Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ZORA LA VAMPIRA

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 16/2/07 17:03 - 4061 commenti

Pur non essendo certo un film riuscito, le non rare assolute stroncature mi paiono eccessive, come sono eccessivi alcuni momenti del film: ma mi pare che, qua e là, qualcosa di originale e di grazioso ci sia. Bertorelli mi è parso azzeccato. Azzeccato (ma per motivi tanto diversi quanto intuibili) pure il ruolo della succhiatrice affidato a Selen.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 13/12/10 15:22 - 9795 commenti

L'esordio cinematografico dei Manetti bros. avviene a partire da un'idea geniale, quella del Dracula che arriva in Italia da extracomunitario, sperimentando sulla sua pelle (è il caso di dirlo) le ingiustizie sociali che toccano a tutti gli immigrati. Peccato che il film non mantenga le promesse a causa di una sceneggiatura che si perde dietro troppe lungaggini e diluisce quello che c'era di buono nel materiale di partenza. Ottima la prova di Verdone.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Undying 16/3/09 22:43 - 3971 commenti

Insolito conte vampiro, quello tratteggiato con certa audacia e intrepida derisione dai Manetti Bros. Abita in una Romania sempre più capitalista; segue in televisione, via satellite, i programmi italiani e non disdegna di guardarsi la Carrà. L'Italia come un sogno: allora emigra ma il cambio sfavorevole della moneta lo riduce sul lastrico, costringendolo a prendere possesso di un garage nella periferia romana. Costato la bella cifretta d'oltre 4 miliardi dell'epoca, il film (nulla a che vedere col celebre porno-fumetto) ha intenzioni sociali lodevoli, ma tradisce le aspettative.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 9/1/15 16:47 - 5714 commenti

Non è certo la prima volta che si attualizza il mito del vampiro, ma il tentativo dei Manetti Bros. di trasferire Dracula dalla natia Transilvania alla Roma dei centri sociali e della sottocultura hip-hop origina un pastiche inerte, privo della forza della satira sull'Italia materialista come appare in TV agli extracomunitari e decolorato di ogni immaginario gotico e orrorifico. Sopravvivono le figure fumettistiche del Dracula di Bertorelli, il servitore Vannoli, il commissario spaccatutto Verdone e la commentatrice tossica e mirmecofaga Barela. Elogi alla serietà professionale di Garrani.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: «Mas-si-mooo...!»; Mastandrea nel cameo del pescatore pugliese "Speranza"; Dracula che parla attraverso la bandiera di Che Guevara. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Tarabas 20/1/09 16:42 - 1450 commenti

Incuriosito dal mix cinema-rap italiano (di cui ero un appassionato), mi sono messo alla visione di questo film senza particolari aspettative e parecchia curiosità. Il risultato è un trucido minestrone senza capo né coda, di una noia mortale (è il caso di dirlo) e con una non-recitazione imbarazzante, al netto di Bertorelli (la cui presenza mi pare inspiegabile, forse aveva una cambiale a rischio di protesto). Da paura.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Caesars 26/2/08 8:43 - 2245 commenti

Non completamente da buttare, anzi qualcosa di più che salvabile c'è. Non male l'idea di partenza (Dracula che s'innamora del nostro paese vedendolo in tv e poi giunto in Italia deve fare i conti con la sua situazione di immigrato irregolare), coniugata alla celebre trama tratta dal romanzo di Stomer (riproposta abbastanza fedelmente); poi purtroppo il film perde parecchio nelle parti rap, veramente troppe e sostanzialmente inutili. Buona l'interpretazione del conte di Bertorelli. In definitiva, non malissimo.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Herrkinski 18/10/17 5:18 - 3697 commenti

Il debutto dei Manetti è una commedia horror (anche se di orrore ce n'è veramente poco) che cerca di mischiare il sempreverde mito del celebre conte transilvano a suggestioni romane di borgata; molto interessante lo spaccato del sottobosco hip-hop in anni ancora underground, buffa ma realistica la rappresentazione dei centri sociali e prevedibile il sottotesto sociale dell'immigrazione per una vicenda leggera e che si lascia seguire. Bravo Bertorelli, eccellente Vannoli, bella la Ramazzotti; Verdone more solito, quindi a suo agio nel ruolo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il rapper Tormento trasformato in vampiro; Le esibizioni dei vari rapper; Il servo trova "lavoro"...
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Brainiac 19/1/09 8:08 - 1081 commenti

Come alcuni giovani promesse del calcio, in questo film i Manetti Bros alternano buone intuizioni ad errori macroscopici. Ad esempio è bellissima ed attualissima l'idea del Dracula che s'innamora dell'Italia attraverso le rassicuranti immagini televisive, ma prima di partire ci tocca sorbirci un monologo troppo lungo e l'accento rumeno del protagonista è improponibile. Verdone poi inizia promettendo chissà cosa, ma alla fine non regge. Così come i cantastorie tossici, azzeccati ma alla lunga fastidiosi. Comunque tante belle trovate, non c'è che dire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Massiiiimooo... Massiiimooo... Massiiimooo...
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

MAOraNza 17/1/07 16:47 - 189 commenti

I "mirabolanti" Manetti Bros confezionano una pellicola che definire ridicola è dir poco, fosse anche solo per il maldestro e strampalato tentativo di fare una satira "ajo e ojo" che però non fa ridere (e riflettere) nessuno. Risibili le interpretazioni degli attori con un Verdone inedito, a metà tra il patetico e il commovente (in senso negativo). Un fumettone grottesco "de no' artri", un film che, se non si corresse il rischio di lordare la categoria, si potrebbe definire "demenziale". Tragicomico.
I gusti di MAOraNza (Animali assassini - Azione - Horror)

Fabbiu 26/4/08 2:42 - 1797 commenti

Le idee originali ci sono: i rapper fissati coi mostri, Dracula extracomunitario (e anche la stessa idea di inserirlo in un contensto hip hop comunista); non è il caso di Verdone ma molte interpretazioni sono buone (in particolare Bertorelli e Sandro Ghiani). In realtà le cadute sono molte di più, soprattutto un eccessivo uso di scratch in sottofondo e troppe scene di rap; e dopo un po' il soggetto sembra non sapere più dove andare a parare, confondendosi tra scene che tendono a prendersi troppo sul serio nel parodiare l'horror.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Cif 27/6/09 1:30 - 282 commenti

Esordio dei Manetti Bros, alle prese con una storia un po' didascalica ma ricca di spunti interessanti. Sempre in bilico tra il trash ed il cult. Uso massiccio di musische hip hop, personaggi borderline, ma tutto sommato un film che prende e cattura fino alla fine. Verdone fa il mattatore, eccessivo ma ben calibrato rispetto al film. Parte simpatica per Micaela Ramazzotti ed un sacco di comparsate assolutamente godibili. Pellicola esorbitante, piena di promesse e buone intenzioni, non tutta ancora mantenute. Due pallini e 1/2.
I gusti di Cif (Drammatico - Fantascienza - Giallo)

Saintgifts 20/10/14 10:25 - 4099 commenti

Nonostante sia un prodotto dei fratelli Manetti, mi è sembrato che Verdone, come produttore, abbia imposto più di una clausola. Intanto rifacendo, prevedibilmente, insopportabilmente, se stesso e autodirigendosi nella trita figura del commissario che, si vede benissimo, esula dal contesto del film. Film che tutto sommato ha una sua ragion d'essere, se non altro come metafora (purtroppo triste) di ciò che aspetta chi immigra verso un Paese che televisivamente ha il volto degli spot pubblicitari ma una realtà "leggermente" diversa.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 20/10/14 10:41 - 3100 commenti

L'esordio registico dei Manetti Bros è una pellicola bizzarra e originale che ha un'idea di fondo interessante salvo perdersi nella parte finale, che appare troppo prolissa. Alcuni personaggi sono tratteggiati con mestiere (vedi il valido Verdone e il teatrale Bertorelli), mentre la Ramazzotti è troppo acerba e periferica. Purtroppo alcune demenzialita appaiono troppo marcate e stonano in un contesto che complessivamente non demerita.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Luchi78 18/6/12 17:06 - 1516 commenti

Un Dracula dei tempi moderni che s'innamora dell'Italia grazie a Carramba, che sorpresa, i compagni dei centri sociali che cadono nell'errore del pregiudizio, Verdone che fa l'ispettore tamarro, hip-hop in abbondanza e i classici fattoni del Prenestino. Qualche buono spunto c'è, la storia tra Dracula e Zora funziona (come la Ramazzotti in questo inedito ruolo), un po' meno il ritratto della periferia romana stereotipata ben oltre il limite della comicità. Sui generis.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Almayer 22/3/07 11:51 - 170 commenti

Mi è piaciuto parecchio. Abbastanza fedele al romanzo di Stoker, l'idea del Dracula "extracomunitario" è originale, gli attori sono più o meno in parte (bravissimi Bertorelli e Verdone), il ritmo c'è. A mio avviso non "un'occasione perduta" (Giusti) ma un delizioso divertissement, innaffiato di ottimo hip hop romano, divertente e ben fatto.
I gusti di Almayer (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Saintjust 10/6/15 2:18 - 111 commenti

Il debutto dei fratelli Manetti è quello classico di quasi tutti i neo registi: tanto fumo e poco arrosto. La smania nel voler mettere, riempire, rimpinzare apre moltissime strade che però non portano a nulla. Ne scaturisce un film innocuo che non è comico, non fa paura, non fa satira e non fa riflettere. I due tossici sono patetici e fastidiosi, i ragazzi del centro sociale stereotipati, gli artisti hip hop inutili e la critica verso la difficoltà nell'accettazione del diverso risibile. Pessimi Ramazzotti, Tormento e Ragoo. Trascurabilissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cameo di Mastandrea pescatore.
I gusti di Saintjust (Fantascienza - Gangster - Horror)