Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CHASSE à LA PANTHèRE

All'interno del forum, per questo film:
Chasse à la panthère
Titolo originale:Chasse à la panthère
Dati:Anno: 1909Genere: corto/mediometraggio (colore)
Regia:Alfred Machin
Cast:(n.d.)
Visite:23
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/2/18 DAL BENEMERITO PIGRO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 9/2/18 13:02 - 4178 commenti

In àmbito valutativo può essere paragonato ai film con forte connotazione politica, che il cinefilo deve giudicare, a mio avviso, senza farsi troppo influenzare dall'assunto del realizzatore. Trovo barbaro, persino osceno, il metodo della cattura, ma non posso non rilevare il valore dell'aspetto documentaristico, che tocca il suo vertice nello scuoiamento, con mano esperta, che si vede nel finale.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 9/2/18 19:40 - 10330 commenti

Realizzato nel 1909 e successivamente "colorizzato", è forse uno dei primi esempi di documentari che documentano la caccia ad un grosso felino (si tratta di un leopardo) che avviene con modalità abbastanza cruente specie nella seconda parte, che vede il povero animale brutalmente scuoiato. A parte il contesto ben ripreso, si avverte un certo gusto macabro per la violenza e la brutalità che avrà certamente scosso gli spettatori dell'epoca.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 8/2/18 11:27 - 6967 commenti

Un cortometraggio non adatto ad animalisti e persone facilmente impressionabili: quel che si vede è l’agguato a una pantera con una trappola e l’uccisione e lo scuoiamento della belva, ad opera di un cacciatore bianco e di servi africani. La pellicola ha il rigore del documentario e l’implacabilità di un evento cruento, attentamente preparato e consumato, non senza una pacata crudeltà proto-jacopettiana. La resa è efficace e indubbiamente per gli spettatori dell’epoca il film era di sicuro grande effetto. Ma oggi fa una strana impressione...
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)