Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA RAGAZZA SENZA NOME

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/10/16 DAL BENEMERITO XAMINI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 28/3/17 5:48 - 9824 commenti

Come spesso accade al cinema dei Dardenne, una vicenda che si svolge in un "non luogo" e che porta in primissimo piano il personaggio principale, un medico in cerca di un riscatto. Al di là di qualche inevitabile forzatura drammatica, una storia realistica che fa nuova luce sulla professione medica e riflette sul ruolo etico di questo lavoro. Un cinema più che mai necessario e dalle forti connotazioni sociali. Bravissima la protagonista praticamente sempre in scena.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Cotola 4/11/17 0:22 - 6526 commenti

I fratelli Dardenne si mantengono fedeli al loro stile, visivo e narrativo, ed alla loro poetica cinematografica, costruendo storie animate da personaggi dal profondo rigore etico e morale. Anche qui, come in altre pellicole, la protagonista, e non solo lei, si pone domande, semina dubbi e viene sempre messa dinanzi alla responsabilità delle sue azioni. E se è vero che sembra ci sia più costruzione rispetto ad altre volte e che la dottoressa, interpretata dalla Haenel, esageri nei suoi scrupoli, va detto che non mancano momenti molto potenti, come tutta la parte finale. Molto bello.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Capannelle 21/2/17 0:03 - 3302 commenti

I Dardenne non scelgono mai scritture banali ma stavolta sembrano partire per la tangente. Affidano alla Haenel, una valente promessa, un ruolo da fiaba contemporanea di medico roso dai sensi di colpa, che espia agendo da poliziotta in mezzo a un mondo che da lei non reclama alcun aiuto. Tutto questo mentre visita i pazienti e assiste uno stagista complessato. Insomma, oltre alla narrazione compassata c'è anche da fare i conti con una vicenda che puzza di artefatto lontano un miglio, come si vede anche nell'epilogo nel bagno.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Giùan 18/4/17 14:57 - 2349 commenti

Un passo indietro rispetto agli ultimi lavori (in risalita) dei Dardenne (Il ragazzo con la bicicletta e soprattutto Due giorni, una notte). Questo racconto di ossessione e senso di colpa mi è parso più hanekiano che non nelle corde secche e senza fronzoli dei fratelli belgi, i quali ci fan girare attorno alla anaffettiva dottoressa Jenny (una Haenel sacrificata) e allo sconosciuto cadavere di una ragazza afiricana senza mai dare l'impressione di sapere dove esattamente voler andar a parare. Un caso di coscienza "inquinato" dalle strutture del giallo.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 30/10/16 23:24 - 1903 commenti

Davvero encomiabile questa giovane dottoressa (troppo per essere realista) che fra continue citofonate, squilli e interruzioni, s'improvviserà pure detective per scoprire il nome di una ragazza della cui morte si sente responsabile. Così il film s'incentra sui suoi sensi di colpa, svelando dei retroscena eccessivamente enfatizzati. Cinema neo-neorealista belga grigio e con una protagonista eternamente imbronciata (anche quando poteva non esserlo). Il finale lo riscatta solo in parte, ma oramai l'operazione sonnifero era già scattata.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Paulaster 10/11/16 10:04 - 1556 commenti

Come un piccolo peccato di superbia fa scattare in una giovane medico un sentimento di compassione o di responsabilità e autocritica. I Dardenne si appiccicano al volto di una algida Haenel per scovare anche i minuscoli sentimenti che la scuotono e finché l'omicidio resta ancora da risolvere il loro stile centra il bersaglio. Qualche evento viene caricato molto, tra cui un pre-finale che eccede col il modus quotidiano di affrontare la dolente vicenda. Le scene coi pazienti rappresentano al meglio la professione medica dal suo interno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La macchina fatta accostare a forza.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Xamini   28/10/16 0:29 - 755 commenti

Intimista, praticamente senza sfondi (si svolge nei pressi di Liegi, ma potrebbe essere ovunque), fatto com'è di inquadrature ravvicinate e camera a mano, il lavoro dei Dardenne colpisce per detrazione: pochi fronzoli, molta empatia. La Haenel è una novella Binoche, praticamente sempre dinanzi alla macchina da presa, a mettere in scena un'umanità straordinaria, in un personaggio che è una montagna. Volendo, anche una bella riflessione sulla professione di medico.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Kinodrop 14/11/17 18:48 - 615 commenti

Una non voluta omissione nell'ambito del suo lavoro di medico porta Jenny a un eccesso di senso di colpa e quasi a identificarsi in una sconosciuta ragazza vittima designata di una tragica sorte. Il soggetto sarebbe interessante, ma il risultato dà una sensazione di pedanteria e di un moralismo più costruito che autentico, coadiuvato da una monotonia di situazioni psicologiche quasi bordeline e si fa fatica a condividere l'ostinazione della "neo-detective". Unica protagonista la brava Haenel, sullo sfondo gli altri.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Beffardo57 16/11/17 22:01 - 142 commenti

La giovane dottoressa (una sorta di santa laica che vive da asceta e infatti indossa didascalicamente per tutto il film lo stesso giaccone low cost), con la sua mite ma implacabile determinazione, risolve il (banale) caso, promuovendo la presa di coscienza morale di coloro che ne sono a vario titolo coinvolti. La location è un Belgio allegro come un resort per aspiranti suicidi; l'ambiente umano un mix di immigrati, ex tossici, marginali, vecchi malandati, ragazzi difficili, malavitosi. Lo stile della narrazione è austero; la noia non manca.
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Decimamusa 21/9/17 10:23 - 40 commenti

Bel film dei Dardenne in cui la dimensione del sociale viene filtrata attraverso un serrato scavo psicologico. A sollevare il tappeto delle apparenze e delle ipocrisie è una dottoressa dal talento maieutico, che tira fuori la verità, con il suo fardello di dolore e vergogne, sulla morte e sull'identità di una giovane nera. La realtà è opaca finché non interviene lo sguardo di chi con tenacia la illumina e in parte la riscatta. In tempi di crescenti lacerazioni, è un messaggio forte contro l'indifferenza. Eccellente la protagonista Adèle Haenel.
I gusti di Decimamusa (Drammatico - Sentimentale - Thriller)