Cerca per genere
Attori/registi più presenti

AGENTE 007 - IL DOMANI NON MUORE MAI

All'interno del forum, per questo film:
Agente 007 - Il domani non muore mai
Titolo originale:Tomorrow never dies
Dati:Anno: 1997Genere: spionaggio (colore)
Regia:Roger Spottiswoode
Cast:Pierce Brosnan, Jonathan Pryce, Michelle Yeoh, Teri Hatcher, Joe Don Baker, Ricky Jay, Gotz Otto, Judi Dench, Desmond Llewelyn, Vincent Schiavelli, Cecilie Thomsen
Visite:789
Approfondimenti:1) LA MOSTRA PERMANENTE DEI 45 GIRI DI LUCIUS
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Se cerchiamo di chiudere un occhio sulla spudorata pubblicità alla BMW, che questa volta raggiunge i livelli di un autentico spot ripetuto (primi piani sui particolari, “sfilate” con sterzate, esibizione di indistruttibilità e trionfo sulla rivale Mercedes, aggiunta di un bell’inseguimento con motocicletta BMW superaccessoriata…), questo TOMORROW NEVER DIES si distingue per un soggetto meno intricato del consueto e per un inedito avvicinamento al potere rappresentato dai media: il nuovo “nemico” è infatti un magnate dell'informazione (Pryce) che, pur di guadagnare i diritti di trasmissione nell'ostica Cina, non esita a innescare un conflitto tra inglesi e cinesi approfittandone per darne gli aggiornamenti in prima assoluta. Tematiche leggermente più interessanti del solito, con un Pierce Brosnan che ha preso le misure del suo James Bond e comincia a tentare l'approccio più ironico con discreti risultati (pur se lontani da quelli ottenuti da Connery e Moore). A difettare è invece la fotografia, meno scintillante del previsto, associata a una carenza di fantasia nelle scene d'azione, con l'Apocalisse conclusiva che è solo un rozzo insipido aggiornamento di quella vista, ad esempio, nel finale di SI VIVE SOLO DUE VOLTE. L’aver aggiunto nel cast la regina delle arti marziali Michelle Yeoh ha permesso di dare un carattere più moderno alle immancabili scazzottate bondiane, anche se quanto a fascino femminile siamo ai livelli più bassi della saga. Regna complessivamente una certa mediocrità in troppe scelte, pur tuttavia l'avventura è piuttosto godibile, con una regia (di Roger Spottiswoode) sufficientemente dinamica e una durata che (grazie a Dio) per una volta non raggiunge le due ore obbligatorie.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 12/10/07 20:12 - 9596 commenti

Dopo il bell'esordio con il personaggio di Bond (Goldeneye) il secondo film con P. Brosnan nei panni di 007 non si può dire altrettanto riuscito. Probabilmente il calo qualitativo è in parte dovuto alla sostituzione del bravo Martin Campbell (a cui si deve anche il bel Casino Royale con Craig-Bond) con il mestierante Roger Spottiswoode che non va al di là di una regia piatta e di tipo televisivo. Anche la sceneggiatura zoppica qua e là mentre il cast (convince J. Pryce nei panni del magnate dell'editoria) fa il suo mestiere.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Daniela 19/12/15 16:01 - 6216 commenti

Magnate dell'editoria non si accontenta di pubblicare le notizie ma vuole crearle e poiché quelle cattive tirano più delle buone... Seconda film dell'era Brosnan, può contare su un Bond girl più tosta del solito in quanto mena meglio di lui e su un cattivo autoironico come Pryce (!). Per contro, la trama non è molto avvincente, la regia non brilla per particolare estro e a sequenze riuscite (la discesa lungo il poster gigante, la fuga in moto) si alternano altre fiacche o troppo video-ludiche (la BMW telecomandata). Risultato così così.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 1/2/09 15:37 - 3191 commenti

La regia migliore dell'era Brosnan. Lui stesso è più disteso, ma la trama rimane a corrente alternata. Prologo kazako e casus belli sono girati con vigore, noiosa la successiva trasferta tedesca (la Bmw telecomandata è roba da lettiera per gatti, meglio la fuga dal grattacielo e la gita in moto). Finale da copione. Il tycoon dei media anticipa il Truman show dell'anno dopo. Qualche caratterista divertente a contorno (Schiavelli "er professor" e Don Baker agente CIA) e il primo vero ostacolo per il nostro eroe: una tastiera cinese. Tre pallini.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il villain prende sadicamente in giro l'agente cinese mimando Bruce Lee: un po' di autoironia non guasta.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

G.Godardi 18/11/08 16:50 - 960 commenti

Secondo Bond dell'era Brosnan, è un'avventura più contenuta del solito (durata sotto le due ore) e trova il maggior interesse più nelle tematiche che stanno alla base del film che non nella sua trama. Infatti il cattivo di turno è un editore-magnate informatico che si serve del controllo dell'informazione per otttenere il potere mondiale. Quasi per contrappasso questo "grande fratello" è interpretato dal Pryce di Brazil! Specchio del suo tempo è anche l'inserimento della Yeoh nel cast. Peccato che la Hatcher pre-moglie disperata muoia quasi subito!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La bella sequenza in moto!
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Hackett 1/9/14 19:57 - 1349 commenti

Brosnan (ma più gli sceneggiatori) stecca la seconda e il suo rientro come Bond non è proprio memorabile. Trama esile, con velleità disattese di critica sociale, Il domani non muore mai vede come cattivone un magnate dell'informazione che vuole scatenare una guerra per gli ascolti. Pur essendo nel mondo di Bond, dove le esagerazioni sono parte del gioco, questa volta il cardine della vicenda appare davvero troppo tirato per i capelli e non bastano azione e giocattoli hi-tech a nobilitare un'opera poco ispirata.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

124c 4/4/09 20:01 - 2427 commenti

Seconda americata interpretata da Pierce Brosnan che, stavolta, coinvolge attori come Jonathan Pryce, Vincent Schiavelli, Michelle Yeoh e Teri Hatcher (senza contare la presenza dell'algida Judi Dench, per la seconda volta nel ruolo di M e di Samantha Bond, anche lei, per la seconda volta, miss Moneypenny). Michelle Yeoh è la prima Bond-girl più forte di 007, per via delle arti marziali, mentre Schiavelli, che in Ghost era più convincente, qui è usato malamente da Spottiswoode. Brutto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Bond guida col telefonino una BMW.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Saintgifts 20/4/17 10:39 - 3982 commenti

Brosnan è un buon rappresentante del famoso agente segreto; se si parte dallo 007 per antonomasia Sean Connery, per fare un confronto, direi che Brosnan non sfigura affatto. Detto questo il film in questione è molto godibile per l'ironia e il non troppo sottile umorismo, specie nella prima parte, dove anche l'azione, a bordo dei diversi mezzi BMW, è stimolante nei suoi prevedibili eccessi. Il cattivo di turno Pryce a volte sfiora un'ingenuità poco adatta al personaggio, ma anche questo fa parte del gioco. Meno sopportabile il lungo finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Miss Moneypenny afferma di conoscere le buone capacità linguistiche di Bond; Il vecchio Q presenta la nuova auto a 007.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Piero68 10/10/12 9:05 - 2106 commenti

Nella mia personale classifica il miglior Bond con Brosnan. Perchè oltre ai gadget esagerati e le solite menate c'è una storia alle spalle che parla di spionaggio e non esclusivamente di un super-uomo. Sceneggiatura semplice ma molto vicina alla realtà (soprattutto per noi italiani): magnate dei media vuole conquistare il potere attraverso la forza dei mezzi di comunicazione. Ottimo il cattivo questa volta interpretato da un ispirato Pryce. Regia non sempre felice e qualche esagerazione era francamente evitabile.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Giacomovie 23/4/17 17:20 - 1213 commenti

James Bond tenta di sventare l'intento di Carver di condizionare avvenimenti e notizie per manipolare il mondo. Pierce Brosnan, pur rimanendo per me il Bond meno adatto, è più in parte in questa sua seconda uscita e il film, oltre al buon ritmo, ha pure alcuni flash spettacolari e belle sequenze aeree. L'avvento dei cellulari non poteva mancare tra le novità tecnologiche, che sono fantasiose. Entrambe le Bond girl forniscono un buon mix di grinta e seduzione. Il prologo avvince meno rispetto a tante altre occasioni.
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Sircharles 28/9/16 12:07 - 40 commenti

Brosnan è uno 007 più convincente del predecessore Dalton, giusto compromesso fra i canoni classicheggianti griffati Connery/Moore e le stimmate dell'agente moderno, tutto concretezza e modi spicci. Sul piano narrativo, l'unicità della saga è ormai del tutto annacquata, difficile distinguere questo episodio da un qualsiasi film d'azione del periodo: violenza, morti e sparatorie senza risparmio. Lo spunto di partenza è di grana buona e di stampo contemporaneo: la manipolazione dell'informazione che può portare a catastrofici effetti politici.
I gusti di Sircharles (Azione - Commedia - Thriller)