Cerca per genere
Attori/registi più presenti

QUARTO POTERE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 45
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Rosebud (in italiano tradotto con “Rosabella”, mah…) è l'ultima parola pronunciata dal magnate della stampa americana Charles Foster Kane prima di morire nella sua tenuta privata chiamata Xanadu (da noi “Candalù”, boh…), una tenuta di ventimila metri quadrati. Chi o cos'era Rosebud? Dall’interrogativo più celebre nella storia del cinema parte il film più importante di sempre, uno di quelli a cui pochi rifiutano di assegnare il massimo dei voti. E non snobisticamente o per pecoraggine, ma solo perché effettivamente lo merita. Orson Welles, a 25 anni (!), scrive, produce (per la RKO), dirige e interpreta un autentico capolavoro. Uno dei pochi che ancora oggi, a distanza di tanto tempo, non ha perso nulla del suo carisma e denota una modernità stilistica impressionante, una padronanza di mezzi (basti osservare campi, controcampi, piani-sequenza, giochi di luce, inquadrature ricercatissime…) che ha del miracoloso. Ma stupiscono ancora di più il senso del ritmo, la capacità di coinvolgimento, la passione per un copione che evidentemente Welles sentiva davvero originale (con i suoi flashback incrociati, la struttura ad inchiesta, la rivelazione finale inattesa…). La cura per i particolari, le musiche di Bernard Herrmann (futura musa hitchcockiana), le scenografie eccezionali, la maestosità (leggera, mai pomposa) della messa in scena, una direzione ammirevole del cast ne fanno un'opera per molti inattaccabile; magari con qualche leggero cedimento in avvio ma poi sublime, anche per la profondità del messaggio e l'estrema maturità dimostrata dal geniale Welles.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 5/7/07 18:11 - 3982 commenti

Quando ci imbattiamo in un film tremendo, siamo soliti dire che la pellicola intitolata "Pinco Pallino" (notoriamente mediocre), al confronto, pare Quarto potere. Un motivo ci sarà. Film rinomatissimo e formidabile che, almeno oggi, devo solo temere che arrivino un altro Salce ed un altro Villaggio per farla a fettine, come successo con la mitica Corazzata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Rosabella...".
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 7/7/07 5:50 - 9720 commenti

In poche parole questo è un film geniale, diretto da un genio che (purtroppo) non si è mai più ripetuto a questi livelli. La visione del potere della stampa, tratteggiata attraverso la figura del protagonista, così grande ma contemporaneamente così miserabile, ha una forza espressiva, così espressiva, da non essere mai stata superata. Da vedere e rivedere.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 14/7/08 9:30 - 6634 commenti

Un capolavoro: storia del creatore di un impero editoriale, dalla nascita alla morte. Il film è una lucida analisi del sistema mediatico e delle sue collusioni con la politica e la finanza. Il genio di Welles rende la materia viva e pulsante, grazie a una narrazione avvincente (e a una strabiliante abilità di riprese e montaggio e a un eccellente livello recitativo) fino all’inattesa soluzione della misteriosa parola “Rosebud” nella sequenza finale, che offre il fragile e ambiguo punto di connessione tra avidità del potere e intima umanità.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 24/3/09 17:41 - 3930 commenti

Se non fosse che in politica non riuscì a imporsi, questo Kane assomiglierebbe non poco a un certo minuto, stempiato, ma dotato di tacchi e capelli bionici, personaggio dal "mi consenta" facile che imperversa da noi. Kane è brillante, egocentrico e ha un incredibile fiuto per gli affari (si crea un impero con un giornale). Successo e fama non gli mancheranno, ma la felicità è un'altra cosa. Girato in modo innovativo, con riprese uniche e un utilizzo del bianco e nero sia per dissolvere i contorni, che per accentuarli. Dialoghi da assaporare. Bravissimo Welles. Un grande esempio di cinema a ritmo zero. PS: se non altro ora ho il titolo per un'eventuale autobiografia: "Ho giufrecciato Quarto potere".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Welles, per far ridere la ragazza, arriva al punto di confidarle di essere in grado di muovere contemporaneamente le orecchie.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 26/12/11 17:01 - 5677 commenti

Il re di tutti i film. Distopico nell’analisi del potere mediatico e nel ricondurre fallimento esistenziale e solitudine al titanismo e alla perdita prematura della giovinezza, raggiunge la perfezione assoluta del capolavoro nel suo compendio di tecnica – ogni accorgimento, dal flashback ai virtuosismi della mdp, non è fine a se stesso, ma concorre alla massima intensificazione del pathos - e nella fotografia, che con distorsioni ottiche getta fosche luci espressioniste sulle enormi sale e le interminabili gradinate di Xanadu. Impressionanti le doti trasformistiche di Welles attore. Superno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cartello NO TRESPASSING; la “parata di notizie”; il globo di vetro con la neve; la panoramica sugli oggetti ammassati, la slitta e... “Rosebud”. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 25/3/09 19:13 - 1500 commenti

Beh... che dire? È ancora oggi un film godibilissimo, per nulla invecchiato, e decisamente diverso dai film che si giravano ad Hollywood in quel periodo. Inoltre la lavorazione del film è quasi più interessante del film stesso (quasi si fatica a credere che sia opera di un regista esordiente e nemmeno trentenne). Purtroppo per anni in Italia si è vista solo una versione accorciata di mezz'ora rispetto all'originale, ma per fortuna il doppio dvd della RKO-Columbia ha messo le cose a posto. Altro che "Rosabella"...
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 23/7/10 20:34 - 6449 commenti

Seminale film wellesiano su cui è difficile esprimere un giudizio senza essere banali. Di sicuro ha cambiato il modo di fare cinema ed è ancora oggi uno dei film più importanti ed imitati della storia del cinema sia da un punto di vista tecnico, sia dal punto di vista narrativo. Omaggiato, copiato, smontato, rimontato, studiato ormai in tutti i suoi particolari, resta ancor oggi un lavoro magistrale che affascina, appassiona e che, purtroppo, resta attualissimo nel suo messaggio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tra le tante Welles che scrive la recensione che fa a pezzi la moglie. .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Caesars 27/3/09 16:33 - 2239 commenti

Sicuramente quando uscì doveva essere un capolavoro, innovativo nel montaggio. Purtroppo l'ho visto per la prima volta solo recentemente e devo dire che non l'ho trovato così staordinario. Rimane sicuramente da conoscere perché pietra miliare del cinema, ma visti con l'occhio dello spettatore odierno, molti suoi pregi originari risultano ridimensionati. Capisco di sbagliare la valutazione, estrapolandola dall'epoca di realizzazione, ma non riesco a reputare il film "eccezionale"; bello però sì.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Vstringer 6/10/10 23:54 - 349 commenti

Sintesi tra la tradizione americana da Griffith a Ford e gli influssi dei maestri tedeschi, con una consapevolezza registica sconvolgente, una storia avvincente raccontata con virtuosismi notevolissimi per il 1941. Facile dire che settant'anni dopo l'impatto non è lo stesso, ma rimangono la grande interpretazione di Welles e Cotten, il soggetto ancora attualissimo, il ritmo calibrato. Citato, copiato, sezionato, l'opera di un 25enne del Wisconsin ha cambiato la storia del cinema: ed è abbastanza potente da fare la sua porca figura oggi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le colazioni con Emily; la stroncatura di Susan sull'Inquirer.
I gusti di Vstringer (Commedia - Drammatico - Musicale)

Deepred89 14/9/10 0:16 - 2821 commenti

Difficile trovare qualcosa che non sia ancora stato detto su questo capolavoro. Un film rivoluzionario sia dal punto di vista della forma che da quello della struttura, perfetto nei tempi, magistrale nel montaggio, ricchissimo nei contenuti, maestoso nelle interpretazioni. Aggiungiamoci la trovata del mistero Rosebud a legare (e a completare) il tutto e la perfezione assoluta è raggiunta. Siamo nel 1941 e si è già detto tutto. Fondamentale ed imperdibile.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 25/2/09 12:30 - 3247 commenti

Un film complesso che richiede attenzione e una "guida all'uso" per essere veramente apprezzato. La prima visione mi aveva sconcertato, la seconda mi ha convinto. Perché gli elementi tradizionali, gli stessi attori qui contano relativamente: le emozioni vengono sopravanzate dai virtuosismi di ripresa e dalla struttura a flashback, la linearità spazzata via da un violento barocchismo. Belli i dialoghi diretti e impertinenti, nessuna concessione a perifrasi o romanticismi, largo ad un caustico cinismo.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 18/3/09 16:03 - 1281 commenti

Proverbiale, paradigmatico ma anche "Soffre di gigantismo, di pedanteria, di noia. Non è intelligente, è geniale: nel senso più cupo e oscuro del termine" (Borges). Mi son sempre dibattuto su questo film; è il più grande film di sempre? O è il film il cui stile è quello più vicino all'oggi? In ogni caso un esempio di razza di un autore gigantesco e autodistruttivo; l'unico film realizzato da capo a piedi in rilassatezza è questo. Il resto son vagabondaggi, particine in film di serie Z per finanziarsi e genio diffuso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Kane si alza e applaude alla moglie attrice; tutti, deferenti, lo imitano. È un uomo che sta rovinandosi e basta una scena così per descriverlo.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Ghostship 15/9/10 19:40 - 395 commenti

Capolavoro del cinema che descrive la parabola del cittadino Kane codificando quelle che saranno le tecniche registiche e narrative a venire. Orson Welles al suo meglio, lontano dalle tematiche e dal caos produttivo dell'Infernale Quinlan incentra tutto il film sul personaggio da lui stesso interpretato fornendo una prova attoriale di prim'ordine.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Fabbiu 17/9/12 23:27 - 1788 commenti

È incredibile credere come negli anni 40, quando il cinema era già affermato ma allo stesso (ancora) da esplorare e gestire, un ragazzo di 25 anni abbia potuto girare un'opera simile scrivendola, dirigendola e interpretandola. Quarto potere non ha un elemento che non sia degno di nota: tantissime tecniche registiche innovative per l'epoca, tra movimenti particolari di mdp e scelte di luci fenomenali, a una narrazione "moderna" che nel trovare una soluzione (a un enigma ormai storico) giustifica piscologicamente il protagonista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena in cui il signor Thompson viene accompagnato nella biblioteca privata.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Enzus79 17/6/10 17:46 - 1533 commenti

Quarto potere è una colonna portante del cinema americano e non solo. Orson Welles è geniale sia come attore che come regista e infine anche come sceneggiatore. I flashback dilungati non annoiano mai e i dialoghi sono molto incisivi. Da vedere.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rambo90 17/6/10 15:46 - 4842 commenti

Capolavoro assoluto di Orson Welles: la storia di un uomo che non può mai essere davvero inquadrato appieno dallo spettatore in quanto sempre raccontato in maniera soggettiva da varie fonti. Ottima la regia, innovativa per l'epoca e veloce il ritmo. Grandissimo il cast a partire dallo stesso Welles per arrivare al superbo Cotten. Insomma un must del cinema americano.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 2/8/12 16:02 - 4062 commenti

Il fatto che un venticinquenne abbia girato il suo primo film in questo modo non deve meravigliare. Le innovazioni, gli entusiasmi, le "cose speciali" vengono proprio da giovani, specie nel campo artistico. Non deve nemmeno meravigliare che un venticinquenne sappia già tanto della vita: credo lo abbia imparato proprio girando Citizen Kane. Il film esterna bene, usando al meglio i mezzi a disposizione, ciò che usualmente rimane segreto dentro ad ogni essere umano. Kane non è speciale, è una persona che agisce d'impulso.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Belfagor 3/12/09 22:19 - 2477 commenti

Un capolavoro che si è cristallizzato nel tempo, alla pari della Quinta di Beethoven e della Gioconda di Leonardo. Lo dico senza snobismo o banalità alcuni: la storia della settima arte non può prescindere da questa colonna portante, un vero punto di svolta dal punto di vista sia tecnico che registico. A quasi settant'anni di distanza, questa parabola sul potere e sulla solitudine dell'uomo conserva inalterato tutto il suo splendore, guadagnando giustamente il primo posto nelle top list di tutti i tempi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Rosabella" (traduzione incomprensibile, ma pazienza).
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Giùan 21/7/11 18:09 - 2327 commenti

Citizen Kane ovvero il sollucchero e la magia d'ogni cinefilo; l'invidia del pene di ogni director; la frustrazione di tutti noi scribacchini di cinema. Cosa volete dire di non banale del ragazzo Welles che a 25 anni si butta alle spalle la settima arte come fosse una delle milioni di cianfrusaglie che Charles Foster tiene dentro le foresterie di Xanadu? Dateci ad ognuno un frame della pellicola e lo faremo diventare la nostra Rosebud. Disse già tutto il sogno bambino di Doinel che spaccava il vetro per rubar la locandina: il resto è No Trespassing.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Didda23 17/5/12 20:33 - 1757 commenti

Avere più di settant'anni e non dimostrarli per niente. Welles scrive, dirige, interpreta e produce un'opera eterna che possiede tutte le caratteristiche del cinema moderno: sceneggiatura ad ampio respiro con ricorrenti flashback, regia sensazionale e funzionale (e che emozione l'effetto droste verso il finale!), interpretazione fenomenale di tutto il cast. Intelligente la scelta di costruire tutto il girato intorno al mistero di Rosabella: in effetti chi è così pazzo da non voler svelare l'arcano?
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Stefania 26/2/10 3:13 - 1602 commenti

Rosabella, rosa del giardino segreto di un uomo senza segreti, Mida dei media, grande comunicatore che muore bisbigliando una parola che nessuno comprende. Come in un puzzle (il puzzle di Susan...) di grande densità narrativa, la vita e la personalità di Kane vengono ricostruite attraverso i ricordi di amici, nemici, soci, mogli, amanti... Ma manca sempre un tassello, a quel puzzle. "Forse Rosabella è una cosa che non poteva avere, o che aveva perso", commenta il reporter Thompson. Sbagliato: è l'unica cosa che è sempre stata sua.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le tante colazioni con la moglie, da piccoli dettagli si coglie il progressivo deterioramento del loro rapporto.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Fauno 16/3/12 11:42 - 1579 commenti

L'ho voluto vedere due volte per essere sicuro dei miei pensieri: non mi ha dato una benchè minima sensazione positva, ho solo scoperto un'acqua bollente che mi ha cotto come una salama da sugo dal gran che è ovvio e arciscontato. Dai dialoghi ne cavo sì e no due battute che premiano la sincerità spicciola e non la filosofia. Questo film è la classica cellula madre totipotente dell'imbecillità, che si frammenta e lancia le cellule indifferenziate ad attecchire per dare mostruosità un po' dovunque. Minimo che possa dire: orribile...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "...Andare sul palco e sentirsi che la gente non ti vuole" "È così quando si lotta"; Lo slittino.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Mickes2 3/8/11 13:55 - 1551 commenti

La parabola di Charles Foster Kane è di quelle che non si dimenticano. La splendida struttura narrativa a flashback che ben s’incastrano con il presente seziona un soggetto dispiegando tutte la sfaccettature di un uomo potente quanto ambiguo, risoluto quanto egoista, quasi incapace di arrendersi ai sentimenti in balìa della sua vorace corsa verso il successo ed il denaro. Un viaggio psicologico in crescendo, un mosaico che prende corpo attraverso le persone che gli sono state più vicine. Affascinante nel suo rigore espressivo ed il suo stile barocco.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Rosebud..."; il finale.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Luchi78 13/12/11 13:50 - 1516 commenti

Capolavoro assoluto del cinema moderno. Tutt'oggi stilisticamente valido, non può non suscitare sentimenti di ammirazione per l'uso della fotografia, delle luci, le soggettive, i piani sequenza e tutto il resto. Ma soprattutto Citizen Kane è un perfetto ritratto psicologico, animato ad arte dal suo creatore in stato di grazia Orson Welles. Era il 1941 ed il nuovo potere economico e sociale dei mass-media viene sintetizzato in questo film, che è un'istantanea della condizione sociale e sentimentale della vita di un uomo e del mondo in cui vive.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La carrellata finale sugli averi di Kane, impacchettati per l'asta o pronti per il braciere.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Ryo 31/10/13 14:35 - 1487 commenti

All'epoca in cui uscì destò una notevole meraviglia per le geniali innovazioni: la sceneggiatura "scomposta" che racconta eventi che coprono vari decenni della vita di Mr. Kane, ricomposti poi per mezzo di testimonianze dirette. In questo modo assistiamo a salti temporali, a sbalzi in cui pian piano, senza un ordine preciso come un puzzle, la vita di Kane viene composta. Notevoli anche i movimenti della mdp, che fecero da apripista per tutto il cinema a venire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'emblematica scena della moglie che compone un puzzle; Kane che continua a giocare con la neve sullo sfondo mentre viene affidato altrove.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Furetto60 18/9/13 16:10 - 1133 commenti

Anche allo spettatore attuale, sicuramente meno disincantato rispetto a quello cresciuto a pane e b/n, risulteranno evidenti le qualità di Quarto potere: dalla tensione narrativa all’interpretazione, alle inquadrature, un affresco sulle potenzialità, positive e (soprattutto) negative sulla realizzazione del sogno americano ma, personalmente, l’ho trovato non del tutto compiuto, come mancasse quel quid che me lo potesse imprimere nella memoria tra i film da portare sull’isola deserta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ma ‘sta Rosebud, chi è?
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Ultimo 4/12/14 18:08 - 1045 commenti

Capolavoro assoluto del cinema, realizzato da un Orson Welles (allora 25enne) regista, sceneggiatore, oltre che interprete principale. Non si può che rimanere ammaliati dall'epopea di Charles Foster Kane, la cui vita è raccontata attraverso flashback con i quali lo spettatore impara a conoscere tutto quel che si deve sapere di un personaggio che è stato in grado di costruire un impero, con tutto ciò che ne consegue... Basta dire che il film ha oltre 70 anni ma descrive tematiche più che attuali. 5 pallini strameritati.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'indagine su Rosabella, "risolta" con un finale meraviglioso.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Socrate 14/9/16 21:47 - 1026 commenti

La vita del "paperone" Charles Foster Kane viene ripercorsa in flashback. La forza di questo film è che ancora oggi, anche a un giovane spettatore, appare fresco e moderno, dirompente nella sua critica al capitalismo e all'informazione ("la gente penserà solo quello che voglio io"). Welles tira fuori un personaggio realistico, sarcastico, ricco di carisma e fascino maliardo nonostante il retrogusto amaro e tristemente ammantato di solitudine ("ma siamo tutti e due molto soli").
I gusti di Socrate (Commedia - Drammatico - Gangster)

Il ferrini 2/11/16 22:42 - 917 commenti

Film rivoluzionario, a partire dalla struttura narrativa a flashback incrociati fino ad arrivare agli arditi movimenti di macchina. Innovativo anche il fatto che il protagonista sia morto già dalla prima scena, espediente che farà scuola da Viale del tramonto fino ad American beauty. Visto oggi conserva ancora il suo fascino e se ne apprezzano ancora le magistrali interpretazioni, soprattutto quella della "cantante" (virgolette d'obbligo) Dorothy Comingore. Notevole il trucco che invecchia e ringiovanisce Welles. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: È morto senza credere a niente, deve essere stata una cosa spiacevole.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Faggi 5/3/16 12:53 - 906 commenti

Un rompicapo la cui soluzione è solo (forse) del protagonista; gli altri personaggi non conosceranno mai il significato della parola "Rosabella" (detta in punto di morte). Come in un giallo si trova qualche indizio e si cercano le prove; ma l'enigma del cittadino Kane non si scioglie e va letteralmente a fuoco nell'ultima malinconica sequenza, dove si vede del fumo che si innalza da un camino.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Mdmaster 11/5/11 8:18 - 802 commenti

Uno dei momenti più importanti della storia del cinema: la tragica storia di un magnate della stampa che riuscirà a costruire un impero, ne farà le spese la sua vita personale. Vivrà con l'eterno rimorso di quel che non potrà più avere. Tecnicamente impeccabile, anche se forse dal ritmo troppo diluito per lo spettatore moderno, a distanza di anni rimane un'importante prova del genio di Orson (forse avrebbe dovuto lasciare il cinema subito dopo?), un'immortale storia di successo e fallimento personale. Da vedere e rivedere, oggi più che mai.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La boule à neige nella mano di Kane.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Von Leppe 10/4/11 12:50 - 796 commenti

Barocco e con una fotografia ottima; ci sono dei cali di tono forse per via del montaggio innovativo. Il film mostra ambienti come la redazione dal soffitto basso e lo splendido Xanadu, il castello con le enormi sale, il camino, la donna che gioca con i puzzle e l'effetto eco alle loro parole. Splendida, all'inizio, la veduta del castello, la finestra gotica e la frase Rosabella. Welles interpreta il ruolo del protagonista truccandosi secondo l'età dei vari flashback raccontati da chi ha conosciuto il cittadino Kane.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Xanadu (Candalù nel doppiaggio italiano).
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Xamini   25/1/07 2:18 - 742 commenti

I capolavori non invecchiano e a 66 anni di distanza Citizen Kane sembra un film senza tempo. Il fatto che quest'uomo lo diriga e interpreti alla bella età di 25 anni si commenta da sé. Un film nato per fare scandalo, un film sul magnate della stampa (il quarto potere) W R Hearst che - ironicamente? - lo boicottò con i mezzi di cui disponeva sino a quando il suo valore non lo rese noto a tutti. Un puzzle dall'eccellente ritmo in cui l'ultimo tassello sta allo spettatore e al suo spirito di osservazione.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Nancy 14/12/11 1:22 - 681 commenti

Opera prima di Welles realizzata con la carta libera (poi toltagli) della RKO; osannato come miglior film mai realizzato. L'interessante trama a stampo investigativo è niente rispetto alla sottotrama psicologico-introspettiva che investe trascendentalmente l'intera vicenda, quella di una vita stessa, che Welles si propone di raccontarci, del cittadino Kane. Ogni parola in più risulterebbe vana rispetto all'inchiostro versato su questo film: pulito, intransigente, ben invecchiato grazie al mistero, celato ma così evidente, delle ultime parole di Kane.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Rosebud.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Ford 29/5/08 11:58 - 582 commenti

Incredibile: a soli ventiquattro anni il già famosissimo Welles si lancia in un film coraggioso, scagliandosi contro il magnate della stampa W.R. Hearst, che renderà difficilissima la vita a questa pellicola. Film stilisticamente perfetto, un'innovazione dietro l'altra, set sontuosi, cura maniacale dei dettagli, un classico insuperato che avrà la sua meritata fortuna solo a fine Anni Cinquanta. Un solo Oscar (per la sceneggiatura).
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)

Jdelarge 21/7/13 0:04 - 571 commenti

Quando un film riesce a rimanere attuale con lo scorrere degli anni, diventando a tutti gli effetti eterno, acquisisce a pieno merito lo status di capolavoro. Charles Foster Kane è il personaggio per eccellenza, è colui che vuole affermare il proprio individuo a tutti i costi, colui che non può e non riuscirebbe mai a dare amore, perché così facendo perderebbe una parte di sé. La vita di Kane finisce sulla neve, con l'abbandono di quella slitta, l'unica cosa verso cui egli abbia mai potuto provare amore. Film vero, triste e immortale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La slitta che brucia.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Alex75 11/9/15 9:23 - 407 commenti

Film assurto a pietra miliare per la qualità e per l’uso innovativo della macchina da presa, ma soprattutto come parabola sull’influenza dei media e del denaro nella vita pubblica, su cui si innesta, a contrasto, una riflessione sulla fragilità della condizione umana, che nemmeno la ricchezza e il potere riparano dal fallimento. A 75 anni di distanza, l’opera prima di Welles ha ancora molto da dire e continua a stupire per le doti del suo autore, sia come regista che come attore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La boule à neige; Le trasformazioni fisiche di Welles-Kane; Rosebud/Rosabella.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Siregon 10/3/10 23:20 - 340 commenti

È già stato detto e scritto tutto su questo che probabilmente è uno dei più importanti film di tutti i tempi. Tecnicamente meraviglioso, dotato di una forza e una personalità senza eguali è una e vera propria linea di separazione fra vecchio e nuovo cinema che grazie all'intuito del grandissimo Orson Welles ancora oggi lascia a bocca aperta per l'audacia di molte inquadrature. Una spietata analisi sul potere dei media e dell'America stessa. Essenziale.
I gusti di Siregon (Avventura - Gangster - Giallo)

Lattepiù 6/3/07 14:09 - 208 commenti

Barocco, ridondante, visionario. Al suo primo film Orson Welles dimostra una furia creativa e un'urgenza espressiva incredibili; e ci mette un mucchio di roba. Stilisticamente sbalorditivo. Tra l'espressionismo e la deformazione grottesca. Drammatico e satirico. Di straordinaria forza espressiva, affascinante. Capolavoro.
I gusti di Lattepiù (Fantascienza - Poliziesco - Western)

Thedude94 11/9/17 17:50 - 147 commenti

Orson Wells dirige se stesso in questa colossale opera, magistralmente scritta e interpretata, che pone all'occhio dello spettatore una riflessione sul potere della stampa e degli uomini "importanti". Il nemico del protagonista è il suo stesso ego, caricato a mille dal desiderio di dominio; la fotografia è esaltata dal bianco e nero e non sembra per nulla un film del '41, ma di almeno dieci anni dopo. All'avanguardia sono anche il montaggio e le riprese, che completano una sceneggiatura a dir poco perfetta. Grande cinema.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Paruzzo 15/8/10 22:34 - 140 commenti

Orson Welles dirige il suo primo film e narra la storia del magnate Charles Foster Kane utilizzando diversi flashback. È un film chiave della storia del cinema, che ha rivoluzionato il modo di fare film però sente comunque il peso degli anni e non l'ho apprezzato tanto quanto lo ha apprezzato la critica mondiale. Un grande film, ma non un capolavoro.
I gusti di Paruzzo (Gangster - Guerra - Western)

.luke. 9/4/12 19:47 - 89 commenti

Forse il film più innovativo della storia del cinema, un capolavoro assoluto tutt'ora attuale: solo il bianco e nero ci ricorda che è stato girato più di settant'anni fa. La vita del magnate Charles Forster Kane (interpretato magnificamente dallo stesso regista) è raccontata grazie ad un magistrale utilizzo dei flashback e a uno straordinario uso della macchina da presa (con la carrellata finale da antologia). Eccezionale analisi del potere dei mass media all'interno della società.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La vita di un uomo non si può spiegare con una sola parola.
I gusti di .luke. (Commedia - Drammatico - Western)

Silenzio 28/1/11 13:20 - 59 commenti

L’enigma Kane è anche l’enigma di Quarto potere: chi è l’uno e che film è l’altro? Welles dà fin troppe risposte; ma troppe risposte equivalgono ad una domanda. In quel "No trespassing" iniziale e finale è forse racchiusa l’unica soluzione possibile. Quel che è certo è che alla fine perdono tutti e l’epilogo, con i cimeli della vita di Kane (e il suo mistero) ridotti in fumo, la dice lunga sul pensiero di Welles a proposito della vita (e del sogno americano). Un film di una modernità sconcertante, per il quale è riduttiva qualsiasi recensione.
I gusti di Silenzio (Gangster - Horror - Western)

Blsabbath 18/11/09 11:18 - 46 commenti

Sarò tacciato di blasfemìa, ma non riesco proprio a considerarlo IL capolavoro. Innovativo per l'epoca ma gli anni pesano e oggi è "quello che si dice un buon film", (3 pallini) al quale aggiungo un pallino per merito storico considerando che è stato girato nel '41 da un imberbe venticinquenne, ha dialoghi e flashback che anticipano i tempi e, non per ultimo, ha fatto le pulci al potente magnate Hearst. Ho dovuto spulciare più recensioni per capire chi/cosa fosse Rosabella.
I gusti di Blsabbath (Documentario - Drammatico - Fantascienza)

Animalo 18/4/10 15:16 - 31 commenti

Secondo me non è il meglio di Welles, ma ciò non toglie che sia un film geniale, ben congegnato, che ancora oggi può stupire e appassionare. Non sono gli effetti speciali che fanno andare uno spettatore dentro un film, è la suspence e il mistero e questo Welles lo ha capito benissimo descrivendo un mistero (la "rosebud") apparentemente semplice.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Rosebud... rosebud..." ripetuto da Kane dopo essere atato mollato dall'amante.
I gusti di Animalo (Drammatico - Peplum - Thriller)