Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SHREW'S NEST

All'interno del forum, per questo film:
Shrew's nest
Titolo originale:Musarañas
Dati:Anno: 2014Genere: horror (colore)
Regia:Juanfer Andrés, Esteban Roel
Cast:Macarena Gómez, Nadia de Santiago, Hugo Silva, Luis Tosar, Gracia Olayo, Lucía González, Carolina Bang
Note:Film d'esordio per i due registi, prodotto da Alex de la Iglesia.
Visite:632
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/5/15 DAL BENEMERITO DANIELA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 1/9/15 12:45 - 2094 commenti

Niente fabbrica traumi più insanabili e riempie la pancia della cronaca nera più del focolare familiare, le cui braci tornano a essere perfetta musa per il divampare di una follia tutt'altro che ordinaria e di un cinema a tratti straordinario in quest'esordio degno d'ogni nota, la cui trama non teme di bruciarsi giocando col fuoco di King/Reiner (la Gomez nulla ha da invidiare alla Bates); nel dipanarsi risulta troppo marcata la divaricazione tra kammerspiel detentiva e psycho-drama, ma come prima mossa sulla scacchiera del cinema estremo il duo spagnolo carica dama un passaggio via l'altro.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 7/9/15 19:11 - 6621 commenti

Bel dramma spagnolo che nell'ultima parte si colora di tinte horror. Non siamo dinanzi a nulla di eccezionale e di imprevedibile ma il crescendo è ben orchestrato e la riuscita finale è solida e sicura. Oltre ad un'ottima confezione può contare su una prestazione attoriale della Gomez che è davvero notevole, ma anche Tosar è bravo nella parte "dell'orco". Riusciti e gustosi anche gli sprazzi di grand-guignol. Colpo di scena finale ed abbastanza onesto con epilogo non scontato ed aperto ad ogni possibile sviluppo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il "corpetto" molto particolare nell'atelier della Gomez.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 26/5/15 9:06 - 7153 commenti

Spagna ani '50. Affetta da aerofobia, Montse vive segregata in casa in compagnia della sorella minore a cui ha fatto da madre dopo la morte dei genitori. Un giorno bussa alla sua porta un vicino di casa che si è fratturato una gamba cadendo dalle scale... All'inizio, impossibile non pensare a Misery, ma la vicenda si sviluppa poi in maniera diversa, incentrata com'è sulla figura di un padre-padrone (Tosar, tagliente) e segreti famigliari inconfessabili. Un esordio promettente, di bella confezione, con Gómez, eccezionale nel dare corpo e sguardo alla follia, la cui prova vale da sola la visione

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il manichino; gli occhi enormi di Macarena Gómez, pozzi azzurri che riflettono una realtà allucinata; la fotografia .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 18/8/17 23:38 - 3403 commenti

Come film d'esordio la mano sembra già promettente e capace di tirar fuori il meglio dagli attori, almeno fino a quando lo script segue un progressivo montare della tensione e non si ha l'esatta percezione di cosa ci attenda. Nell'esplicitarsi dei passaggi drammatici sicuramente scappa la mano col sangue e viene meno la credibilità di certi passaggi, ma si tratta di peccati connaturati col genere. Buono anche il trattamento fotografico.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Mco 27/6/16 23:13 - 1930 commenti

Due facce dello stesso genere; la prima, goticamente incline alla descrizione di un male di pregressa natura, la seconda più vicina alle dinamiche dell'eccesso (mostrato). E ancora, la prima che funziona nel gioco di celare, la seconda che si affretta a imbrattare i pavimenti di quel rosso i cui schizzi simboleggiano la disgregazione di una mente già devastata. L'accostamento ai toporagni del titolo permea la natura di una Gomez brava sino ai limiti dell'eccedenza, incontenibile soprattutto nel concitato finale. Fuori dal coro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La dolorosa confessione della Gomez.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Buiomega71 17/2/18 0:57 - 1775 commenti

Velato dai sapori acri del Saura più arcigno e da echi dal Bolognini più grottesco, un kammerspiel che trasuda putrefazione e marciume, disseminato da altarini cristologici, in un appartamento che diventa mattatoio, tra cadaveri fatti a pezzi e usati come supellettili da sartoria, gambe che vanno in cancrena (o cucite nelle lenzuola), veleno per topi e feroci coltellate. La follia femminea raggiunge apici estremi (la Gòmez mette davvero a disagio) e il tanfo stantio della repressione e degli abusi incestuosi si fanno quasi insostenibili. Dolorosissimo il twist finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Elisa entra in casa di Montse; Le punizioni corporali di Montse verso la sorella stile mamma di Carrie; La furente lotta finale, tra sangue e sputi.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Pumpkh75 10/7/17 14:53 - 1067 commenti

Le mura amiche e quelle della mente, il sesso, la religione: tutte gabbie dentro le quali la magnifica Macarena Gòmez, occhi paradisiaci e corpo che trasuda sofferenza, si abbandona lentamente senza forze traversandone le sbarre come un fantasma senza dimora. Va dato atto ai registi di averla raccontata magnificamente, di aver alimentato la tensione con la rabbia e la pietà, di aver reso due mura come fossero un universo; l’ultimo pregio è aver lasciato sgorgare le viscere solo quando la psiche era ormai del tutto smarrita. Bellissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il manichino, Macarena Gòmez che guarda di nascosto dalla finestra la sorella...
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Kinodrop 27/7/15 17:23 - 735 commenti

Oscuri segreti, follia, crudeltà e morte tra le quattro mura di un appartamento di una città spagnola negli anni 50. Il mondo claustrofobico e bigotto di Montse e sua sorella si altera per la casuale presenza di un giovane che ferito chiede asilo. Si intrecciano vari piani: l'horror stile Misery, il barocco sanguinolento alla Almodòvar e sprazzi di ascendenza telenovelistica latina. Forti ed efficaci le scene più crude, tensione in crescendo, anche se la trama nell'insieme è un po' artefatta. Ottimo il ruolo della Gòmez schizoide.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'impotenza del ferito "curato" da Montse; L'espressività ambigua di Montse; Il fantasma del padre.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Corinne 13/12/16 21:02 - 372 commenti

Montse è una giovane donna agorafobica, bigotta, che vive segregata in casa occupandosi della sorella minore dopo la morte della madre e la sparizione del padre. L'arrivo di un vicino ferito scatenerà una follia distruttiva, portando alla luce inconfessabili segreti di famiglia... Storia non originale, con un colpo di scena presto intuibile ma che riesce a trascinarti in un incubo claustrofobico, senza un attimo di tregua, con feroci momenti splatter mai gratuiti. Bravissima la protagonista, una psicotica convincente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il manichino!
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

Saintjust 10/6/15 2:55 - 111 commenti

La dimostrazione di come si possa fare qualcosa di buono con un basso budget e tre sole stanze! La storia, ambientata nella Spagna post guerra civile, parrebbe inizialmente derivativa, ma poi imbocca sentieri inaspettati. Una pellicola che conquista sin dalla prima sequenza grazie al folle sguardo della Gomez ed esplode nei minuti finali, pregni di una ferocia raramente riscontrabile in un film occidentale. La sceneggiatura funziona a dovere, il ritmo è sempre alto e il finale sorprendente. Gomez e Tosar valgono la visione. Ottimo esordio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli spilloni; La fotografia.
I gusti di Saintjust (Fantascienza - Gangster - Horror)