Cerca per genere
Attori/registi più presenti

20,000 DAYS ON EARTH

All'interno del forum, per questo film:
20,000 days on earth
Titolo originale:20000 Days on Earth
Dati:Anno: 2014Genere: documentario (colore)
Regia:Iain Forsyth, Jane Pollard
Cast:Nick Cave, Susie Bick, Warren Ellis, Darian Leader, Ray Winstone, Blixa Bargeld, Kylie Minogue
Note:Titolo letterale utilizzata da alcune fonti: "20.000 giorni sulla Terra".
Visite:209
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/12/14 DAL BENEMERITO KINODROP

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Rebis 16/7/15 12:53 - 2059 commenti

Più che un documentario sulla vita dell'artista, un'opera di revisione che mira a ridefinirne l'immagine ricollocandola su nuove coordinate e reinterpretando il passato alla luce di una compiaciuta ironia glam. Nick Cave è soggetto attivo di tutta l'operazione - che interpreta, scrive, documenta con raffinato, irresistibile egocentrismo. Certo, gli irriducibili delle derive anni '80 storceranno il naso, ma per acume e perizia tecnica - montaggio e fotografia sono di altissimo livello - è un film che conquista.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Paulaster 12/12/14 9:58 - 1530 commenti

Chi cerca un sunto artistico ha sbagliato strada; o meglio, Cave indica gli spazi dove si può fruire del musicista, del paziente dallo psicologo, dell’amico. Questa miscellanea ha un amalgama imperfetta dove si possono perdonare anche vezzi di vanità e chiacchere non memorabili, ma è sul lato musicale che occorre approfondire. La trasformazione nell’essere rocker ai confini tra l’oscuro personale e l’audience acclamante svela il segreto di chi nasce col dono, chi ha la luce e può scagliarla come una tempesta su Brighton. I talent? No, grazie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Assolo al piano; Vecchie fotografie a Berlino; Jubilee Street live.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Il Dandi 18/10/17 0:19 - 1162 commenti

Una giornata tipo di Nick Cave: dal risveglio accanto alla moglie alla serata coi figli, passando per prove in studio, sedute con lo psicanalista e gite in macchina. Discutibile auto-celebrazione, tanto formalmente impeccabile quanto sostanzialmente sconcertante: più Cave insiste a farsi spiare nella sua intimità più la sua credibilità ci lascia perplessi, specie a fronte di macroscopiche omissioni (totale damnatio memoriae su Mick e P. J. Harvey); ma forse a tratti il gioco gli sfugge di mano e brandelli di verità emergono fuori controllo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pranzo a casa di Warren Ellis, con i due compagni di lavoro che ritornano puri fan nella rievocazione di concerti altrui.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Jandileida 26/10/15 21:59 - 969 commenti

In genere le agiografie si scrivono dopo che qualcuno ha abbandonato questa valle di lacrime, magari lasciandosi dietro un monastero, un vaccino, un atto eroico: con tutto che apprezzo l'artista, direi che Nick Cave non rientra in una delle sopracitate categorie. L'impostazione "centro del mondo" l'ho quindi trovata fuori luogo. Emerge comunque il suo essere artista a tutto tondo e va dato atto all'australiano di aver creato un suo universo artistico di sicuro non banale. A livello puramente tecnico c'è poi poco da dire. Per chi apprezza le teogonie.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Kinodrop 4/12/14 17:11 - 599 commenti

Un docu-fiction per celebrare i 20000 giorni sulla terra dell’icona internazionale Nick Cave. Girato tra la piovosa Brighton e lo studio di Londra, con incursioni live, testimonianze dei colleghi musicisti e sedute psicanalitiche. Ne esce fuori un artista che in questa fase della vita si impone regole e riflette sul suo passato tra gli eccessi della prima fase e un ritorno all’ordine più meditato e più profondo. Di rilievo fotografia, montaggio e sceneggiatura, anche se ne risulta un ritratto troppo celebrativo e un po’ in anticipo sui tempi.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)