvive a tutto. Nessuno può distruggerci. Nessuno può fermarci. Noi andiamo sempre avanti”.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 12/7/08 17:34 - 6596 commenti

Ennesimo capolavoro di John Ford (tratto dall'altrettanto straordinario romanzo di Steinbeck) che non smette mai di emozionare lo spettatore dall'inizio, o quasi, fino allo splendido finale che pur essendo molto diverso dal libro ne rispetta lo spirito e resta comunque nella memoria. Perfetto sotto tutti i punti di vista: regia grandiosa, straordinaria sceneggiatura, bella fotografia ed attori immensi. Perla di rara bellezza da riscoprire, vedere e rivedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La madre: "Siamo vivi. Siamo il popolo, la gente che sopravvive a tutto. Nessuno può distruggerci. Nessuno può fermarci. Noi andiamo sempre avanti.".
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Deepred89 9/3/15 15:10 - 2938 commenti

Magnifica, sorprendente epopea di un gruppo di disgraziati per i quali è impossibile non patteggiare; un road movie malinconico, suggestivo e mai vittimista, traboccante sudore e calore umano, ben più sovversivo e rivoluzionario di qualsiasi filmetto "di rottura" successivo. Un messaggio che colpisce nel segno in quanto chiaro e afferrabile da qualsiasi tipo di pubblico, veicolato da una messa in scena sempre funzionale e da un gruppo di attori dotati di volti e fisici perfetti. Perfetta "Red River Valley" come main-theme della OST. Eccellente.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 7/6/12 13:20 - 3378 commenti

Grande epopea dello sfruttamento e della miseria quella disegnata da Ford, dove il senso di ingiustizia non ti abbandona mai e non ti puoi aspettare l'arrivo della cavalleria. Una denuncia sociale precisa, penetrante, corroborata da personaggi di grande umanità e validissime interpretazioni, che raggiunge l'apice nella raffigurazione del campo di lavoro e degli aguzzini che lo gestiscono. Da rimarcare anche l'originalità del prologo, sospeso tra il mistico e il disperato

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena al ristoro e il successivo dialogo tra i due benzinai; Il campo di lavoro.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Rambo90 31/5/12 19:45 - 5095 commenti

Bellissimo dramma familiare, perfettamente descrittivo di un'epoca di lotte e povertà, molto triste ma avvincente. Ford confeziona un film profondo, diverso dal libro a cui si ispira (nel finale soprattutto) ma dallo stesso impatto. Eccezionale Henry Fonda, ma anche tutto il resto del cast (con menzione speciale per un lunatico John Carradine). Imperdibile.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 2/11/10 11:34 - 4099 commenti

Ad un anno dalla pubblicazione del romanzo, Ford porta sulla pellicola la storia della famiglia Joad e di tante altre famiglie che vissero, solo un decennio prima, una delle conseguenze della grande depressione americana. Lo fa alla grande con immagini di grande impatto, attraversando il Paese sulla Mother Road e mostrandone i vari aspetti, tra poveri ricchi e poveri poveri. Mettendo in risalto ciò che può nascere dalla grande libertà di una democrazia che però ha anche la libertà di raccontarne i pregi e i difetti e Ford lo fa senza retorica.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Giùan 3/4/12 15:06 - 2400 commenti

Una delle opere che ha consegnato John Ford all'Olimpo del classico, film-archetipo che è necessario guardare per comprender il livello di complessità cui era giunto il Cinema mezzo secolo dopo la sua nascita. Tensione epico narrativa, moralità dello sguardo, capacità di coniugare assunti teorici (il romanzo di Steinbeck) e mezzi espressivi (ancora irripetibile la fotografia di Toland). Colpisce sempre il valore "didattico" del Cinema di Ford, un ammestramento che procede dall'"esempio". Di commovente bellezza lirico-realistica. All'anima del conservatore.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 2/10/16 7:58 - 1978 commenti

Un gruppo di contadini si ritroverà senza terra a causa di un ingiusto esproprio e in un disperato viaggio dall'Oklahoma alla California. Tratto da un romanzo di Steinbeck, il film descrive al meglio la livida povertà di chi lotta quotidianamente contro la fame, in un "territorio" dove non sembra esserci posto per la misericordia di nessuno. Il finale fu cambiato perché troppo drammatico, ma ne sarebbe stata la sua degna conclusione.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Mickes2 22/7/13 9:48 - 1550 commenti

Dal capolavorico romanzo di Steinbeck, John Ford costruisce un’incommensurabile cavalcata umanistica, grondante coraggio e tenacia, raccontando il viaggio-epopea della famiglia Joad verso una mai così incerta Terra promessa. La Grande Depressione declinata verso una struggente elegia dei legami umani; sguardo potente sulle amministrazioni e sul sociale dando chiara voce ai più deboli rimanendo però, miracolosamente, nella sfera intima dei personaggi e alimentando così la portata morale di quello che è un urlo assordante di dignità. Inarrivabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nel bar sulla strada, il pane e le caramelle; Il finale.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Faggi 19/3/18 13:34 - 1040 commenti

L'alchimia del cinema (o la sua magia bianca): la fusione (distillazione) di immagini, narrazione (solida storia), espressione. Qui la potenza naturalistica è sorprendente; e poi: la pratica dello stile classico, semplice, inesorabile nella tecnica e poetico nei valori figurativi. La vicenda è fornita da un romanzo americano fondativo, Ford se ne appropria da cineasta eroico e azzarda un pathos visivo ossimorico (è velluto ruvido). Il gioco al rilancio gli riesce e i momenti topici da museo si sprecano. Fonda perfetto, emotivamente magnetico.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Almicione 14/12/13 20:51 - 765 commenti

Eccezionale, realistico, avvincente spaccato del basso ceto americano degli anni trenta. Attenendosi al capolavoro di Steinbeck, il magistrale Ford dà vita a una pellicola straordinaria sotto diversi punti di vista: un esimia regia, accompagnata da un buon cast, espone lodevolmente non solo la miseria totale e le difficoltà dei Joad e simili, ma anche la loro speranza che mai tramonta, il loro senso di fratellanza e misericordia e persino temi filosofici come quelli che si pone Casy. Tuttavia il monologo finale di Tom non mi ha emozionato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Seems like the government's got more interest in a dead man than a live one". "Maybe there ain't no sin and there ain't no virtue...".
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)