Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE MANI SULLA CITTà

All'interno del forum, per questo film:
Le mani sulla città
Dati:Anno: 1963Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Francesco Rosi
Cast:Rod Steiger, Salvo Randone, Guido Alberti, Carlo Fermariello, Marcello Cannavale, Alberto Canocchia, Vincenzo Metafora, Angelo D'Alessandro
Note:Leone d'oro al miglior film alla 28ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.
Visite:2385
Approfondimenti:1) IL CINEMA POLITICO IN ITALIA
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 29
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/3/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 6/3/07 0:22 - 4070 commenti

Eccezionale, con attori eccezionali. Può non piacere l'impostazione politico-manichea, ma è un gran film. Ogni scena è integrata nella vicenda, anche nei particolari, ma brilla di luce propria: da segnalare i consigli comunali, specialmente quello finale, curati perfettamente, e l'incontro conclusivo fra Randone e Alberti. La città è Napoli, ma non la si nomina mai. Molti volti che popolano il consiglio comunale sono presenti in un altro film di Rosi, Salvatore Giuliano, nelle scene processuali.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 16/5/12 7:04 - 9823 commenti

Intensa e significativa opera di impegno civile realizzata da un Francesco Rosi in stato di grazia. La storia del palazzinaro corrotto che "galleggia" grazie a loschi intrallazzi politici è ancora straordinariamente attuale e parla della peggiore Italia assai più di qualunque reportage giornalistico. Realizzato con una forte impronta realistica (a partire dalla livida fotografia e dalla bella caratterizzazione ambientale), il film si avvale di un'ottima sceneggiatura e di una prova di rilievo del cast.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 9/4/09 9:11 - 6701 commenti

Gli inestricabili intrecci tra imprese edili e politica per cementificare Napoli sono al centro di questo eccezionale film di impegno civile, che fa spalancare gli occhi su una realtà nascosta. In un b/n quasi "illuminista" Rosi spiega molto chiaramente i meccanismi di interessi incrociati che stanno alla base delle grandi speculazioni fatte nella "legalità", con una forte chiamata di responsabilità dei cittadini stessi per il loro potere di voto e di controllo sociale. Istruttivo, dovrebbe essere obbligatorio in tutte le scuole.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 21/9/10 18:44 - 5723 commenti

L’atteggiamento militante e fazioso dell’autore è contestualizzabile e non inficia il forte impatto ancora oggi provocato da questa lucida invettiva contro classi dirigenti votate alla speculazione edilizia e al particolarismo, spesso con il beneplacito della Chiesa. La fotografia è un bianco e nero profondo che proietta sia momenti di matrice semi-documentaristica (il crollo dell’edificio, il clamore dei consigli comunali, le immagini della campagna elettorale) sia sfondi à la Fritz Lang (le sagome notturne dei grattacieli e della terrazza). Ottimi interpreti e sinistre musiche di Piccioni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il crollo dell'edificio pericolante; l'autodifesa di Steiger.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 28/4/08 1:56 - 6526 commenti

Uno dei film più lungimiranti che mi sia mai capitato di vedere: Rosi, infatti, prevede, purtroppo, con grande anticipo ciò che accadrà e diventerà una pratica comune. Il tutto mescolando con rara maestria denuncia sociale, inchiesta e spettacolo. Il ritmo, infatti, è vertiginoso come in un film americano di genere. Merito, oltre che della regia, soprattutto di una sceneggiatura da urlo che serve allo spettatore scene, dialoghi e personaggi che non si dimenticano facilmente. La prova degli attori poi è la classica ciliegina sulla torta.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 18/11/17 23:01 - 6602 commenti

Il crollo di un palazzo fatiscente, provocato dai lavori di demolizione di uno adiacente, è lo spunto dal quale Rosi parte per una disamina dell'intreccio indissolubile fra gruppi politici ed interessi economici in una città fra le più devastate dalla speculazione edilizia come Napoli. Un affresco spietato, nel cui contesto a carattere semi-documentaristico si stagliano figure a tutto tondo, personificazioni di un modo di intendere la cosa pubblica come cosa privata che purtroppo non ha mai cessare di esistere. Regia vigorosa, confezione eccellente, cast impeccabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La distribuzione delle banconote alle donne imploranti .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 31/8/16 17:20 - 2059 commenti

Cinema d'inchiesta inossidabile, si addentra nel gioco degli appalti e delle dubbie alleanze di un governo che in nome del diritto di maggioranza fa l'interesse dei privati, silenzia l'opposizione - unica garante dell'istituto democratico - spingendo la commissione d'inchiesta ad avallare la regolare irregolarità della giunta comunale. Più che un film sulla speculazione edilizia, una denuncia dello scollamento tra morale e politica che affossa, per il nitore espositivo della requisitoria, ore di ammorbanti talk show televisivi odierni. Grande Rod Steiger in testa a un cast d'assalto.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 15/10/12 9:05 - 2249 commenti

Bel film di denuncia di Francesco Rosi, attualissimo anche a quasi 40 anni dalla sua realizzazione. Avvalendosi di ottimi interpreti, il regista mostra i vari intrecci economico politici in una città (quasi) mai nominata ma chiaramente identificabile (ma potrebbe essere qualunque altra località italiana). Un film decisamente da vedere, anche se in alcune fasi può risultare un pochino pesante da seguire.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 11/3/15 23:41 - 2881 commenti

Film che funziona come un articolo di giornale scritto benissimo, attualissimo (e se vogliamo pure didattico, nell'accezione migliore del termine) nei contenuti e magnificamente impaginato: l'interesse è alto, l'occhio e la mente sono appagati ma l'emozione non va di pari passo. Tutto perfetto (comprese le interpretazioni), eppure alcuni squarci (forse anche solo paesaggistici) del ben più noioso Salvatore Giuliano mi avevano trasmesso quel "certo non so che" che qui non ho avvertito. Eccellente cronaca, buon cinema.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Enzus79 28/9/10 16:35 - 1534 commenti

Franesco Rosi è un regista che al cinema italiano con i suoi film impegnati ha dato moltissimo. Le mani sulla città è un mezzo capolavoro, i dialoghi sono pungenti e cinici. Steiger, seppur doppiato, è ottimo. Il Leone d'oro nel 1963 lo ha strameritato.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 30/9/10 15:45 - 635 commenti

Un film che racconta lo scandalo delle speculazioni sull'edilizia nella città di Napoli. I partiti politici regionali litigano su temi delicati e fra chi vuole far chiarezza e chi vuole nascondere il tutto, ciò che ne esce è una sporca situazione. Rod Steiger è ottimo nell'impersonare l'imprenditore e politico, così come anche Salvo Randone. Come sempre Rosi non delude.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La palazzina del vico S. Andrea che cede (ottima ripresa cinematografica).
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Saintgifts 20/10/12 0:24 - 4099 commenti

Democrazia non è sinonimo e garanzia di legalità, onestà e trasparenza: questo credo ci dica Rosi nel suo potente film rivelatore. Nel Consiglio Comunale tutti, democraticamente, possono dire la loro, ma chi vince è il più forte, il più spietato, come nella giungla, dove ci sono lotte quotidiane per la sopravvivenza non certo democratiche. Un film che purtroppo regge bene il tempo, purtroppo perché la situazione descritta così magistralmente, a distanza di 50 anni, non sembra sia mutata. D'accordo sul fatto che sia da proiettare nelle scuole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutte le sedute del Consiglio Comunale; Il sindaco che distribuisce denaro alle donne.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Myvincent 30/11/16 7:52 - 1903 commenti

I meccanismi politici visti dal loro interno con tutta l'ambiguità dei compromessi, dei favoritismi e delle speculazioni "mortali". Su una Napoli poco napoletana si staglia una nube tossica di impegni e disimpegni che registra senza alcun fronzolo l'Italia di allora che è ancora quella di oggi. Attori in stato di grazia e ricostruzione assolutamente realistica. Classico politico da non perdere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'assenza di figure femminili rappresentative.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Didda23 26/10/15 10:34 - 1814 commenti

Il cinema di Rosi, seppur soffrendo di scarsissima empatia e partecipazione emotiva, sa essere l'emblema della perfezione registica e della direzione attoriale. I consigli comunali sono il chiaro esempio di una simbiosi perfetta tra movimenti di macchina, dialoghi tesi ed efficaci e bravura attoriale. Meravigliose le location partenopee, elevate da riprese aeree mozzafiato. Epico l'incontro finale tra Randone e Alberti. Meraviglioso e sanguigno Fermariello. Un film che fa emergere la nostra cultura, fatta di giochetti fra pochi e interessi personali da mantenere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I consigli comunali; Le varie correnti all'interno dello stesso partito.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Paulaster 18/11/14 10:06 - 1556 commenti

L'attenzione sulla speculazione edilizia diventa l'oggetto per descrivere il come far politica. I paladini, i virtuosi, soccombono dove le logiche di spartizione regnano per il privato profitto. E non si son dovute neanche scomodare le tangenti, la corruzione, la malavita. Regìa che fa respirare il chiasso del nulla, il cemento dei palazzi anche sulle tappezzerie e la povera gente nella polvere. Potente e sempre attuale, indice che il potere genera mostri e il popolo pensa di avere ancora un ruolo col voto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La carrellata in elicottero sopra la città con le fondamenta a vista vale più di mille parole.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 5/4/14 21:44 - 1551 commenti

Ruspante, esuberante, tristemente e profondamente attuale film di denuncia che Rosi, da straordinario e acuto antropologo della società, racconta ammantando di realismo e urlando in faccia alla gente i subdoli meccanismi degli organi competenti i quali utilizzano la legge come motore propulsivo per i propri miserabili comodi, economici e politici. Gli interessi speculativi che cancellano dalle coscienze la rabbia, il sangue e le lacrime del popolo, con la chiesa, imbambolata e accondiscendente, a benedire azioni d’incredibile atrocità etica.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il crollo della palazzina; Il sindaco che distribuisce soldi alle signore: “Vedi come si fa la democrazia?”; De Vita: “E’ la regola che è sbagliata!".
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Minitina80 24/7/15 8:59 - 1372 commenti

La sintesi della corruzione e di un certo modo di fare politica rappresentati senza filtri e frutto immarcescibile del malcostume del nostro Paese. Nottola incarna il furbetto di quartiere corrotto e immorale e il suo modus operandi è rappresentato con incredibile realismo; merito anche della prova di Steiger che si dimostra smaliziato al punto giusto. È scomodo per i suoi contenuti e forse anche per questo non vanta grossi emuli.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nottola: "Investili i tuoi soldi in una fabbrica! Sindacati, rivendicazioni, scioperi, cassa malattia! Ti fanno venire l’infarto cu sti’ cose!".
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Nicola81 5/11/15 10:27 - 1321 commenti

La città è Napoli, le mani quelle di costruttori senza scrupoli e di amministratori rapaci. Rosi dirige con una partecipazione emotiva superiore rispetto a quando si cimenta con i misteri italiani e anche se la polemica politica può apparire inquinata dalle sue pregiudiziali ideologiche (palesi le critiche all'amministrazione Lauro e agli intrallazzi democristiani, mentre i buoni sono quasi tutti a sinistra) il messaggio arriva forte e chiaro. Un film ancora attuale e, visto l'argomento, è il caso di dire purtroppo...
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 24/7/16 11:16 - 1164 commenti

Paradigma del cinema civile di Rosi, nel quale le voci della prosa, del neorealismo e del grottesco trovano miracoloso equilibrio nello stesso registro. Pesante come i mattoni del crollo iniziale ma mai noioso, invecchiato (purtroppo) benissimo grazie all'incedere della narrazione ma anche per via dell'attualità del tema. Film retorico, spesso didascalico, eppure assolutamente necessario.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Randone, nella sua casa-reggia, convince il primario a non ritirare la sua candidatura: "In politica l'indignazione morale non serve a niente".
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Socrate 4/10/16 15:58 - 1146 commenti

Militante ed essenziale. Opera fondamentale del cinema d'inchiesta italiano, lucido e "positivamente" didascalico nel mostrare gli accordi sottobanco, gli intrallazzi e i movimenti nei "corridoi" e nelle stanze del potere; nel raffigurare "squali" pubblici e privati; nell'enunciare la "legge" della politica ("in politica l'indignazione morale non serve a niente, l'unico peccato è essere sconfitti"). Gigantesco Rod Steiger. Nel primo consiglio comunale appare tra la folla Ennio Antonelli.
I gusti di Socrate (Commedia - Drammatico - Gangster)

Ultimo 16/11/16 18:22 - 1068 commenti

Classico film a sfondo politico e di denuncia sociale, diretto magsitralmente da Francesco Rosi, che non lascia nulla al caso. Le tematiche affrontate (la speculazione edilizia, gli intrighi politici per la scalata al potere...) paiono quanto mai attuali e per questo la pellicola non sente il peso degli anni. Gli ultimi venti minuti lasciano sconcertati. Realista, notevole.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Lythops 10/11/15 15:27 - 897 commenti

La prima inquadratura è un pugno allo stomaco, con palazzoni sull'orlo di un burrone-cava terrosa. Il resto è denuncia seria, severa, che non concede nessuno spazio alla retorica della politica di allora. Era il 1963 e già si sapeva tutto, ma chi denunciava veniva accusato, si direbbe oggi, di complottismo. In un'epoca troppo attenta alle divisioni tra destra e sinistra, il film non fu capito e oggi è caduto nel disinteresse. Peccato, perché è un'opera preziosa quanto terrificante, come ogni sequenza e dialogo, in un modo o in un altro.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Graf 1/4/14 0:39 - 589 commenti

Intrallazzi politici e speculazioni edilizie a Napoli come potrebbe capitare in ogni città italiana. Il composito, eterogeneo e sdrucciolevole cinema di Rosi qui finalmente perviene all’armonia di tutti gli elementi espressivi: impegno civile e politico della denuncia, spettacolarizzazione della dialettica delle idee, scontro viscerale dei caratteri e delle psicologie. Una potente requisitoria sulla quale aleggia un sospetto di soddisfatto formalismo stilistico. Livida l'interpretazione di Rod Steiger.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Alex75 13/11/15 9:27 - 440 commenti

Rigorosa e tuttora insuperata denuncia sull’irresponsabile speculazione edilizia che ha devastato il nostro Paese, attraverso la commistione tra i poteri (spesso torbidi e clientelari) economico e politico. La forza del film di Rosi sta nel suo approccio realistico, senza abbellimenti ma coinvolgente e negli interpreti: Steiger, Alberti e Randone sono al loro meglio e il “non attore” Fermariello recita se stesso (all'epoca era consigliere comunale a Napoli) con convinzione e passione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La città sfigurata dal cemento nei titoli di testa; Il crollo della palazzina fatiscente; Le sedute del Consiglio Comunale.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Supervigno 5/6/07 17:25 - 229 commenti

Bellissimo. Da vedere assolutamente per comprendere un'epoca e anche per analizzare la nostra. Giuridicamente ineccepibile (a differenza di molti altri film del genere, in cui l'aspetto legale viene piegato alle esigenze della trama), dettagliato e realistico nella ricostruzione della "vita quotidiana" dell'amministrazione pubblica, riesce comunque a non annoiare neppure per un istante. Politicamente orientato, non scade mai nell'ovvio né nel facile moralismo per provocare indignazione. Attori perfetti. Un classico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Durante la prima riunione del Consiglio Comunale, i Consiglieri di "destra" che sollevano e mostrano le mani, al grido di "noi abbiamo le mani pulite".
I gusti di Supervigno (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Azione70 23/2/15 19:03 - 103 commenti

Incredibile testimonianza dell'Italia (non solo Napoli) del malaffare e della speculazione edilizia negli anni 50/60. Vista ora, questa testimonianza diventa tragico testamento di un'Italia devastata ieri, oggi e probabilmente anche domani. Buona la recitazione e soprattutto incisiva la regia, a partire dalle immagini aeree dei palazzi in costruzione che da sole sintetizzano in modo amaro l'avanzata inesorabile del cemento sulla città e sulle sue vite. Musica (bella) in linea con le atmosfere cupe del film.
I gusti di Azione70 (Comico - Commedia - Poliziesco)

Shannon 5/8/10 18:43 - 72 commenti

Quarant'anni prima di Saviano, Rosi denuncia gli intrallazzi fra il potere politico e gli interessi economici dei costruttori edili che speculano sui piani di espansione delle città. Con una (doverosa) stoccata alla chiesa cattolica. Ancora attualissimo, è una pietra miliare del cinema italiano.
I gusti di Shannon (Avventura - Drammatico - Thriller)

Grifun 19/4/14 0:07 - 24 commenti

Ottimo film di denuncia diretto da Francesco Rosi, descrive una realtà purtroppo ancora attuale, quella degli accordi tra le varie forze politiche e i più spregiudicati speculatori edilizi con le loro imprese. Ottimi gli interpreti, ma è forse la sceneggiatura la chiave di volta della pellicola: la vicenda, per quanto possa essere articolata, non diventa mai confusionaria e i dialoghi sono sempre efficaci.
I gusti di Grifun (Azione - Commedia - Gangster)

D.Laurent 31/3/07 14:18 - 8 commenti

Denucia dura, lucida e potente alla corruzione nel sistema politico-sociale italiano. Girato, se è possibile, in maniera ancora più secca e documentaristica del precedente capolavoro di Rosi, Salvatore Giuliano, il film rinuncia a ogni spettacolarizzazione dei fatti preferendo un realismo tanto spoglio da far apparire il tutto, se confrontato con molti film del genere (ben più retorici e spettacolari), quasi finto. Invece no, questo film è la realtà: qui vincono i "cattivi", senza nemmeno fare troppi sforzi. Ottima fotografia in bianco e nero.
I gusti di D.Laurent (Fantastico - Horror - Poliziesco)