Cerca per genere
Attori/registi più presenti

YANKEE - L'AMERICANO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 27/6/08 17:48 - 5724 commenti

In origine Brass aveva pensato ad un western “weird”, sperimentale e fumettistico, ma in fase di montaggio venne in gran parte modificato rendendolo simile a tanti altri film del genere. La peculiarità sta nel montaggio frenetico, in momenti bondage (la donna nuda legata al palo), nei dialoghi coloriti di messicanismi e in una fotografia dai toni a volte scarlatti e roventi. L’impiccagione anticipa il flashback C’era una volta il West. Musiche simil-morriconiane di Nini Rosso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I ritratti del Grande Concho alle pareti.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 22/4/15 21:52 - 6526 commenti

Piacevole e godibile film brassiano, a meta tra western e fumetto pop, quando Brass non girava solo pellicole erotiche più o meno tutte uguali (o quasi) tra loro. Non siamo certo dinanzi a qualcosa di particolarmente originale o memorabile, ma il coinvolgimento non manca e la storia si lascia seguire pur nella sua prevedibilità. Bella la prova di Celi gran cattivone, mentre Leroy risulta piuttosto scialbo. Non male e comunque utile per riscoprire un regista in una fase ben diversa da quella per cui è diventato celebre.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Deepred89 17/11/14 1:22 - 2883 commenti

Lo stravolgimento da parte della produzione ha dato luogo a un prodotto stilisticamente indeciso tra il western classico e le sue derive pop-fumettistiche. L'abilità tecnica di Brass è innegabile (ottimi l'utilizzo della profondità di campo e alcune soluzioni di montaggio), i dialoghi possiedono un'insolita brillantezza, le discrete musiche entrano in testa così come sorprende il villain interpretato da Celi. Lasciano perplessi le anonime e spoglissime ambientazioni e un Leroy raramente così fuori parte, ma il film nel complesso funziona.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Matalo! 6/8/08 12:42 - 1310 commenti

Alla mostra del cinema di Venezia del 2007 Brass raccontò le traversie di questo film, che gode della luce del grande Alfio Contini. Ma non ho dubbi nel pensare che comunque si tratta di un western discreto ma non buono, nonostante certe trovate fumettistiche (lo scorpione, la donna legata, colori, dettagli) possano dar ragione a Brass (che in persona risulta molto gentile e umile dei suoi film). La solita storia, il cattivo messicano e lo straniero eroe individualista; due protagonisti mal scelti, Leroy e Celi (stranamente a disagio). Meglio Herlin.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Buiomega71 28/8/13 0:18 - 1699 commenti

Stile fumettoso e pop, riprese a volte sperimentali e geniali (come farà Canevari con Matalo!), stile tavole dei fumetti, appunto. Lo zio Tinto, prima della consacrazione al fondoschiena femminile, realizza un western strampalato e sgangherato. Non scevro di crudeltà (i denti d'oro asportati col calcio della pistola, il cerchio di fuoco, Rosita uccisa a freddo da Celi, un'impiccagione che anticipa quella di C'era una volta il west) e di un Brass quasi pre Caligola (la dimora di Concho). A non funzionare e la trama un po' logora e piuttosto banale. Meglio il Tinto osè.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La lotta degli scorpioni nel cerchio, in un contesto allucinogeno e surreale; Il baccanale pantagruelico, con Leroy legato e l'uccisione di Rosita.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Luchi78 29/3/12 15:14 - 1518 commenti

È un Tinto Brass decisamente "ricalcatore", visto lo stile registico decisamente vicino al western di Leone (anche le musiche vanno a rievocare le classiche atmosfere del genere). Philippe Leroy si presta per un ruolo da pistolero atipico, mentre Adolfo Celi mi sembra molto azzeccato nella parte. La storia, dopo la prima mezz'ora, comincia a far sbadigliare, quindi da apprezzare rimangono solo certe sperimentazioni western di un Brass pre-culomane.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Vitgar 14/3/17 8:41 - 586 commenti

Un western abbastanza inconsueto per il periodo. Gli archetipi del cattivo messicano e del buon yankee vengono visti da una prospettiva diversa. Brass anche in un genere - appunto il western - che non sarebbe poi diventato il suo, inserisce qualcosa di personale e tutto sommato gradevole. Colori "fosforescenti", fotografia e movimenti di macchina alternativi. Non male.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Tojo72 19/3/17 18:57 - 53 commenti

Dal punto di vista prettamente visivo si tratta di un film avanti di cinquant'anni! Con un montaggio serratissimo, inquadrature "coraggiose" e colori "sparati". Dal punto di visto della sceneggiatura ci troviamo invece a un livello assai più basso; una storia scontata e poca azione. Nel complesso, viste anche le vicissitudini che ne hanno contraddistinto la lavorazione, con addirittura Brass che voleva togliere la firma, mi sento di dare un'ampia sufficienza e consigliarlo a tutti coloro che cercano qualcosa di originale e poco visto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'impiccagione stile C'era una volta il West; Lo sciacallaggio dei denti d'oro; La donna del Concho legata al palo.
I gusti di Tojo72 (Erotico - Poliziesco - Western)