Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ENDLESS POETRY

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/8/17 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Cotola


Cotola 10/8/17 19:17 - 6420 commenti

Seguito di La danza della realtà di cui ripercorre stili e contenuti. Qui seguiamo la vita di un Jodo più adulto (ma non manca una parentesi adolescenziale) che inizia la sua formazione poetica e non solo. E come nel precedente non manca qualche bello squarcio visivo o qualche momento emozionante, ma c'è anche tanta discontinuità ed i soliti, per il regista, elementi sopra le righe non sempre giustificati da sostanziali ragioni narrative o ideali. Non brutto certo: si lascia guardare, magari per qualcuno con un po' di affanno, ma lo Jodorowsy migliore non abita qui.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La camminata in linea retta; L'esibizione poetica a base di carne cruda e uova; I momenti in cui il vero Jodorowsky è in scena col suo personaggio.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)