Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL CLAN DEI MARSIGLIESI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/4/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 20/4/07 9:25 - 3003 commenti

Robert Borgo detto lo Scomunicato (peccato per il corrivo titolo italiota) è un pezzo grosso della mala marsigliese. Finito in un'inospitalissima galera per una sparatoria con una gang di neri americani vi ritrova il suo vecchio sodale Xavier... Grande film di Jose Giovanni fra gangster-movie classico e melò, con ineccepibile campionario di facce e situazioni. Bebel giganteggia (e gigioneggia) a suo agio come una mosca nel miele. I fans di Di Leo sanno dell'influenza di Melville (laudatur), scoprano anche quella di Giovanni (idem).
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 23/1/12 17:31 - 5737 commenti

Sbilanciato. Ad una prima parte lineare, energica e conforme a meccaniche e caratterizzazioni del noir segue una seconda confusa e insipida, che corteggia senza successo il cinema avventuroso, bellico, carcerario e, tramite la figura del messicano, persino il western di casa nostra. Degli interpreti principali funzionano il destro Belmondo e il quadrumane Constantin, intonando all’unisono un inno all’amicizia virile. Prima del finale fa una rapida comparsa un giovane Depardieu.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Belmondo che si accomoda sulla sedia prima di affrontare i nemici.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Tarabas 14/5/11 17:12 - 1500 commenti

Un bandito vuole liberare dalla galera un amico, condannato ingiustamente, ma finisce a sua volta ai lavori forzati. Uscirà solo grazie alla guerra. Storia senza molto senso, sceneggiatura piena di buchi, praticamente un collage di minivicende slegate fra loro. In più non ha nessun ritmo né atmosfera. Belmondo non si impegna granchè. Bizzarro il personaggio del messicano, che sembra una citazione leoniana. Sfavillante la Cardinale. Passo falso del regista.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Rambo90 9/9/12 13:39 - 5164 commenti

Non male, ma con molti alti e bassi. La prima parte è la migliore, con un ritmo più alto, classica storia di vendetta del noir interessante e coinvolgente. Poi si perde con la seconda parte carceraria, lenta e sempre più banale nelle caratterizzazioni e prevedibile negli sviluppi. Belmondo sembra un po' spaesato, molto meglio la Cardinale.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Rufus68 7/8/16 15:38 - 1871 commenti

Storia virile di amicizia a cui il regista non riesce mai a infondere quella profondità che deriva dallo scorrere del tempo; gli eventi si susseguono in maniera piatta: non c'è nostalgia, amarezza o speranza. Gli attori sono abbastanza ingessati e Belmondo si limita a mostrare la faccia da schiaffi. Unici momenti davvero emozionanti sono le sequenze in cui i galeotti sminano una spiaggia nel dopoguerra: qui irrompono davvero la tragedia e la crudeltà del fato. Troppo poco. Brutta la colonna sonora.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Nicola81 8/5/16 14:30 - 1427 commenti

Portando sullo schermo un suo romanzo, Giovanni racconta una storia di crimine e amicizia che inizia nella Marsiglia anni '30 e termina nell'immediato dopoguerra. I continui cambi di registro (noir, carcerario e bellico) possono disorientare, ma in realtà rappresentano uno dei punti di forza della pellicola, insieme all'eccellente ricostruzione d'epoca e alla bravura degli attori: su Belmondo e Constantin si poteva puntare a scatola chiusa, la Cardinale sfoggia scollature vertiginose, mentre il messicano sembra uscito da uno spaghetti western.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo scontro con i criminali neri; Il disinnesco delle mine; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Faggi 2/9/16 18:27 - 1116 commenti

Non proprio esaltante. È discontinuo, con il rischio che, di tanto in tanto e specie nella seconda parte, ci si distragga. Prevale il racconto avventuroso; l'epica criminale cosi come il tema dell'amicizia virile sono trattati con enfasi non sempre giusta. Contiene più registri (gangster-movie, melodramma, film carcerio e di guerra), non è realizzato male ma ha poca anima, gli attori si difendono come possono; non mancano, comunque, le parti riuscite (queste a inizio e fine pellicola).
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Lythops 22/2/18 13:40 - 928 commenti

Il titolo ("Il clan dei...") richiama alla mente il quasi capolavoro di Verneuil, ma qui non c'è traccia né del pathos, né dell'autorevolezza di quegli interpreti: ci troviamo di fronte a un film fatto male, banale e per di più mal recitato, dalla Cardinale in primis che non fa altro che bamboleggiare dall'inizio alla fine. Buone le location (l'unica cosa che si salva) mentre Bebel, schiavo del suo personaggio, fa quel che può mentre gli altri sono solo maschere. Delinquenza poco credibile e sceneggiatura di una banalità sconcertante. Sconsigliabile.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)