Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE SQUARE

All'interno del forum, per questo film:
The square
Titolo originale:The Square
Dati:Anno: 2017Genere: drammatico (colore)
Regia:Ruben Ístlund
Cast:Claes Bang, Elisabeth Moss, Dominic West, Terry Notary, Christopher LŠss°, Marina Schiptjenko, Elijandro Edouard, Daniel Hallberg, Martin S÷÷der, Sofie Hamilton
Visite:317
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/11/17 DAL BENEMERITO MYVINCENT

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Cotola, Xamini
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Myvincent
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Deepred89
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Tarabas


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 19/11/17 0:50 - 6526 commenti

Intrigante e spiazzante pellicola che gioca con lo spettatore, con la sua intelligenza e con le sue aspettative che spesso vengono completamente disattese e sovvertite, seminando fertili dubbi. E' vero che mette tanta, troppa, carne al fuoco e quindi non tutti i pezzi vengono cotti a puntino, ma avercene di film cosý. Pellicole figlie di un cinema che fa discutere e riflettere e che dietro una certa complessitÓ (andrebbe visto almeno due volte per comprenderlo meglio in ogni sua parte), nasconde dei contenuti, magari non nuovi ma veri,e non mere chimere intellettualistiche ed autoreferenziali.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 16/11/17 14:50 - 1456 commenti

Un film troppo ambizioso, con troppi temi (trattati superficialmente o in modo maldestro), tempi narrativi sbagliati, un mix di toni che funziona poco. Collage di idee giÓ note (l'autoreferenzialitÓ dell'arte contemporanea, il narcisismo del mondo della comunicazione, la distanza incolmabile tra integrati ed emarginati). Avrebbe avuto bisogno di uno sceneggiatore con un pi¨ saldo dominio della materia e di un montatore old style, con attributi e cesoie (almeno mezz'ora Ŕ di troppo). A parer mio inspiegabile la Palma d'oro.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Deepred89 21/11/17 11:53 - 2881 commenti

La sequenza del Bingo Bongo Ŕ praticamente un film a parte e vale da sola il prezzo del biglietto, col rimpianto di un'idea tanto riuscita sprecata in un contesto incapace di valorizzarla. Il resto vaga sui binari del film intellettuale derisorio verso gli intellettuali, con ricchi ignoranti e viziati e poveri che non Ŕ che siano tanto meglio: si sorride, si sbadiglia e ogni tanto ci si sorprende, come nello stranissimo segmento, quasi alla Poe, della voce lontana e fantasmatica del piccolo diavolo ferito. Lungo e lento, ma con notevoli picchi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scimmia umana e l'intellighenzia; La vocetta dal fondo della scala.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Myvincent 12/11/17 8:28 - 1903 commenti

Il curatore di un prestigioso museo d'arte contemporanea in Svezia Ŕ alle prese con nuove idee in linea con i tempi, non sfuggendo agli aspetti pi¨ pressanti del suo essere uomo qualunque. Un'opera difficile questa di Ístlund, dove in una sequenza non troppo sequenziale emerge la contemporaneitÓ dell'uomo "civile" delle societÓ cosiddette democratiche, in cui tutto sembra ambiguo e scivoloso, anche il limite fra il male e il dover fare bene a tutti i costi. Cosý lo spettatore ne esce spiazzato, come dopo la visione di un'opera d'arte "in formazione".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il famoso perimetro 4x4 dove ognuno dovrebbe sentirsi uguale e ascoltato; La performance dell'uomo-primate che tracima...
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Xamini   22/11/17 11:11 - 755 commenti

Se metto una borsa in un museo questa Ŕ arte? Parte con un interrogativo il lavoro che ha vinto Cannes, che esplora poi qualche altra sfaccettatura della modernitÓ, evidenziandone le contraddizioni. I suoi meriti sono da ricercare tra l'ironia deliziosa di tutta la prima parte, la non banalitÓ di diversi momenti (sferzanti sino all'indimenticabile di alcune scene) e un iniziale buon ritmo; i suoi limiti stanno principalmente in una seconda parte scarsamente ironica e troppo prolissa. Comunque da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima parte; la performance dell'uomo primate (annunciato nel museo) durante la cena.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)