Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'INGANNO

All'interno del forum, per questo film:
® L'inganno
Titolo originale:The Beguiled
Dati:Anno: 2017Genere: drammatico (colore)
Regia:Sofia Coppola
Cast:Colin Farrell, Nicole Kidman, Kirsten Dunst, Elle Fanning, Oona Laurence, Angourie Rice, Addison Riecke, Emma Howard, Wayne Pére, Matt Story, Joel Albin
Note:Dallo stesso romanzo di Thomas Cullinan da cui Don Siegel trasse "La notte brava del soldato Jonathan" (1971).
Visite:689
Il film ricorda:La notte brava del soldato Jonathan (a Paulaster)
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/9/17 DAL BENEMERITO MATALO! POI DAVINOTTATO IL GIORNO 23/9/17
Sofia Coppola riprende in mano il romanzo di Thomas Cullinan e con esso il Don Siegel della NOTTE BRAVA DEL SOLDATO JONATHAN. Piazza Colin Farrell al posto del Clint Eastwood nordista e lo abbandona nel bosco agonizzante in attesa che lo ritrovi la dolce ragazzina del collegio femminile lì nei pressi. La direttrice (Kidman) s'incarica di curarlo e lo ospita pur sapendo di aver a che fare col nemico, dal momento che siamo al Sud in piena Guerra di Secessione; ma è un nemico cortese e galante, bello e seducente, che non tarderà a portare scompiglio in un microcosmo abitato solo da uno sparuto gruppo di donne d'ogni età. Con la Kidman e la Dunst Sofia Coppola sa di disporre d'un parco femminile di valore, che infatti presto surclassa il buon Farrell prendendosi la scena. Il caporale yankee per buona parte del film diventa per tutte preda da conquistare nascostamente generando malignità in un ambiente dove immaginiamo regnasse prima la massima concordia. Il tocco delicato della regista, che ama soffermarsi sulle suggestioni naturali dei dintorni fin dalla prima splendida scena (con la ragazzina a passeggiare sotto un tunnel di alberi arcuati) permane per l'intera durata e resiste anche quando la situazione precipiterà procedendo verso l'ultima parte in un crescendo drammatico. Attraverso una fotografia di qualità e scene d'interni girate prevalentemente in penombra quando non nella quasi totale oscurità si preserva in qualche modo l'incanto di un mondo a parte, senza contatti con l'esterno: se escludiamo un breve dialogo tra la direttrice e un manipolo di soldati di passaggio che la richiama per un attimo all'ingresso, la vicenda si consuma esclusivamente tra le mura d'una villa neoclassica immersa nel verde. L'attenzione è rivolta tutta alle figure femminili, con la schietta compostezza della Kidman che, riflessa per imitazione nelle altre, sfuma col decrescere dell'età: più si abbassa più la spontanea innocenza si mescola a fragilità e timidezze. Al contrario eccessivamente semplicistico il tratteggio dell'importante figura del caporale, ridotto quasi solo a un tramite per lo sviluppo dei diversi caratteri femminili. La sceneggiatura è corretta ma anodina, sposata a una messa in scena fin troppo calligrafica, leccata, esteticamente apprezzabile quanto associabile a un manieristico compiacimento. I tempi si dilatano, le voci si abbassano fino all'impennata dell'ultima parte, la cui amara conclusione chiude un film ove la personalità della Coppola svanisce per nascondersi pudicamente nell'ombra dell'elegante messa in scena.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 26/9/17 0:46 - 6526 commenti

Nel giardino delle vergini "libertine", in cui conviveranno eros e thanatos, arriva un caporale cui verrà servito un funghereccio picnic, lontano anni luce da Hanging rock, difficile da digerire. Pur volendo evitare il paragone col film di Don Siegel, la pellicola della Coppola è davvero poca cosa, se si eccettua la forma: non è la prima volta che succede. Ben girato per carità, con una bella confezione ed una fotografia di primo livello, ma privo di anima e pathos. Discreto il cast femminile mentre Farrell è il solito stoccafisso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inizio tra i boschi. .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 30/9/17 20:01 - 2059 commenti

Non uomini contro donne, ma Siegel contro Coppola: l'umanità in preda al turgore, la misoginia e la misandria che assaltano e infettano umori e languori; qui l'ennesimo giardino delle vergini omicide che appassisce nell'inedia. Non un brutto film, ma un remake esangue, ottusamente autoreferenziale, che mira all'isteria senza avere nerbo: l'inconsistenza dei personaggi è una conseguenza del fine autoassolutorio di tutta l'operazione. Cara Sofia Coppola, ci dispiace che questo mondo patriarcale ti abbia impedito di crescere, ora però cambia disco... Farrell e Kidman in miscasting totale.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 28/9/17 10:36 - 2882 commenti

Un La notte brava del soldato Jonathan in formato soap-opera impressionista, che annacqua un potente soggetto di base tra estetismi non particolarmente memorabili e dialoghi poco incisivi, quando non totalmente scontati. L'intrattenimento c'è e il film si segue piacevolmente fino alla fine, ma siamo lontani anni luce sia dalle ambizioni autoriali della regista, sia dalla forza del citato film di Siegel. Colin Farrell totalmente anonimo, cast femminile poco al di sopra, Dunst in testa. Musiche praticamente assenti (e il film non ci guadagna).
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 25/9/17 14:12 - 2351 commenti

Seconda trasposizione cinematografica dall'omonimo romanzo di Thomas Cullinan, dove Sofia Coppola riesce nel tentativo di rendere quantomeno appassionante un racconto - tra il pruriginoso e il drammatico - di un soldato soccorso in un collegio femminile. Il comparto attoriale è di soli belli e sexy: questo funziona nell'estetica e di conseguenza nell'appeal se non si hanno troppe pretese, meno nel calcolo delle probabilità. Il detto "anche l'occhio vuole la sua parte" predomina su tutto, ma visto il risultato ci può anche stare.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Capannelle 8/10/17 0:16 - 3302 commenti

Non mi piace gridare al sacrilegio in occasione dei remake ma non ci si può esimere dal confronto con Don Siegel, che vede questo film perdere su tutti i fronti salvo che nella poetica bellezza delle inquadrature e nell'inappuntabile corredo delle ragazzine. Farrell non propone il carattere guascone di Eastwood e pure Kidman e Dunst non convincono del tutto. La Coppola non ha abbandonato il suo stile, molto personale ma sovente autoreferenziale e a rischio di bocciatura.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 23/9/17 23:14 - 1310 commenti

Difficile non fare paragoni col film di Siegel; primo perché se ne riprendono paro paro certe inquadrature e secondo per le latitanze a confronto col predecessore. Perché tacere sulla relazione incestuosa della Page col fratello? E perché rinunciare al fiammeggiante crescendo del delirio e alla lenta presa del potere del protagonista? Lì un inaspettato Clint, qui un innocuo Farrell. Kidman è brava come sempre ma le manca la tenebra che avvolgeva Page. Un film innocuo e ben vestito che ribadisce i limiti della regista e la sottovalutata grandezza di Don.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Herrkinski 11/10/17 8:20 - 3724 commenti

Il paragone col film di Siegel è inevitabile, anche perché la prima parte ne riprende sequenze e dialoghi quasi in scala 1:1; poi inspiegabilmente affretta e appiattisce le dinamiche psicologiche e così facendo rende i comportamenti dei personaggi quasi inspiegabili. Mancano troppi dei dettagli e dei crescendo che rendevano intrigante il prototipo e non fosse per una confezione leccata ne parrebbe una stitica riduzione televisiva, non aiutata da un cast mai all'altezza, al di là dell'indubbia professionalità. Ennesimo remake evitabile.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Giapo 10/10/17 17:54 - 216 commenti

Riedizione patinata de La notte brava del soldato Jonathan che non si discute per grazia ed eleganza cinematografica, ma che si segue con distacco e indifferenza. La storia procede troppo lentamente, senza acuti né cambi di ritmo, senza mai graffiare né affondare i colpi. Si arriva ai titoli di coda con la sensazione che debba ancora succedere qualcosa, ma è tutto lì, il film è davvero finito e non rimane nulla nel cuore né nello stomaco.
I gusti di Giapo (Gangster - Horror - Thriller)

Paulaster 26/10/17 10:32 - 1556 commenti

Durante la guerra di Secessione un soldato ferito trova ricovero presso un collegio di sole donne. Storia lineare che non cerca l’effetto a sorpresa per ampliare la drammaturgìa (anche se ci sono le occasioni), ed è equilibrata nella regìa (al limite del manierismo) della Coppola. Purtroppo tende più ad assomigliare a uno sceneggiato tv e non va a scavare nelle singole psicologìe. La Kidman prende troppo peso sulle spalle e l’effetto è smorzato: brava la Dunst mentre la Fanning non ha capito che siamo nell'800. Buona fotografia, specie negli interni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La lezione di francese; La cucitura della gamba ferita.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Ryo 12/11/17 18:39 - 1551 commenti

L'inganno è proprio quello che è questo film: il trailer molto accattivante carica le aspettative, che vengono deluse. Ineccepibile la coppia protagonista (in fondo si parla di due mostri sacri del cinema), ma lo sviluppo narrativo è lento e arrancante. Risoluzione finale frettolosa e senza il giusto respiro. Il che porta a dire "Ah, tutto qui?". Rimane comunque un film dalla valida scenografia, bei costumi e un'ottima fotografia.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Kinodrop 24/9/17 18:38 - 615 commenti

Un esercizio di stile e di raffinatezza "grafica" per un dramma che incuriosisce per la sua particolarità e per lo sfondo di altri tempi (storici e di costume) nel quale si consuma. Raccolto da uno sparuto gruppo di educande, il caporale McBurney ferito e fuggitivo viene ospitato e curato, ma la sua presenza innesca una competizione dai tragici effetti. Il tema non nuovo, né letterariamente né filmicamente, viene trattato con taglio crepuscolare e sfumato, che privilegia le penombre e le atmosfere e impreziosito dal cast, Kidman e Farrell in primis.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il doppio infortunio del caporale; Il suggerimento "velenoso" della più piccola.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Jdelarge 9/10/17 14:31 - 594 commenti

Film piacevole dal quale, però, ci si poteva aspettare sicuramente di più, considerando le interpreti e una scenografia e fotografia di livello altissimo. La storia punta sulle donne, quasi sospese dallo spazio e dal tempo e fondamentalmente non toccate dalla guerra. Tutto ciò, però, appare come un pretesto non troppo originale per mettere in mostra donne vittime con una gran voglia di diventare carnefici. Otre a questo, obiettivamente, il film non sembra aver molto altro da dire.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Fedeerra 28/9/17 1:56 - 128 commenti

Le donne di Sofia Coppola comunicano con un cenno di una mano, con uno sguardo furtivo o con un piccolo sorriso a testa china. Le parole ormai sono state inghiottite, non servono più. E mentre il mondo va distruggendosi sotto i lamenti di una guerra masticata da uomini in divisa, le donne di Sofia Coppola se ne stanno lì, fredde, emotivamente dismesse ma cariche di una bellezza talmente nostalgica da far venire le lacrime agli occhi.
I gusti di Fedeerra (Drammatico - Horror - Thriller)

Josephtura 25/9/17 14:15 - 76 commenti

Il film è confezionato in modo elegante, per quanto lento; l'incertezza nello svilupparsi della vicenda non diventa mai noiosa, però il film è nel complesso una lezione di stile, non possiede mordente, morbosità o drammaticità. In certi momenti sembra di vedere l'incarnazione di ansie borghesi, un mondo a parte incrinato dall'arrivo della tentazione sensuale, ma il tutto sembra così poco sviluppato da trascendere nell'eccesso, quasi nel ridicolo involontario. Modesto.
I gusti di Josephtura (Documentario - Fantastico - Guerra)

Ginestra 9/10/17 9:39 - 26 commenti

Un soldato nordista irrompe nella vita di un collegio femminile e scatena senza che lo spettatore se ne accorga una vera tragedia. Talmente fasulla che non ci crede nessuno. La Kidman e la Dunst mostrano un'evidente decadenza fisica. Il povero Farrell è un vero e proprio simbolo del maschio bianco moderno. Mi viene il sospetto che la Coppola abbia voluto prendere in giro un po' tutti..
I gusti di Ginestra (Horror - Poliziesco - Thriller)