Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• UN FUTURO SOSTENIBILE

All'interno del forum, per questo film:
• Un futuro sostenibile
Dati:Anno: 1998Genere: corto/mediometraggio (colore)
Regia:Gianluigi Quarti
Cast:Beppe Grillo, Gustav Kaiser, Michael Sladek, Thomas Jorberg, Hermann Scheer, Ernest U. Von Weizsäcker, Hartmut Grassl, Karlheinz Ballschmiter, Wolfgang Lohbeck, Felix Wehrle, Gianni Fazzini
Note:Documentario girato per la TSI, il canale svizzero.
Visite:224
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Documentario di 50 minuti prodotto nel 1998 dalla televisione svizzera italiana (TSI) che ha come argomento, per l'appunto, il cosiddetto “sviluppo sostenibile”, nuovo concetto di benessere: è il modo in cui viene definito uno sviluppo che dovrebbe soddisfare necessità di chi oggi vive sul pianeta senza mettere a rischio le necessità delle generazioni future. Ma che c'entra in tutto questo Beppe Grillo? È presto detto: il comico genovese è stato chiamato come ospite d'onore a Schönau, una quieta cittadina della Foresta Nera tedesca da lui citata in un suo storico spettacolo come esempio di autosufficienza energetica. Gli abitanti, pronti finalmente al passaggio dell'energia nucleare a quella autonoma (sviluppata cioè all’interno delle loro case) hanno pensato di invitare all'inaugurazione colui che alla cosa aveva dato grande risalto: Grillo è felice, salta da una casa all'altra, descrive in poche parole l'importante concetto di libertà nascosto dietro un’azione decisamente di rottura e infine fa un brevissimo show sul palco dove si celebra l'evento. Parla in italiano mentre una voce tedesca traduce per il pubblico in sala. In tutto sono appena 10 minuti, dopodiché Grillo scompare e comincia il documentario vero e proprio: energia pulita, disagi ambientali, dotte disquisizioni sull'importanza di capire perché è necessario ridurre l'inquinamento. Tutti temi interessanti e capitali, per il nostro progresso. Si discute di auto a idrogeno o elettriche, di mari distrutti dal petrolio... La regia è di Luigi Quarti, che ha curato il materiale insieme a Tiziano Gamboni, l'impostazione molto scolastica.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Ryo 20/1/18 2:21 - 1580 commenti

Da un documentario che tratta un argomento scottante come questo, mi aspetto perlomeno un'accurata ricerca di dati precisi e perlomeno di una sorta di "scopo". Sorvolando sui primi 10 minuti di Beppe Grillo che fa le lodi di chi si produce l'energia a casa da solo (senza entrare nel dettaglio del come lo fanno), il resto del documentario è narrato da una voce fuori campo fastidiosamente neutrale, come se stesse parlando di un documentario sulla natura. Non c'è un contraddittorio, ma solo un elenco di "alternative" nemmeno approfondite.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "I due cavi che reggono il mondo, le briglie del potere. E voi? I cavalli che le tirano!".
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Panza   6/4/13 22:16 - 1300 commenti

Nei primi minuti questo documentario sembra una copia spudorata del similare Un Grillo per la testa condivendone pregi e difetti. Invece, dopo la solita simpatica comparsata di Grillo, si nota come gli interventi degli "illustri sconosciuti" siano molto meno rispetto al suo precedente. Il sugo della questione alla fine è sempre lo stesso e rimane comunque invariato. L'altro filmato si presentava più tecnico e bolso, qui si mostrano anche esempi molto interessanti come un'azienda ecocompatibile. Si segue abbastanza bene rimanendo relativamente godibile.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)