Cerca per genere
Attori/registi più presenti

AND SOON THE DARKNESS

All'interno del forum, per questo film:
® And soon the darkness
Titolo originale:And Soon the Darkness
Dati:Anno: 2010Genere: horror (colore)
Regia:Marcos Efron
Cast:Amber Heard, Odette Annable, Karl Urban, César Vianco
Note:Remake del film "Il mostro della strada di campagna" (in originale "And Soon the Darkness") di Fuest, uscito nel 1970.
Visite:676
Il film ricorda: Hostel (a Ruber), Turistas (a Buiomega71)
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/5/11 DAL BENEMERITO DANIELA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 30/5/11 8:19 - 7151 commenti

Due tipe made in USA - la bionda giudiziosa e la mora zoccoletta - girando l'Argentina in bici capitano in un paesello sperduto dove tutti le guardano torvo. La mora fa di tutto perchè qualcuno le zombi addosso, quando accade la bionda si mette a cercarla, in compagnia di Urban nel ruolo di un cretino. Trascurabilissimo remake, che spreca un paio di belle locations (in particolare, la città fantasma con gli alberi secchi) per una storia insulsa. Solo per completisti horrifici (brutto vizio).
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Herrkinski 18/8/15 4:27 - 3815 commenti

Il misconosciuto Efron è indeciso sulla strada da prendere per questo remake: se la prima parte, pur rimodernata e spostata tatticamente in un paese "esotico", è abbastanza fedele ai punti salienti dell'originale, nella seconda butta tutto in vacca motivando il rapimento in maniera scontata e scadendo nei luoghi comuni del survival moderno (pur rifuggendo eccessi di violenza gratuita). Cast piuttosto anonimo a eccezione del bravo Vianco, dal volto vagamente kinskiano; il finale delude ampiamente, chiudendo un remake in definitiva superfluo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il paese abbandonato.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Buiomega71 15/6/13 0:15 - 1774 commenti

Innesto alla Turistas che si respira per tutto il film per poi virare nel classico pre-finale alla Non aprite quella porta. Efron rifugge il gore per la tensione (a volte davvero insostenibile), regala location nature da mozzare il fiato (magnifica la fotografia solare di Gabriel Berinstain) e costruisce un thiller agorafobico davvero elettrizzante, con un incipt alla torture porn e una chiusa finale che ricorda I guerrieri della palude silenziosa. Afoso e sudaticcio, cede un po' nella banale "caccia" finale, ma dona quel sapore dell'angoscia alla luce del sole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Stephanie entra in un villaggio abbandonato, quasi da post atomico, di un abbaccinante bellezza spettrale e mortifera; Eli che si annusa le ascelle.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Pumpkh75 27/12/15 18:41 - 1066 commenti

Uno scorcio qui, uno scorcio lì, ma quant'è bella l’Argentina! Ma siccome di thriller dovrebbe trattarsi e non di una cartolina, dopo aver rimirato le grazie delle due protagoniste resta solo la delusione per l’estrema prevedibilità sotto ogni angolazione della trama, il cui presunto pathos non riesce neanche a farci empatizzare con le due sventurate prede. Gli orrori bucolici di Fuest c’entrano poco o nulla: più che altro pare un Turistas senza gore. Blando.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Gestarsh99 6/9/12 12:47 - 1061 commenti

Quante altre volte bisognerà ripeterlo che gli scenari e i paesaggi naturali non bastano da soli a creare un buon thriller avventuroso? Risposta semplice: tante e tante altre ancora. Il regista portegno responsabile di questo spiantato rifacimento de Il mostro della strada di campagna - classico della suspense solare più che ignorato qui in Italia - si mostra assolutamente impreparato a produrre qualcosa di nuovo e interessante da un materiale così lungamente stagionato e oltre alla frivola inversione "chiomatica" e al "conveniente" (e un po' razzista) trasloco argentino non riesce ad andare. Ed è subito noia...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il balletto improvvisato dalla ragazza davanti al juke-box sulle note provocanti di "I touch myself"; Le splendide praterie argentine.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Jena 20/5/18 16:42 - 836 commenti

Robetta. Non ho visto l'originale di cui questo è remake ma qui il pollice è verso. Una bionda (Amber Heard, che non azzecca un film) e una mora (una che poi non si vedrà più) caracollano per la campagna argentina e si imbattono, un po' per colpa loro, nel solito psicopatico. Non è che per fare un film basti riprendere splendidi paesaggi naturali senza metterci una storia decente e un minimo di tensione e ritmo. Ad aggravare il tutto il solito bolso e inespressivo Karl Urban. Finalino scontato di revenge. Uff.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Ducaspezzi 3/3/13 20:20 - 222 commenti

Impalpabile thrilleraccio (horror?!?) che pur non denunciando una regia piattissima, è martoriato da una sceneggiatura terribile che ne decreta una irrecuperabile inconsistenza, talora anche irritante. Bella l'ambientazione "en plein air" ove si cerca il marchio di una suspense che, una volta tanto, faccia a meno delle semi-oscurità di interni inquietanti et similia, per esprimersi tutta alla luce di un brillante sole argentino che allaga la pianura e certe contorte scenografie non prive di fascino. Ma è tutto sprecato e inerte. Alla larga!
I gusti di Ducaspezzi (Drammatico - Fantastico - Thriller)