Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• SUBURRA: LA SERIE (10 EPISODI)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/10/17 DAL BENEMERITO GALBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 13/10/17 5:53 - 9788 commenti

Corruzione e criminalità in un contesto che coinvolge politica, mafia e Vaticano in una Roma dalla morale degradata. Una storia che costituisce il prequel dei fatti raccontati nel film omonimo, prodotta da Netflix. Le vicende non particolarmente originali sono ben raccontate da registi dal solido mestiere come Michele Placido. Casting ben realizzato con ottimi attori come Acquaroli, Borghi e, la vera rivelazione della serie Barbara Chichiarelli. Un po’ sottotono Claudia Gerini. Meritevole di visone.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Disorder 31/10/17 13:02 - 1356 commenti

Paga un po' l'eccessiva somiglianza con la serie di Gomorra (ben più riuscita sotto tutti gli aspetti), ma si tratta comunque di un altro buon prodotto seriale di genere crime. A farla da padrone qui più che l'azione sono gli intrighi, veramente machiavellici, per accaparrarsi l'agognata zona edificabile del lungomare di Ostia, un ghiotto "boccone" che fa gola veramente a tutti. Buone le prove dei protagonisti, interessante l'idea di conservare buona parte del cast dell'omonimo film di Sollima. Davvero buono.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Il Dandi 14/10/17 1:37 - 1160 commenti

Ovvi echi da Romanzo criminale (i tre giovani) e Gomorra (voltafaccia e doppi giochi), qualche eccesso da soap (la contessa decaduta), bel cast (ma Acquaroli sostituisce Amendola facendone l'imitazione). Francamente iniziamo ad accusare stanchezza per una fiction che cannibalizza cronaca e cinema per esigenze di reddito seriale. D'altro canto solo una serie (neanche più "tv") così può sancire al pubblico l'origine mafiosa della costruzione del porto di Ostia, più efficacemente di quanto qualsiasi tribunale potrebbe mai fare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La trashissima sigla "Roma cruda", che fa il verso al rap e ai neo-melodici affidandone una versione romanesca a piccoli idoli regionali.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Jandileida 21/10/17 14:10 - 968 commenti

La serie criminale di troppo? Personalmente propendo per il sì: troppo uguale, infatti, non solo al film omonimo (di cui sarebbe il prequel) ma anche all'ingombrante precursore Gomorra. E, nonostante il mio campanile, con quest'ultimo perde su tutta la linea: la storia è qui infatti un po' raffazzonata, i personaggi non hanno la forza malignamente catalizzante delle loro controparti napoletane e, infine, gli attori vagano tra l'overacting (Borghi e Ferrara) e l'alimentare (Gerini e Acquaroli). I riferimenti all'attualità sono facilmente intuibili. Brutto.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Lythops 17/10/17 18:25 - 891 commenti

Difficile da recensire obiettivamente stante le numerose stroncature in rete e non. Si tratta di un prodotto che cerca, a fronte di precedecessori illustri, Piovra compresa, di trovarsi uno spazio. A volte ci riesce, a volte no. Alterna situazioni banali ad altre originali e coraggiose, ma resta il fatto che le uniche produzioni seriali italiane di livello riguardano sempre la criminalità e gli intrecci politici, forse perché sono le sole in cui riusciamo a eccellere. Prove attoriali buone, musiche adeguate; non condivido la fotografia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sequenza notturna iniziale.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Digital 19/10/17 10:58 - 708 commenti

Serie che cavalca l’onda lunga di quelle incentrate sui malviventi. Da accanito fruitore di questa tipologia d’intrattenimento mi sono divertito; certo è impossibile negare che il tutto sia riconducibile a numerosi altri prodotti televisivi e cinematografici, ma gli episodi scorrono piacevolmente riuscendo a intrigare e a elargire una discreta tensione. Del terzetto di delinquenti colui che mi è sembrato più valido è l’ossigenato Alessandro Borghi; tra gli âgé menzione d’onore per Acquaroli. Niente di memorabile, ma ampiamente potabile.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Ira72 24/10/17 18:36 - 457 commenti

Togliamoci subito il dente del "cosa non va": diversi dialoghi (soprattutto quelli sentimentali), la pellicola patinata all'eccesso, alcune trovate che vorrebbero regalare il colpo di scena ma che sfociano nel banale. Però. I tre protagonisti bucano lo schermo (Aureliano in primis) e anche il resto del cast non è male (stiamo parlando di fiction italiana, dunque l'asticella deve essere rapportata al livello generale). Certo, l'argomento non è nuovo, ma si può apprezzare ancora e ancora. E se ci fosse un sequel, lo guarderei volentieri. Non male!
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Mutaforme 23/10/17 10:15 - 350 commenti

Baracconata a tratti esagerata, per non dire ridicola, che però a essere sinceri ti incolla alla schermo. Sia ben chiaro, siamo lontani anni luce dal ben più credibile Romanzo criminale, ma la suspense c'è, le storie coinvolgono e alla fine ci si appassiona ai personaggi. Un buon esperimento di Netflix in Italia; c'è ancora tanto da migliorare ma la strada è giusta.
I gusti di Mutaforme (Avventura - Fantascienza - Fantastico)

Vice 13/10/17 16:20 - 8 commenti

La serialità italiana non riesce ad andare oltre Gomorra e Romanzo criminale e ci getta addosso questo prodotto scadente. Il film non era un must del genere ma almeno aveva regia, fotografia e alcune prove attoriali buone. Qui è tutto da buttare (eccetto Borghi): intreccio che nasce dal nulla e si regge sul nulla, recitazioni e scelte di cast pessime (Gerini su tutti), fotografia americanizzata che cozza con la città, regia e messa in scena da sceneggiato, ripetività nelle battute e nella scelta del flashforward come incipit. Evitabile.
I gusti di Vice (Comico - Giallo - Western)

Marcomov 1/11/17 19:07 - 3 commenti

La prima serie targata Netflix Italia. Una delusione totale! Una fotografia da Centovetrine, attori scadenti (salviamo Spadino e Borghi), una regia pessima. I primi due episodi di Michele Placido sono imbarazzanti, un compitino da studente di cinema. E' un peccato sia la serie che rappresenta l'Italia nella piattaforma. Speriamo ci si rifaccia con qualcos'altro.
I gusti di Marcomov (Drammatico - Fantastico - Guerra)